68.155.761
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

''LA RAGIONE PER CUI ABBIAMO BISOGNO DELL'UNIONE EUROPEA STA NEL FATTO CHE NON E' DEMOCRATICA'' (BARROSO, COMMISSIONE UE)

mercoledì 7 maggio 2014

LONDRA - Il presidente della Commissione europea, José Manuel Durrão Barroso, ha proposto uno dei pochi argomenti assolutamente onesti per l'integrazione europea. "La ragione per cui abbiamo bisogno dell'Unione europea -suggerisce - sta proprio nel fatto che non è democratica. Lasciati a se stessi, i governi eletti potrebbero fare ogni sorta di cose semplicemente per far piacere ai loro elettori" Barroso ha aggiunto: "I governi non hanno sempre ragione. Se i governi avessero sempre ragione non avremmo la situazione che abbiamo oggi. Le decisioni adottate dalle istituzioni più democratiche del mondo sono molto spesso sbagliate."

Questa è stata, in larga misura, la logica all'origine dell'unificazione europea. I padri fondatori venivano dalla Seconda Guerra Mondiale con - forse comprensibilmente - una visione stanca della democrazia. Si preoccupavano del fatto che, lasciati a se stessi, gli elettori avrebbero potuto farsi raggirare dei demagoghi. Così hanno deliberatamente progettato un sistema in cui il potere supremo è esercitato da commissari nominati che non hanno bisogno di preoccuparsi dell'opinione pubblica.

Descrivere gli Euro-patriarchi come anti-democratici sarebbe spingersi troppo lontano: Robert Schuman aveva una dedizione sincera per il sistema elettorale, a differenza di Jean Monnet. Ma è giusto dire che essi credevano che il processo democratico a volte ha la necessità di essere guidato, temperato, vincolato.

Ci sono ancora un sacco di persone che la pensano in questo modo. Ogni volta che faccio l'esempio dei referendum, qualcuno tra il pubblico obietta che le questioni sono troppo difficili per l'uomo della strada, che dovrebbero essere lasciate agli esperti, che sotto sotto siamo sollevati quando i politici fanno quello che pensano sia meglio per noi.

Come ha detto una volta Tony Blair: "Gli inglesi, anche se hanno un certo pregiudizio sull'Europa, sono abbastanza ragionevoli da non aspettarsi che il loro governo necessariamente lo condivida, o ne tenga conto nell'agire."

In altre parole, mentre diciamo ai nostri ministri che vogliamo indietro dalla UE i nostri poteri, segretamente stiamo sperando che ci ignorino. I signori di Whitehall e Bruxelles sanno meglio di noi cosa bisogna fare.

Allora perché non farla del tutto finita con le elezioni? Sì, la questione europea può essere fatta per sembrare complicata; ma quanto più complessa è un'elezione generale, in cui, oltre a soppesare gli atteggiamenti dei diversi partiti verso l'Europa, gli elettori devono anche considerare le loro politiche in materia di alloggi, istruzione e così via? Come dice Vernon Bogdanor: "Gli argomenti contro i referendum sono, in ultima analisi, argomenti contro la democrazia".

E se non la democrazia, cos'altro? Anarchia? Dittatura del proletariato? Monarchia assoluta? La maggior parte dei "Barrosistas" vogliono un tipo di democrazia moderata, dove gli elettori in ultima analisi hanno il potere, ma dove anche gli esperti hanno il loro posto. Eppure questo è stato l'argomento di ogni tiranno della storia: Bonaparte, Mussolini, Salazar, Lenin. Questa è, mutatis mutandis, la giustificazione degli ayatollah di Teheran, che consentono le elezioni, ma autorizzano una commissione non eletta a subentrare quando la gente fa la scelta sbagliata. E' l'argomento che si sente in privato da comunisti cinesi: sì, la gente dovrebbe essere libera di eleggere candidati per alcuni uffici, ma un paese come questo cadrebbe a pezzi senza la competenza concentrata nel nostro partito.

C'è, naturalmente, una differenza enorme tra il sostenere che, per esempio, la Banca d'Inghilterra dovrebbe determinare i tassi di interesse, e sostenere che il Partito comunista dovrebbe guidare la Cina. Ma  se ci pensate, è soltanto una differenza di scala. Entrambe le affermazioni alla fin fine si riducono alla sfiducia verso l'elettorato.

Gli elettori, essendo umani, possono sbagliare. Ma non ne consegue che una classe di esperti al loro posto avrebbe preso una decisione migliore. Basti pensare ad alcune delle posizioni che "gli esperti" hanno assunto nel corso dei secoli . Negli anni '20, erano per il ritorno all'oro alla parità ante-guerra. Negli anni '30, erano per la pacificazione. Nei '40, erano per la nazionalizzazione. Nei '50 erano per la pianificazione statale. Nei '60, erano per un insegnamento centrato sul bambino e sulle diverse abilità. Nei '70, erano per il controllo dei prezzi. Negli anni '80, erano per lo SME. Negli anni '90 sostenevano l'euro. Nel nostro decennio, sono stati a favore dei bail-out e dei pacchetti di stimolo.

Una fetta trasversale della popolazione scelta a caso avrà quasi sempre più saggezza collettiva di un gruppo di esperti auto-referenziali e necessariamente interessati. Non lo si ripete mai abbastanza: i buoi sono più saggi delle cavallette.

Articolo scritto da Daniel Hannan per The Telegraph e tradotto da Voci dall'Estero - che ringraziamo. 

Articolo originale al seguente link: 

http://blogs.telegraph.co.uk/news/danielhannan/100056661/the-eu-is-an-antidote-to-democratic-governments-argues-president-barroso/

''LA RAGIONE PER CUI ABBIAMO BISOGNO DELL'UNIONE EUROPEA STA NEL FATTO CHE NON E' DEMOCRATICA'' (BARROSO, COMMISSIONE UE)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Barroso   The Telegraph   dittatore   democrazia   pericolo   fascismo   Commissione Europea   nazisti    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
''LA UE E' UN BIDONE CHE PERO' VORREBBE AVERE SEMPRE PIU' POTERE: VA SMONTATO'' (QUOTIDIANI SVIZZERI)

''LA UE E' UN BIDONE CHE PERO' VORREBBE AVERE SEMPRE PIU' POTERE: VA SMONTATO'' (QUOTIDIANI
Continua

 
MINACCIA DI GUERRA CIVILE LANCIATA DAL PARTITO PASOK: ''SE PERDIAMO LE ELEZIONI, LA GRECIA DIVENTERA' COME L'UCRAINA''

MINACCIA DI GUERRA CIVILE LANCIATA DAL PARTITO PASOK: ''SE PERDIAMO LE ELEZIONI, LA GRECIA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »