45.127.012
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

PRESA PER I FONDELLI / NIENTE DECRETO PER PAGARE I DEBITI DELLO STATO

I ministri Grilli e Passera non riescono a scrivere il decreto per sbloccare i primi 40 miliardi di euro - su 91 - di pagamenti dei debiti arretrati dello Stato con i fornitori, in massima parte aziende private. Che vergogna.

Rinviato ai prossimi giorni - scrive l'Ansa - il consiglio dei ministri che oggi doveva definire testo del decreto sui debiti commerciali della PA. Il ministro Grilli, d'accordo con Passera, ha infatti manifestato a Monti la necessità di "proseguire gli approfondimenti" dopo le risoluzioni approvate ieri da Camera e Senato. Dietro il rinvio del Governo sul decreto per il pagamento dei debiti commerciali della P.a. c'é anche il pressing per modifiche al testo delle associazioni delle imprese. Che, a quanto si apprende, avrebbero trovato una solida sponda nel ministro dello Sviluppo, Corrado Passera, con il quale ci sarebbero stati continui contatti tra ieri e questa mattina, con diversi colloqui, a partire da quelli con Confindustria e Rete Imprese Italia. Il ministro avrebbe condiviso le preoccupazioni delle imprese, e se ne sarebbe fatto interprete nel confronto interno al governo. "Se il Cdm di questa sera confermasse la versione del testo che circola in queste ore, le imprese assisterebbero all'ennesima falsa partenza di un provvedimento che risulta ancora una volta un percorso ad ostacoli che allontanerebbe la concreta possibilità di vedere onorati i debiti della Pa": questo il commento del presidente di Rete Imprese Italia, Carlo Sangalli, sul decreto-legge sui pagamenti dei debiti della Pubblica amministrazione all'esame del Consiglio dei ministri. "Il testo prevede, infatti, l'emanazione di leggi regionali, decreti e graduatorie che rischiano di paralizzare ancor di più l'attività delle amministrazioni - aggiunge Sangalli - Unico segno di concreta utilità, il meccanismo di allentamento del patto di stabilità interno in favore degli enti locali, ma che rischia anch'esso di rimanere sulla carta, sia per l'esiguità dei margini messi in campo, rispetto a quanto denunciato e richiesto dall'Anci, sia per la farraginosità delle procedure". "Il testo, inoltre - prosegue Sangalli - non raccoglie le raccomandazioni approvate all'unanimità ieri in Parlamento che impegnano il Governo a predisporre interventi di immediata eseguibilità, con procedure semplificate o automatiche, evitando il rimando a ulteriori fonti normative di carattere secondario e, soprattutto, verificando la fattibilità di introdurre la compensazione diretta tra debiti e crediti da parte delle imprese, da sempre richiesta dal Rete Imprese Italia". "Non è più tempo - conclude Sangalli - di illudere le imprese con le false promesse che alla fine servono soltanto per perdere ulteriore tempo".

In parole povere: il Parlamento approva all'unanimità - inclusi i 5Stelle - il decreto che sblocca i pagamenti. Il governo decaduto e senza maggioranza di Monti Mario invece blocca tutto. Quand'è che verrà cacciato? Mah!


PRESA PER I FONDELLI / NIENTE DECRETO PER PAGARE I DEBITI DELLO STATO




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
BATTUTI DA RENZI NELLA CANCELLAZIONE DEI RIMBORSI ELETTORALI?

BATTUTI DA RENZI NELLA CANCELLAZIONE DEI RIMBORSI ELETTORALI?

 
AL VOTO! AL VOTO! E INTANTO PREPARANO LA NUOVA MAGGIORANZA...

AL VOTO! AL VOTO! E INTANTO PREPARANO LA NUOVA MAGGIORANZA...


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!