64.755.494
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

CORSA SILENZIOSA ALL'ORO: MIGLIAIA DI TONNELLATE VERSO LA CINA, GLI USA NON RENDONO QUELLO TEDESCO (CRASH IN VISTA?)

mercoledì 11 giugno 2014

L’economista Eric Sprott - multimilionario e filantropo - pone alcune domande preoccupanti: "Perchè il rimpatrio delle 674 tonnellate di oro della Germania dagli USA prende tanto tempo? Dal marzo scorso ne sono state rimpatriate solo 69 tonnellate. Se davvero non c’è penuria di oro, perchè gli Stati Uniti e la Gran Bretagna ne stanno esportando tanto verso la Svizzera?" (che a sua volta lo esporta verso la Cina).

Secondo le stime, nel 2013 la Cina ha consumato circa 4800 tonnellate d’oro. Questo significa che 3600 tonnellate sono state prese dalle riserve mondiali (le casseforti occidentali) per soddisfare la domanda.

Dubaï a sua volta sta costruendo una nuova raffineria d'oro capace di trattare 1400 tonnellate, mentre la capacità estrattiva mondiale attuale è di circa 6000 tonnellate (la produzione mondiale annua è inferiore alle 3000 tonnellate). Perchè questo bisogno supplementare di capacità se la domanda fisica non è tanta?

La risposta che dà Sprott è allarmante: "A causa della situazione macro economica, l’inflazione è molto più elevata di quanto dicano le cifre ufficiali. Storicamente i metalli preziosi sono una protezione contro l’inflazione E parlando d’inflazione, l’enorme creazione di moneta e le sue ripercussioni sul bilancio della Federal Reserve suggeriscono un epilogo doloroso".

Anche secondo Jurgen Stark, ex membro del Consiglio della Banca centrale europea, la situazione della finanza globale è "pazzesca". Le banche centrali - afferma - hanno perso la capacità di controllare la situazione economica. In altre parole, viviamo un falso sentimento di sicurezza.

A sua volta, Vladimir Putin ritiene che “Cina e Russia devono assicurarsi che il loro oro e altre monete siano al sicuro”. Al contempo, la banca centrale russa prosegue la politica di acquisto d’oro e di vendita delle sue obbligazioni americane.

E a causa della manipolazione del corso dell’oro, il CME Group potrebbe attuare limiti autorizzati per i movimenti del corso dell’oro e dell’argento per evitare l’enorme volatilità di questi ultimi anni. L’indagine sul fixing dell’oro della BaFin, il regolatore tedesco dei mercati, e il seguente ritiro di questo fixing dalla Deutsche Bank suggeriscono che qualcosa non funziona.

Di recente la banca Barclays è stata condannata al pagamento di una multa di 26 milioni di sterline per manipolazione del fixing dell'oro. Diversi investitori hanno avviato procedimento giudiziari contro le banche del fixing per manipolazione del corso.

Sappiamo che tutti i mercati sono manipolati. Il recente caso di Barclays è un esempio flagrante. Tutto ciò non preannuncia alcunchè di buono. L'enorme bolla finanziaria innescata dalla Fed che ha inondato il mercato dei capitali di dollari cash e contemporaneamente gli enormi movimenti - che passano nel silenzio più assoluto - di quantità strabilianti di oro in lingotti, segnalano che alcuni Stati si stanno preparando a un crash globale delle valute, riempiendo i forzieri delle loro banche centrali di oro. 

Fonte notizia: sprott.com - che ringraziamo.


CORSA SILENZIOSA ALL'ORO: MIGLIAIA DI TONNELLATE VERSO LA CINA, GLI USA NON RENDONO QUELLO TEDESCO (CRASH IN VISTA?)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

ORO   MERCATO   PENURIA   CINA   USA   GERMANIA   BOLLA FINANZIARIA   SPROTT   JURGEN STARK   PUTIN    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SPECIALE LIBIA / I RISULTATI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PALERMO COL PLAUSO DEL DIPARTIMENTO DI STATO AMERICANO

SPECIALE LIBIA / I RISULTATI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PALERMO COL PLAUSO DEL DIPARTIMENTO

mercoledì 14 novembre 2018
La conferenza internazionale di Palermo sulla Libia è stata un grande successo, (a dispetto dell'ostracismo della stampa italiana che lo ha apertamente trascurato -ndr). Gli Stati Uniti hanno
Continua
 
QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN PICCHIATA E PIL -0,2%''

QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN

mercoledì 14 novembre 2018
BERLINO - Sta andando molto peggio di quanto invece aveva previsto il goverrno Merkel per quest'anno. Nel terzo trimestre del 2018, il prodotto interno lordo della Germania ha registrato una
Continua
SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE IN ITALY'' (ADDIO UE)

SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE

mercoledì 14 novembre 2018
Cresce in Italia la diffidenza e il rancore nei confronti dell'Unione europea, con quasi sei italiani su dieci (58%) che si sentono maltrattati dalle politiche comunitarie rispetto agli altri Paesi.
Continua
 
POLIZIA LOCALE DI MILANO SCOPRE DORMITORIO-LAGER (CON 25 AFRICANI DENTRO) IN UN PALAZZO. L'APPARTAMENTO E' DI UN CINESE

POLIZIA LOCALE DI MILANO SCOPRE DORMITORIO-LAGER (CON 25 AFRICANI DENTRO) IN UN PALAZZO.

martedì 13 novembre 2018
MILANO - Venticinque letti ammassati in un quadrilocale dalle pessime condizioni igieniche che ospitava migranti, molti clandestini in Italia. .È quanto trovato gli agenti del Nucleo reati
Continua
CROLLATI GLI SBARCHI DI AFRICANI IN ITALIA: DA 119.369 NEL 2017 A 22.167 DA GENNAIO A NOVEMBRE 2018: MERITO DI SALVINI

CROLLATI GLI SBARCHI DI AFRICANI IN ITALIA: DA 119.369 NEL 2017 A 22.167 DA GENNAIO A NOVEMBRE

lunedì 12 novembre 2018
"Gli sbarchi nel 2016 sono stati 181.436, nel 2017 sono stati 119.369 mentre nel 2018 sono scesi a 22.167". Sono i dati forniti da Massimo Bontempi, direttore della Direzione centrale immigrazione e
Continua
 
REPUBBLICA CECA RIFIUTERA' IL  ''PATTO SULL'IMMIGRAZIONE'' DELL'ONU (ANCHE USA AUSTRIA UNGHERIA E POLONIA HANNO DETTO NO)

REPUBBLICA CECA RIFIUTERA' IL ''PATTO SULL'IMMIGRAZIONE'' DELL'ONU (ANCHE USA AUSTRIA UNGHERIA E

lunedì 12 novembre 2018
Aumenta sempre di piu' il numero di coloro che si oppongono al patto ONU sull'immigrazione che verra' adottato dai Paesi partecipanti all conferenza intergovernativa che si terra' in Marocco il 10 e
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
REPUBBLICA CECA CACCIA LA NATO (E LA UE): NIENTE TRUPPE STRANIERE NEL PAESE E TAGLIO RADICALE SPESE MILITARI (EVVIVA!)

REPUBBLICA CECA CACCIA LA NATO (E LA UE): NIENTE TRUPPE STRANIERE NEL PAESE E TAGLIO RADICALE SPESE
Continua

 
BUROCRATI DI BRUXELLES VENDUTI ALLE MULTINAZIONALI DEL CIBO SPAZZATURA IMPONGONO ''REGOLAMENTI'' AMMAZZA-PRODOTTI NATURALI

BUROCRATI DI BRUXELLES VENDUTI ALLE MULTINAZIONALI DEL CIBO SPAZZATURA IMPONGONO ''REGOLAMENTI''
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!