64.926.118
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

GLI 80 EURO RENZIANI COSTERANNO 420 EURO DI NUOVE TASSE PER CIASCUN CONTRIBUENTE: ''MA CE LO CHIEDE L'EUROPA...''

venerdì 6 giugno 2014

Sono condivisibili le dichiarazioni di Padoan che rassicura di non esserci alcuna necessità di manovra aggiuntiva? Diciamo che comprendiamo la necessità del Ministro di non procurare allarme prima delle vacanze estive e il carillon dei mondiali di calcio (panem et circenses).

Olli Rehn è stato piuttosto chiaro, l’Italia non rispetta gli impegni presi. Si parla del Patto di Stabilità che è stato inserito nella nostra Costituzione per non correre rischi di manipolazioni politiche, come mettere il vasetto della marmellata fuori della portata dei golosi.

Oltre le dichiarazioni di circostanza del nostro Ministro dell’Economia, Rehn ha dato tempo ai burocrati italici fino a settembre prima di rifare i conti. A questo punto è necessario fare due conti per “quantificare” il monito del commissario UE agli Affari Economici.

Se non ci saranno “incidenti” di percorso, cioè a dire, se la valanga di tasse che dobbiamo onorare da oggi a ottobre sarà versata regolarmente, Rehn si riferisce allo scostamento di 0,6% del PIL. Calcolando che il nostro Pil è di 1600 miliardi, Rehn sta parlando di 9,6 miliardi di Euro da far rientrare in fretta allo scopo di rispettare la tabella di marcia del Patto di Stabilità. (e 9,6 miliardi di euro sono ESATTAMENTE IL COSTO degli 80 euro in busta paga  voluti a tutti i costi da Renzi per vincere le europee)

Confortandoci con i dati ISTAT che segnala in Italia 22,9 milioni di famiglie, basta una calcolatrice da pochi euro per rilevare che ogni famiglia, oltre le tasse già stabilite, deve tirare fuori ulteriori 420 euro.

L’importo è un importo medio, se togliamo le famiglie nella soglia di povertà, in aumento peraltro, alcune famiglie non pagheranno come hanno sempre fatto ed altre pagheranno almeno il doppio e chi il triplo della cifra media ricavata.

Ovviamente il Governo dirà che parte di questi 9,6 miliardi sarà recuperata dalla cessione di beni dello Stato e collocazioni in Borsa di quote detenute attualmente dal Tesoro delle società a controllo o partecipate dello Stato.

Ma l’importo che si potrebbe ricavare da queste cessioni sarebbe di circa la metà dei 9,6 miliardi mancanti, e i dubbi sono tanti! L’operazione è comunque poco fruttuosa perché non potrebbe essere ripetuta, e l’oro nel cassetto prima o poi finisce e non rimane più nulla da vendere in caso di ulteriore (certa) criticità, oltre il danno di non godere più della redditività dei beni succitati.

La realtà è che le cessioni non saranno sufficienti, e soprattutto, che della valanga di tasse in entrata per lo Stato un buon 30% non sarà onorato per oggettive difficoltà (o legittima difesa per qualcuno).

In conclusione, c’è da rilevare anche un altro aspetto non del tutto marginale. Sentire Renzi inveire contro la rigidità e l’intolleranza Europea è pura propaganda, e quindi conferma che ogni parola sino ad ora pronunciata è sola propaganda fine a se stessa, dispiace per gli undici milioni di elettori che ci sono caduti con tutte le scarpe. L’Europa sta chiedendo di rispettare un patto che l’Italia ha voluto - VOLUTO, NON DOVUTO -  sottoscrivere con Monti e poi con Letta assicurando di poterlo onorare. Stavolta non sta imponendo niente, (a parte la dittatura UE).

Articolo scritto da Luca Lippi per intelligonews.it - che ringraziamo. 


GLI 80 EURO RENZIANI COSTERANNO 420 EURO DI NUOVE TASSE PER CIASCUN CONTRIBUENTE: ''MA CE LO CHIEDE L'EUROPA...''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

420 euro   nuove tasse   a settembre   manovra   Padoan   governo   Renzi    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DEUTSCHE BANK SOSPETTATA DI AVERE RICICLATO 150 MILIARDI DI DOLLARI DI SOLDI SPORCHI, CROLLA IN BORSA (-50% DA GENNAIO)

DEUTSCHE BANK SOSPETTATA DI AVERE RICICLATO 150 MILIARDI DI DOLLARI DI SOLDI SPORCHI, CROLLA IN

martedì 20 novembre 2018
FRANCOFORTE - Le azioni della Deutsche Bank sono calate bruscamente oggi alla Borsa di Francoforte per i forti timori degli investitori sugli effetti dallo scandalo del riciclaggio di denaro sporco
Continua
 
660.000 INFERMIERI SCENDONO IN PIAZZA IN FRANCIA CONTRO MACRON: DISPREZZA LA NOSTRA PROFESSIONE LA SANITA' E' DISASTROSA

660.000 INFERMIERI SCENDONO IN PIAZZA IN FRANCIA CONTRO MACRON: DISPREZZA LA NOSTRA PROFESSIONE LA

martedì 20 novembre 2018
PARIGI - Con lo slogan "infermieri dimenticati", decine di migliaia di infermieri in sciopero protestano nelle principali citta' di Francia, denunciando il "disprezzo" del governo e specialmente di
Continua
SEQUESTRATA LA NAVE ONG AQUARIUS DI MSF: HA SCARICATO 21 TONNELLATE DI RIFIUTI PERICOLOSISSIMI COME NORMALE SPAZZATURA

SEQUESTRATA LA NAVE ONG AQUARIUS DI MSF: HA SCARICATO 21 TONNELLATE DI RIFIUTI PERICOLOSISSIMI COME

martedì 20 novembre 2018
CATANIA - I rifiuti pericolosi prodotti dai migranti a bordo delle navi e quelli a rischio infettivo venivano declassati, scaricati nei porti in maniera indifferenziata e poi conferiti in discarica
Continua
 
MATTEO SALVINI SPIEGA QUALI SONO I VERI NEMICI DELL'ITALIA: ECCO I POTERI FORTI CHE VORREBBERO RIDURLA COME LA GRECIA

MATTEO SALVINI SPIEGA QUALI SONO I VERI NEMICI DELL'ITALIA: ECCO I POTERI FORTI CHE VORREBBERO

lunedì 19 novembre 2018
Milano - Il ministro dell'Interno Matteo Salvini cancella il chiacchiericcio delle false ricostruzioni di certa stampa e fantasiosi cronisti  sulla presunta crisi di governo, ma sa che le sfide
Continua
IL 26 NOVEMBRE SI VOTA IN SVIZZERA: SE VINCE IL ''SI''' SARA' SWISSEXIT DA TUTTI I TRATTATI INTERNAZIONALI FIRMATI FINORA

IL 26 NOVEMBRE SI VOTA IN SVIZZERA: SE VINCE IL ''SI''' SARA' SWISSEXIT DA TUTTI I TRATTATI

lunedì 19 novembre 2018
LONDRA - La Svizzera si sa e' il paese in cui si usano spesso i referendum per dare ai cittadini la possibilita' di esprimere la loro opinione in moltissime materie, un esempio di democrazia diretta
Continua
 
LA FRANCIA SI RIVOLTA IN PIAZZA CONTRO MACRON, TENTATO L'ASSALTO ALL'ELISEO, 280.000 MANIFESTANTI, UN MORTO, 272 FERITI

LA FRANCIA SI RIVOLTA IN PIAZZA CONTRO MACRON, TENTATO L'ASSALTO ALL'ELISEO, 280.000 MANIFESTANTI,

domenica 18 novembre 2018
I 'Gilet gialli' bloccano la Francia, chiedono le dimissioni di Emmanuel Macron e danno vita a una protesta che sfocia in tragedia: un morto e 227, di cui sette gravissimi, in scontri con la polizia,
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
''IL SINDACO ORSONI? NON E' DEL PD, LO ABBIAMO ELETTO NOI MA NON E' ISCRITTO...'' (DICE IL BRACCIO DESTRO DI RENZI, LOTTI)

''IL SINDACO ORSONI? NON E' DEL PD, LO ABBIAMO ELETTO NOI MA NON E' ISCRITTO...'' (DICE IL BRACCIO
Continua

 
SALVINI: ''VOGLIO FAR NASCERE IL NUOVO CENTRODESTRA COMINCIANDO DAI VALORI. NON SARA' UNA SOMMA DI SIGLE'' (SE NO DA SOLI)

SALVINI: ''VOGLIO FAR NASCERE IL NUOVO CENTRODESTRA COMINCIANDO DAI VALORI. NON SARA' UNA SOMMA DI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!