67.620.659
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ISRAELE ALLA UE: ''TERRORISTI ASSASSINI NELLE NOSTRE CARCERI TRATTATI MEGLIO DEI DELINQUENTI NELLE VOSTRE IN EUROPA''

martedì 11 marzo 2014

GERUSALEMME - Il Ministro degli Esteri dello Stato ebraico ha indicato all’ambasciatore israeliano accreditato presso la UE di informare le nazioni europee che le visite presso gli istituti di pena israeliani per esaminare le condizioni dei detenuti palestinesi saranno consentite solo dopo che una delegazione israeliana si recherà in visita nelle carceri europee. 

L’Europa da anni persegue la politica di demonizzazione  e  delegittimazione di Israele e qualcuno a Gerusalemme deve aver perso definitivamente la pazienza visto il cambiamento di rotta che sta avvenendo nei confronti di Bruxelles. 

Il Ministro degli Esteri Avigdor Lieberman, infatti, ha assunto un nuovo approccio per arginare i tentativi europei di interferire con gli eventi in Israele e con il conflitto regionale, e ha deciso di usare le stesse tattiche fin qui adottate, a senso unico, nei confronti di Israele.

Quando la settimana scorsa il presidente della commissione affari esteri del Parlamento europeo Elmar Brok si è rivolto all’ambasciatore israeliano presso l'Unione Europea David Walzer per chiedere il lasciapassare per una speciale delegazione del Parlamento Europeo per esaminare le condizioni di detenzione dei prigionieri palestinesi in Israele ha avuto una spiacevole sorpresa. 

La sua richiesta è arrivata al ministero degli esteri e Lieberman ha incaricato l'ambasciatore di rispondere che il permesso sarebbe stato accordato solo in cambio di un analogo lasciapassare a una delegazione israeliana che vorrebbe visitare le carceri europee e verificare lo stato dei detenuti.

Solo dopo la visita della delegazione israeliana gli europei sarebbero stati autorizzati. 

Una fonte all'interno dell'ufficio del Ministro degli Esteri ha fatto trapelare la notizia che la visita della delegazione europea in Israele era stata pre-coordinata con i palestinesi che cercavano di condurre una campagna anti-israeliana sulla questione dei prigionieri.

La stessa fonte ha messo in chiaro che c’era da parte europea il desiderio di creare un pretesto e  pubblicare conclusioni che erano già pronte per innescare una condanna annunciata.

L’intento israeliano era anche quello di mettere in luce un particolare di grande importanza, e cioè che terroristi che si sono macchiati di orrendi delitti sono tenuti in prigionia in Israele in condizioni decisamente migliori di quelle che godono in certe nazioni europee detenuti per delinquenza comune.

Una risposta da parte europea alla richiesta israeliana non è ancora pervenuta ed è facile credere che tutto passerà ora nel dimenticatoio.

Ma una domanda rimane nell’aria, se l’Europa non ha nulla da nascondere perché non ha accettato?

Articolo scritto da Michael Sfaradi - Gerusalemme

Fonte notizia: http://www.ynetnews.com/articles/0,7340,L-4496215,00.html

 


ISRAELE ALLA UE: ''TERRORISTI ASSASSINI NELLE NOSTRE CARCERI TRATTATI MEGLIO DEI DELINQUENTI NELLE VOSTRE IN EUROPA''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Israele   Italia   UE   carceri   terroristi   visita   ministero degli Esteri   palestinesi   provocazione    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
C'E' UNA VIA DI SALVEZZA PER L'ITALIA (RIMANENDO NELL'EURO) MA BANKSTERS E OLIGARCHI UE NON LA PERMETTERANNO.

C'E' UNA VIA DI SALVEZZA PER L'ITALIA (RIMANENDO NELL'EURO) MA BANKSTERS E OLIGARCHI UE NON LA
Continua

 
«Non vale una lira. Euro, sprechi, follie: così l’Europa ci affama» Cos'è? Il nuovo libro (da leggere) di Mario Giordano

«Non vale una lira. Euro, sprechi, follie: così l’Europa ci affama» Cos'è? Il nuovo libro (da
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »