50.021.115
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

MCDONALD'S CHIUDE TUTTI I SUOI RISTORANTI IN CRIMEA E LA RUSSIA FESTEGGIA: VIA ANCHE DA NOI. (COMPRESA LA PEPSI)

lunedì 7 aprile 2014

McDonald’s ha annunciato di aver sospeso l’attività dei suoi ristoranti in Crimea per “motivi industriali”.

Il gruppo spera di riprendere appena possibile l’attività nella penisola da poco annessa alla Russia. Ai suoi dipendenti che operavano nei ristoranti in Crimea, McDonald’s ha offerto un nuovo posto di lavoro nei fast food sul territorio ucraino.

Il governo russo ha percepito l’annuncio di McDonald’s come una sanzione. Il leader ultranazionalista Vladimir Zhirinovski ha lanciato una campagna per la chiusura dei fast food di McDonald’s in tutta la Russia.

“McDonald’s ha chiuso i suoi ristoranti in Crimea. Questo è molto positivo. Desidero che faccia lo stesso qui. Darò istruzioni alle organizzazioni cittadine del mio partito di tenere manifestazioni vicino a tutti i ristoranti McDonald’s – ha annunciato Zhirinovski – Voglio che spariscano dalla mia vita. E in seguito toccherà alla Pepsi Cola.”

In Russia McDonald’s ha diverse centinaia di punti vendita, con un tasso di crescita e rendimenti molto alti. La dissennata politica estera di Obama rispetto la crisi dell'Ucraina sta producendo danni economici molto rilevanti non alla Russia, ma agli Stati Uniti. Il mecato est europeo per McDonald's rappresenta quasi il 50% di tutto il giro d'affari d'Europa. Se dovesse essere cacciata dalla Russia, la multinazionale americana degli hamburger subirebbeun tracollo difficilmente recuperabile. 

Fonte notizia: ticinolive.ch. -  che ringraziamo. 


MCDONALD'S CHIUDE TUTTI I SUOI RISTORANTI IN CRIMEA E LA RUSSIA FESTEGGIA: VIA ANCHE DA NOI. (COMPRESA LA PEPSI)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

McDonald's   chisura   ristoranti   Crimea   Russia   danni   Obama   Ucraina    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA STAMPA TEDESCA E BRITANNICA SOTTOLINEANO IL NAZIONALISMO FRANCESE A DISCAPITO DELL'ITALIA IN LIBIA E GRANDI AFFARI

LA STAMPA TEDESCA E BRITANNICA SOTTOLINEANO IL NAZIONALISMO FRANCESE A DISCAPITO DELL'ITALIA IN

venerdì 28 luglio 2017
Il presidente della Francia, Emmanuel Macron, riferiscono i quotidiani britannici "Financial Times", "The Guardian" e "The Telegraph", e' intervenuto per la prima volta nell'industria nazionalizzando
Continua
 
ANNUNCIO-BOMBA DI MACRON: ''ENTRO L'ESTATE LA FRANCIA CREERA' IN LIBIA HOTSPOT PER SELEZIONARE PROFUGHI DA MIGRANTI''

ANNUNCIO-BOMBA DI MACRON: ''ENTRO L'ESTATE LA FRANCIA CREERA' IN LIBIA HOTSPOT PER SELEZIONARE

giovedì 27 luglio 2017
PARIGI -  Certamente possiede una insospettata capacità diplomatica e lo ha dimostrato con il vertice di Parigi con il premier libico Fayez Serraj e il generale Khalifa Haftar, e
Continua
DER SPIEGEL: ''IL GOVERNO ITALIANO HA RINUNCIATO A PORRE IL VETO AL PROLUNGAMENTO DELLA MISSIONE SOPHIA AL 31.12.2018''

DER SPIEGEL: ''IL GOVERNO ITALIANO HA RINUNCIATO A PORRE IL VETO AL PROLUNGAMENTO DELLA MISSIONE

mercoledì 26 luglio 2017
BERLINO - La missione navale europea Sophia al largo della Libia continuera' fino alla fine del 2018. Lo hanno riferito al settimanale tedesco Der Spiegel fonti diplomatiche, secondo quali l'Italia
Continua
 
DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA CATASTROFE SENZA FINE.

DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA

martedì 25 luglio 2017
Nel secondo trimestre del 2017 sono state 3.190 le aziende che hanno portato i libri in tribunale (facendo così salire a 6.188 il numero nei primi sei mesi dell'anno). Una cifra che, dopo il
Continua
''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PROFONDA FRUSTRAZIONE'' (NEW YORK TIMES)

''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PROFONDA FRUSTRAZIONE''

martedì 25 luglio 2017
NEW YORK - La decisione del governo francese di organizzare oggi a Parigi un incontro tra il premier libico sostenuto dall'Onu, Fayez al Serraj, e il generale Khalifa Haftar, "uomo forte" della Libia
Continua
 
NIENTE ACCOGLIENZA: I CLANDESTINI VENGONO ARRESTATI ED ESPULSI, NEGLI STATI ISLAMICI. ECCO COSA ACCADE IN MALESIA

NIENTE ACCOGLIENZA: I CLANDESTINI VENGONO ARRESTATI ED ESPULSI, NEGLI STATI ISLAMICI. ECCO COSA

lunedì 24 luglio 2017
I mass media non fanno che ripetere fino alla nausea che l'Italia deve accogliere tutti gli immigrati che arrivano e convenientemente ignorano il fatto che altri paesi usano la mano dura per cacciare
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
REGIONI DELL'EST UCRAINA IN RIVOLTA CONTRO KIEV: FORMAZIONI ARMATE DI CITTADINI HANNO OCCUPATO SEDI GOVERNATIVE.

REGIONI DELL'EST UCRAINA IN RIVOLTA CONTRO KIEV: FORMAZIONI ARMATE DI CITTADINI HANNO OCCUPATO SEDI
Continua

 
RIVOLTA SPAGNOLA / LAVORATORI DI 6 OSPEDALI VINCONO: NIENTE PRIVATIZZAZIONE 1.134 NETTURBINI VINCONO: NIENTE LICENZIATI.

RIVOLTA SPAGNOLA / LAVORATORI DI 6 OSPEDALI VINCONO: NIENTE PRIVATIZZAZIONE 1.134 NETTURBINI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!