68.248.683
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

''NON POSSIAMO PIU' TOLLERARE CHE I MERCATI FINANZIARI GOVERNINO LE SORTI DEI POPOLI E PROSPERINO SPECULANDO'' (IL PAPA)

lunedì 16 giugno 2014

"Non possiamo tollerare piu' a lungo che i mercati finanziari governino le sorti dei popoli piuttosto che servirne i bisogni, o che pochi prosperino ricorrendo alla speculazione finanziaria mentre molti ne subiscono pesantemente le conseguenze". Lo ha detto il Papa ai partecipanti a un convegno di Giustizia e pace.

Il Papa ha ricevuto i partecipanti al convegno promosso dal Pontificio consiglio della Giustizia e della pace in collaborazione con il Catholic Relief Services e il Mendoza College of business, sul tema "Investing for the poor", che si svolge oggi e domani in Vaticano. Nel convegno, ha ricordato Papa Bergoglio all'inizio del suo discorso, si cercano "vie attuabili e praticabili verso una maggiore equita' sociale" e, ha osservato ancora il Papa, vi "partecipano anche rappresentanti della curia romana per studiare forme innovative di investimento, che possano arrecare benefici alle comunita' locali e all'ambiente circostante, oltre che un equo rendimento".

La logica che sta dietro a "queste forme innovative di intervento" e' riconoscere "Il legame originale tra profitto e solidarieta', l'esistenza di una circolarita' feconda tra guadagno e dono". In questo contesto Papa Bergoglio ha condannato il dominio della finanza e la speculazione finanziaria. "E' importante - ha detto - che l'etica ritrovi il suo spazio nella finanza e che i mercati si pongano al servizio degli interessi dei popoli per il bene comune dell'umanita'. Non possiamo tollerare piu' a lungo - ha aggiunto il Pontefice - che i mercati finanziari governino le sorti dei popoli piuttosto che servirne i bisogni, o che pochi prosperino ricorrendo alla speculazione finanziaria mentre molti ne subiscono pesantemente le conseguenze".

"L'innovazione tecnologica - ha osservato Papa Francesco - ha aumentato la velocita' delle transazioni finanziarie, ma tale aumento trova senso nella misura in cui si dimostra in grado di migliorare la capacita' di servire il bene comune. In particolare - ha aggiunto Papa Francesco - la speculazione sui prezzi alimentari e' uno scandalo che ha gravi conseguenze per l'accesso al cibo dei piu' poveri. E' urgente che i governi di tutto il mondo si impegnino a sviluppare un quadro internazionale in grado di promuovere il mercato dell'investimento ad alto impatto sociale, in modo da contrastare l'economia dell'esclusione e dello scarto".

Nel suo saluto al Papa, il presidente del Pontificio consiglio Giustizia e pace, card. Peter Turkson, ha annunciato che "L'appello" del Papa "a trovare denaro al servizio della gente, non e' rimasto inascoltato: proprio questo giovedi' rappresentanti di catene di fast food in Olanda, con il consenso dell'episcopato olandese, visitano il Vaticano, la segretaria Stato e il Pontificio consiglio giustizia e pace, per offrire loro aiuto nel nutrire i poveri e gli affamati nel mondo".


''NON POSSIAMO PIU' TOLLERARE CHE I MERCATI FINANZIARI GOVERNINO LE SORTI DEI POPOLI E PROSPERINO SPECULANDO'' (IL PAPA)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

PAPA FRANCESCO   POPOLI   SPECULAZIONE   FINANZIARIA   SORTI   BISOGNI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
NEI PRIMI 4 MESI DEL 2014 IL DEBITO PUBBLICO E' SALITO DI 78 MILIARDI DI EURO (COME IN TUTTO IL 2013): PREVISIONI ERRATE

NEI PRIMI 4 MESI DEL 2014 IL DEBITO PUBBLICO E' SALITO DI 78 MILIARDI DI EURO (COME IN TUTTO IL
Continua

 
ORFINI IN ARTE MATTEO: COSA DICEVA L'ATTUALE PRESIDENTE DEL PD SU RENZI (PRIMA, ADESSO GLI BACIA PANTOFOLA E... ALLUCI)

ORFINI IN ARTE MATTEO: COSA DICEVA L'ATTUALE PRESIDENTE DEL PD SU RENZI (PRIMA, ADESSO GLI BACIA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »