68.270.057
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA STAMPA TEDESCA DIVULGA NOTIZIE MOLTO ALLARMANTI SUL SISTEMA BANCARIO DELLA GERMANIA (GIGANTE COI PIEDI D'ARGILLA)

martedì 27 maggio 2014

BERLINO - A tre giorni dalle elezioni europee, la stampa tedesca ha iniziato a lanciare delle informazioni che il governo tedesco avrebbe preferito non uscissero nell'immediato. La prima riguarda le difficoltà del sistema bancario tedesco. 

Sembra che le banche tedesche siano molto più fragili di quanto si pensasse: la banca pubblica HSH Nord Bank è in grande difficoltà e avrà bisogno di aiuti di stato più importanti del previsto: almeno 1,3 miliardi di euro. Questa banca è uno dei principali operatori nel finanziamento del trasporto marittimo.

Per i tedeschi è la prima sorpresa: 1,3 miliardi di aiuti di Stato vogliono dire 1,3 miliardi di tasse in più. L'opinione pubblica è allergica al deficit pubblico, è allergica alla spesa pubblica non finanziata dalla pressione fiscale. Pertanto, non si discute su un finanziamento degli aiuti che non siano entrate fiscali supplementari. Per i tedeschi, è molto difficile da digerire. Anzi, impossibile.

Ma la seconda sorpresa è che, insieme a questa delusione, i tedeschi hanno anche scoperto il vero bilancio di HSH, un bilancio pieno zeppo di titoli di stato. E di quali stati? La banca è piena zeppa di titoli di debito spagnoli, greci, italiani e francesi. E questo sì cha sta spaventando la gente.

Terza sorpresa, la stampa tedesca ormai spiega che anche molte altre banche tedesche hanno comprato forti quantità di debito europeo, ed è forse per questo motivo che, ogni volta, la Germania è venuta in soccorso degli stati in difficoltà. I tedeschi scoprono questa realtà e la digeriscono male. Che la Germania resti nella zona euro passi, ma non a qualsiasi prezzo!

Il governo, le imprese e i sindacati tedeschi hanno spiegato all'opinione pubblica che la zona euro era diventata un grande mercato per le imprese tedesche, e che quindi bisognava rimanere nell'euro. Ma ora, è stato detto ai tedeschi che i loro risparmi sono intrappolati nel debito degli stati del sud (incapaci di gestirsi in  modo corretto, naturalmente). Quando è troppo, è troppo! Il governo non ha più nemmeno il coraggio di spiegare i benefici di una solidarietà finanziaria su scala europea. Ciò spiega la forte flessione di consensi alla Merkel (che ha perso l'8-9% dalle politiche) alle elezioni di domenica. E spiega anche il clamoroso successo di Alternativa per la Germania, partito anti-euro che ha superato il 7%.

E c'è di più.

La seconda notizia divulgata dalla stampa tedesca si riferisce alle 35 ore. La maggioranza dei tedeschi sarebbe d'accordo a lavorare 35 ore alla settimana (o meno), a fronte delle 40 ore settimanali attuali. Sogniamo, o siam desti? In realtà, i tedeschi ne hanno abbastanza di essere presi per i banchieri d'Europa e per i fornitori dell'area dell'euro.

A tre giorni dalle elezioni europee, il 70 % dei tedeschi ci viene a dire che preferirebbe lavorare solo 35 ore, perché anche gli altri lo fanno. Nella grande industria automobilistica, dove si lavora 40 ore o più, la prospettiva di un RTT (recupero del tempo lavorativo, ndt) alla francese ha fatto l'effetto di una burrasca.

Tutto questo non è quello che si potrebbe chiamare delle buone notizie.

Se i tedeschi lavorano solo 35 ore, gli altri paesi della zona euro non avrebbero più motivo di fare il minimo sforzo. Questa prospettiva allontana di parecchio il momento in cui la Francia si sentirà pronta a ritornare indietro su questa riforma che ha affossato la sua competitività.

Articolo originale pubblicato da Atlantico.fr e tradotto da Voci dall'Estero - che ringraziamo.

Link originale: http://www.atlantico.fr/decryptage/allemands-decouvrent-realite-europeenne-et-cela-ne-enchante-pas-1573700.html 


LA STAMPA TEDESCA DIVULGA NOTIZIE MOLTO ALLARMANTI SUL SISTEMA BANCARIO DELLA GERMANIA (GIGANTE COI PIEDI D'ARGILLA)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
MOSTRUOSO / LA UE COSTA ALL'ITALIA 5,5 MILIARDI DI EURO L'ANNO! (15 MILIONI DI EURO AL GIORNO!) PIU' SPRECHI PAZZESCHI!

MOSTRUOSO / LA UE COSTA ALL'ITALIA 5,5 MILIARDI DI EURO L'ANNO! (15 MILIONI DI EURO AL GIORNO!)
Continua

 
FMI E TROIKA EUROPEA SONO PASSATI DA CECITA' (POLITICHE ECONOMICHE ERRATE) A SCHIZOFRENIA (LO AMMETTONO MA INSISTONO)

FMI E TROIKA EUROPEA SONO PASSATI DA CECITA' (POLITICHE ECONOMICHE ERRATE) A SCHIZOFRENIA (LO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »