63.437.009
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ISRAELE ALLA UE: ''TERRORISTI ASSASSINI NELLE NOSTRE CARCERI TRATTATI MEGLIO DEI DELINQUENTI NELLE VOSTRE IN EUROPA''

martedì 11 marzo 2014

GERUSALEMME - Il Ministro degli Esteri dello Stato ebraico ha indicato all’ambasciatore israeliano accreditato presso la UE di informare le nazioni europee che le visite presso gli istituti di pena israeliani per esaminare le condizioni dei detenuti palestinesi saranno consentite solo dopo che una delegazione israeliana si recherà in visita nelle carceri europee. 

L’Europa da anni persegue la politica di demonizzazione  e  delegittimazione di Israele e qualcuno a Gerusalemme deve aver perso definitivamente la pazienza visto il cambiamento di rotta che sta avvenendo nei confronti di Bruxelles. 

Il Ministro degli Esteri Avigdor Lieberman, infatti, ha assunto un nuovo approccio per arginare i tentativi europei di interferire con gli eventi in Israele e con il conflitto regionale, e ha deciso di usare le stesse tattiche fin qui adottate, a senso unico, nei confronti di Israele.

Quando la settimana scorsa il presidente della commissione affari esteri del Parlamento europeo Elmar Brok si è rivolto all’ambasciatore israeliano presso l'Unione Europea David Walzer per chiedere il lasciapassare per una speciale delegazione del Parlamento Europeo per esaminare le condizioni di detenzione dei prigionieri palestinesi in Israele ha avuto una spiacevole sorpresa. 

La sua richiesta è arrivata al ministero degli esteri e Lieberman ha incaricato l'ambasciatore di rispondere che il permesso sarebbe stato accordato solo in cambio di un analogo lasciapassare a una delegazione israeliana che vorrebbe visitare le carceri europee e verificare lo stato dei detenuti.

Solo dopo la visita della delegazione israeliana gli europei sarebbero stati autorizzati. 

Una fonte all'interno dell'ufficio del Ministro degli Esteri ha fatto trapelare la notizia che la visita della delegazione europea in Israele era stata pre-coordinata con i palestinesi che cercavano di condurre una campagna anti-israeliana sulla questione dei prigionieri.

La stessa fonte ha messo in chiaro che c’era da parte europea il desiderio di creare un pretesto e  pubblicare conclusioni che erano già pronte per innescare una condanna annunciata.

L’intento israeliano era anche quello di mettere in luce un particolare di grande importanza, e cioè che terroristi che si sono macchiati di orrendi delitti sono tenuti in prigionia in Israele in condizioni decisamente migliori di quelle che godono in certe nazioni europee detenuti per delinquenza comune.

Una risposta da parte europea alla richiesta israeliana non è ancora pervenuta ed è facile credere che tutto passerà ora nel dimenticatoio.

Ma una domanda rimane nell’aria, se l’Europa non ha nulla da nascondere perché non ha accettato?

Articolo scritto da Michael Sfaradi - Gerusalemme

Fonte notizia: http://www.ynetnews.com/articles/0,7340,L-4496215,00.html

 


ISRAELE ALLA UE: ''TERRORISTI ASSASSINI NELLE NOSTRE CARCERI TRATTATI MEGLIO DEI DELINQUENTI NELLE VOSTRE IN EUROPA''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Israele   Italia   UE   carceri   terroristi   visita   ministero degli Esteri   palestinesi   provocazione    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DALLE PAROLE AI FATTI A TEMPO DI RECORD: IL DECRETO SICUREZZA A FIRMA SALVINI APPROVATO OGGI DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI

DALLE PAROLE AI FATTI A TEMPO DI RECORD: IL DECRETO SICUREZZA A FIRMA SALVINI APPROVATO OGGI DAL

lunedì 24 settembre 2018
"Sicurezza e Immigrazione, alle 12.38 il Consiglio dei ministri approva all'unanimita'! Sono felice". Con un post su Facebook il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo SALVINI, ha annunciato
Continua
 
DANIMARCA: PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (OMOLOGO DEL PD) SULL'IMMIGRAZIONE SI SCHIERA SU POSIZIONI NAZIONALISTE

DANIMARCA: PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (OMOLOGO DEL PD) SULL'IMMIGRAZIONE SI SCHIERA SU POSIZIONI

lunedì 24 settembre 2018
LONDRA   - Sono passate poche settimane da quando il parlamento danese ha vietato l'uso del burka ma adesso i legislatori danesi vogliono andare oltre con l'obiettivo di porre fine al
Continua
PRIMA L'ITALIA / NUOVA SERIE DI INCHIESTE CHE SVELANO LE BUFALE PROPALATE DA UE E BCE: LA FAMIGERATA ''REGOLA'' DEL 3%

PRIMA L'ITALIA / NUOVA SERIE DI INCHIESTE CHE SVELANO LE BUFALE PROPALATE DA UE E BCE: LA

giovedì 20 settembre 2018
In questi giorni è tutto un fiorire di accuse e critiche al governo italiano da parte di oligarchi ue e dei loro lacché nazionali. La cosa non deve sorprendere: il governo gialloverde
Continua
 
GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA FONTANA: ''BISOGNA CERCARE DI CAMBIARE L'EUROPA: PIU' ATTENZIONE AI POPOLI E ALLE AUTONOMIE''

GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA FONTANA: ''BISOGNA CERCARE DI CAMBIARE L'EUROPA: PIU' ATTENZIONE AI

mercoledì 19 settembre 2018
MILANO - Autonomie locali ed Europa è stato il tema al centro del convegno 'A glocal vision for the future of Europe', summit organizzato dall'Ecr , l'European conservatives & reformist
Continua
RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO COMBINATO DA MIO PADRE

RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO

martedì 18 settembre 2018
MILANO - L'assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, in una nota commenta la notizia di una ragazza pachistana, che ha inviato una lettera alla
Continua
 
NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO VINO MARSALA CINESE

NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO

martedì 18 settembre 2018
I dazi imposti dal presidente Trump alla Cina fanno emergere la concorrenza sleale, oltre che la pessima qualità dei prodotti, messa in atto dal gigante asiatico anche ai danni dell'Italia.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
C'E' UNA VIA DI SALVEZZA PER L'ITALIA (RIMANENDO NELL'EURO) MA BANKSTERS E OLIGARCHI UE NON LA PERMETTERANNO.

C'E' UNA VIA DI SALVEZZA PER L'ITALIA (RIMANENDO NELL'EURO) MA BANKSTERS E OLIGARCHI UE NON LA
Continua

 
«Non vale una lira. Euro, sprechi, follie: così l’Europa ci affama» Cos'è? Il nuovo libro (da leggere) di Mario Giordano

«Non vale una lira. Euro, sprechi, follie: così l’Europa ci affama» Cos'è? Il nuovo libro (da
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

REGIONE LOMBARDIA - DELIBERA ASSESSORE AL BILANCIO CAPARINI:65

24 settembre - MILANO - Approvata in Giunta regionale la delibera proposta
Continua

35 EURO CADA AFRICANO AL GIORNO SARANNO RIDOTTI (RISPARMIO 1,5

24 settembre - ''I 35 euro a migrante stanziati per l'accoglienza verranno rivisti in
Continua

SALVINI: ''CONSIGLIO MINISTRI APPROVA IL DECRETO SICUREZZA''

24 settembre - ROMA - ''DecretoSicurezza, alle 12.38 il Consiglio dei Ministri approva
Continua

SALVINI: MANOVRA CORAGGIOSA ED ESPANSIVA. LO CHIEDONO GLI

23 settembre - ''In queste ultime settimane ho avuto modo di fare alcune chiacchierate
Continua

ATTILIO FONTANA: SIAMO IN GRADO DI FARE LE OLIMPIADI 2026 BENE E

22 settembre - ''Noi abbiamo dato la disponibilita' e non abbiamo nessun problema.
Continua

L'OCSE NON DEVE INTROMETTERSI NELLE SCELTE DI UN PAESE SOVRANO QUAL

20 settembre - ''L'Ocse non deve intromettersi nelle scelte di un Paese sovrano che il
Continua
IN URSS SE NON ERI COMUNISTA ERI ''PAZZO''. GIUDICI FRANCESI FANNO LA STESSA COSA

IN URSS SE NON ERI COMUNISTA ERI ''PAZZO''. GIUDICI FRANCESI FANNO

20 settembre - PARIGI - Marine Le Pen insorge contro la decisione di una giudice, che
Continua

SALVINI: EUROPA NON DEV'ESSERE PROFITTO SPECULAZIONE PRIVILEGI DI

20 settembre - Il presidente francese Emmanuel Macron ''dal gennaio dell'anno scorso ha
Continua

ENNESIMA PRESA PER I FONDELLI DA PARTE DELLA UE SUI ''MIGRANTI''

20 settembre - SALISBURGO - ''L'importante è che ci sia un'ampia partecipazione al
Continua

UNGHERIA: L'ONU DIFFONDE BUGIE SULL'UNGHERIA NON SAREMO MAI UN

19 settembre - GINEVRA - Il ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjarto ha accusato
Continua
Precedenti »