69.226.918
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

INCHIESTA / NEL SILENZIO ASSOLUTO DI GOVERNO ITALIANO, GIORNALI E TV LA RUSSIA COMPRA QUOTE ENORMI DI PIRELLI, ENI, ENEL

venerdì 11 aprile 2014

Nel silenzio - imbarazzato - di Palazzo Chigi che ovviamente non può non saperlo, la Russia di Putin si sta comprando pezzi d'Italia. Tutto è iniziato lunedì 17 marzo, quando il colosso statale russo Rosneft, amministrato dall’ex agente del Kgb Igor Sechin, ha acquisito il 13% dell’italiana Pirelli.  

Operazione analoga, venne fatta sempre dal colosso statale Rosneft nel maggio del 2013, quando comprò il 21% della Saras di Massimo Moratti con lo scopo di entrare poderosamente negli organi societari dell’azienda e influenzarne progressivamente gli acquisti, favorendo come materia prima il petrolio estratto dalla Rosneft.

Questa doppia operazione è molto rilevante, sia sul piano economico, sia e ancor di pù su quello geo-politico. L'Italia che Renzi descrive come la nazione che ha quale "stella polare" la NATO, in piena crisi NATO-Russia consente non a una compagnia privata, ma alla compagnia statale russa del petrolio, che è come dire Putin in persona, di comperare una quota strategica di un'azienda strategica qual è la Pirelli.

Insomma, se nei vertici politici europei si parla di una volontà di diversificare le fonti di approvvigionamento energetiche ed importare meno dalla Russia, le imprese di Stato russe cercano di aprirsi un varco attraverso l’acquisizione di imprese chiave. E di società strategiche, che in barba a tutti gli "ultimatum" americani e NATO vengono acquistate dal "nemico" dell'Europa. 

E gli acquisti in Italia di importanti quote di grandi aziende da parte dello Stato della Russia non rappresentano l'unico episodio di questa offensiva finanziaria.

Caso analogo in Germania, dove, il giorno prima del passaggio di consegne in Pirelli, l’oligarca russo Mikhail Fridman ha rilevato per 5,1 miliardi di dollari le attività petrolifere di RWE. Se torniamo al novembre del 2013, invece, potrebbe sembrare che la strategia russa fosse cominciata già alcuni mesi prima della crisi della Crimea.

Allora, infatti, le imprese russe Gazprom e Novatek acquisirono per 2,94 miliardi di dollari la quota dell’italiana ENI nella società Russian Artic. Nello stesso periodo, sempre la stessa Rosneft acquisì per 1,8 miliardi di dollari la quota del 19,6% di ENEL nella società energetica russa SeverEnergia.

Già in autunno, quindi, i russi si erano ricomprati le quote strategiche degli italiani, iniziando ora le acquisizioni in Europa, anche se già in ottobre la Lukoil aveva rilevato il 100% dell’impianto di raffinazione petrolifera di Siracusa.

Oggi, mentre Unione Europea e Stati Uniti paiono disorientati e confusi, il rublo ha ricominciato a guadagnare posizioni insieme all’indice di borsa MICEX.

Detto tutto ciò, è bene che il lettore si ponga una domanda: come mai in Italia nessun telegiornale e nessun quotidiano ha riferito queste notizie? 

max parisi

Fonte notizie: rivastaeuropeae.eu di Fabio Cassinelli  - che ringraziamo e agenzie stampa internazionali. 


INCHIESTA / NEL SILENZIO ASSOLUTO DI GOVERNO ITALIANO, GIORNALI E TV LA RUSSIA COMPRA QUOTE ENORMI DI PIRELLI, ENI, ENEL


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Russia   Italia   governo   Eni   Enel   Pirelli   Moratti   Rosneft   Russia   Siracusa   UE   Stati Uniti    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA VERITA' PUBBLICA LE INTERCETTAZIONI SU DEPUTATI DEL PD E VERTICI DEL CSM NELLE ''CENETTE RISERVATE'': E' UNA NUOVA P2

LA VERITA' PUBBLICA LE INTERCETTAZIONI SU DEPUTATI DEL PD E VERTICI DEL CSM NELLE ''CENETTE

giovedì 13 giugno 2019
Luca Lotti voleva silurare il pm che indagava sulla famiglia Renzi. E' l'elemento che emerge dall'inchiesta di Perugia, contenuto in un servizio pubblicato dalla 'Verità', da cui risulta che
Continua
 

GIULIO CENTEMERO REPLICA PUNTO PER PUNTO A REPORT: ''RICOSTRUZIONE TANTO LONTANA DALLA REALTA' E'

martedì 11 giugno 2019
"Nella serata di ieri, in una breve pausa dai lavori sul ddl Crescita, ho avuto la riprova che alcune cose in Italia non cambieranno mai. I primi a non riuscire a cambiare, a crescere direi, sono i
Continua
INCHIESTA MINIBOT / COSA SONO, COSA SERVONO E LE FALSE ACCUSE CONTRO QUESTO STRUMENTO DI PAGAMENTO DEL DEBITO PUBBLICO

INCHIESTA MINIBOT / COSA SONO, COSA SERVONO E LE FALSE ACCUSE CONTRO QUESTO STRUMENTO DI PAGAMENTO

lunedì 10 giugno 2019
Negli scorsi giorni, la Camera dei deputati all’unanimità ha approvato i cosiddetti minibot. Una volta tanto i sinistrati del piddì ne hanno fatto una giusta, salvo poi rendersi
Continua
 
FOLLIA E DELIRIO DELLA COMMISSIONE UE: VUOLE DENUNCIARE TUTTI I PAESI UE PER NON AVERE ''LIBERALIZZATO'' I SERVIZI

FOLLIA E DELIRIO DELLA COMMISSIONE UE: VUOLE DENUNCIARE TUTTI I PAESI UE PER NON AVERE

lunedì 10 giugno 2019
LONDRA - I burocrati della commissione europea che nessuno ha eletto amano spesso intraprendere azioni legali contro governi democraticamente eletti e questo spiega il crescente euroscetticismo da
Continua
SALVINI E DI MAIO RISPONDONO ALLA UE: QUOTA 100 E PENSIONI NON SI TOCCANO, TAGLIO TASSE E INVESTIMENTI PER IL LAVORO

SALVINI E DI MAIO RISPONDONO ALLA UE: QUOTA 100 E PENSIONI NON SI TOCCANO, TAGLIO TASSE E

mercoledì 5 giugno 2019
"Noi siamo persone serie, l'Italia è un paese serio, che rispetta la parola data. Quindi andremo in Europa e ci metteremo seduti al tavolo con responsabilità, non per distruggere, ma
Continua
 
LO SCANDALO DEL CSM ASSOMIGLIA SEMPRE DI PIU' ALLO SCANDALO DELLA P2 DI LICIO GELLI: ACCORDI SEGRETI POLITICI & GIUDICI

LO SCANDALO DEL CSM ASSOMIGLIA SEMPRE DI PIU' ALLO SCANDALO DELLA P2 DI LICIO GELLI: ACCORDI

mercoledì 5 giugno 2019
Incontri "segreti" in hotel, durante le cene o a casa: 7 giorni, dal 9 al 16 maggio, di "trattative per le nomine degli uffici giudiziari", in particolare quelli di Roma, Perugia e Brescia. E' quello
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
RACCONTI DALL'ORRORE GRECIA / BAMBINI DIABETICI LASCIATI MORIRE, MALATI DI CANCRO SENZA CURE (ECCO LE PROVE: UE NAZISTA)

RACCONTI DALL'ORRORE GRECIA / BAMBINI DIABETICI LASCIATI MORIRE, MALATI DI CANCRO SENZA CURE (ECCO
Continua

 
''LA GERMANIA DEVE DECIDERE SE ACCETTARE GLI EUROBOND O LASCIARE CHE L'EURO VADA ALLA DERIVA'' (ECONOMISTI TEDESCHI)

''LA GERMANIA DEVE DECIDERE SE ACCETTARE GLI EUROBOND O LASCIARE CHE L'EURO VADA ALLA DERIVA''
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!