46.407.327
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

REGIONI RIBELLI DELL'EST UCRAINA NON RICONOSCONO ''L'ACCORDO DI GINEVRA''. MILIZIE SECESSIONISTE CONTROLLANO 9 CITTA'.

venerdì 18 aprile 2014

Non e' al momento servito l'accordo raggiunto giovedi' sera a Ginevra tra Russia, Ue, Ucraina e Stati Uniti per risolvere la crisi a Kiev. Separatisti filo-russi a Donetsk hanno infatti annunciato che non hanno intenzione di lasciare il palazzo del governo, sfidando cosi' le autorita' di Kiev e mettendo a rischio il nuovo accordo internazionale.

Il portavoce dei separatisti ha detto alla Bbc che il governo di Kiev e' "illegale", per questo non se ne andranno finche' non si sara' dimesso. Ieri a Ginevra si e' raggiunto un accordo in base al quale tutti i gruppi militari illegali presenti nel paese devono lasciare gli edifici occupati. Una situazione di tensione continua in Ucraina orientale, quindi, dove i separatisti filo-russi, molti dei quali armati, hanno occupato edifici pubblici in almeno nove citta'. Rivolgendosi venerdi' al Parlamento ucraino, il primo ministro ad interim Arseniy Yatsenyuk ha esortato i separatisti a deporre le armi. "Abbiamo bisogno di pace e di concordia in Ucraina", ha detto. 

I separatisti si rifiutano di lasciare gli edifici occupati, come invece chiede l'intesa raggiunta in Svizzera. Obama: pronti a nuove sanzioni. D'altra parte anche il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha accolto con prudenza l'accordo di Ginevra e ha avvertito che gli Usa e i suoi alleati sono pronti a imporre nuove sanzioni nei confronti della Russia se la situazione non migliorera'.

Mosca dal canto suo nega di fomentare il separatismo nella parte orientale e meridionale dell'Ucraina. Ai colloqui di Ginevra le parti hanno convenuto che i gruppi militari illegali in Ucraina devono essere sciolti e che gli edifici che occupano devono essere lasciati. I ministri degli Esteri hanno anche convenuto che ci sara' un'amnistia per tutti i manifestanti anti-governativi. Ma parlando a Washington, poche ore dopo, il presidente Obama ha espresso scetticismo sul fatto che la Russia avrebbe rispettato la sua parte dell'accordo.

Nella sostanza: l'accordo di Ginevra non è servito a niente, e la guerra civile è alle porte. 


REGIONI RIBELLI DELL'EST UCRAINA NON RICONOSCONO ''L'ACCORDO DI GINEVRA''. MILIZIE SECESSIONISTE CONTROLLANO 9 CITTA'.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

accordo   Ginevra   rifiutato   milizie ribelli   russofoni   Kiev   esercito   palazzi occupati   comuni occupati   armi    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DATI UFFICIALI DEI FALLIMENTI IN ITALIA NEL 1° TRIMESTRE 2017: SONO TERRIFICANTI, 2 FALLIMENTI OGNI ORA, +36% DAL 2009

DATI UFFICIALI DEI FALLIMENTI IN ITALIA NEL 1° TRIMESTRE 2017: SONO TERRIFICANTI, 2 FALLIMENTI

mercoledì 26 aprile 2017
Fallimenti delle imprese italiane, numeri da spavento. Nei primi tre mesi del 2017 sono state infatti 2.998 le aziende italiane che hanno portato i libri in tribunale, il 16,8% in meno rispetto ad un
Continua
 
IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN COMBUTTA CON LE ONG

IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN

mercoledì 26 aprile 2017
I giornali e l'informazione in Italia ignorano la notizia, ma è di una estrema gravità. Così, ecco che per apprenderla bisogna leggere i quotidiani tedeschi, benchè
Continua
PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI DETENZIONE IN FRONTIERA

PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI

lunedì 24 aprile 2017
LONDRA - Nei mesi scorsi l'Ungheria e' stata fortemente criticata per aver creato campi in cui tenere immigrati e richiedenti asilo ma il governo ungherese non si e' fatto intimidire e ha continuato
Continua
 
E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E PIANI CRIMINALI

E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E

venerdì 21 aprile 2017
Le principali ONG impegnate nel traffico di africani verso l'Italia sono: Moas, Jugend Rettet, Stichting Bootvluchting, Médecins sans frontières, Save the children, Proactiva Open Arms,
Continua
FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE OMBRA PANAMENSI.

FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE

venerdì 21 aprile 2017
Gli sbarchi, certo, con i numeri che parlano di "un record senza precedenti" visto che "in poco piu' di 72 ore circa 8mila migranti sono approdati in Sicilia dopo una lunga traversata in mare", ma,
Continua
 
L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI TEMPORANEI (EUROPEI)

L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI

giovedì 20 aprile 2017
Al contrario dell'Italia l'Australia fa di tutto per proteggere i propri confini tant'e' che e' uno dei pochi se non l'unico paese ad essere riuscito a fermare l'arrivo di barconi carichi di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
PARLAMENTO SVIZZERO IN GRANDE ALLARME. INTERROGAZIONE: COSA STIAMO FACENDO PER FERMARE L'EBOLA IN ARRIVO DALL'ITALIA?

PARLAMENTO SVIZZERO IN GRANDE ALLARME. INTERROGAZIONE: COSA STIAMO FACENDO PER FERMARE L'EBOLA IN
Continua

 
INCHIESTA / LA MAFIA DEI BANCHIERI ITALIANI: HANNO PRESTATO 107 MILIARDI DI EURO AI LORO AMICI ORA ENORME BUCO NEI CONTI

INCHIESTA / LA MAFIA DEI BANCHIERI ITALIANI: HANNO PRESTATO 107 MILIARDI DI EURO AI LORO AMICI ORA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!