43.434.967
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

UN TERZO DELLA MOLDAVIA VUOLE SEGUIRE LA STRADA DELLA CRIMEA: RICHIESTA UFFICIALE A MOSCA DI ANNESSIONE ALLA RUSSIA.

martedì 18 marzo 2014

Il presidente del Soviet supremo di Tiraspol, assemblea legislativa della regione separatista della Transnistria, nell'est della Moldova, Mihail Burla, ha inviato una lettera al parlamento russo in cui chiede l'esame della possibilita' di annessione da parte della Federazione russa anche dell'autoproclamata Repubblica transnistrena. La lettera e' riportata dal quotidiano moldavo "Jurnal de Chisinau".

La richiesta arriva dopo l'esito del referendum organizzato domenica scorsa nella penisola ucraina di Crimea, in cui la maggioranza della popolazione ha votato a favore dell'indipendenza della regione, malgrado le minacce di sanzioni da parte della comunita' internazionale.

 "Anche la Transnistria potrebbe essere indotta a organizzare un referendum secondo la legislazione moldava, in quanto ha la sua propria legislazione. Le autorita' della Moldova non hanno alcuna influenza in Transnistria, che puo' richiedere direttamente alla Russia l'annessione", si legge nella richiesta del presidente del parlamento transnistreno.

Il vicepremier russo, Dmitri Rogozin, inviato speciale di Mosca per la Transnistria ha avvertito la settimana scorsa che i diritti dei cittadini russi sono violati in Transnistria a seguito della crisi in Ucraina. 

L'Unione Europea sta ottenendo a Est l'esatto opposto di quello che si prefiggeva: invece di "conquistare all'Occidente" ex repubbliche socialiste sovietiche, le sta spingendo tra le braccia della Russia. Pur di non far parte della UE, interi popoli sono disposti a rinunciare alla sovranità a favore di Putin.

L'Europa sarà in grado di trarre insegnamento da questi "risultati" o vuole insistere con una politica estera suicida? 

Nota.

La Transnistria, Transdniestria o Pridnestrovie (dal russo Pridnestrov'e) è uno stato indipendente de facto non riconosciuto a livello internazionale, essendo considerato de iure parte della Repubblica di Moldavia: è governato da un'amministrazione autonoma con sede nella città di Tiraspol.La regione, precedentemente parte della Repubblica socialista sovietica moldava (una delle ex - repubbliche dell'Unione Sovietica), dichiarò unilateralmente la propria indipendenza come Repubblica Moldava di Pridnestrovie il 2 settembre 1990. Dal marzo al luglio 1992 la regione è stata interessata da una guerra che è terminata con un cessate il fuoco, garantito da una commissione congiunta tripartita tra Russia, Moldavia e Pridnestrovie, e la creazione di una zona demilitarizzata tra Moldavia e Pridnestrovie comprendente 20 località a ridosso del fiume Nistro. (Wikipedia)


UN TERZO DELLA MOLDAVIA VUOLE SEGUIRE LA STRADA DELLA CRIMEA: RICHIESTA UFFICIALE A MOSCA DI ANNESSIONE ALLA RUSSIA.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Ucraina   Moldavia   secessione   Transnistria   Russia   referendum   Ue   Europa   fuga dalla UE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DOPPIO SALTO CARPIATO AVVITATO DI BEPPE GRILLO: ''DONALD TRUMP DICE COSE ABBASTANZA SENSATE''

DOPPIO SALTO CARPIATO AVVITATO DI BEPPE GRILLO: ''DONALD TRUMP DICE COSE ABBASTANZA SENSATE''

lunedì 23 gennaio 2017
Donald Trump? "Sono abbastanza ottimista, sembra un moderato". Vladimir Putin? "In politica estera e' quello che dice le cose piu' sensate". Dal settimanale francese Le Journal du Dimanche Beppe
Continua
 
DOPO RUSSIA E UNGHERIA, ANCHE LA MACEDONIA VUOLE VIETARE A SOROS E ALLE SUE ORGANIZZAZIONI GOLPISTE DI AGIRE NEL PAESE

DOPO RUSSIA E UNGHERIA, ANCHE LA MACEDONIA VUOLE VIETARE A SOROS E ALLE SUE ORGANIZZAZIONI GOLPISTE

lunedì 23 gennaio 2017
LONDRA - Dopo Russia e Ungheria anche la Macedonia si appresta a vietare tutti gli enti non governativi finanziati da George Soros e a tale proposito e' stata lanciata l'operazione SOS, Stop
Continua
IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER LASCIARE LA UE''

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER

venerdì 20 gennaio 2017
Il "rischio politico" rappresentato dall'ascesa dei movimenti populisti ed euroscettici nell'Unione Europea e' al centro delle interviste concesse al "Wall Street Journal" e a "Bloomberg" dal
Continua
 
GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI NEGOZIATI PER LA BREXIT''

GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI

giovedì 19 gennaio 2017
Brexit in evidenza sulla stampa britannica, ma stavolta per le reazioni europee al discorso della premier del Regno Unito, Theresa May, e agli interventi di alcuni dei suoi ministri delle ultime
Continua
PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO

PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI

martedì 17 gennaio 2017
Dopo la Brexit, potrebbe arrivare presto una Italexit, ovvero l'uscita dell'Italia dalla Ue, questioen che si riaffaccia regolarmente sulle prime pagine dei giornali europei: lo scrive il quotidiano
Continua
 
IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META' FUORI'' (THERESA MAY)

IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META'

martedì 17 gennaio 2017
LONDRA - La premier del Regno Unito, Theresa May, riferisce il Financial Times  questa mattina, mettera' alla prova i mercati valutari oggi, quando annuncera' un taglio netto con l'Unione
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
MALAFEDE DEL GOVERNO (DI SINISTRA) CHI HA UN MILIONE DI EURO IN BTP PAGA META' TASSE DI CHI NE HA 20.000 IN C/C DEPOSITO

MALAFEDE DEL GOVERNO (DI SINISTRA) CHI HA UN MILIONE DI EURO IN BTP PAGA META' TASSE DI CHI NE HA
Continua

 
IL RACCONTO DI UN'ITALIANA A LONDRA: ''QUA SI PUO' FINALMENTE USCIRE DALL'EMERGENZA CONTINUA E VIVERE NORMALMENTE''

IL RACCONTO DI UN'ITALIANA A LONDRA: ''QUA SI PUO' FINALMENTE USCIRE DALL'EMERGENZA CONTINUA E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!