52.091.361
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

NO ALLA CHIUSURA DELLA FACOLTA' DI MEDICINA A MILANO - PROTESTA STUDENTI E DOCENTI

martedì 30 aprile 2013

Milano - Nuova giornata di protesta all'universita' Vita-Salute San Raffaele di Milano. Anche oggi e' previsto il blocco dell'attivita' didattica, stabilito ieri dai professori in appoggio alla protesta degli studenti che ieri hanno occupato gli uffici del rettorato e quelli amministrativi al secondo piano del Dibit 2.

La mattinata e' cominciata con l'assemblea degli studenti di medicina intorno alle 10 nel Ciborio, la grande sala al piano terra del Dibit 2 che don Luigi Verze' aveva pensato come il cuore dell'ateneo. Proprio questo spazio ricco di elementi simbolici, come la maxi elica del Dna che scende giu' dalla cupola, e che ieri e' stata oggetto di lanci di carta igienica, e' diventato il teatro della protesta, che oggi si mettera' in movimento. Alle 13 - non piu' alle 9.45 come programmato, per evitare accavallamenti con una riunione riguardante l'altro fronte, quello del personale dell'ospedale - e' prevista una marcia dei ragazzi (e sembra anche di diversi professori, secondo quanto riferisce il preside della Facolta' di medicina Massimo Clementi) all'interno della struttura di via Olgettina.

Direzione Cascina, la casa adiacente al complesso del San Raffaele dove vive il presidente dell'ateneo, Raffaella Voltolini, con le fedelissime del sacerdote-manager, le Sigille dell'Associazione Monte Tabor. Sugli striscioni messaggi come 'Non valiamo zero posti' e slogan che invocano la tutela dell'indipendenza dell'universita'. "Noi chiediamo solo che qualcuno si prenda carico della questione, che risolva il nostro disagio", sottolinea Vito Cucchiara, rappresentante degli studenti.

Dopo la marcia i ragazzi torneranno in assemblea per decidere come proseguire la protesta. Per il momento, spiega Clementi, il blocco dell'attivita' didattica e' previsto anche per giovedi' e venerdi'. Salvo telefonate decisive da Roma. "Ci aspettiamo segnali. Sappiamo che c'e' stata attenzione alla nostra causa". Anche se questi sono i giorni in cui il Governo, al quale i docenti si sono appellati, sta affrontando il passaggio di consegne. Le attivita' didattiche sospese "saranno poi recuperate", assicura Clementi.

Per quanto riguarda gli specializzandi, precisa ancora Clementi, "si organizzeranno in turni per evitare che la protesta abbia conseguenze sul piano assistenziale". L'universita' e' compatta. "Ieri - racconta il preside di Medicina - durante la riunione dei professori sono stati ascoltati gli studenti e c'e' stata un'adesione unanime da parte dei docenti alla loro protesta". In quella sede e' stato messo nero su bianco l'appello dei docenti al Governo (e alla Regione Lombardia), in una lettera partita nel tardo pomeriggio di ieri. Obiettivo: ottenere il commissariamento dell'ateneo e lo scioglimento del Cda.

Quanto al 'mediatore' fra proprieta' dell'ospedale e vertici dell'ateneo, Luigi Fiorentino, incaricato dall'ex ministro Francesco Profumo, "non abbiamo ancora avuto contatti con lui" dopo i decreti del Miur che hanno portato alla mancata assegnazione dei posti per le matricole nei corsi di Medicina e Odontoiatria (posti al momento 'congelati') e all'aggregazione della Vita-Salute ad altre universita' statali lombarde per le scuole di specialita'. "Vorremmo capire - ripete Clementi - se ha qualche potere nella sua attivita' o e' solo un mediatore, perche' siamo sfiduciati e dubitiamo che un'operazione di questo tipo possa avere successo". In attesa di risposte, prosegue l'occupazione degli studenti, dopo qualche turbolenza. Ieri, infatti, raccontano i ragazzi, la Digos ha chiesto di sgomberare gli uffici amministrativi occupati. Gli studenti hanno scelto di liberare i locali, spostandosi di qualche metro rimanendo sul piano e bloccando ugualmente l'accesso agli uffici. adnkronos

red


NO ALLA CHIUSURA DELLA FACOLTA' DI MEDICINA A MILANO - PROTESTA STUDENTI E DOCENTI




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA FABBRICA CROLLATA IN BANGLADESH (376 OPERAI MORTI SOTTO LE MACERIE) LAVORAVA ANCHE PER BENETTON DENUNCIA L'HERALD SUN

LA FABBRICA CROLLATA IN BANGLADESH (376 OPERAI MORTI SOTTO LE MACERIE) LAVORAVA ANCHE PER BENETTON
Continua

 
UN CONTO CORRENTE SU CINQUE, IN ITALIA, HA MENO DI 1.000 EURO DEPOSITATI, E IL 58% NE HA MENO DI 5.000

UN CONTO CORRENTE SU CINQUE, IN ITALIA, HA MENO DI 1.000 EURO DEPOSITATI, E IL 58% NE HA MENO DI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA NUOVA DESTRA TEDESCA DI ALTERNATIVA PER LA GERMANIA SALE ALL'11%

22 settembre - BERLINO - A due giorni dal voto in Germania i sondaggi indicano una
Continua

INPS, DATI ORRIBILI: 76% DEGLI ASSUNTI NEL 2017 HA UN POSTO DI

21 settembre - In Italia ''si registra un'ulteriore compressione dell'incidenza dei
Continua

LA BCE SCHIANTA IL GOVERNO PD SUL LAVORO: CALO DISOCCUPAZIONE NON

21 settembre - FRANCOFORTE - Il giudizio è tranciante e di sicuro non farà piacere al
Continua

STRANIERO CERCA DI VIOLENTARE UNA RAGAZZA IERI IERI SERA A MILANO

21 settembre - MILANO - Un romeno di 31 anni con numerosi precedenti, tra cui una
Continua

PORTUALI DI BARCELLONA RIFIUTANO SERVIZI A NAVI DELLA POLIZIA:

21 settembre - BARCELLONA - I lavoratori portuali di Barcellona hanno deciso di non
Continua

MATTEO SALVINI: ''TOTALE SOLIDARIETA' AI 14 ARRESTATI IN CATALOGNA.

20 settembre - ''Totale solidarieta' ai 14 cittadini arrestati in Catalogna dal governo
Continua

RESISTENZA PER LE VIE DI BARCELLONA: MIGLIAIA DI PERSONE OCCUPANO

20 settembre - BARCELLONA - Migliaia di persone sono scese in piazza a Barcellona per
Continua

APPELLO ALLA RESISTENZA DEL PRESIDENTE DELLA CATALOGNA CONTRO IL

20 settembre - BARCELLONA - Appello alla resistenza del presidente della Catalogna
Continua

GUARDIA CIVIL OCCUPA SEDI DEL GOVERNO CATALANO, FOLLA IN PIAZZA

20 settembre - BARCELLONA - Sono almeno dieci le persone arrestate - 12 dicono fonti
Continua

SPAGNA PRECIPITA NELLA DITTATURA: ARRESTATI 12 MEMBRI DEL GOVERNO

20 settembre - BARCELLONA - Arriva la notizia che la Guardia Civil spagnola ha
Continua
Precedenti »