45.227.133
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

REGIONI RIBELLI DELL'EST UCRAINA NON RICONOSCONO ''L'ACCORDO DI GINEVRA''. MILIZIE SECESSIONISTE CONTROLLANO 9 CITTA'.

venerdì 18 aprile 2014

Non e' al momento servito l'accordo raggiunto giovedi' sera a Ginevra tra Russia, Ue, Ucraina e Stati Uniti per risolvere la crisi a Kiev. Separatisti filo-russi a Donetsk hanno infatti annunciato che non hanno intenzione di lasciare il palazzo del governo, sfidando cosi' le autorita' di Kiev e mettendo a rischio il nuovo accordo internazionale.

Il portavoce dei separatisti ha detto alla Bbc che il governo di Kiev e' "illegale", per questo non se ne andranno finche' non si sara' dimesso. Ieri a Ginevra si e' raggiunto un accordo in base al quale tutti i gruppi militari illegali presenti nel paese devono lasciare gli edifici occupati. Una situazione di tensione continua in Ucraina orientale, quindi, dove i separatisti filo-russi, molti dei quali armati, hanno occupato edifici pubblici in almeno nove citta'. Rivolgendosi venerdi' al Parlamento ucraino, il primo ministro ad interim Arseniy Yatsenyuk ha esortato i separatisti a deporre le armi. "Abbiamo bisogno di pace e di concordia in Ucraina", ha detto. 

I separatisti si rifiutano di lasciare gli edifici occupati, come invece chiede l'intesa raggiunta in Svizzera. Obama: pronti a nuove sanzioni. D'altra parte anche il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha accolto con prudenza l'accordo di Ginevra e ha avvertito che gli Usa e i suoi alleati sono pronti a imporre nuove sanzioni nei confronti della Russia se la situazione non migliorera'.

Mosca dal canto suo nega di fomentare il separatismo nella parte orientale e meridionale dell'Ucraina. Ai colloqui di Ginevra le parti hanno convenuto che i gruppi militari illegali in Ucraina devono essere sciolti e che gli edifici che occupano devono essere lasciati. I ministri degli Esteri hanno anche convenuto che ci sara' un'amnistia per tutti i manifestanti anti-governativi. Ma parlando a Washington, poche ore dopo, il presidente Obama ha espresso scetticismo sul fatto che la Russia avrebbe rispettato la sua parte dell'accordo.

Nella sostanza: l'accordo di Ginevra non è servito a niente, e la guerra civile è alle porte. 


REGIONI RIBELLI DELL'EST UCRAINA NON RICONOSCONO ''L'ACCORDO DI GINEVRA''. MILIZIE SECESSIONISTE CONTROLLANO 9 CITTA'.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

accordo   Ginevra   rifiutato   milizie ribelli   russofoni   Kiev   esercito   palazzi occupati   comuni occupati   armi    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA' L'ACQUISTO DI BTP E BOT''

L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA'

venerdì 24 marzo 2017
LONDRA - "L'Unione Europea - osserva il settimanale britannico "The Economist" nella rubrica Charlemagne, dedicata agli affari europei - puo' anche essere una costruzione franco-tedesca, ma quando il
Continua
 
CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA ELETTORALE

CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA

giovedì 23 marzo 2017
WASHINGTON - Le agenzie di intelligence statunitensi hanno davvero intercettato figure della campagna elettorale di Donald Trump e del suo team di transizione presidenziale. Lo ha dichiarato ieri,
Continua
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
 
L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN SEGRETO)

L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN

mercoledì 22 marzo 2017
LONDRA - Il parlamento europeo da sempre e' sotto accusa per il fatto che spreca i soldi dei contribuenti dei Paesi che malauguratamente hanno aderito alla Ue, tuttavia se qualcuno pensa che adesso
Continua
ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO PROCESSO PER USURA!

ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO

mercoledì 22 marzo 2017
Alessandro Profumo finisce sotto processo per usura bancaria, reato molto grave. Il gup del Tribunale di Lagonegro, in provincia di Potenza, ha rinviato a giudizio l'ex presidente di Mps insieme a
Continua
 
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO

lunedì 20 marzo 2017
ROMA - Dire NO alla Ue non basta, va spiegato chiaramente, perchè non è un "atto di fede politica", è la precisa constatazione che la Ue è una minaccia gravissima al
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
PARLAMENTO SVIZZERO IN GRANDE ALLARME. INTERROGAZIONE: COSA STIAMO FACENDO PER FERMARE L'EBOLA IN ARRIVO DALL'ITALIA?

PARLAMENTO SVIZZERO IN GRANDE ALLARME. INTERROGAZIONE: COSA STIAMO FACENDO PER FERMARE L'EBOLA IN
Continua

 
INCHIESTA / LA MAFIA DEI BANCHIERI ITALIANI: HANNO PRESTATO 107 MILIARDI DI EURO AI LORO AMICI ORA ENORME BUCO NEI CONTI

INCHIESTA / LA MAFIA DEI BANCHIERI ITALIANI: HANNO PRESTATO 107 MILIARDI DI EURO AI LORO AMICI ORA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!