43.265.491
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi
++++++ La Commissione Ue ha inviato all'Italia la lettera con la richiesta di aggiustamento dei conti ++++++

IL MOSE PUNTA DELL'ICEBERG: ESISTE UN ''SISTEMA PD'' PER TRUCCARE APPALTI E FINANZIARE IL PARTITO A LIVELLO NAZIONALE.

lunedì 16 giugno 2014

A poco a poco sta venendo fuori il sistema tangentizio che ha dato origine allo scandalo MOSE. Quello che le malelingue hanno già ribattezzato "sistema PD", visto il massiccio coinvolgimento di numerosi esponenti del Partito democratico veneto.

Per un beffardo e quanto mai velenoso ricorso storico, il bubbone veneziano è esploso proprio in occasione del trentennale della morte di Enrico Berlinguer, uno di quei padri spirituali a cui i dem fanno continuamente riferimento, salvo poi comportarsi in modo diametralmente opposto rispetto al leader del PCI. Alla faccia della questione morale.

Secondo numerose deposizioni e testimonianze raccolte dagli inquirenti - scrive Repubblica -, sulla riva della Laguna si sarebbe costituita una vera e propria cupola atta a truccare gli appalti e i lavori pubblici. L'imprenditore Mauro Scaramauzza già lo scorso novembre così si esprimeva a proposito del sistema, nell'ambito della realizzazione della terza corsia nella tangenziale Mestre-Padova: "L'appalto doveva essere assegnato alla società Sacaim, perché questo permetteva al dottor Brentan di predisporre... di procurare una scorta per il Partito Democratico dell'area veneziana".

Lino Brentan, arrestato nel blitz di dieci giorni fa dalla Guardia di Finanza, è il personaggio chiave di tutta la vicenda. Definito affettuosamente "dottore" da Scaramuzza, anche se lui si racconta come un semplice pensionato di 66 anni. In realtà è molto di più: tanti anni di militanza nel PCI (quando segretario è "quel" Berlinguer), poi nei DS e infine nel PD, con un breve intermezzo nella CGIL. Una vita a sinistra e a contatto con il potere, tanto che il partito, per premiarne la fedeltà, lo piazza in decine di società partecipate, fino a farlo divenire amministratore delegato di Autostrade Venezia Padova. Il tutto, è bene ricordarlo, con un semplice diploma di disegnatore meccanico, scuola fino a 16 anni e via. Viva la meritocrazia e la competenza.

Ebbene, quello che a detta di molti potrebbe apparire come una semplice pedina è in realtà molto di più. "È il mazziere dei soldi", mette a verbale Piergiorgio Baita, l'ex amministratore delegato della Mantovani. "È il perno di un sistema - secondo l'accusa - il "sistema PD" per il finanziamento alla politica". Che va molto al di là dei lavori del MOSE.

Secondo gli inquirenti, infatti, il compito del compagno Lino è quello di raccogliere e smistare tangenti al partito.  È un sistema collaudato e ben funzionante e ha come primario obiettivo quello di sostenere i politici e le campagne elettorali PD in Veneto. Un sostegno, sia chiaro, di natura finanziaria. Ma i soldi come si trovano?

Gli appalti truccati - Il meccanismo messo in piedi dalla cricca - come riporta Il Fatto Quotidiano - è molto raffinato e prevede un complesso sistema di gare truccate, appalti e subappalti gonfiati sulle opere infrastrutturali della regione. Prendiamo, ad esempio, i lavori per la terza corsia dell'autostrada Mestre-Padova.

La gara viene bandita dalla Società Autostrade Venezia Padova, di cui è dominus incontrastato lo stesso Brentan. Il quale riesce a far rinunciare all'appalto la Mantovani di Piergiorgio Baita, azienda vincitrice, con la promessa di garantirle un subappalto dei lavori per la stessa cifra. L'appalto dell'opera va quindi alla seconda classificata, la Saicam di Scaramuzza, anche se l'offerta è incongrua su alcune voci di prezzo e presenta un'anomalia di 92mila euro.

È lo stesso vincitore dell'appalto che spiega il giochino, raccontando di aver versato 65mila euro a Brentan, in modo da creare una "scorta per il Pd veneziano" in vista delle scadenze elettorali del 2007 e del 2009. Soprattutto in vista delle amministrative, in cui è candidato Davide Zoggia, fedelissimo dell'allora segretario nazionale Pierluigi Bersani, oltre ai futuri consiglieri regionali Marchese e Mognato.

Da Scaramuzza giungono altri succulenti dettagli: "I soldi a Brentan li ho consegnati sempre io. Venivano consegnati nell'ufficio che aveva in Autostrada. Verso la fine dell'appalto il dottor Brentan, visti i rapporti che avevamo, mi manifestò tutta la sua, diciamo così, amarezza per la mancata riconoscenza che il partito dimostrò nei suoi confronti dopo che lui gli aveva procurato questo finanziamento. Lì, alla fine dell'appalto, fu estremamente esplicito, nel senso proprio mi disse chiaramente che lui si lamentava perché il partito non gli aveva.. non gli era stato grato di questo finanziamento che lui gli aveva procurato...".

Parole che, se trovassero un riscontro probatorio efficace, scoperchierebbero il grado di capillare corruzione del sistema-appalti costruito dal PD del Veneto. Il MOSE potrebbe essere solo la punta dell'Iceberg.

Articolo scritto da Alessandro Genovesi per it.ibtimes.com - che ringraziamo. 


IL MOSE PUNTA DELL'ICEBERG: ESISTE UN ''SISTEMA PD'' PER TRUCCARE APPALTI E FINANZIARE IL PARTITO A LIVELLO NAZIONALE.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MOSE   SISTEMA PD   TRUCCARE APPALTI   FINANZIARE IL PARTITO   BERSANI   RENZI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO

PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI

martedì 17 gennaio 2017
Dopo la Brexit, potrebbe arrivare presto una Italexit, ovvero l'uscita dell'Italia dalla Ue, questioen che si riaffaccia regolarmente sulle prime pagine dei giornali europei: lo scrive il quotidiano
Continua
 
IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META' FUORI'' (THERESA MAY)

IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META'

martedì 17 gennaio 2017
LONDRA - La premier del Regno Unito, Theresa May, riferisce il Financial Times  questa mattina, mettera' alla prova i mercati valutari oggi, quando annuncera' un taglio netto con l'Unione
Continua
IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA DETTO ''SOVRANISTA'')

IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA

martedì 17 gennaio 2017
ROMA - "I sovranisti sono tutti quelli che vogliono mettere al centro della propria proposta gli interessi nazionali, la tutela delle nostre imprese, del made in Italy, la difesa dei confini, la
Continua
 
SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA RISPARMIATO 240 MILIARDI!

SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA

lunedì 16 gennaio 2017
BERLINO - Volendo usare una pittoresca espressione napoletana, si potrebbe dire che la Germania che continua a lamentarsi dei tassi di interesse portati a zero dalla Bce perchè questo
Continua
L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI DELLA COSTITUZIONE

L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI

lunedì 16 gennaio 2017
Il Fondo Monetario Internazionale taglia di nuovo le stime di crescita del Pil italiano e prevede che quest'anno verra' registrata una crescita dello 0,7% anziche' dello 0,9%, che era la proiezione
Continua
 
RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN SALUTE (LEGGERE)

RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN

lunedì 16 gennaio 2017
L'epicentro della catastrofe delle banche italiane resta sempre Siena, dove l'intervento dello Stato, seppure ha arrestato lo spettro del bail, in e' peraltro ancora da svolgersi, ma le situazioni
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'UNITA' FINISCE IN LIQUIDAZIONE, MA E' PRONTO A INTERVENIRE UN NUOVO EDITORE (PRESENTE NELL'INCHIESTA CORRUZIONE-EXPO!)

L'UNITA' FINISCE IN LIQUIDAZIONE, MA E' PRONTO A INTERVENIRE UN NUOVO EDITORE (PRESENTE
Continua

 
IL BIOLOGO CHE HA INDIVIDUATO IL DNA DELL'ASSASSINO DI YARA: ''SIAMO CERTI, E' LUI'' (FAMIGLIA DI YARA: UNO SCONOSCIUTO)

IL BIOLOGO CHE HA INDIVIDUATO IL DNA DELL'ASSASSINO DI YARA: ''SIAMO CERTI, E' LUI'' (FAMIGLIA DI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua

THERESA MAY: ''MEGLIO NESSUN ACCORDO CON LA UE CHE UN CATTIVO

17 gennaio - LONDRA - La Gran Bretagna lascerebbe l'Ue senza un accordo commerciale
Continua

PRIMO MINISTRO BRITANNICO: ''MODELLO UE INCOMPATIBILE CON LA NOSTRA

17 gennaio - LONDRA - Il modello dell'Ue e delle istituzioni sovranazionali ''non era
Continua

THERESA MAY: ''VIA DAL MERCATO UNICO E DA CORTE DI GIUSTIZIA E

17 gennaio - LONDRA - L'atteso di scorso di Theresa May sulla Brexit è arrivato ed
Continua

TAJANI PUO' FARCELA, DOPO LA CAPRIOLA DEI LIBERALI CHE HANNO

17 gennaio - BRUXELLES - ''Da Grillo a Berlusconi in meno di una settimana'': i
Continua

RUSSIA PRONTA A COOPERARE CON USA, UE E NATO CON RISPETTO RECIPROCO

17 gennaio - MOSCA - La Russia e' pronta a cooperazione con gli Stati Uniti, l'Unione
Continua

SCANDALO MOTORI DIESEL SI ALLARGA ANCHE ALLA RENAULT

16 gennaio - PARIGI - Lo scandalo dei motori diesel ''truccati'' si allarga. Oltre a,
Continua

ISTAT: E' UFFICIALE, 2016 L'ANNO DELLA DEFLAZIONE IN ITALIA (DAL

16 gennaio - Italia in deflazione nel 2016. In media d'anno, i prezzi al consumo
Continua

BORIS JOHNSON: ''BREXIT, TRUMP PER UN ACCORDO RAPIDO CON IL REGNO

16 gennaio - BRUXELLES - ''Una gran bella notizia'': così il ministro degli Esteri
Continua

SETTE CLANDESTINI INDIVIDUATI AD ASTI SU UN TRENO PROVENIENTE DALLA

16 gennaio - ASTI - Sette uomini, cinque algerini e due marocchini, sono stati
Continua
Precedenti »