70.714.676
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ALLE EUROPEE CENTRODESTRA-SINISTRA CANDIDANO ''IL MEGLIO'': DA MASTELLA A DE MITA, DA SCAJOLA A D'ALEMA (TUTTI PRO-EURO)

lunedì 10 marzo 2014

Mentre anche la lista Tsipras attira critiche per la selezione dei candidati, i partiti italiani si preparano, come consuetudine, ad esportare in Europa il 'meglio' della nostra politica. Se dovesse andare male l'esperienza fra Bruxelles e Strasburgo, c'è sempre la possiblità fra qualche anno di riciclarsi nuovamente in Italia, com'è accaduto a Riccardo Nencini (PSI), condannato lo scorso anno a restituire al Parlamento europeo qualcosa come 455mila euro di "spese di viaggio e assistenza" indebitamente accreditate nel periodo in cui svolgeva il ruolo di europarlamentare (1994-1999). Oggi Nencini è addirittura viceministro delle Infrastrutture, il dicastero degli Impresentabili (Lupi, Incalza, De Caro).

Presunti rottamati, impresentabili, vecchi rappresentanti della Prima Repubblica, politici che sembravano 'finiti' fino a pochi mesi fa. Procediamo con ordine, perchè la lista è lunga.

8 legislature in Parlamento, due in Europa, ex ministro della Giustizia (promotore di un disegno di legge bavaglio sulle intercettazioni approvato alla Camera senza che un deputato votasse contro), democristiano nella Prima Repubblica, un po' di qua e un po' di là nella Seconda, imputato con la moglie e altri dirigenti UDEUR nel procedimento sulla presunta gestione clientelare dell'ARPAC (Agenzia Regionale per l'Ambiente in Campania). Si, parliamo proprio di Clemente Mastella, reduce da cinque anni in Europa con il PDL, ora potrebbe essere ricandidato dal partito di Silvio Berlusconi.

Potrebbe tornare Claudio Scajola, due volte ministro dei governi Berlusconi e due volte dimissionario, già ministro dell'Interno. Le prime dimissioni arrivano nel 2002, per aver dato del "rompicoglioni" a Marco Biagi, assassinato dalle nuove Brigate Rosse. Fu richiamato al governo durante il quarto esecutivo del Cavaliere, allo Sviluppo Economico. Si dimise per la famigerata vicenda della casa al Colosseo "pagata a sua insaputa" dall'architetto Zampolini. Scajola è stato recentemente assolto in primo grado perchè "il fatto non costituisce reato". Il fatto è provato  (il milione di euro versato da Zampolini, che ha patteggiato la pena), ma non sarebbe stato provato il "dolo eventuale". Come Mastella anche Scajola è un reduce della Prima Repubblica, già sindaco di Imperia targato DC nei primi anni Ottanta.

A proposito di Prima Repubblica: perchè negare un nuovo giro in Europa a Ciriaco De Mita, che fece il primo ingresso nel Parlamento italiano esattamente 51 anni fa (nel 1963)? Il nome del'86enne De Mita (già candidato ed eletto nel 2009 con l'UDC di Casini e Cesa) potrebbe essere inserito in una delle tante liste di 'centro'. De Mita è un marchio di successo, come dimostra il nipote Giuseppe, già assessore della giunta Caldoro in Campania, poi portato da Scelta Civica a Montecitiorio. Se nonno Ciriaco dovesse segnare il passo, potrebbe lasciare il posto alla figlia Antonia.

Ma anche in casa centrosinistra ci sono possibili riciclati di lusso. A cominciare da Massimo D'Alema, 'costretto' da Renzi a non candidarsi alle Politiche del 2013 (come Walter Veltroni), l'ancora influente leader che ha visto arrivare al Tesoro Padoan, l'ex presidente della sua fondazione Italianieuropei e suo consigliere negli anni a Palazzo Chigi (1998-2000), potrebbe tornare a Bruxelles dopo l'esperienza dal 2004 al 2006. Se Renzi non dovesse cedere (non lo vuole candidato PD), potrebbe trovare spazio o con i Socialisti Francesi o con l'SPD in Germania. Dovrebbe trovare posto invece Goffredo Bettini, nome 'pesante' per la sinistra della Capitale, già coordinatore nazionale della fallimentare esperienza di Walter Veltroni alla guida del PD. 

Infine, anche se le sue quotazioni vengono date in ribasso, c'è la possibilità che torni in pista anche Antonio Di Pietro. L'Italia dei Valori è praticamente scomparsa, cinque anni dopo l'exploit proprio alle Europee quando, trascinata dalle candidature 'forti' di Sonia Alfano e Luigi De Magistris, il partito ottenne il suo massimo storico: l'8 per cento. Vorrebbe essere candidato in tutta Italia, ma quel che resta del suo partito ha espresso contrarietà. Intanto lui ha indossato nuovamente la toga dopo 20 anni, come avvocato di parte civile nel procedimento sulla compravendita dei senatori in corso a Napoli, che vede Silvio Berlusconi imputato per corruzione. 

Fonte notizia it.ibtimes.com - che ringraziamo.


ALLE EUROPEE CENTRODESTRA-SINISTRA CANDIDANO ''IL MEGLIO'': DA MASTELLA A DE MITA, DA SCAJOLA A D'ALEMA (TUTTI PRO-EURO)




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI ITALIANI NON NE PUO' PIU'.

SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI

martedì 13 agosto 2019
LONDRA - Come ogni anno la commissione europea pubblica i risultati del cosiddetto Eurobarometro, un sondaggio fatto a livello europeo per conoscere il livello di popolarita' dell'Unione
Continua
 
SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA E SALVINI PREMIER!

SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA

venerdì 9 agosto 2019
Governo al capolinea, si va verso la parlamentarizzazione della crisi, con il premier Giuseppe Conte che potrebbe andare in Senato, per la fiducia, con un calendario ancora da decidere. Intanto ieri
Continua
CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA BASTIGLIA S'AVVICINA

CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA

lunedì 5 agosto 2019
LONDRA - I guai sembrano non finire mai per il presidente francese Emmanuel Macron. Non bastassero i gilet gialli adesso ci sono anche i contadini che protestano vivamente contro l'inquilino
Continua
 
ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA L'ITALIA, SEMPRE!

ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA

lunedì 5 agosto 2019
La politica è entrata ufficialmente in vacanza e l’augurio è che sia estremamente vantaggiosa ai 5S per raccogliere le idee ed uscire dal tunnel dell’opposizione interna
Continua
FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE LA BREXIT NEL MONDO

FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE

lunedì 29 luglio 2019
LONDRA - Nigel Farage e' veramente determinato a far uscire la Gran Bretagna dalla UE e lo dimostra il fatto che da molti anni sia in politica con questo scopo prima tramile lo UKIP e adesso col
Continua
 
LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO +13% CREMONA +13,2%

LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO

giovedì 25 luglio 2019
MILANO - Dal cioccolato ai formaggi, dal buon cibo al latte sino alle biciclette, alle barche e agli articoli sportivi. Cresce in maniera esponenziale l'export di prodotti legati al turismo dalla
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
MA RENZI ARRIVERA' ALLE VACANZE ESTIVE? ATTACCO FRONTALE DI SCALFARI SU REPUBBLICA, STAMATTINA.

MA RENZI ARRIVERA' ALLE VACANZE ESTIVE? ATTACCO FRONTALE DI SCALFARI SU REPUBBLICA, STAMATTINA.

 
SE QUESTO E' UN VICE MINISTRO: NENCINI FA BRILLARE IL GOVERNO ITALIANO IN EUROPA! (CONDANNATO A RISARCIRE 456.000 EURO)

SE QUESTO E' UN VICE MINISTRO: NENCINI FA BRILLARE IL GOVERNO ITALIANO IN EUROPA! (CONDANNATO A
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!