70.653.997
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA UE HA AVUTO L'UCRAINA (CON 17 MILIARDI DI DEBITO) LA RUSSIA HA AVUTO UN CONTRATTO DA 400 MILIARDI DI USD CON LA CINA

mercoledì 21 maggio 2014

Le sanzioni attuate da ue e usa ai danni della Russia di Vladimir Putin per l'appoggio fornito al legittimo referendum per l'autodeterminazione delle popolazioni della Crimea, hanno sortito uno storico risultato: dopo dieci anni di trattative, Russia e Cina hanno siglato l'accordo per la fornitura del gas della prima alla seconda.

I termini economici non sono ancora stati pienamente ufficializzati, ma si parla di un accordo del peso di oltre 400 miliardi di dollari.

Quello che qui ci preme evidenziare è che questo accordo è epocale perchè segna il consolidamento dei rapporti tra due potenze economiche "alternative" al finanziarismo imperante. Dopo la caduta del comunismo, le oligarchie occidentali si sono auto convinte di poter dominare il mondo, smantellando il sistema di capitalismo sociale che aveva portato benessere e sicurezza sopratutto in Europa. Le elites politiche ed economiche erano convinte di poter far tornare indietro le lancette della storia di oltre un secolo, smantellando lo stato sociale e cercando di emarginare tutte le nazioni non allineate.

La Russia era l'ultima pedina da far cadere, accerchiandola ad occidente con la conquista dell'Ucraina. 

La mossa, estremamente pericolosa, si è ritorta contro gli oligarchi della ue e contro un presidente usa che passerà alla storia per la sua totale incapacità politica ed economica. Usa ed ue erano convinti di poter usare il metodo della destabilizzazione impiegato con successo con la farsa della "primavera araba" anche conto Putin, ma non hanno fatto i conti con la determinazione del leader russo, che non ha fatto un solo passo indietro di fronte all'arroganza occidentale e, in breve tempo ha letteralmente rivoltato il campo di battaglia a suo vantaggio.

Sì, perchè con il nuovo accordo Russia - Cina, ora è la ue ad essere in forte difficoltà: non per niente l'eurocrate Barroso ha già piagnucolato che Putin non può togliere il gas alla ue.

Probabilmente la Russia non chiuderà i rubinetti alla ue, ma è molto probabile che rivedrà bene al rialzo il costo delle forniture, mettendo ulteriormente in ginocchio l'economia del vecchio continente.

Questo accordo è l'ennesima riprova che l'oligarchia ue è del tutto inadeguata a governare non solo un continente, ma pure un condominio. Con la loro arroganza ed incapacità gli eurocrati di Bruxelles continuano a produrre danni alle popolazioni europee, che ora rischiano di veder minacciate le loro forniture di gas per riscaldamento e per uso industriale. 

Il 25 maggio i popoli europei hanno la grande possibilità di spazzare via democraticamente questa classe dirigente, e non è un caso che i poteri finanziari stiano tentando di condizionare il voto scatenando le borse e lo spread (con Renzi che, probabilmente ben imbeccato dagli oligarchi ha già commentato che lo spread si sta alzando per colpa del sentimento anti europeo degli italiani in vista delle elezioni)

La capacità politica di Putin, come quella di Orban, di fronteggiare il delirio delle elites finanziarie devono farci riflettere: una politica diversa, fatta nell'interesse dei propri cittadini è possibile. Putin in pochi giorni è riuscito a chiudere un accordo che per un decennio era rimasto bloccato.

Noi cittadini possiamo, con un segno di matita, far ripartire un'europa bloccata da un decennio di moneta unica assolutamente infausta.

Cambiare è possibile, basta volerlo.

Autore articolo: Luca Campolongo


LA UE HA AVUTO L'UCRAINA (CON 17 MILIARDI DI DEBITO) LA RUSSIA HA AVUTO UN CONTRATTO DA 400 MILIARDI DI USD CON LA CINA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

UE   nato   USA   Ucraina   gas   contratto   Russia   Cina   Putin   gasdotto   elezioni   euro    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI ITALIANI NON NE PUO' PIU'.

SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI

martedì 13 agosto 2019
LONDRA - Come ogni anno la commissione europea pubblica i risultati del cosiddetto Eurobarometro, un sondaggio fatto a livello europeo per conoscere il livello di popolarita' dell'Unione
Continua
 
SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA E SALVINI PREMIER!

SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA

venerdì 9 agosto 2019
Governo al capolinea, si va verso la parlamentarizzazione della crisi, con il premier Giuseppe Conte che potrebbe andare in Senato, per la fiducia, con un calendario ancora da decidere. Intanto ieri
Continua
CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA BASTIGLIA S'AVVICINA

CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA

lunedì 5 agosto 2019
LONDRA - I guai sembrano non finire mai per il presidente francese Emmanuel Macron. Non bastassero i gilet gialli adesso ci sono anche i contadini che protestano vivamente contro l'inquilino
Continua
 
ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA L'ITALIA, SEMPRE!

ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA

lunedì 5 agosto 2019
La politica è entrata ufficialmente in vacanza e l’augurio è che sia estremamente vantaggiosa ai 5S per raccogliere le idee ed uscire dal tunnel dell’opposizione interna
Continua
FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE LA BREXIT NEL MONDO

FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE

lunedì 29 luglio 2019
LONDRA - Nigel Farage e' veramente determinato a far uscire la Gran Bretagna dalla UE e lo dimostra il fatto che da molti anni sia in politica con questo scopo prima tramile lo UKIP e adesso col
Continua
 
LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO +13% CREMONA +13,2%

LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO

giovedì 25 luglio 2019
MILANO - Dal cioccolato ai formaggi, dal buon cibo al latte sino alle biciclette, alle barche e agli articoli sportivi. Cresce in maniera esponenziale l'export di prodotti legati al turismo dalla
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ANALISI / COSA ACCADRA' SUI MERCATI DOPO LE EUROPEE? TRE SCENARI CON UN PUNTO IN COMUNE... (INADATTO A DEBOLI DI CUORE)

ANALISI / COSA ACCADRA' SUI MERCATI DOPO LE EUROPEE? TRE SCENARI CON UN PUNTO IN COMUNE...
Continua

 
ROUBINI: ''LO SPREAD SALE PERCHE' SE VINCE GRILLO L'EURO E' IN PERICOLO E IL GOVERNO RENZI NON REGGERA''' (FANTASTICO!)

ROUBINI: ''LO SPREAD SALE PERCHE' SE VINCE GRILLO L'EURO E' IN PERICOLO E IL GOVERNO RENZI NON
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!