69.242.010
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

REGIONI RIBELLI DELL'EST UCRAINA NON RICONOSCONO ''L'ACCORDO DI GINEVRA''. MILIZIE SECESSIONISTE CONTROLLANO 9 CITTA'.

venerdì 18 aprile 2014

Non e' al momento servito l'accordo raggiunto giovedi' sera a Ginevra tra Russia, Ue, Ucraina e Stati Uniti per risolvere la crisi a Kiev. Separatisti filo-russi a Donetsk hanno infatti annunciato che non hanno intenzione di lasciare il palazzo del governo, sfidando cosi' le autorita' di Kiev e mettendo a rischio il nuovo accordo internazionale.

Il portavoce dei separatisti ha detto alla Bbc che il governo di Kiev e' "illegale", per questo non se ne andranno finche' non si sara' dimesso. Ieri a Ginevra si e' raggiunto un accordo in base al quale tutti i gruppi militari illegali presenti nel paese devono lasciare gli edifici occupati. Una situazione di tensione continua in Ucraina orientale, quindi, dove i separatisti filo-russi, molti dei quali armati, hanno occupato edifici pubblici in almeno nove citta'. Rivolgendosi venerdi' al Parlamento ucraino, il primo ministro ad interim Arseniy Yatsenyuk ha esortato i separatisti a deporre le armi. "Abbiamo bisogno di pace e di concordia in Ucraina", ha detto. 

I separatisti si rifiutano di lasciare gli edifici occupati, come invece chiede l'intesa raggiunta in Svizzera. Obama: pronti a nuove sanzioni. D'altra parte anche il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha accolto con prudenza l'accordo di Ginevra e ha avvertito che gli Usa e i suoi alleati sono pronti a imporre nuove sanzioni nei confronti della Russia se la situazione non migliorera'.

Mosca dal canto suo nega di fomentare il separatismo nella parte orientale e meridionale dell'Ucraina. Ai colloqui di Ginevra le parti hanno convenuto che i gruppi militari illegali in Ucraina devono essere sciolti e che gli edifici che occupano devono essere lasciati. I ministri degli Esteri hanno anche convenuto che ci sara' un'amnistia per tutti i manifestanti anti-governativi. Ma parlando a Washington, poche ore dopo, il presidente Obama ha espresso scetticismo sul fatto che la Russia avrebbe rispettato la sua parte dell'accordo.

Nella sostanza: l'accordo di Ginevra non è servito a niente, e la guerra civile è alle porte. 


REGIONI RIBELLI DELL'EST UCRAINA NON RICONOSCONO ''L'ACCORDO DI GINEVRA''. MILIZIE SECESSIONISTE CONTROLLANO 9 CITTA'.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

accordo   Ginevra   rifiutato   milizie ribelli   russofoni   Kiev   esercito   palazzi occupati   comuni occupati   armi    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ALLARME ROSSO: DEUTSCHE BANK HA UN ''PROBLEMA SERIO'' DA 50 MILIARDI DI EURO DI DERIVATI E TENTA DI CREARE UNA BAD BANK

ALLARME ROSSO: DEUTSCHE BANK HA UN ''PROBLEMA SERIO'' DA 50 MILIARDI DI EURO DI DERIVATI E TENTA DI

lunedì 17 giugno 2019
Se una notizia del genere avesse riguardato una banca italiana, dalla Bce sarebbe arrivato un allarme rosso con commissariamento dell'istituto di credito, ma trattandosi di una banca tedesca, la Bce
Continua
 
INCHIESTA / MALAFEDE DELLA COMMISSIONE UE: ATTACCA L'ITALIA E TACE SU GERMANIA FRANCIA SPAGNA  PORTOGALLO (ECCO I DATI)

INCHIESTA / MALAFEDE DELLA COMMISSIONE UE: ATTACCA L'ITALIA E TACE SU GERMANIA FRANCIA SPAGNA

lunedì 17 giugno 2019
L’ormai rantolante commissione ue capitanata da mister “gin” Claude Junker (a proposito, c’è ancora qualche sinistrino che crede davvero che il lussemburghese non abbia
Continua
LA VERITA' PUBBLICA LE INTERCETTAZIONI SU DEPUTATI DEL PD E VERTICI DEL CSM NELLE ''CENETTE RISERVATE'': E' UNA NUOVA P2

LA VERITA' PUBBLICA LE INTERCETTAZIONI SU DEPUTATI DEL PD E VERTICI DEL CSM NELLE ''CENETTE

giovedì 13 giugno 2019
Luca Lotti voleva silurare il pm che indagava sulla famiglia Renzi. E' l'elemento che emerge dall'inchiesta di Perugia, contenuto in un servizio pubblicato dalla 'Verità', da cui risulta che
Continua
 

GIULIO CENTEMERO REPLICA PUNTO PER PUNTO A REPORT: ''RICOSTRUZIONE TANTO LONTANA DALLA REALTA' E'

martedì 11 giugno 2019
"Nella serata di ieri, in una breve pausa dai lavori sul ddl Crescita, ho avuto la riprova che alcune cose in Italia non cambieranno mai. I primi a non riuscire a cambiare, a crescere direi, sono i
Continua
INCHIESTA MINIBOT / COSA SONO, COSA SERVONO E LE FALSE ACCUSE CONTRO QUESTO STRUMENTO DI PAGAMENTO DEL DEBITO PUBBLICO

INCHIESTA MINIBOT / COSA SONO, COSA SERVONO E LE FALSE ACCUSE CONTRO QUESTO STRUMENTO DI PAGAMENTO

lunedì 10 giugno 2019
Negli scorsi giorni, la Camera dei deputati all’unanimità ha approvato i cosiddetti minibot. Una volta tanto i sinistrati del piddì ne hanno fatto una giusta, salvo poi rendersi
Continua
 
FOLLIA E DELIRIO DELLA COMMISSIONE UE: VUOLE DENUNCIARE TUTTI I PAESI UE PER NON AVERE ''LIBERALIZZATO'' I SERVIZI

FOLLIA E DELIRIO DELLA COMMISSIONE UE: VUOLE DENUNCIARE TUTTI I PAESI UE PER NON AVERE

lunedì 10 giugno 2019
LONDRA - I burocrati della commissione europea che nessuno ha eletto amano spesso intraprendere azioni legali contro governi democraticamente eletti e questo spiega il crescente euroscetticismo da
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
PARLAMENTO SVIZZERO IN GRANDE ALLARME. INTERROGAZIONE: COSA STIAMO FACENDO PER FERMARE L'EBOLA IN ARRIVO DALL'ITALIA?

PARLAMENTO SVIZZERO IN GRANDE ALLARME. INTERROGAZIONE: COSA STIAMO FACENDO PER FERMARE L'EBOLA IN
Continua

 
INCHIESTA / LA MAFIA DEI BANCHIERI ITALIANI: HANNO PRESTATO 107 MILIARDI DI EURO AI LORO AMICI ORA ENORME BUCO NEI CONTI

INCHIESTA / LA MAFIA DEI BANCHIERI ITALIANI: HANNO PRESTATO 107 MILIARDI DI EURO AI LORO AMICI ORA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!