50.062.104
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA DEMOCRAZIA SECONDO IL PARTITO SOCIALISTA SVIZZERO: IL REFERENDUM SULL'IMMIGRAZIONE VA RIFATTO! E ADERIAMO ALLA UE!

giovedì 20 marzo 2014

BERNA – Il gruppo socialista alle camere federali chiede a Berna che si ripeta la votazione sull’iniziativa Udc. E chiede l’adesione all’UE! I kompagni insistono: il gruppo $ocialista alle Camere federali vuole:

- che si rivoti sull’iniziativa contro l’immigrazione di massa (perché il popolo bestia non capisce niente ed ha sbagliato)

- che si torni a discutere di adesione della Svizzera alla fallita (dis)unione europea (quando la Gran Brtagna, tanto per fare un esempio, vuole uscirne).

Ma stare zitti qualche volta ed accettare di essere stati asfaltati dalle urne, mai?

Ma c’è di più: al circo Knie non sarebbe stato possibile fare meglio: in consiglio nazionale l’oratore P$ difende la proposta dei kompagni di adesione della Svizzera alla fallita Unione europea: “non devono esserci dei divieti di pensare”.

Traduzione: “non devono esserci dei divieti di pensare, se non quelli che la $inistra impone agli altri un giorno sì e l’altro pure”.

Autore dell'articolo: Lorenzo Quadri - pubblicato da mattinoline.ch - che ringraziamo.

Nota.

Chi è Lorenzo Quadri.

Sono nato il 5 novembre 1974, quindi scorpione (mi dicono che si nota, a me non pare ma non sono appassionato di queste cose…).

Fin da piccolo mi è sempre piaciuto scrivere, e anche porre domande a chi mi stava attorno e doveva sopportarmi. Ma non ho mai disdegnato nemmeno le discipline scientifiche e le cifre; infatti, strano a dirsi, la matematica era una delle mie materie preferite. Mi ha sempre affascinato vedere come equazioni e problemi estremamente complessi e, a prima vista, irrisolvibili, potessero sfociare, trovando la chiave giusta, in soluzioni semplici. Il segreto era tutto lì: riuscire a scoprire il bandolo della matassa. Un insegnamento che vale anche per la politica

Alla fine del liceo di Lugano 2 mi sono iscritto alla facoltà di diritto dell’Università di Berna, dove mi sono laureato nel 1999.

Mi è sempre piaciuto diversificare le attività, e nella professione ed in politica ho avuto l’opportunità di fare alcune delle cose che più mi interessavano. Come scrivere – da un decennio lavoro presso il Mattino della domenica – e porre domande; tante sì, ma necessarie, perché tante sono le cose che non si dicono, o che non si vogliono dire. Per amor di quieto vivere, per smanie politikamente korrette, a volte addirittura perché bisogna tutelare la privacy di delinquenti in arrivo da paesi lontani(!): tutti motivi che non possono però essere accettati.

Alla politica mi sono seriamente accostato subito dopo la fine degli studi universitari, quando ho cominciato a lavorare al Mattino della domenica. Non è stato un colpo di fulmine, ma piuttosto una passione che si è sviluppata nel tempo e, come gli esperti insegnano, “i rapporti che si sviluppano nel tempo sono in genere i più duraturi”.

Nel 2003 sono stato eletto per la prima volta in Gran Consiglio, dove sono stato riconfermato nel 2007. In Gran Consiglio siedo nelle Commissioni diritti politici e sorveglianza carceri. Nel 2008 sono stato eletto nel Municipio della mia città, Lugano, dove sono a capo dei dicasteri Istituti Sociali e Turismo.

Nel giugno 2011 sono subentrato a Norman Gobbi in Consiglio nazionale, dove sono stato confermato il 23 ottobre 2011 con oltre 33'600 voti (sono quindi stato il Consigliere nazionale ticinese più votato: grazie!!).

A seguito dell'elezione a Berna, ho lasciato la carica di deputato al Gran Consiglio ticinese. E in questi anni di impegno politico credo di aver dimostrato che… non scaldo il cadreghino!

Incarichi

Dal 2003 al 2011 sono stato Deputato in Gran Consiglio; ho fatto parte delle commissioni Legislazione, Diritti politici, Sorveglianza carceri. Dal 2008 sono Municipale di Lugano (dicasteri: Istituti sociali comunali e Turismo). Dal 2011 sono Consigliere nazionale, dove siedo nella Commissione dei Trasporti e delle Telecomunicazione) Nel 2008-2009 sono stato Membro del Consiglio del pubblico della CORSI. Sono Membro dell’Associazione Orto.

Non faccio parte di alcun Consiglio d’amministrazione (ad eccezione di quello di Lugano Turismo, dove siedo “d’ufficio” in quanto capodicastero).


LA DEMOCRAZIA SECONDO IL PARTITO SOCIALISTA SVIZZERO: IL REFERENDUM SULL'IMMIGRAZIONE VA RIFATTO! E ADERIAMO ALLA UE!


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Partito Socialista Svizzero   Lorenzo Quadri   UDC   Berna   referendum   immigrazione   ridicolo   grottesco    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DOVE ANDARE ALL'ESTERO DA PENSIONATI E VIVERE FELICI: CANADA, PORTOGALLO, CANARIE, BRASILE, SANTO DOMINGO (ZERO TASSE!)

DOVE ANDARE ALL'ESTERO DA PENSIONATI E VIVERE FELICI: CANADA, PORTOGALLO, CANARIE, BRASILE, SANTO

venerdì 28 luglio 2017
Mentre il ducaconte renziloni - al secolo Paolo Gentiloni, presidente del Consiglio targato Pd dell'Italia  - prende scoppole a destra ed a manca, soprattutto dal neopresidente francese, a
Continua
 
LA STAMPA TEDESCA E BRITANNICA SOTTOLINEANO IL NAZIONALISMO FRANCESE A DISCAPITO DELL'ITALIA IN LIBIA E GRANDI AFFARI

LA STAMPA TEDESCA E BRITANNICA SOTTOLINEANO IL NAZIONALISMO FRANCESE A DISCAPITO DELL'ITALIA IN

venerdì 28 luglio 2017
Il presidente della Francia, Emmanuel Macron, riferiscono i quotidiani britannici "Financial Times", "The Guardian" e "The Telegraph", e' intervenuto per la prima volta nell'industria nazionalizzando
Continua
ANNUNCIO-BOMBA DI MACRON: ''ENTRO L'ESTATE LA FRANCIA CREERA' IN LIBIA HOTSPOT PER SELEZIONARE PROFUGHI DA MIGRANTI''

ANNUNCIO-BOMBA DI MACRON: ''ENTRO L'ESTATE LA FRANCIA CREERA' IN LIBIA HOTSPOT PER SELEZIONARE

giovedì 27 luglio 2017
PARIGI -  Certamente possiede una insospettata capacità diplomatica e lo ha dimostrato con il vertice di Parigi con il premier libico Fayez Serraj e il generale Khalifa Haftar, e
Continua
 
DER SPIEGEL: ''IL GOVERNO ITALIANO HA RINUNCIATO A PORRE IL VETO AL PROLUNGAMENTO DELLA MISSIONE SOPHIA AL 31.12.2018''

DER SPIEGEL: ''IL GOVERNO ITALIANO HA RINUNCIATO A PORRE IL VETO AL PROLUNGAMENTO DELLA MISSIONE

mercoledì 26 luglio 2017
BERLINO - La missione navale europea Sophia al largo della Libia continuera' fino alla fine del 2018. Lo hanno riferito al settimanale tedesco Der Spiegel fonti diplomatiche, secondo quali l'Italia
Continua
DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA CATASTROFE SENZA FINE.

DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA

martedì 25 luglio 2017
Nel secondo trimestre del 2017 sono state 3.190 le aziende che hanno portato i libri in tribunale (facendo così salire a 6.188 il numero nei primi sei mesi dell'anno). Una cifra che, dopo il
Continua
 
''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PROFONDA FRUSTRAZIONE'' (NEW YORK TIMES)

''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PROFONDA FRUSTRAZIONE''

martedì 25 luglio 2017
NEW YORK - La decisione del governo francese di organizzare oggi a Parigi un incontro tra il premier libico sostenuto dall'Onu, Fayez al Serraj, e il generale Khalifa Haftar, "uomo forte" della Libia
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL FRONT NATIONAL DI MARINE LE PEN SI CONFERMA PRIMO NELLE INTENZIONI DI VOTO FRANCESI: SARA' LA GHIGLIOTTINA DELL'EURO.

IL FRONT NATIONAL DI MARINE LE PEN SI CONFERMA PRIMO NELLE INTENZIONI DI VOTO FRANCESI: SARA' LA
Continua

 
CLAMOROSO / IN SEGRETO LA UE PREPARA L'ATTUAZIONE DEL FISCAL COMPACT: 1.000 EURO L'ANNO PER OGNI ITALIANO PER 20 ANNI!

CLAMOROSO / IN SEGRETO LA UE PREPARA L'ATTUAZIONE DEL FISCAL COMPACT: 1.000 EURO L'ANNO PER OGNI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!