47.360.634
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

REFERENDUM PER L'INDIPENDENZA DEL VENETO ARRIVATO A 1,4 MILIONI DI VOTI. MENO DI 400.000 AL TRAGUARDO DEL 50% +1

giovedì 20 marzo 2014

SILEA (TREVISO) - "Il mondo intero ha capito e sta guardando al Veneto per comprendere cosa sta succedendo". Lo affermano i promotori del referendum per l'indipendenza del popolo veneto, oggi riuniti a Silea per una conferenza stampa alla quale hanno partecipato anche alcune emittenti televisive internazionali, tra le quali, anche televisioni russe.

La consultazione, che sta avvenendo online attraverso circa 200 postazioni distribuite principalmente nelle province centrali della regione, si concludera' domani sera ed il risultato sara' proclamato in Piazza dei Signori, a Treviso. L'obiettivo e' quello di raggiungere e superare i due milioni di votanti.

La sede scelta per l'incontro e' una sala pubblica resa disponibile dal Comune di Silea, il cui sindaco di centrosinistra, Silvano Piazza, si e' detto favorevole allo svolgimento della consultazione ma contrario alla separazione del Veneto dall'Italia perche', ha spiegato, "un mondo migliore non e' un mondo fatto di confini".

Di tutt'altro avviso, invece, il leader del movimento che ha avviato il referendum, Gianluca Busato, esponente dell' organizzazione "Veneto Stato" e creatore della piattaforma web "plebiscito.eu" tramite la quale e' stato possibile effettuare l'espressione del voto per via telematica effettuata ad oggi, sostengono i proponenti, da oltre 1,4 milioni di elettori.

"Chi non riconosce questo processo - ha detto - sta compiendo un grave errore di sottovalutazione, non comprende che la misura e' colma, e che noi veneti siamo vittime di un regime dispotico, che io definisco 'regno del male', il quale ha creato una cappa anche di tipo informativo".

"Non si tratta affatto di una 'rivoluzione polenta e osei', come certa stampa l'ha definita - e' stato anche aggiunto - anche se non andremo in piazza a sfasciare vetrine e non ci saranno carri armati e barricate. Pero' attenzione a guardare la cosa con sufficienza. Nessuno, da domani sera, potra' negare la liberta' di un popolo, altrimenti si' che ci potrebbero essere dei rischi".

Fra i presenti anche Franco Rocchetta, fondatore della Liga Veneta, il quale ha tracciato un parallelismo con i fatti del 9 maggio 1997, quando i "Serenissimi" salirono sul campanile di San Marco, a Venezia. "Anche allora, sia pure con mezzi diversi da quelli digitali di cui oggi disponiamo - ha ricordato - furono mandati dei dispacci a tutte le diplomazie del mondo. Se domani si raggiungera' la maggioranza vi saranno degli atti conseguenti - ha concluso Rocchetta - come la designazione di una commissione formata dai 10 cittadini veneti piu' votati che andra' ad interloquire con i governi stranieri". 


REFERENDUM PER L'INDIPENDENZA DEL VENETO ARRIVATO A 1,4 MILIONI DI VOTI. MENO DI 400.000 AL TRAGUARDO DEL 50% +1


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Referendum d'indipendenza   Veneto   votazioni   secessione   Italia   Repubblica veneta   referendum    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
GOVERNO UNGHERESE TAGLIA LE TASSE E AUMENTA GLI AIUTI A FAMIGLIE, SCUOLA E SICUREZZA (CON RAPPORTO DEBITO-PIL AL 2,4%)

GOVERNO UNGHERESE TAGLIA LE TASSE E AUMENTA GLI AIUTI A FAMIGLIE, SCUOLA E SICUREZZA (CON RAPPORTO

mercoledì 24 maggio 2017
LONDRA - In diverse occasioni abbiamo parlato di miracolo economico ungherese perche', al contrario delle nazioni dell'area euro, l'Ungheria ha ridotto le tasse e le bollette di luce, acqua, gas e
Continua
 
VI SIETE SCORDATI DI MPS, POPOLARE DI VICENZA E VENETO BANCA? LA UE-BCE NO: LA PRIMA FORSE SI SALVA LE ALTRE DUE KAPUTT

VI SIETE SCORDATI DI MPS, POPOLARE DI VICENZA E VENETO BANCA? LA UE-BCE NO: LA PRIMA FORSE SI SALVA

mercoledì 24 maggio 2017
La vicenda delle tre banche italiane da salvare, MPS, BPVI e VenetoBanca sembra assumere sempre più i contorni della farsa se non della tragedia. Mentre i tedeschi hanno sistemato le loro
Continua
BCE VUOLE CONDIZIONARE LE SCELTE POLITICHE DEI PAESI DELL'EURO A PARTIRE DALL'ITALIA (CHI LE DA' IL DIRITTO DI FARLO?)

BCE VUOLE CONDIZIONARE LE SCELTE POLITICHE DEI PAESI DELL'EURO A PARTIRE DALL'ITALIA (CHI LE DA' IL

mercoledì 24 maggio 2017
FRANCOFORTE - Ormai, la Bce si comporta non più come una banca, ma come fosse a capo della Ue con il diritto di veto e critica su stati, governi, elezioni. Questa sua invadenza ormai non ha
Continua
 
LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA' L'INVASIONE DELL'ITALIA

LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA'

lunedì 22 maggio 2017
LONDRA - Tutto coloro che sono nauseati dall'arrivo di finti rifugiati sulle coste italiane trasportati dalla LIbia da una sorta di "agenzia viaggi" per metà formata dalla mafie islamiche sul
Continua
CGIA DI MESTRE SCOPRE UN BUCO DI 46 MILIARDI NEI CONTI PUBBLICI DELL'ITALIA: FATTURE NON PAGATE DALLO STATO NEL 2016

CGIA DI MESTRE SCOPRE UN BUCO DI 46 MILIARDI NEI CONTI PUBBLICI DELL'ITALIA: FATTURE NON PAGATE

sabato 20 maggio 2017
La gravissima mancanza di liquidità, ovvero di denaro,  i ritardi burocratici, l'inefficienza di molte amministrazioni a emettere in tempi ragionevolmente brevi i certificati di pagamento
Continua
 
SONDAGGIO IN GRAN BRETAGNA: IL 68% DEI CITTADINI ORA E' FAVOREVOLE ALLA BREXIT! SOLO IL 22% E' RIMASTO CONTRARIO

SONDAGGIO IN GRAN BRETAGNA: IL 68% DEI CITTADINI ORA E' FAVOREVOLE ALLA BREXIT! SOLO IL 22% E'

giovedì 18 maggio 2017
LONDRA - E' passato quasi un anno da quando il 52% dei cittadini britannici ha votato per far uscire la Gran Bretagna dalla UE, ma sarebbe un grave errore pensare che molti si siano pentiti di aver
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
TREMONTI INCHIODA RENZI: ''MA QUALI BUROCRATI, LA COLPA DEL DISASTRO UE E' DEI POLITICI, LA UE COSI' E' FINITA''

TREMONTI INCHIODA RENZI: ''MA QUALI BUROCRATI, LA COLPA DEL DISASTRO UE E' DEI POLITICI, LA UE
Continua

 
DIECI ANNI DI USO DEL CELLULARE SENZA AURICOLARI AUMENTA DEL 40% LA PROBABILITA' DI CANCRO AL CERVELLO (ALLARME GLOBALE)

DIECI ANNI DI USO DEL CELLULARE SENZA AURICOLARI AUMENTA DEL 40% LA PROBABILITA' DI CANCRO AL
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!