45.021.089
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

COMICO / NEL VIDEO UFFICIALE DELLA CASA BIANCA SULLA VISITA DI OBAMA A ROMA RENZI NON C'E'! (AL SUO POSTO, FRANCESCHINI)

venerdì 28 marzo 2014

Da oggi è probabile che milioni di americani penseranno che l'Italia sia guidata da un tizio con la barba e gli occhiali, un certo Dario Franceschini. Perché come ha rilevato il Giornale.it, nel video sulla visita di Barack Obama a Roma pubblicato dal sito della Casa Bianca non c'è traccia alcuna di Renzie. In compenso, alla fine compare il ministro della cultura che accoglie il Grande Abbronzato al Colosseo.

Ma la gaffe dello staff di Obama è solo una ciliegina su una torta di panna montata, dove le dichiarazioni zuccherose all'indirizzo di Renzi coprono almeno un paio di strati assai sostanziosi (in miliardi di dollari) fatti di spesa militare e forniture di gas.

Un diplomatico di lungo corso fa notare quello che un po' tutti, alla Farnesina, hanno colto fra le tante belle parole di Obama: "La vera frase chiave è quel richiamo al fatto che ‘la sicurezza non è gratis'. Gli americani sono sempre bravissimi a lodare e incoraggiare i vari capi di governo, ma poi vogliono vedere il blocchetto degli assegni in mano".

Che vuol dire portare la spesa militare dall'uno al due per cento del pil, visto che gli Usa sono al tre per cento. Il resto, almeno nella parte pubblica dei discorsi, sono frasi di circostanza.

E in effetti basta un rapido esercizio di memoria per vedere che è proprio così. Il presidente Usa che gira di buon grado lo spot per Matteo Renzi ("efficace", "concreto", "pieno di energia", "Mi fido di lui") è lo stesso che quando accolse Enrico Letta alla Casa Bianca disse: "Le tue riforme stanno andando nella giusta direzione. Sono impressionato dalla leadership e dall'integrità di Letta" (18 ottobre 2013).

Non andò peggio neppure a Mario Monti, a febbraio del 2012, quando si recò in visita alla Casa Bianca. Anche a lui, il buon Obama fece il regalino del sommo endorsement: "Ho piena fiducia nella leadership di Monti. Apprezziamo la poderosa partenza e le misure molto efficaci che sta promuovendo".

Un filmino che è stato proiettato anche ieri a Villa Madama, per la gioia del nostro terzo premier in due anni. La sensazione un po' sgradevole è che dall'inquilino della Casa Bianca potremmo mandarci anche Topo Gigio e lui, a patto che le orecchie siano orientate nella direzione che conviene all'America, lo benedirebbe ugualmente. 

E la direzione che conviene all'America è sempre la stessa: più spesa per la Difesa ("Non possiamo pagare tutto noi") e meno Putin. Che vuol dire: se avete bisogno di gas o petrolio, ci siamo noi a vendervelo.

La sostanza della missione di Obama è questa. Un certificato di garanzia a stelle e strisce rilasciato al nuovo governo, in cambio delle solite commesse. Del resto il presidente Usa quando vuole è anche un tipo semplice e concreto. Uno che entra al Colosseo ed è capace di sparare una stronzata col botto come "Stupendo! E' più grande di uno stadio di football" ha sicuramente la capacità di misurare al volo le cose. E per sapere quanto costerà il bollino "Obama" sulla banana Italia basterà avere la pazienza di aspettare qualche mese e tenere d'occhio budget pubblico e forniture di energia. (da Dagospia) 


COMICO / NEL VIDEO UFFICIALE DELLA CASA BIANCA SULLA VISITA DI OBAMA A ROMA RENZI NON C'E'! (AL SUO POSTO, FRANCESCHINI)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Obama   Roma   visita ufficiale   Renzi   Franceschini   Colosseo   Napolitano   Papa Francesco    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA ELETTORALE

CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA

giovedì 23 marzo 2017
WASHINGTON - Le agenzie di intelligence statunitensi hanno davvero intercettato figure della campagna elettorale di Donald Trump e del suo team di transizione presidenziale. Lo ha dichiarato ieri,
Continua
 
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN SEGRETO)

L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN

mercoledì 22 marzo 2017
LONDRA - Il parlamento europeo da sempre e' sotto accusa per il fatto che spreca i soldi dei contribuenti dei Paesi che malauguratamente hanno aderito alla Ue, tuttavia se qualcuno pensa che adesso
Continua
 
ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO PROCESSO PER USURA!

ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO

mercoledì 22 marzo 2017
Alessandro Profumo finisce sotto processo per usura bancaria, reato molto grave. Il gup del Tribunale di Lagonegro, in provincia di Potenza, ha rinviato a giudizio l'ex presidente di Mps insieme a
Continua
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO

lunedì 20 marzo 2017
ROMA - Dire NO alla Ue non basta, va spiegato chiaramente, perchè non è un "atto di fede politica", è la precisa constatazione che la Ue è una minaccia gravissima al
Continua
 
TERREMOTO POLITICO IN FINLANDIA: AI VERTICI DI UN PARTITO AL GOVERNO SALGONO LEADER NO-UE (INTANTO SCATTA LA BREXIT!)

TERREMOTO POLITICO IN FINLANDIA: AI VERTICI DI UN PARTITO AL GOVERNO SALGONO LEADER NO-UE (INTANTO

lunedì 20 marzo 2017
LONDRA - Nella giornata in cui - oggi - la Gran Bretagna comunica ufficialmente alla Ue la data della Brexit vera e propria, che scatterà il prossimo 29 marzo, giorno in cui il Regno Unito
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
E' UN CORO DI NOBEL: VIA L'ITALIA DALL'EURO. SETTE TRA LE MENTI ECONOMICHE PIU' BRILLANTI AL MONDO NON HANNO DUBBI.

E' UN CORO DI NOBEL: VIA L'ITALIA DALL'EURO. SETTE TRA LE MENTI ECONOMICHE PIU' BRILLANTI AL MONDO
Continua

 
IL GOVERNO LETTA (NON RENZI) ATTUA LA RIDUZIONE DEI COMPENSI DEI CAPI DELLE AZIENDE PUBBLICHE (ESCLUSE LE PRINCIPALI...)

IL GOVERNO LETTA (NON RENZI) ATTUA LA RIDUZIONE DEI COMPENSI DEI CAPI DELLE AZIENDE PUBBLICHE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!