72.257.713
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

DRAGHI PENSA DI SALVARE L'ECONOMIA EUROPEA CON ACQUISTI DI BOND INVECE DEVE SVALUTARE L'EURO DEL 15% (PROF. FELDSTEIN)

lunedì 5 maggio 2014

Nonostante la recente ripresa in alcuni dei suoi paesi membri, l'economia della zona euro rimane in stasi, con il tasso complessivo di crescita annuale del PIL che quest'anno rischia di essere solo di poco superiore all'1%. Anche il tasso di crescita della Germania è inferiore al 2%, mentre il PIL è ancora in calo in Francia, Italia e Spagna. E questo lento tasso di crescita ha mantenuto il tasso di disoccupazione totale della zona euro ad un penosamente alto 12%. 

La crescita e l'alta disoccupazione non sono i soli problemi della zona euro. Il tasso annuo di inflazione, allo 0,5%, è ora così vicino allo zero che anche un piccolo shock potrebbe spingerlo in territorio negativo e innescare una spirale al ribasso dei prezzi. La deflazione indebolirebbe la domanda aggregata aumentando il valore reale (al netto dell'inflazione) del debito di privati e aziende e aumentando i tassi di interesse reali. La minore domanda potrebbe causare, a sua volta, un'accelerazione nel calo dei prezzi, avviando la dinamica dei prezzi in una spirale pericolosa.

In economia esistono pochi toccasana, o nessuno addirittura. Ma un forte calo del tasso di cambio dell'euro - diciamo del 15 % - sarebbe un rimedio a molti degli attuali problemi economici della zona euro. Un euro più debole potrebbe aumentare il costo delle importazioni e dei prezzi potenziali delle esportazioni, spingendo così in alto il tasso di inflazione complessivo della zona euro. La svalutazione farebbe anche da stimolo alla crescita media del PIL della zona euro, favorendo le esportazioni e incoraggiando gli europei a sostituire gli articoli importati con beni e servizi di produzione nazionale. Anche se la competitività all'interno della zona euro rimarrebbe inalterata, un euro più debole migliorerebbe in modo significativo l'equilibrio esterno con il resto del mondo, che rappresenta circa la metà del commercio della zona euro.

Il presidente della Banca Centrale Mario Draghi ha sottolineato la sua preoccupazione sul fatto che l'apprezzamento dell'euro negli ultimi tre anni ha aumentato il rischio di deflazione. Ma è stata la sua famosa dichiarazione nel luglio 2012, quella secondo cui la BCE avrebbe fatto "tutto il possibile" per preservare l'euro, che, per quanto efficace nel ridurre i tassi di interesse nei paesi in difficoltà della periferia dell'eurozona, ha anche contribuito all'attuale forza dell'euro.

Oggi, né le recenti dichiarazioni di Draghi né la prospettiva di un programma in stile americano di grandi acquisti di asset (conosciuto come quantitative easing, QE) sono riusciti ad indebolire l'euro o a far tornare indietro il tasso di inflazione verso il livello target del 2%. Quindi, operativamente, la domanda è come ridurre il valore relativo dell'euro, riuscendo a mantenere la percezione di stabilità che Draghi ha contribuito a creare nel 2012.

Poichè il quantitative easing della BCE è stato proposto come un modo per indebolire l'euro, vale la pena di esaminare l'impatto del suo utilizzo da parte della Federal Reserve sul valore del dollaro e sul tasso di inflazione negli Stati Uniti.

La risposta breve è che il QE non ha influenzato molto nessuno dei due. Il reale valore ponderato del dollaro è ora allo stesso livello al quale si trovava nel 2007, prima dell'inizio della Grande Recessione. E' salito un po' durante il picco della crisi del 2008, poichè gli investitori globali hanno cercato un rifugio sicuro nelle attività denominate in dollari, ma nel corso del 2009 è tornato  al livello precedente. Il valore del dollaro poi è rimasto relativamente stabile durante più di tre anni di quantitative easing - e in realtà è aumentato nel corso del 2013, quando gli acquisti di asset della Fed hanno raggiunto il massimo di oltre 1 trilione di dollari.

Naturalmente, anche altri fattori hanno influenzato il valore del dollaro durante questo periodo. Tuttavia, il comportamento del tasso di cambio del dollaro durante il periodo di quantitative easing non offre alcun sostegno alla proposta di grandi acquisti di asset da parte della BCE come modo per provocare la svalutazione dell'euro.

Il quantitative easing della Fed, inoltre, non ha causato un aumento del tasso di inflazione. L'indice dei prezzi al consumo è aumentato dell' 1,6 % nel 2010, all'inizio del quantitative easing, poi è aumentato un po' più rapidamente nel 2011 e 2012, prima di cadere di nuovo ad 1,5 % nel 2013, l' anno del picco negli acquisti di asset.

Se la BCE vuole ridurre il valore dell'euro e aumentare il tasso di inflazione a breve termine della zona euro, l'unico modo affidabile per farlo può essere un intervento diretto nel mercato delle valute - vale a dire, vendere euro e acquistare un paniere di altre valute. Anche se un intervento diretto ad indebolire l'euro creerebbe problemi in altre parti del mondo, i politici negli Stati Uniti e in altri Paesi dovrebbero riconoscere l'importanza di un euro più competitivo per il futuro dell'economia europea.

Articolo scritto da Martin Feldstein - professore di Economia ad Harvard e tradotto da Voci dall'Estero - che ringraziamo.  


DRAGHI PENSA DI SALVARE L'ECONOMIA EUROPEA CON ACQUISTI DI BOND INVECE DEVE SVALUTARE L'EURO DEL 15% (PROF. FELDSTEIN)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Martin Feldstein   Harvard   professore   economia   Draghi   BCE   euro   svalutazione    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
IN FINLANDIA TRIONFA NEI CONSENSI IL PARTITO SOVRANISTA ANTI IMMIGRAZIONE SELVAGGIA: TRUE FINNS PRIMO NEI SONDAGGI

IN FINLANDIA TRIONFA NEI CONSENSI IL PARTITO SOVRANISTA ANTI IMMIGRAZIONE SELVAGGIA: TRUE FINNS

lunedì 11 novembre 2019
LONDRA - Ogni mese in Finlandia viene fatto un sondaggio sulla popolarita' dei suoi  partiti politici e anche questo mese il partito anti-immigrati dei True Finns ha visto la sua popolarita'
Continua
 
INTERVISTA A MATTEO SALVINI: ''IN EMILIA ROMAGNA POSSIANO FAR CADERE IL SECONDO MURO DI BERLINO, ANCHE IN TOSCANA CADRA'''

INTERVISTA A MATTEO SALVINI: ''IN EMILIA ROMAGNA POSSIANO FAR CADERE IL SECONDO MURO DI BERLINO,

lunedì 11 novembre 2019
In Emilia Romagna, dice il leader leghista Matteo Salvini in una intervista a "La Stampa" pubblicata oggi - "possiamo far cadere il secondo Muro di Berlino. Poi porto il caffe' corretto in ufficio a
Continua
GOVERNATORE FONTANA REAGISCE ALLE FALSE ACCUSE DEL SINDACO PD DI BOLOGNA CONTRO LA LOMBARDIA (IL PD HA PAURA DI PERDERE)

GOVERNATORE FONTANA REAGISCE ALLE FALSE ACCUSE DEL SINDACO PD DI BOLOGNA CONTRO LA LOMBARDIA (IL PD

giovedì 7 novembre 2019
MILANO - La sinistra emiliano-romagnola "con l'avvicinarsi delle elezioni regionali non sa piu' cosa inventarsi per contrastare la 'politica dei fatti e delle azioni' del centrodestra e di Matteo
Continua
 
E' PARTITO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER CONTE: ZINGARETTI AVVISA, RENZI MINACCIA E SETTORI DI M5S PRONTI ALLA SFIDUCIA

E' PARTITO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER CONTE: ZINGARETTI AVVISA, RENZI MINACCIA E SETTORI DI M5S

mercoledì 6 novembre 2019
Il governo Conte cade? Il segno e' gia' stato passato da un pezzo e Nicola Zingaretti lo ha fatto capire ai ministri e sottosegretari dem che ha riunito alla Camera. E' un gabinetto di guerra al
Continua
GIGANTESCA SPRECOPOLI DEL PARLAMENTO UE: 90 MILIONI DI EURO ALL'ANNO SOLO PER I ''VIAGGETTI'' DEGLI EUROPARLAMENTARI

GIGANTESCA SPRECOPOLI DEL PARLAMENTO UE: 90 MILIONI DI EURO ALL'ANNO SOLO PER I ''VIAGGETTI'' DEGLI

lunedì 4 novembre 2019
LONDRA - I parlamentari europei si sa navigano nell'oro a spese dei contribuenti. Non bastasse lo stipendio di 90 mila euro all'anno e l'assistenza sanitaria che permette loro di avere cure gratis
Continua
 
LA RESISTIBILE STORIA DEL CANDIDATO PD ALLA REGIONE EMILIA ROMAGNA SVELATA DALL'M5S (C'ERAVAMO TANTO ODIATI, E ADESSO?)

LA RESISTIBILE STORIA DEL CANDIDATO PD ALLA REGIONE EMILIA ROMAGNA SVELATA DALL'M5S (C'ERAVAMO

lunedì 4 novembre 2019
Il voto in Umbria con la netta affermazione della Lega e di Fratelli d’Italia con al traino ciò che resta (poco) di Forza Italia, ha fatto scattare più di un avviso di sfratto al
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'INGHILTERRA SENZA L'EURO E CONTRO LA UE, OGGI E' UNA DELLE PIU' FORTI ECONOMIE DEL MONDO: BATTE GERMANIA E STATI UNITI

L'INGHILTERRA SENZA L'EURO E CONTRO LA UE, OGGI E' UNA DELLE PIU' FORTI ECONOMIE DEL MONDO: BATTE
Continua

 
''LA SITUAZIONE E' ESPLOSIVA: LE MAGGIORI BANCHE EUROPEE SONO FALLITE DEUTSCHE BANK E' ZEPPA DI TITOLI TOSSICI'' (BARNARD)

''LA SITUAZIONE E' ESPLOSIVA: LE MAGGIORI BANCHE EUROPEE SONO FALLITE DEUTSCHE BANK E' ZEPPA DI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

GOVERNATORE FONTANA: BRUTTO EPISODIO CHE NON RAPPRESENTA LA REALTA'

14 novembre - MILANO - ''Non sono preoccupato, perche' non credo che esista questo
Continua

SONDAGGI/ SUPERMEDIA YOUTREND: CENTRODESTRA 50,6% CON LEGA 33,5%

14 novembre - Buona la performance di Fratelli d'Italia che sfiora il 10%, salendo al
Continua

PIL TERZO TRIMESTRE 2019 EUROZONA: GERMANIA E ITALIA APPAIATE NEL

14 novembre - BRUXELLES - Nel terzo trimestre 2019 il Pil e' salito dello 0,2%
Continua

LAURA COMI E PAOLO ORRIGONI AI DOMICILIARI, ZINGALE IN CARCERE

14 novembre - VARESE - I finanzieri del Nucleo Polizia economico-finanziaria di Milano
Continua

SONDAGGIO: CENTRODESTRA AL 50,2% LEGA AL 33%

14 novembre - Secondo un sondaggio EMG Acqua presentato oggi ad Agora', il programma
Continua

GOOGLE ENTRA NEL SETTORE BANCARIO: OFFRIRA' A BREVE CONTI CORRENTI

13 novembre - Google è pronta a entrare nel settore bancario. Il prossimo anno,
Continua

RENZI LO METTE PER ISCRITTO: IL MIO OBBIETTIVO E' ANNIENTARE IL PD

13 novembre - Lo mette pure per iscritto. Matteo Renzi vuole annientare il Pd.
Continua

IL GOVERNO TEDESCO DI SPACCA SULL'UNIONE BANCARIA: SPD A FAVORE CDU

13 novembre - BERLINO - Il governo tedesco vacilla sempre piu. Raggiunto faticosamente
Continua

GOVERNO SI SPACCA SU EMENDAMENTO PER RIPRISTINO SCUDO LEGALE ALL'EX

13 novembre - ''Lo stop in commissione alla Camera degli emendamenti che ripristinano
Continua

TOTI: GRANDE DOLORE PER CHI HA PERSO LA VITA IN VENETO PER MALTEMPO

13 novembre - GENOVA - ''Grande dolore per chi ha perso la vita in Veneto a causa del
Continua

GOVERNATORE FONTANA OFFRE UOMINI E MEZZI A BASILICATA E VENETO PER

13 novembre - MILANO - ''Questa mattina ho chiamato i governatori di Veneto e
Continua

DIRETTORE ASSOCIAZIONE VENEZIANA ALBERGATORI: UNA DEVASTAZIONE E

13 novembre - VENEZIA - ''E' una devastazione: i danni sono ingentissimi e purtroppo
Continua

MATTEO SALVINI: GOVERNO DEVE DARE 1 MILIARDO A VENEZIA PER I DANNI

13 novembre - ''Un patrimonio dell'umanita' che il governo non puo' ignorare: per i
Continua

SONDAGGIO: LEGA SALE ANCORA, CENTRODESTRA A UN SOFFIO DAL 50%

13 novembre - La Lega si conferma il primo partito e cresce al 32,6% dal 32% dei
Continua

GOVERNATORE FONTANA: PROVENZANO PROVA ACRIMONIA VERSO UNA PARTE

13 novembre - MILANO - ''Provenzano ha espresso concetti sbagliati e mi stupisco che
Continua

LA UILM DI TARANTO: ''NON ACCETTEREMO NEPPURE UN SOLO ESUBERO

11 novembre - TARANTO - ''Chiunque verra', Stato o non Stato, noi non possiamo
Continua

GOVERNATORE FONTANA: CAMMINO OLIMPIADI MILANO -CORTINA PARTITO COL

7 novembre - MILANO - Sulle infrastrutture per le Olimpiadi di Milano-Cortina ''non
Continua

BCE: TITOLI DI STATO ITALIANI SALGONO ANZICHE' STABILIZZARSI O

7 novembre - Dal 12 settembre al 23 ottobre e cioe' dopo l'adozione da parte della
Continua

SALVINI: ''ABBIAMO UN GOVERNO DI PERICOLOSI INCAPACI INCOMPETENTI.

7 novembre - ''Abbiamo al governo dei pericolosi incapaci. Non ho piu' parole per un
Continua

LA GERMANIA CHIUDE LE FRONTIERE AI CLANDESTINI, IL GOVERNO ITALIANO

6 novembre - ''La Germania oggi annuncia una stretta ai controlli delle sue frontiere
Continua
Precedenti »