72.759.309
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

FINLANDIA (OLLI REHN) STA PER PERDERE LA TRIPLA A, IL PRIMO MINISTRO SI DIMETTE, I ''VERI FINLANDESI'' (NO EURO) IN TESTA

venerdì 11 aprile 2014

La Finlandia di Olli Rehn - il commissario europeo responsabile della vigilanza sui conti pubblici dei vari paesi, attualmente in aspettativa per le elezioni europee - vede vacillare il suo rating a tripla A. L'agenzia standard & Poor's ha infatti ruvisto in peggio le prospettive di valutazione da stabili a negative.

Una mossa che "riflette profondi squilibri economici demografici, che compromettono gli sforzi del governo sui conti pubblici", afferma S&P in un comunicato. "Ci sono rischi sulla crescita e sull'attuazione delle politiche" di bilancio. Negli ultimi anni l'indebitamento della Finlandia è aumentato consistentemente e il governo prevede che superi il limite Maastricht del 60 per cento del Pil sul 2014, dal 49 per cento cui si attestava appena nel 2011.

E così, la cerchia ristretta degli stati dell’Eurozona più affidabili, da un punto di vista creditizio, rischia di restringersi ancora di più, dopo che anche la Francia ha perso la tripla A nel luglio del 2013. Restano con il massimo giudizio solo Germania, Olanda e Lussemburgo.

Eppure, nei mesi scorsi era stato proprio il commissario agli Affari monetari, Olli Rehn, anch’egli finlandese, ad avvertire che Italia e Finlandia hanno forti problemi sul mercato del lavoro. Non tutti sanno, ad esempio, che la Finlandia è stato il paese che ha maggiormente perso competitività dall’introduzione dell’euro ad oggi, a causa di una valuta - l'euro appunto - troppo forte per rappresentare l'economia di questo Paese. 

Inoltre, il paese si trova politicamente instabile, dopo le dimissioni annunciate dal premier "europeista". Sabato 5 aprile la Finlandia è stata sconvolta da un vero e proprio terremoto politico. Il Primo Ministro Jyrki Katainen ha infatti dichiarato che da giugno non sarà più il premier del suo Paese. Katainen, leader del Partito di Coalizione Nazionale, viene da una lunga esperienza istituzionale, nonostante i soli 42 anni di età. È stato prima Ministro delle Finanze e in seguito, nel giugno del 2011, ha formato un governo sostenuto da sei partiti, a testimonianza del precario equilibrio politico presente attualmente nel Paese scandinavo.

Katainen lascia un governo sempre più sul rischio di implodere: la scorsa settimana uno dei sei partiti che lo appoggiava, l’Alleanza di Sinistra, ha abbandonato l’esecutivo in polemica con la decisione di alcune misure di austerità finalizzate a bloccare la crescita del debito.

Gli analisti ritengono probabile che si ritorni alle urne in autunno, con i sondaggi che danno in ascesa i Veri Finlandesi. Il leader Soini, all’indomani delle dimissioni di Katainen, ha ribadito la necessità di uscire dall’euro e dall’Unione Europea. “Il governo deve dichiarare la bancarotta” ha aggiunto Soini.

Nel 2011 i Veri Finlandesi hanno conosciuto un vero e proprio boom, ottenendo il 19% dei consensi con 39 seggi all’interno dell’Edeskunta e risultando il terzo movimento a livello nazionale. Questo risultato ha infranto un equilibrio che durava da decenni, costringendo il premier a creare un esecutivo instabile composto da tanti, forse troppi, movimenti politici diversi tra loro. Alle elezioni europee è probabile - come segnalano tutti gli ultimi sondaggi - che i Veri Finlandesi ottengano un risultato clamoroso: primo partito.

Accadesse, sarebbe la punizione perfetta per l'oligarca della UE Olli Rehn: la "sua" Finlandia uscirebbe dall'euro. E dalla UE. 


FINLANDIA (OLLI REHN) STA PER PERDERE LA TRIPLA A, IL PRIMO MINISTRO SI DIMETTE, I ''VERI FINLANDESI'' (NO EURO) IN TESTA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Finlandia   governo   dimissioni   tripla A   Olli Rehn   via dall'euro   Veri Finlandesi   UE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO DELLA UE SUL ''GRADIMENTO'' DELL'EURO: IN ITALIA E' AL MINIMO, IL 45% NON LO VUOLE PIU' (IN LITUANIA IL 51%)

SONDAGGIO DELLA UE SUL ''GRADIMENTO'' DELL'EURO: IN ITALIA E' AL MINIMO, IL 45% NON LO VUOLE PIU'

lunedì 9 dicembre 2019
LONDRA - Ogni anno l'Unione Europea fa un sondaggio per vedere quanto e' popolare la moneta unica e quest'anno il risultato e' piuttosto sorprendente. A prima vista le 17mila e 500 persone
Continua
 
EUROBUROCRATI UE HANNO SENTENZIATO: PARMIGIANO SALAME SAN DANIELE MOZZARELLA EXTRAVERGINE FANNO MALE COCA COLA FA BENE

EUROBUROCRATI UE HANNO SENTENZIATO: PARMIGIANO SALAME SAN DANIELE MOZZARELLA EXTRAVERGINE FANNO

giovedì 5 dicembre 2019
La Coca-Cola avrebbe effetti devastanti sul nostro organismo, a dirlo è l’ex farmacista inglese Niraj Naik sul suo blog. “Dopo aver visto così tante persone che soffrono di
Continua
ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL SUPERSTATO UE ''NON SERVE''

ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL

lunedì 2 dicembre 2019
LONDRA - "La decisione della Gran Bretagna di rimanere fuori dall'euro e' la miglior decisione che il governo britannico potesse prendere". Effettivamente sono un folle potrebbe pensarla
Continua
 
FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO IL GOVERNO MACRON: CONTADINI E AGRICOLTORI INVADONO PARIGI E LE PRINCIPALI CITTA' CON TRATTORI

FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO IL GOVERNO MACRON: CONTADINI E AGRICOLTORI INVADONO PARIGI E LE

mercoledì 27 novembre 2019
PARIGI - Macron travolto dai trattori, oggi a Parigi. In senso metaforico, per ora.  Trattori sulla Periferique e sugli Champs Elysees. Oltre 1000 macchine agricole, secondo i dati del ministero
Continua
CORTE DEI CONTI UE BOCCIA IL BILANCIO DELL'AGENZIA UE PER ''LO SVILUPPO DEL SISTEMA DI DISTRIBUZIONE MIGRANTI NELLA UE''

CORTE DEI CONTI UE BOCCIA IL BILANCIO DELL'AGENZIA UE PER ''LO SVILUPPO DEL SISTEMA DI

lunedì 25 novembre 2019
LONDRA - E' abbastanza risaputo che l'Unione Europea spreca i soldi che estorce ai contribuenti e non deve sorprendere se si scopre che molte delle sue agenzie sono gestite in modo poco
Continua
 
IL QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT ACCUSA LA COMMISSIONE UE: APPOGGIA IL GOVERNO PD-M5S NONOSTANTE I CONTI CATASTROFICI

IL QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT ACCUSA LA COMMISSIONE UE: APPOGGIA IL GOVERNO PD-M5S NONOSTANTE I

giovedì 21 novembre 2019
Due pesi e due misure con l'Italia, a seconda di chi c'è al governo. A scriverlo non è la stampa "sovranista" ma un quotidiano autorevole e ferreo conservatore tedesco.  "Nei
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CLAMOROSO / LA GERMANIA ROMPE IL FRONTE ''EUROPEO'': L'INTELLIGHENZIA TEDESCA SCRIVE A PUTIN ''NO ALLA RUSSO-FOBIA''

CLAMOROSO / LA GERMANIA ROMPE IL FRONTE ''EUROPEO'': L'INTELLIGHENZIA TEDESCA SCRIVE A PUTIN ''NO
Continua

 
REPORTAGE DA CIPRO / CONTI CORRENTI BLOCCATI IMPOSSIBILE RITIRARE SOLDI ASSEGNI NON CAMBIABILI (CORRENTISTI IN TRAPPOLA)

REPORTAGE DA CIPRO / CONTI CORRENTI BLOCCATI IMPOSSIBILE RITIRARE SOLDI ASSEGNI NON CAMBIABILI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SONDAGGI IN GRAN BRETAGNA CONCORDANO: TORY IN AMPIO VANTAGGIO,

9 dicembre - LONDRA - Tutti i principali quotidiani pubblicano sondaggi sul voto di
Continua

GENTILONI: ''PER IL 2020 NON E' PREVEDIBILE CHE IL PIL

9 dicembre - In Eurozona ''non ci sono al momento attendibili previsioni sulla
Continua

LA FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO MACRON E LA SUA LEGGE SULLE PENSIONI

5 dicembre - Sono 250 mila i manifestanti scesi in piazza contro la riforma delle
Continua

SPREAD DECOLLA, GLI SPECULATORI SI SONO STUFATI DEL GOVERNO CONTE

5 dicembre - Chiusura in netto allargamento per lo spread tra BTp e Bund sul mercato
Continua

BORGHI INCHIODA IL MINISTRO BELLACIAO GUALTIERI

5 dicembre - Il parlamentare leghista Claudio Borghi insiste e, su twitter, si
Continua

GIORGIA MELONI: LA PRESCRIZIONE TEMA PIU' INSIDIOSO DEL MES, PER

5 dicembre - ''Il tema della prescrizione mi sembra piu' insidioso per il governo
Continua

TUTTA LA FRANCIA IN SCIOPERO CONTRO MACRON: LE PENSIONI NON SI

5 dicembre - PARIGI - La Francia si ferma per protesta contro la ventilata riforma
Continua

UNIONE BANCARIA? MANCO PER IDEA. CENTENO SMENTISCE: ''NON L'ABBIAMO

5 dicembre - BRUXELLES - Come volevasi dimostrare, l'unione bancaria che
Continua

SONDAGGIO:55% NON HA FIDUCIA NEL GOVERNO 53% PER ELEZIONI SALVINI

5 dicembre - Secondo un sondaggio Emg Acqua presentato oggi ad ''Agora''' su Rai3, il
Continua

DUE AFRICANI DEI BARCONI ARRESTATI PER RAPINA IN STRADA A UN

4 dicembre - Con l'accusa di rapina in concorso i carabinieri hanno arrestato a
Continua

4 dicembre - Il gruppo di Forza Italia alla Camera perde un deputato: Antonino
Continua

RENZIANI: SULLA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA DI M5S VOTEREMO CON LE

4 dicembre - ''L'idea perversa di processi eterni con noi non passerà : se il tema
Continua

SONDAGGIO: LA LEGA CRESCE E ARRIVA AL 33,8% SALE FDI AL 10% FORZA

3 dicembre - La Lega di Matteo Salvini torna a crescere dopo una battuta di arresto
Continua

ECONFIN SMENTISCE CONTE: ''ACCORDO SUL MES FATTO A GIUGNO''.

2 dicembre - PARIGI - Se il governo Conte sperava - come scrive oggi Repubblica - in
Continua

M5S: SUL MES IL PARLAMENTO DEVE AVERE L'ULTIMA PAROLA E SARA' TRA

2 dicembre - La riforma del Mes va ''discussa nel merito'' e ''solo al termine del
Continua

LEGA: 19 GIUGNO IL PARLAMENTO HA POSTO IL VETO AL MES. CONTE HA

2 dicembre - ''Dimostri di avere a cuore la Costituzione. Vada dal Presidente
Continua

IL PD IN REGIONE TOSCANA NEGA L'AUDITORIUM PER PRESENTAZIONE LIBRO

28 novembre - FIRENZE - ''Negato, in modo per noi inspiegabile, l'utilizzo
Continua

LEADER DELLA PROTESTA DI HONG KONG CONTRO LA DITTATURA CINESE:

28 novembre - ''Sono rimasto piuttosto deluso nel leggere le dichiarazioni
Continua

SALVINI: SUL MES SI DEVE ESPRIMERE IL PARLAMENTO SETTIMANA PROSSIMA!

28 novembre - ''Si torna in Parlamento la settimana prossima, altro che dopo la
Continua

M5S HA IL CANDIDATO ALLE REGIONALI DELLA CALABRIA: E' IL PROF.

28 novembre - CATANZARO - ''Dopo un'attenta riflessione e con la consapevolezza di
Continua
Precedenti »