71.142.212
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

MENTRE IN FRANCIA VINCE LE ELEZIONI MARINE LE PEN, IN SPAGNA SCOPPIA LA RIVOLTA POPOLARE: MADRID ASSEDIATA DAL POPOLO.

lunedì 24 marzo 2014

MADRID - In Francia tionfa il Front National di Marine Le Pen, in Spagna scoppia la rivolta popolare contro il governo eurofanatico di Rajoy. A Madrid, centinaia di migliaia di persone in piazza, violenti scontri con la polizia, occupazione della piazza principale della capitale, montate di nuovo tende come al tempo degli "indignados". Questa, la situazione raccontata in uno straordinario reportage da ZeroEdge.

Leggiamo.

"Sono qui per lottare per il futuro dei miei figli", esclama un padre, mentre gli spagnoli si radunano a Madrid per protestare contro la povertà e l'austerità imposte dalla UE. Come riporta Reuters, la protesta, prevalentemente pacifica, successivamente è stata segnata da scontri violenti in cui la polizia ha sparato proiettili di gomma. 

La cosiddetta "Marcia per la Dignità" ha portato nella capitale centinaia di migliaia di manifestanti con striscioni che mettevano in chiaro i loro sentimenti sul record del 26% di disoccupazione. "Pane, lavoro e case per tutti", "Corruzione e Rapina, marchio di fabbrica della Spagna". Un manifestante ha riassunto il punto di vista della gente sul governo : "Sono stufo di questo sistema che chiamano democrazia ... Io voglio che le cose cambino."

Alcuni manifestanti hanno iniziato a lanciare pietre e bottiglie contro i numerosi agenti della polizia antisommossa e hanno distrutto punti bancomat e cartelloni. La polizia ha sparato proiettili di gomma per disperderli, secondo le riprese video di Reuters.

La rappresentante del governo centrale Cristina Cifuentes ha detto che negli scontri 19 manifestanti sono stati arrestati e 50 agenti di polizia sono stati feriti, uno dei quali in modo grave.

Ancora una volta il problema è la corruzione del governo insieme con l'austerità - una combinazione che, come abbiamo detto numerose volte, tende a sfociare in disordini sociali.

I sentimenti del popolo erano chiari, dal momento che, come dice l'OCSE, la crisi economica ha colpito i poveri della Spagna più che di qualsiasi altro paese della zona euro.Degli striscioni esortavano il governo conservatore a non pagare i suoi debiti internazionali e ad affrontare il tasso di disoccupazione spagnolo  del 26 per cento, cronicamente elevato .

"Pane, lavoro e alloggio per tutti", si legge su uno striscione, "Corruzione e Rapina, marchio di fabbrica della Spagna", ha detto un altro intervistato.

"Sono qui per lottare per il futuro dei miei figli", ha detto Michael Nadeau , un imprenditore di 44 anni .

" Per coloro che sono al potere siamo solo numeri. Valutano i soldi più di quanto valutino le persone", ha detto, gridando per essere ascoltato al di sopra del frastuono dei canti, dei fischi e dei tamburi.

"Sono qui perché Sono stufo di questo sistema che chiamano democrazia", ha detto Jose Luis Arteaga, un insegnante di 58 anni il cui salario è stato tagliato del 20 per cento. "Voglio che le cose cambino."

Sembra che i bassi rendimenti obbligazionari quasi da record e gli alti livelli del mercato azionario non riescano a placare il popolo Spagnolo... E chissà come mai..."

Scritto e pubblicato dal blog Zero Edge e tradotto da Voci dall'Estero - che ringraziamo. 


MENTRE IN FRANCIA VINCE LE ELEZIONI MARINE LE PEN, IN SPAGNA SCOPPIA LA RIVOLTA POPOLARE: MADRID ASSEDIATA DAL POPOLO.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Spagna   Francia   rivolta   popolare   Madrid   Marine Le Pen   contro la UE   contro l'euro   libertà    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
AL PRIMO VOTO SEGRETO ALLA CAMERA, LA MAGGIORANZA PD-M5S-LEU E' BATTUTA CLAMOROSAMENTE: 309 A 235 (PER LE OPPOSIZIONI)

AL PRIMO VOTO SEGRETO ALLA CAMERA, LA MAGGIORANZA PD-M5S-LEU E' BATTUTA CLAMOROSAMENTE: 309 A 235

mercoledì 18 settembre 2019
Al primo voto segreto in Aula, la maggioranza non c'è più. E non si è trattato di una cossetta da nulla, ma di una autorizzazione a procedere all'arresto di un deputato di Forza
Continua
 
CONTE DIMEZZATO AL SENATO: GRUPPO RENZIANI SI FARA'. ALLEANZA DI GOVERNO (ANTE SCISSIONE) NON HA PIU' LA MAGGIORANZA

CONTE DIMEZZATO AL SENATO: GRUPPO RENZIANI SI FARA'. ALLEANZA DI GOVERNO (ANTE SCISSIONE) NON HA

martedì 17 settembre 2019
Nella narrazione della stampa, in testa il Corriere della Sera ormai pari all'Unità dei "bei tempi andati", dovevano essere solo un manipolo di senatori, in uscita dal Pd verso il gruppo
Continua
RENZI FORMA I GRUPPI AUTONOMI ALLA CAMERA E AL SENATO? CONTE-DI MAIO-M5S E QUEL RESTA DEL PD FINISCONO NEL TRITACARNE

RENZI FORMA I GRUPPI AUTONOMI ALLA CAMERA E AL SENATO? CONTE-DI MAIO-M5S E QUEL RESTA DEL PD

lunedì 16 settembre 2019
Oggi hanno "giurato" i sottosegretari del governo Conte, domani Renzi annuncerà la scissione del Pd. Cornuto e mazziato. Sembra la trama di un filmetto anni Settanta con la Fenech e Pozzetto,
Continua
 
NUOVO COMMISSARIO ALLA GIUSTIZIA DELLA COMMISSIONE UE E' SOTTO INDAGINE PER CORRUZIONE E RICICLAGGIO DI DENARO SPORCO

NUOVO COMMISSARIO ALLA GIUSTIZIA DELLA COMMISSIONE UE E' SOTTO INDAGINE PER CORRUZIONE E

lunedì 16 settembre 2019
LONDRA - Se il buongiorno si vede dal mattino allora per il presidente della commissione europea Ursula Von der Leyen i prossimi mesi saranno pieni di guai. Infatti pochi giorni fa e' emerso che il
Continua
BCE VEDE NERISSIMO: FA RIPARTIRE IL QE DA 20 MLD AL MESE, LA MERKEL DICE NO A PIU' SPESA PUBBLICA E CONTE? VEDE DI MAIO

BCE VEDE NERISSIMO: FA RIPARTIRE IL QE DA 20 MLD AL MESE, LA MERKEL DICE NO A PIU' SPESA PUBBLICA E

giovedì 12 settembre 2019
La BCE ha deciso di far ripartire gli acquisti del suo Quantitative Easing: infatti nella riunione del Consiglio Direttivo della Banca centrale europea che si è appena conclusa è stato
Continua
 
E' UFFICIALE, LA GERMANIA ENTRA IN RECESSIONE E LA MERKEL AVVISA PARITA' DI BILANCIO NON SI TOCCA (QUINDI TAGLI E TASSE)

E' UFFICIALE, LA GERMANIA ENTRA IN RECESSIONE E LA MERKEL AVVISA PARITA' DI BILANCIO NON SI TOCCA

mercoledì 11 settembre 2019
 "La Germania e' sull'orlo della recessione". L'allarme e' dell'Ifw che ha tagliato dallo 0,4% allo 0,2% le stime di crescita per quest'anno e dall'1,6 all'1% quelle per il prossimo. Molto
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
TRIONFO DEL FRONT NATIONAL ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE: L'ONDA BLU DI MARINE LE PEN SOMMERGE LA FRANCIA DA NORD A SUD

TRIONFO DEL FRONT NATIONAL ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE: L'ONDA BLU DI MARINE LE PEN SOMMERGE LA
Continua

 
I NAZISTI UCRAINI SI ORGANIZZANO IN UN PARTITO CHE SI PRESENTERA' ALLE ELEZIONI CON LA ''BENEDIZIONE'' DI UE E ITALIA

I NAZISTI UCRAINI SI ORGANIZZANO IN UN PARTITO CHE SI PRESENTERA' ALLE ELEZIONI CON LA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!