56.397.104
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ISRAELE ALLA UE: ''TERRORISTI ASSASSINI NELLE NOSTRE CARCERI TRATTATI MEGLIO DEI DELINQUENTI NELLE VOSTRE IN EUROPA''

martedì 11 marzo 2014

GERUSALEMME - Il Ministro degli Esteri dello Stato ebraico ha indicato all’ambasciatore israeliano accreditato presso la UE di informare le nazioni europee che le visite presso gli istituti di pena israeliani per esaminare le condizioni dei detenuti palestinesi saranno consentite solo dopo che una delegazione israeliana si recherà in visita nelle carceri europee. 

L’Europa da anni persegue la politica di demonizzazione  e  delegittimazione di Israele e qualcuno a Gerusalemme deve aver perso definitivamente la pazienza visto il cambiamento di rotta che sta avvenendo nei confronti di Bruxelles. 

Il Ministro degli Esteri Avigdor Lieberman, infatti, ha assunto un nuovo approccio per arginare i tentativi europei di interferire con gli eventi in Israele e con il conflitto regionale, e ha deciso di usare le stesse tattiche fin qui adottate, a senso unico, nei confronti di Israele.

Quando la settimana scorsa il presidente della commissione affari esteri del Parlamento europeo Elmar Brok si è rivolto all’ambasciatore israeliano presso l'Unione Europea David Walzer per chiedere il lasciapassare per una speciale delegazione del Parlamento Europeo per esaminare le condizioni di detenzione dei prigionieri palestinesi in Israele ha avuto una spiacevole sorpresa. 

La sua richiesta è arrivata al ministero degli esteri e Lieberman ha incaricato l'ambasciatore di rispondere che il permesso sarebbe stato accordato solo in cambio di un analogo lasciapassare a una delegazione israeliana che vorrebbe visitare le carceri europee e verificare lo stato dei detenuti.

Solo dopo la visita della delegazione israeliana gli europei sarebbero stati autorizzati. 

Una fonte all'interno dell'ufficio del Ministro degli Esteri ha fatto trapelare la notizia che la visita della delegazione europea in Israele era stata pre-coordinata con i palestinesi che cercavano di condurre una campagna anti-israeliana sulla questione dei prigionieri.

La stessa fonte ha messo in chiaro che c’era da parte europea il desiderio di creare un pretesto e  pubblicare conclusioni che erano già pronte per innescare una condanna annunciata.

L’intento israeliano era anche quello di mettere in luce un particolare di grande importanza, e cioè che terroristi che si sono macchiati di orrendi delitti sono tenuti in prigionia in Israele in condizioni decisamente migliori di quelle che godono in certe nazioni europee detenuti per delinquenza comune.

Una risposta da parte europea alla richiesta israeliana non è ancora pervenuta ed è facile credere che tutto passerà ora nel dimenticatoio.

Ma una domanda rimane nell’aria, se l’Europa non ha nulla da nascondere perché non ha accettato?

Articolo scritto da Michael Sfaradi - Gerusalemme

Fonte notizia: http://www.ynetnews.com/articles/0,7340,L-4496215,00.html

 


ISRAELE ALLA UE: ''TERRORISTI ASSASSINI NELLE NOSTRE CARCERI TRATTATI MEGLIO DEI DELINQUENTI NELLE VOSTRE IN EUROPA''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Israele   Italia   UE   carceri   terroristi   visita   ministero degli Esteri   palestinesi   provocazione    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD ALL'SPD, TUTTA UNA RAPINA

LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD

giovedì 11 gennaio 2018
BERLINO - Il possibile aumento dell'aliquota fiscale massima da parte di una nuova grande coalizione - preteso dal socialdemocratico SPD  per formare il nuovo governo - preoccupa molto i
Continua
 
CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA EUROPA CRESCONO (+2,4%)

CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA

mercoledì 10 gennaio 2018
La ripresa in Italia non c'è, anzi il Paese continua la discesa verso la povertà di massa. La prova sta nel continuo e inarrestabile calo del valore degi immobili, in assoluta contro
Continua
CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR. L'ALZHEIMER NON E' IMBATTIBILE

CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR.

martedì 9 gennaio 2018
Le patologie neurodegenerative riguardano in Italia 1 milione 200 mila persone, di cui circa 800 mila hanno l'Alzheimer. "L'opinione diffusa che non ci siano speranze se ci si ammala e' vera, ma solo
Continua
 
CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA (O SALTANO UE E EURO)

CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA

lunedì 8 gennaio 2018
"Il centrodestra vincerà le elezioni. Lo dicono tutti i sondaggi: uniti siamo tra il 37 e il 40%; il Movimento 5 stelle è staccato al 26-28%; quel che resta del Pd di Renzi sprofonda al
Continua
IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN DURO DEL FPOE!

IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN

sabato 16 dicembre 2017
VIENNA - I nazionalisti vanno al governo in Austria, finalmente. E non solo, Vienna batte Berlino sul tempo, dato che in Germania un qualsiasi nuovo governo è ancora ben al di là
Continua
 
POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE IMPORCI. PUNTO E BASTA

POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE

giovedì 14 dicembre 2017
BRUXELLES - Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria (noti anche come "Paesi Vysegrad") sono pronti a dare tutto il contributo economico possibile all'Italia, ma non accetteranno mai
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
C'E' UNA VIA DI SALVEZZA PER L'ITALIA (RIMANENDO NELL'EURO) MA BANKSTERS E OLIGARCHI UE NON LA PERMETTERANNO.

C'E' UNA VIA DI SALVEZZA PER L'ITALIA (RIMANENDO NELL'EURO) MA BANKSTERS E OLIGARCHI UE NON LA
Continua

 
«Non vale una lira. Euro, sprechi, follie: così l’Europa ci affama» Cos'è? Il nuovo libro (da leggere) di Mario Giordano

«Non vale una lira. Euro, sprechi, follie: così l’Europa ci affama» Cos'è? Il nuovo libro (da
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

CALDEROLI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO ESPELLEREMO TUTTI I CLANDESTINI

12 gennaio - ''Due immigrati clandestini, un nigeriano e un marocchino, martedi'
Continua

FACEBOOK CENSURA LE NOTIZIE, LE SINISTRE GLOBALI NON RIESCONO A

12 gennaio - Facebook ha introdotto cambiamenti radicali all'algoritmo che ci fa
Continua

TUTTO IL CENTRODESTRA SOSTIENE ATTILIO FONTANA: CONFERENZA STAMPA A

11 gennaio - MILANO - 'Al lavoro!Piu' Lombardia. Fontana presidente' e' la scritta in
Continua

BRUNETTA: ''PRONTO IL PROGRAMMA DEL CENTRODESTRA. LO PRESENTEREMO

11 gennaio - ''Nella giornata di oggi chiuderemo il lavoro, positivo e proficuo, del
Continua

MACRON STA PER PRESENTARE LEGGE SULL'IMMIGRAZIONE DI STAMPO

11 gennaio - PARIGI - Il presidente francese Emmanuel Macron si prepara alla prova
Continua

MATTEO SALVINI: ''AVREI PREFERITO CHE MARONI SI RICANDIDASSE, MA HA

11 gennaio - MILANO - ''MARONI mi ha detto di avere fatto in Lombardia tutto quello
Continua

BERLUSCONI: ATTILIO FONTANA CANDIDATO PRESIDENTE IN LOMBARDIA VA

10 gennaio - MILANO - ''Non c'è nulla che ci allontana da Salvini che ha indicato un
Continua

LE SOFFERENZE DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO CONTINUANO INESORABILI

10 gennaio - A novembre 2017 - ultimo dato disponibile - le sofferenze nette sui
Continua

BERLUSCONI: ''MAI UN GOVERNO DI LARGHE INTESE COL PD. MAI''

9 gennaio - ''Non c'e' mai stata e non ci sara' neanche in futuro'' la possibilita'
Continua

CLAUDIO BORGHI: ''APPENA LA LEGA AL GOVERNO, PREPARERA' LA

9 gennaio - ''Un secondo dopo che la Lega siederà al Governo, metterà in atto
Continua
Precedenti »