56.310.546
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA UE HA AVUTO L'UCRAINA (CON 17 MILIARDI DI DEBITO) LA RUSSIA HA AVUTO UN CONTRATTO DA 400 MILIARDI DI USD CON LA CINA

mercoledì 21 maggio 2014

Le sanzioni attuate da ue e usa ai danni della Russia di Vladimir Putin per l'appoggio fornito al legittimo referendum per l'autodeterminazione delle popolazioni della Crimea, hanno sortito uno storico risultato: dopo dieci anni di trattative, Russia e Cina hanno siglato l'accordo per la fornitura del gas della prima alla seconda.

I termini economici non sono ancora stati pienamente ufficializzati, ma si parla di un accordo del peso di oltre 400 miliardi di dollari.

Quello che qui ci preme evidenziare è che questo accordo è epocale perchè segna il consolidamento dei rapporti tra due potenze economiche "alternative" al finanziarismo imperante. Dopo la caduta del comunismo, le oligarchie occidentali si sono auto convinte di poter dominare il mondo, smantellando il sistema di capitalismo sociale che aveva portato benessere e sicurezza sopratutto in Europa. Le elites politiche ed economiche erano convinte di poter far tornare indietro le lancette della storia di oltre un secolo, smantellando lo stato sociale e cercando di emarginare tutte le nazioni non allineate.

La Russia era l'ultima pedina da far cadere, accerchiandola ad occidente con la conquista dell'Ucraina. 

La mossa, estremamente pericolosa, si è ritorta contro gli oligarchi della ue e contro un presidente usa che passerà alla storia per la sua totale incapacità politica ed economica. Usa ed ue erano convinti di poter usare il metodo della destabilizzazione impiegato con successo con la farsa della "primavera araba" anche conto Putin, ma non hanno fatto i conti con la determinazione del leader russo, che non ha fatto un solo passo indietro di fronte all'arroganza occidentale e, in breve tempo ha letteralmente rivoltato il campo di battaglia a suo vantaggio.

Sì, perchè con il nuovo accordo Russia - Cina, ora è la ue ad essere in forte difficoltà: non per niente l'eurocrate Barroso ha già piagnucolato che Putin non può togliere il gas alla ue.

Probabilmente la Russia non chiuderà i rubinetti alla ue, ma è molto probabile che rivedrà bene al rialzo il costo delle forniture, mettendo ulteriormente in ginocchio l'economia del vecchio continente.

Questo accordo è l'ennesima riprova che l'oligarchia ue è del tutto inadeguata a governare non solo un continente, ma pure un condominio. Con la loro arroganza ed incapacità gli eurocrati di Bruxelles continuano a produrre danni alle popolazioni europee, che ora rischiano di veder minacciate le loro forniture di gas per riscaldamento e per uso industriale. 

Il 25 maggio i popoli europei hanno la grande possibilità di spazzare via democraticamente questa classe dirigente, e non è un caso che i poteri finanziari stiano tentando di condizionare il voto scatenando le borse e lo spread (con Renzi che, probabilmente ben imbeccato dagli oligarchi ha già commentato che lo spread si sta alzando per colpa del sentimento anti europeo degli italiani in vista delle elezioni)

La capacità politica di Putin, come quella di Orban, di fronteggiare il delirio delle elites finanziarie devono farci riflettere: una politica diversa, fatta nell'interesse dei propri cittadini è possibile. Putin in pochi giorni è riuscito a chiudere un accordo che per un decennio era rimasto bloccato.

Noi cittadini possiamo, con un segno di matita, far ripartire un'europa bloccata da un decennio di moneta unica assolutamente infausta.

Cambiare è possibile, basta volerlo.

Autore articolo: Luca Campolongo


LA UE HA AVUTO L'UCRAINA (CON 17 MILIARDI DI DEBITO) LA RUSSIA HA AVUTO UN CONTRATTO DA 400 MILIARDI DI USD CON LA CINA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

UE   nato   USA   Ucraina   gas   contratto   Russia   Cina   Putin   gasdotto   elezioni   euro    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD ALL'SPD, TUTTA UNA RAPINA

LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD

giovedì 11 gennaio 2018
BERLINO - Il possibile aumento dell'aliquota fiscale massima da parte di una nuova grande coalizione - preteso dal socialdemocratico SPD  per formare il nuovo governo - preoccupa molto i
Continua
 
CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA EUROPA CRESCONO (+2,4%)

CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA

mercoledì 10 gennaio 2018
La ripresa in Italia non c'è, anzi il Paese continua la discesa verso la povertà di massa. La prova sta nel continuo e inarrestabile calo del valore degi immobili, in assoluta contro
Continua
CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR. L'ALZHEIMER NON E' IMBATTIBILE

CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR.

martedì 9 gennaio 2018
Le patologie neurodegenerative riguardano in Italia 1 milione 200 mila persone, di cui circa 800 mila hanno l'Alzheimer. "L'opinione diffusa che non ci siano speranze se ci si ammala e' vera, ma solo
Continua
 
CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA (O SALTANO UE E EURO)

CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA

lunedì 8 gennaio 2018
"Il centrodestra vincerà le elezioni. Lo dicono tutti i sondaggi: uniti siamo tra il 37 e il 40%; il Movimento 5 stelle è staccato al 26-28%; quel che resta del Pd di Renzi sprofonda al
Continua
IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN DURO DEL FPOE!

IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN

sabato 16 dicembre 2017
VIENNA - I nazionalisti vanno al governo in Austria, finalmente. E non solo, Vienna batte Berlino sul tempo, dato che in Germania un qualsiasi nuovo governo è ancora ben al di là
Continua
 
POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE IMPORCI. PUNTO E BASTA

POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE

giovedì 14 dicembre 2017
BRUXELLES - Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria (noti anche come "Paesi Vysegrad") sono pronti a dare tutto il contributo economico possibile all'Italia, ma non accetteranno mai
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ANALISI / COSA ACCADRA' SUI MERCATI DOPO LE EUROPEE? TRE SCENARI CON UN PUNTO IN COMUNE... (INADATTO A DEBOLI DI CUORE)

ANALISI / COSA ACCADRA' SUI MERCATI DOPO LE EUROPEE? TRE SCENARI CON UN PUNTO IN COMUNE...
Continua

 
ROUBINI: ''LO SPREAD SALE PERCHE' SE VINCE GRILLO L'EURO E' IN PERICOLO E IL GOVERNO RENZI NON REGGERA''' (FANTASTICO!)

ROUBINI: ''LO SPREAD SALE PERCHE' SE VINCE GRILLO L'EURO E' IN PERICOLO E IL GOVERNO RENZI NON
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

CALDEROLI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO ESPELLEREMO TUTTI I CLANDESTINI

12 gennaio - ''Due immigrati clandestini, un nigeriano e un marocchino, martedi'
Continua

FACEBOOK CENSURA LE NOTIZIE, LE SINISTRE GLOBALI NON RIESCONO A

12 gennaio - Facebook ha introdotto cambiamenti radicali all'algoritmo che ci fa
Continua

TUTTO IL CENTRODESTRA SOSTIENE ATTILIO FONTANA: CONFERENZA STAMPA A

11 gennaio - MILANO - 'Al lavoro!Piu' Lombardia. Fontana presidente' e' la scritta in
Continua

BRUNETTA: ''PRONTO IL PROGRAMMA DEL CENTRODESTRA. LO PRESENTEREMO

11 gennaio - ''Nella giornata di oggi chiuderemo il lavoro, positivo e proficuo, del
Continua

MACRON STA PER PRESENTARE LEGGE SULL'IMMIGRAZIONE DI STAMPO

11 gennaio - PARIGI - Il presidente francese Emmanuel Macron si prepara alla prova
Continua

MATTEO SALVINI: ''AVREI PREFERITO CHE MARONI SI RICANDIDASSE, MA HA

11 gennaio - MILANO - ''MARONI mi ha detto di avere fatto in Lombardia tutto quello
Continua

BERLUSCONI: ATTILIO FONTANA CANDIDATO PRESIDENTE IN LOMBARDIA VA

10 gennaio - MILANO - ''Non c'è nulla che ci allontana da Salvini che ha indicato un
Continua

LE SOFFERENZE DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO CONTINUANO INESORABILI

10 gennaio - A novembre 2017 - ultimo dato disponibile - le sofferenze nette sui
Continua

BERLUSCONI: ''MAI UN GOVERNO DI LARGHE INTESE COL PD. MAI''

9 gennaio - ''Non c'e' mai stata e non ci sara' neanche in futuro'' la possibilita'
Continua

CLAUDIO BORGHI: ''APPENA LA LEGA AL GOVERNO, PREPARERA' LA

9 gennaio - ''Un secondo dopo che la Lega siederà al Governo, metterà in atto
Continua
Precedenti »