64.875.980
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA VICE PRESIDENTE ZAMPA DEL PD INSULTA FARAGE E I MILIONI CHE HANNO VOTATO UKIP: ''EVOCA I PEGGIORI TRATTI DELLA STORIA''

venerdì 30 maggio 2014

"A leggere le dichiarazioni di Grillo e di Di Maio su Farage si resta attoniti. Se sono in buona fede c'e' di che sbalordire per la superficialita' con cui il M5S si accinge ad accasarsi in Europa. Se sono in mala fede non c'e' che da disperare per la gravita' di una scelta che va molto oltre l'aggettivo 'pericolosa'".

E' quanto dichiara Sandra Zampa, deputata vice presidente del Partito democratico "Come si puo' decidere di destinare la fiducia ricevuta dagli elettori, pur nel contesto di una sconfitta, a un traguardo cosi' miserevole? Come puo' un movimento politico italiano allearsi con una forza di destra che evoca i tratti peggiori della storia? Per quanto tempo pensano di potere ripetere che sono i media a distorcere la realta' o di poter coprire la verita' che, inevitabilmente, emergera' chiara agli occhi degli italiani anche meno informati su Farage e le sue gesta? Ci ripensino. Si documentino se non lo sono abbastanza i parlamentari che hanno un dovere di lealta' nei confronti della Costituzione italiana e ripudino la scelta allucinante di Beppe Grillo. Anche un comico sa che su Farage non c'e' da ridere ne' da scherzare".

Evidentemente, Sandra Zampa del Pd trova corretto insultare la maggioranza del popolo britannico che ha votato per l'UKIP il cui presidente è Nigel Farage. Questo la dice lunga anche sul rispetto per l'elettorato (altrui) del Pd. Buon sangue non mente, comunque: la logica del cervello all'ammasso si perpetua nei decenni.

Ma questo sfogo scomposto del Pd contro Grillo che si alleerebbe con l'UKIP in Europa la dice lunga sulla paura che i partiti europei che stanno combattendo per abbattere questo mostro chiamato UE, vincano. Che piaccia o no, sia l'UKIP sia l'M5S sono partiti di massa, votati da milioni di persone proprio per le loro posizioni politiche e per i programmi per metterle in pratica.

Il Pd ha una paura folle che da questa possibile vicinanza operativa tra l'M5S e l'UKIP scaturisca qualcosa di ancora più importante: l'appoggio internazionale di una consistente fetta dell'elettorato italiano all'uscita dalla UE dell'Inghilterra, con l'effetto domino in Italia. E contemporaneamente il riconoscimento dell'Inghilterra - quando l'UKIP vincerà le politiche, e le vincerà - alla possibile uscita dell'Italia dalla UE e dall'euro. 

Inoltre, l'UKIP - è bene ricordarlo sempre - rappresenta politicamente la parte più consistente del mondo finanziario anglosassone, con il quale il Pd ha ben poco da poter fare, se si schierasse a favore delle istanze di sovranità valutaria dell'Italia che potrebbero essere veicolate dall'M5S. 

Nella sostanza, l'UPIK è potente e molto pericoloso certamente per il Pd e per i suoi amici oligarchi nella UE e nella BCE. Altro che "forza di destra che rievoca i tratti peggiori della storia".

I tratti peggiori della storia, cara signorina Zampa, lei li può ritrovare tutti nell'album del suo partito, che si chiamava PCI. S'informi, se non gliel'hanno detto. Spero lei non sia in malafede. 

Max Parisi


LA VICE PRESIDENTE ZAMPA DEL PD INSULTA FARAGE E I MILIONI CHE HANNO VOTATO UKIP: ''EVOCA I PEGGIORI TRATTI DELLA STORIA''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Farage   UKIP   Grillo   Pd   Zampa   vice presidente   comunismo assassino   Londra   popolo inglese   Inghilterra    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA FRANCIA SI RIVOLTA IN PIAZZA CONTRO MACRON, TENTATO L'ASSALTO ALL'ELISEO, 280.000 MANIFESTANTI, UN MORTO, 272 FERITI

LA FRANCIA SI RIVOLTA IN PIAZZA CONTRO MACRON, TENTATO L'ASSALTO ALL'ELISEO, 280.000 MANIFESTANTI,

domenica 18 novembre 2018
I 'Gilet gialli' bloccano la Francia, chiedono le dimissioni di Emmanuel Macron e danno vita a una protesta che sfocia in tragedia: un morto e 227, di cui sette gravissimi, in scontri con la polizia,
Continua
 
IL ''DECRETO GENOVA'' DIVENTA LEGGE, MOLTO PRESTO I LAVORI PER LA RICOSTRUZIONE. PONTE MORANDI DEMOLITO IN DICEMBRE

IL ''DECRETO GENOVA'' DIVENTA LEGGE, MOLTO PRESTO I LAVORI PER LA RICOSTRUZIONE. PONTE MORANDI

giovedì 15 novembre 2018
ROMA - SENATO - Da oggi, è legge. Con 167 voti favorevoli e 49 contrari il Senato ha approvato il Dl Genova in un clima di grande tensione. Con Forza Italia che ha accusato il ministro delle
Continua
LA BUNDESBANK: BOLLA IMMOBILIARE IN GERMANIA IMMOBILI SOPRAVVALUTATI DEL 15-30%, BANCHE ESPOSTE E FRAGILISSIME

LA BUNDESBANK: BOLLA IMMOBILIARE IN GERMANIA IMMOBILI SOPRAVVALUTATI DEL 15-30%, BANCHE ESPOSTE E

giovedì 15 novembre 2018
BERLINO - Si moltiplicano gli allarmi in Germania per la fragilità delle banche tedesche. Oggi, è l'autorevole quotidiano Handelsblatt a criverne in un lungo articolo di prima
Continua
 
SPECIALE LIBIA / I RISULTATI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PALERMO COL PLAUSO DEL DIPARTIMENTO DI STATO AMERICANO

SPECIALE LIBIA / I RISULTATI DELLA CONFERENZA INTERNAZIONALE DI PALERMO COL PLAUSO DEL DIPARTIMENTO

mercoledì 14 novembre 2018
La conferenza internazionale di Palermo sulla Libia è stata un grande successo, (a dispetto dell'ostracismo della stampa italiana che lo ha apertamente trascurato -ndr). Gli Stati Uniti hanno
Continua
QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN PICCHIATA E PIL -0,2%''

QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT: ''LA GERMANIA STA SEMPRE PIU' SOFFRENDO: EXPORT IN CADUTA CONSUMI IN

mercoledì 14 novembre 2018
BERLINO - Sta andando molto peggio di quanto invece aveva previsto il goverrno Merkel per quest'anno. Nel terzo trimestre del 2018, il prodotto interno lordo della Germania ha registrato una
Continua
 
SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE IN ITALY'' (ADDIO UE)

SONDAGGIO COLDIRETTI-IXE': ''58% DEGLI ITALIANI CONTRO LA UE E PER IL 63% LA UE DANNEGGIA IL MADE

mercoledì 14 novembre 2018
Cresce in Italia la diffidenza e il rancore nei confronti dell'Unione europea, con quasi sei italiani su dieci (58%) che si sentono maltrattati dalle politiche comunitarie rispetto agli altri Paesi.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DALLA BANCA CENTRALE PORTOGHESE UN MISSILE CONTRO LA BCE: ''POICHE' NON GARANTISCE I DEBITI SOVRANI, E' UN DISASTRO''

DALLA BANCA CENTRALE PORTOGHESE UN MISSILE CONTRO LA BCE: ''POICHE' NON GARANTISCE I DEBITI
Continua

 
COME NEGLI ANNI TRENTA, L'INGHILTERRA SFIDA LA DITTATURA TEDESCA SULL'EUROPA: ''SE CI SARA' JUNCKER NOI USCIAMO DALLA UE''

COME NEGLI ANNI TRENTA, L'INGHILTERRA SFIDA LA DITTATURA TEDESCA SULL'EUROPA: ''SE CI SARA' JUNCKER
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!