89.268.613
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

L'INTERVISTA / IL PROFESSOR BORGHI AQUILINI: ''RENZI D'ECONOMIA NON CAPISCE NIENTE. VIA DALL'EURO O L'ITALIA E' MORTA''

mercoledì 26 marzo 2014

Per Claudio Borghi Aquilini, professore di Economia degli intermediari finanziari all’Università Cattolica, il problema dell'Italia non è solo il Fiscal Compact, il principale problema è un altro: si chiama euro. 

Ecco l'intervista:

Fiscal compact: dalla Camusso a Renzi, passando per Grillo, tutti individuano qui il problema. È possibile cambiarlo? E come? 

Premessa d’obbligo: il Fiscal compact, nella sua declinazione più pericolosa - ovvero quella che impone il rientro di un ventesimo del debito eccedente il 60% del rapporto debito/Pil - entrerà in vigore nel 2015, tre anni dopo la fine della procedura d’infrazione. Il problema è che noi siamo in crisi adesso: non siamo in crisi per colpa del Fiscal compact, che rimane comunque una porcheria assurda… 

Per colpa di cosa allora? L’euro? 

Sì, siamo in crisi per colpa dell’euro perché ci siamo trovati in un sistema economico sbagliato, che azzoppa la nostra impresa. Ci troviamo in un sistema folle dove noi - che ci siamo dovuti portare in casa l’austerità per rimettere a posto i conti - siamo costretti a non comprare troppi prodotti esteri e a creare, invece, disoccupazione e povertà, abbattendo i salari.  

Cosa bisognerebbe fare? 

Sicuramente non sforare il 3%, come se non avessimo approvato il pareggio di bilancio in Costituzione. Con le regole attuali, in realtà, non possiamo fare proprio nulla. Se anche paradossalmente ce ne infischiassimo del pareggio del bilancio (la cui definizione nella legge è stata tenuta volutamente ambigua) e sforassimo questa soglia, i soldi in più che arriverebbero alla gente finirebbero ad acquistare prodotti stranieri con la conseguenza che si dilaterebbe la forbice sulla bilancia commerciale. Dovremmo farci prestare i soldi, tornando così alle cause pre-crisi. Insomma, non vi sono soluzioni che non contemplino l’uscita dall’euro. Aspettiamo, arriverà. 

Renzi e Grillo affrontano questo tema in ottica di consenso elettorale o hanno un programma serio? 

Chiunque non prenda in considerazione il problema euro invece dei vincoli europei è disinformato o in malafede. Io, da economista, non so se Renzi abbia veramente idea di quello di cui parla - cosa che può anche essere -, visto che quando lo sento parlare mi sembra che di economia non capisca nulla. I suoi collaboratori sono o gente che ha degli evidenti interessi dal punto di vista economico (come Serra) o gente che, nonostante posizioni accademiche di prestigio, capisce ben poco o dice cose in cui non crede. Di Taddei, per esempio, ricordo che diceva che era facilissimo trovare 15 miliardi di finanziamento riordinando i super-stipendi dei dipendenti pubblici. Ecco, se era così semplice, mi domando allora perché bisogna fare tagli alla polizia e così via. L’idea mia è che siano o incompetenti o in malafede. 

E Grillo? 

Anche lui non ha idea: è incompetente o è in malafede. Nel momento stesso in cui parla di “debito immorale”, io, che ho a casa i miei risparmi in Btp, mi domando se sono risparmi morali o immorali. Uno che non sa che a fronte del debito ci sono dei risparmi e che la larga maggioranza del debito pubblico italiano è detenuto dagli italiani è solo una persona pericolosa. Vogliamo forse gettare nella miseria tutti i risparmiatori? La sua è una posizione assurda. 

Che margini ci sono per cambiare le regole scorporando i fondi per l'investimento dal deficit/Pil? E che effetto ci sarebbe per l'Italia? Un maquillage contabile o qualcosa di più? 

Ma non è questo il punto: non serve a nulla. Nel 2013 tra i dieci Stati stagnanti e in recessione (facenti parte dell’elite economica mondiale) nove avevano l’euro e otto di questi avevano sforato il 3% del rapporto deficit/Pil. Non basta certo non sfondare il tetto. Noi possiamo scorporare e cambiare le regole contabili, ma questa è una crisi di domanda: per risolverla bisogna portarla. Come? Per coprire il gap di competitività tra l’Italia e la Germania bisogna riallineare il cambio. 

Per quanto riguarda invece l’armonizzazione delle leggi sul lavoro a livello europeo che conseguenze ci sarebbero? L'Italia ci guadagnerebbe o no?

Supponendo che il problema sia questo, noi possiamo anche parificare le leggi sul mercato del lavoro, ma non per questo, noi in crisi, recuperiamo il distacco dalla Germania, che ha il 20% di vantaggio, datogli dall’euro. Siamo come due corridori: loro sono avanti di mezza pista. Ci possiamo anche mettere a correre veloci come loro, ma mica li raggiungiamo. Per tornare alla pari dobbiamo riprenderci la nostra moneta. 

Intervista realizzata da  Fabio Franchini per ilsussidiario.net - che ringraziamo.


L'INTERVISTA / IL PROFESSOR BORGHI AQUILINI: ''RENZI D'ECONOMIA NON CAPISCE NIENTE. VIA DALL'EURO O L'ITALIA E' MORTA''




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
RICORDATE IL SIGNOR RUTTE, IL PREMIER OLANDESE CHE INSULTO' L'ITALIA? SCANDALO FINANZIARIO LO TRAVOLGE. NUOVE ELEZIONI

RICORDATE IL SIGNOR RUTTE, IL PREMIER OLANDESE CHE INSULTO' L'ITALIA? SCANDALO FINANZIARIO LO

giovedì 14 gennaio 2021
AMSTERDAM - La coalizione di governo guidata dal premier Mark Rutte si riunira' domani per decidere se rassegnare le dimissioni a fronte delle crescenti polemiche riguardanti il caso di oltre 20mila
Continua
 
LE RAGIONI DI RENZI PER MANDARE A QUEL PAESE CONTE

LE RAGIONI DI RENZI PER MANDARE A QUEL PAESE CONTE

martedì 12 gennaio 2021
Il nostro giornale ospita in apertura quanto scrive Matteo Renzi. Alcune delle sue posizioni sono apertamente condivisibili, e non temiamo di dirlo pubblicamente: "Il 22 luglio 2020 Italia Viva
Continua
MATTEO SALVINI SCRIVE AL CORRIERE DELLA SERA: ECCO I PROGETTI PER L'ITALIA. SIAMO PRONTI A GOVERNARE

MATTEO SALVINI SCRIVE AL CORRIERE DELLA SERA: ECCO I PROGETTI PER L'ITALIA. SIAMO PRONTI A GOVERNARE

mercoledì 30 dicembre 2020
''Oltre alle vittime, nel nostro Paese più di 72 mila morti per Covid dall'inizio della pandemia, contiamo 390 mila imprese cancellate e più di 200 mila professionisti che hanno cessato
Continua
 
LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE HA NASCOSTO L'EPIDEMIA

LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE

martedì 29 dicembre 2020
Alla fine, le menzogne del regime comunista cinese vengono a galla.  A Wuhan, la città cinese in cui ha avuto origine l'epidemia di coronavirus lo scorso dicembre, i casi di covid
Continua
AL VIA LE PRIME VACCINAZIONI CONTRO IL COVID ALL'OSPEDALE DI NIGUARDA A MILANO. I VACCINATI STANNO TUTTI BENE.

AL VIA LE PRIME VACCINAZIONI CONTRO IL COVID ALL'OSPEDALE DI NIGUARDA A MILANO. I VACCINATI STANNO

domenica 27 dicembre 2020
MILANO - Sono partite dall'ospedale milanese di Niguarda, dove sono arrivate poco prima delle 8 del mattino, le prime fiale di vaccino anti-covid destinate alla Lombardia. Sono sono state suddivise e
Continua
 
INVECE DI FARE LA ''GUERRA SANTA'' ALLA REGIONE, LA GIUNTA DI MILANO E IL SINDACO LAVORINO!  (FUCILATA DI ASSOIMPREDIL)

INVECE DI FARE LA ''GUERRA SANTA'' ALLA REGIONE, LA GIUNTA DI MILANO E IL SINDACO LAVORINO!

giovedì 24 settembre 2020
MILANO - "L'invito rivolto dall'Assessore Maran al Consiglio Comunale di Milano a fare la guerra santa contro la Regione Lombardia, approvando provvedimenti che blocchino gli effetti della legge
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ANCHE LA FINLANDIA - DA SEMPRE DIFFIDENTE CON LA RUSSIA - SI OPPONE A SANZIONI UE CONTRO MOSCA (ENORMI DANNI ECONOMICI)

ANCHE LA FINLANDIA - DA SEMPRE DIFFIDENTE CON LA RUSSIA - SI OPPONE A SANZIONI UE CONTRO MOSCA
Continua

 
FINE DELL'EURO / SEI ECONOMISTI DI FAMA MONDIALE SOTTOSCRIVONO UN APPELLO: ''FRANCIA E GERMANIA ESCANO DALL'EURO INSIEME''

FINE DELL'EURO / SEI ECONOMISTI DI FAMA MONDIALE SOTTOSCRIVONO UN APPELLO: ''FRANCIA E GERMANIA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

FRANCESCHINI: ''NON BISOGNA VERGOGNARSI DI CERCARE VOTI IN AULA''

14 gennaio - ''In questa legislatura sono nati due governi tra avversari alle
Continua

CENTRODESTRA UNITO: CONTE VENGA IN PARLAMENTO E PRENDA ATTO DELLA

14 gennaio - ''Non c'e' piu' tempo per tatticismi o giochi di potere: il centrodestra
Continua

BERLUSCONI IN OSPEDALE NEL PRINCIPATO DI MONACO, CONDIZIONI SERIE.

14 gennaio - MILANO - E' stato Alberto Zangrillo, medico di fiducia di Silvio
Continua

NUOVO ESSESSORE ALLO SVILUPPO ECONOMICO, GUIDO GUIDESI: RILANCIAMO

14 gennaio - MILANO - ''Dalla prossima settimana mi confronterò con tutti i
Continua

ZINGARETTI: ''IMPOSSIBILE QUALSIASI GOVERNO CON ITALIA VIVA,

14 gennaio - ''C'è un dato che non può essere cancellato dalle nostre analisi. Ed
Continua

IL PD HA DECISO CONTE DEVE VENIRE IN PARLAMENTO: VOTO DI FIDUCIA O

14 gennaio - MONTECITORIO - ''Come gruppo dei democratici vogliamo che la crisi venga
Continua

PD: ''I COSIDDETTI RESPONSABILI NON CI SONO, RISCHIO CONCRETO

14 gennaio - ''I cosiddetti responsabili non ci sono, la maggioranza dopo lo strappo
Continua

MATTEO SALVINI: ''L'UNICA STRADA SONO LE ELEZIONI''

14 gennaio - ''O trovano una nuova maggioranza, affidandosi ai Mastella, oppure la
Continua

FRATELLI D'ITALIA: ''CONTE RIMETTA IL MANDATO E SI VOTI''.

14 gennaio - ''L'atto conclusivo di questa esperienza fallimentare del governo Conte
Continua

GDF DI BERGAMO NEGLI UFFICI DI ALTI DIRIGENTI DEL MINISTERO DELLA

14 gennaio - La Guardia di Finanza di Bergamo sta acquisendo documenti anche negli
Continua

GDF BERGAMO DENTRO MINISTERO SALUTE E ISS A ROMA: INCHIESTA SUL

14 gennaio - BERGAMO - La Gdf di Bergamo, oltre che negli uffici del Ministero della
Continua

LEGA: MATTARELLA EVITI DI DARE INCARICO A CONTE CON MAGGIORANZE

14 gennaio - ''Non è possibile fingere che nulla sia accaduto e aspettare che Conte
Continua

PIU' EUROPA INTIMA A CONTE DI VERIFICARE SUBITO SE HA ANCORA

14 gennaio - ''La crisi deve essere immediatamente parlamentarizzata: Conte vada
Continua

GERMANIA CON I CONTI IN ROSSO: DISAVANZO PUBBLICO CHIZZA AL 4,8%

14 gennaio - BERLINO - Con la crisi pandemica e le relative contromisure, nel 2020 la
Continua

FONTANA: LOMBARDIA PRIMA PER NUMERO VACCINATI E SOMMINISTRAZIONI

13 gennaio - MILANO - Lombardia ha superato le 100.000 vaccinazioni Anti Covid. Con
Continua
ROBERTO MARONI E' TORNATO A CASA DALL'OSPEDALE E STA BENE

ROBERTO MARONI E' TORNATO A CASA DALL'OSPEDALE E STA BENE

13 gennaio - VARESE - ''Finalmente sono tornato. Ringrazio il prof. Paolo Ferroli e
Continua

MATTEO SALVINI: ''SIAMO DISGUSTATI DA CONTE E RENZI, DAI LORO

13 gennaio - ''Siamo disgustati. Da settimane l'Italia è in balia dei capricci di
Continua

ROBERTO MARONI DIMESSO DAL BESTA DOPO L'INTERVENTO: CONDIZIONI

12 gennaio - MILANO - L'ex governatore della Lombardia, ed ex ministro dell'Interno,
Continua

FINANCIAL TIMES PREMIA PROGETTI DI REGIONE LOMBARDIA. MIGLIORI AL

12 gennaio - fDi Intelligence - servizio del Financial Times, il quotidiano di
Continua

TOTI: PARLAMENTARI DI CAMBIAMO NON DARANNO MAI VOTI A QUESTO GOVERNO

12 gennaio - ''In queste condizioni, i parlamentari di Cambiamo non daranno una mano
Continua
Precedenti »