89.461.562
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

INCHIESTA / DE BENEDETTI, SORGENIA, RENZI: INTRALLAZZI DI AZIENDE DECOTTE CON I SOLDI DI BANCHE DISSESTATE. E' L'ITALIA

mercoledì 5 marzo 2014

Dietro la questione Bankitalia c’è anche altro, ovvero proprio il nodo scorsoio del “capitalismo di sistema” su cui da decenni si basa questo Paese, nemico come nessuno del libero mercato nel senso più nobile e ampio del termine e invece sempre avvezzo alla logica delle amicizie.

Già, perché dietro a quei soldi e dietro all’arrivo stile Speedy Gonzales di Matteo Renzi a Palazzo Chigi c’è dell’altro e quell’altro si chiama Sorgenia, la società attiva nell’energia di proprietà del gruppo Cir - che fa capo alla famiglia di Carlo De Benedetti - sempre più vicina al dissesto finanziario e che casualmente si appresta a essere salvata proprio dalle banche che l’hanno sostenuta con linee di credito che sfiorano i 2 miliardi di euro (1,9 per essere precisi), denaro che ovviamente la società non è in grado di restituire, nella migliore tradizione del capitalismo cialtrone italiano, quello che privatizza gli utili e socializza le perdite (mai battuta fu più fulminante e da incidere nella pietra di quella espressa da Stefano Ricucci per descrivere certi imprenditori nostrani e la loro attitudine a giocare con il didietro altrui).

E come si fa? In un Paese civile, Sorgenia porterebbe i libri in tribunale, andando incontro al fallimento (hanno fatto fallire Lehman Brothers in America), ma in Italia no, nel nostro beneamato Paese c’è sempre una soluzione per gli amici, una via d’uscita in nome del “capitalismo di sistema”. Dopo che lo scorso dicembre l’amministratore delegato, Andrea Magoni, aveva chiesto alle banche una moratoria fino a luglio, rivelando contestualmente che la società aveva «autonomia finanziaria di circa un mese», ecco la soluzione geniale all’orizzonte. Essendo invischiate nella brutta esperienza dell’azienda dei De Benedetti, le principali banche italiane (Intesa, Unicredit, Monte dei Paschi di Siena, Ubi Banca, Banca popolare di Milano, Banco Popolare), tutte prone in passato nel concedere linee di credito molto generose all’Ingegnere (la sola ormai fallita Mps è attiva con 600 milioni ed è azionista della società con l’1,21%), ecco che arriva il salvagente: le banche convertiranno il credito in azioni. Di fatto, di un’azienda sul filo del fallimento e con debiti per 2 miliardi.

E cosa chiedono in cambio di questo regalo le banche a Sua Maestà con residenza in Svizzera e tessera numero uno del Pd? Che nella ricapitalizzazione di Sorgenia, Cir versi una cifra tra i 200 e i 300 milioni, il doppio o il triplo di quanto la holding sembra disposta a mettere sul tavolo, appena 100 milioni. Il tutto, a fronte di un assegno da 500 milioni firmato da Silvio Berlusconi che Carlo De Benendetti si è messo in tasca per la vicenda del cosiddetto “lodo Mondadori”! Già bruciati tutti i soldini, caro Ingegnere? Proprio oggi è previsto un nuovo incontro tra le banche creditrici e il board della società, mentre dopodomani si terrà il consiglio di amministrazione di Sorgenia che dovrebbe sbloccare del tutto la situazione d’impasse e quindi il rischio di fallimento.

Comunque sia, sembra che nessuna delle banche creditrici, a fronte del regalino governativo su cui la Commissione Ue ora vuole vederci chiaro, potrà dire no al convertendo in azioni di 500 milioni degli 1,9 miliardi di debiti: strana coincidenza, a occuparsi della faccenda per la Cir c’è la solita e intramontabile banca Rotschild. La quale potrebbe anche dover approntare scenari più estremi, che comunque garantirebbero per l’ennesima volta a De Benedetti di vedersi tolte le castagne dal fuoco da parte degli amici “di sistema”: ovvero, le banche potrebbero diventare le azioniste di maggioranza del gruppo di energia, in caso di mancato accordo, tanto più che il socio austriaco della Cir, Verbund (che detiene il 49% di Sorgenia), si è sfilato e non è disposto a mettere mano al portafoglio. Quindi, in caso si arrivi a questo scenario, svalutazione a zero della partecipazione da parte di Cir, con gli istituti di credito costretti a tramutarsi in azionisti di un’azienda decotta ma di proprietà di un amico che va aiutato.

Insomma, mentre i prestiti alle imprese e alle famiglie - lo dice Banca d’Italia, non il sottoscritto - sono crollati di 55 miliardi nel 2013, i soldi per aiutare l’Ingegnere ci sono sempre. Soprattutto quando il governo ti regala 7,5 miliardi di rivalutazione quote di Bankitalia e il buon Matteo Renzi arriva di gran carriera a Palazzo Chigi a fare da garante, come ha reso noto involontariamente il buon Barca nella sua telefonata con il falso Nichi Vendola. Per una volta tifo Ue, sperando che la Commissione scriva la parola “fine” a certi intrallazzi del capitalismo cialtrone italiano e imponga anche ai padreterni come De Benedetti le regole del vero libero mercato: Sorgenia deve fallire, perché è fallita. Punto. Ma non andrà così, si chiama “capitalismo di sistema”. Si traduce, nella vita di tutti i giorni, in collusione e rendita di potere.

Disse una volta Gianni Agnelli: «Questo Paese avrebbe bisogno di una Thatcher». Se così fosse stato, lui sarebbe diventato un elettrauto di Torino in due anni, senza aiuti pubblici. E De Benedetti, dopo aver fatto fallire qualsiasi cosa abbia toccato, avrebbe venduto nastri bicolore per le Olivetti - quelli che Fantozzi regala alla signorina Silvani cercando di circuirla - porta a porta in tutto il Nord Ovest. Invece sono ancora lì, a dettare le regole dell’economia di questo Paese dai cosiddetti “salotti buoni”.

Articolo scritto da Mauro Bottarelli per  ilsussidiario.net - che ringraziamo


INCHIESTA / DE BENEDETTI, SORGENIA, RENZI: INTRALLAZZI DI AZIENDE DECOTTE CON I SOLDI DI BANCHE DISSESTATE. E' L'ITALIA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Sorgenia   De Benedetti   Renzi   banca d'Italia   Ubi Banca   Unicredit   Banco Popolare    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO PORTA A PORTA: LEGA IN CRESCITA E AMPIAMENTE PRIMO PARTITO, CENTRODESTRA DI GRAN LUNGA PRIMA FORZA IN ITALIA

SONDAGGIO PORTA A PORTA: LEGA IN CRESCITA E AMPIAMENTE PRIMO PARTITO, CENTRODESTRA DI GRAN LUNGA

venerdì 22 gennaio 2021
Tre ipotesi sul tavolo e in tutti tre i casi il centrodestra sarebbe in vantaggio. E' quanto testato nel sondaggio di Alessandra Ghisleri di Euromedia Research per 'Porta a porta' su tre scenari di
Continua
 
INCHIESTA / SEGRETATI DALLA UE CONTRATTI D'ACQUISTO DEI VACCINI E NIENTE CLAUSOLE DI RESPONSABILITA' LEGALE PER I DANNI

INCHIESTA / SEGRETATI DALLA UE CONTRATTI D'ACQUISTO DEI VACCINI E NIENTE CLAUSOLE DI

martedì 19 gennaio 2021
Il mistero sui vaccini, o meglio, sul loro prezzo, sui contratti firmati dalla Ue per acquistarli, sulla responsabilità legale in caso di effetti collaterali avversi, anzichè
Continua
RICORDATE IL SIGNOR RUTTE, IL PREMIER OLANDESE CHE INSULTO' L'ITALIA? SCANDALO FINANZIARIO LO TRAVOLGE. NUOVE ELEZIONI

RICORDATE IL SIGNOR RUTTE, IL PREMIER OLANDESE CHE INSULTO' L'ITALIA? SCANDALO FINANZIARIO LO

giovedì 14 gennaio 2021
AMSTERDAM - La coalizione di governo guidata dal premier Mark Rutte si riunira' domani per decidere se rassegnare le dimissioni a fronte delle crescenti polemiche riguardanti il caso di oltre 20mila
Continua
 
LE RAGIONI DI RENZI PER MANDARE A QUEL PAESE CONTE

LE RAGIONI DI RENZI PER MANDARE A QUEL PAESE CONTE

martedì 12 gennaio 2021
Il nostro giornale ospita in apertura quanto scrive Matteo Renzi. Alcune delle sue posizioni sono apertamente condivisibili, e non temiamo di dirlo pubblicamente: "Il 22 luglio 2020 Italia Viva
Continua
MATTEO SALVINI SCRIVE AL CORRIERE DELLA SERA: ECCO I PROGETTI PER L'ITALIA. SIAMO PRONTI A GOVERNARE

MATTEO SALVINI SCRIVE AL CORRIERE DELLA SERA: ECCO I PROGETTI PER L'ITALIA. SIAMO PRONTI A GOVERNARE

mercoledì 30 dicembre 2020
''Oltre alle vittime, nel nostro Paese più di 72 mila morti per Covid dall'inizio della pandemia, contiamo 390 mila imprese cancellate e più di 200 mila professionisti che hanno cessato
Continua
 
LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE HA NASCOSTO L'EPIDEMIA

LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE

martedì 29 dicembre 2020
Alla fine, le menzogne del regime comunista cinese vengono a galla.  A Wuhan, la città cinese in cui ha avuto origine l'epidemia di coronavirus lo scorso dicembre, i casi di covid
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
MOVIMENTO 5 STELLE: ''CON IL PREGIUDICATELLUM SEGGI ELETTORALI ASSEGNATI AD MINCHIAM'' (CUM TRUFFAM ET RAPINAM VOTANTIS)

MOVIMENTO 5 STELLE: ''CON IL PREGIUDICATELLUM SEGGI ELETTORALI ASSEGNATI AD MINCHIAM'' (CUM TRUFFAM
Continua

 
CONFCOMMERCIO: NUOVO DRAMMATICO CALO DELLE VENDITE IN TUTTI I SETTORI, 2014 INIZIA PEGGIO DEL 2013. ITALIA IN FALLIMENTO

CONFCOMMERCIO: NUOVO DRAMMATICO CALO DELLE VENDITE IN TUTTI I SETTORI, 2014 INIZIA PEGGIO DEL 2013.
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA LOMBARDIA DEVE STARE IN ZONA ARANCIONE, I DATI LO DIMOSTRANO

22 gennaio - ''La Lombardia deve essere collocata in zona arancione. Lo evidenziano i
Continua

SALA PARAGONA LA THUNBERG AD ANNE FRANK DEPORTATA AD AUSCHWITZ, NON

22 gennaio - ''Paragonare Greta Thunberg ad Anne Frank e' un oltraggio alla memoria.
Continua

FDI: COME, I 5S NON VOGLIONO CESA MA SI TENGONO ZINGARETTI, ANCHE

22 gennaio - ''Il ragionamento del Movimento 5 Stelle sia simmetrico: se non si
Continua

131.090 PERSONE HANNO PRESO IL COVID SUL POSTO DI LAVORO (LO SCRIVE

22 gennaio - Le infezioni da nuovo Coronavirus di origine professionale denunciate
Continua

CIAMPOLILLO, LA TRAGEDIA DI UN SENATORE RIDICOLO

20 gennaio - ''Altro che Conte ter, benvenuti nel governo Ciampolillo I. Ammesso al
Continua

LA RUSSIA CHIEDE ALLA UE LA REGISTRAZIONE DEL VACCINO ANTI COVID

20 gennaio - MOSCA - Il Fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif) ha presentato
Continua

E' UFFICIALE: L'EUROZONA E' IN DEFLAZIONE, LE NAZIONI UE SENZA EURO

20 gennaio - A dicembre 2020, il tasso di inflazione annuo dell'eurozona si e'
Continua

CONFCOMMERCIO: PIL GENNAIO 2021 -0,8% E -10,7% DA GENNAIO 2020

19 gennaio - Confcommercio stima per gennaio un calo congiunturale del Pil, al netto
Continua

UDC: NO UNANIME ALLA FIDUCIA A CONTE AL SENATO

18 gennaio - ''La segreteria nazionale Udc, che si e' riunita nel pomeriggio, alla
Continua

AL CENTRODESTRA NON FU PERMESSO DA MATTARELLA FORMARE UN GOVERNO DI

18 gennaio - “Governo di minoranza accettabile? No, nel 2018 non fu permesso a
Continua

VERTICE DEL CENTRODESTRA ALLA CAMERA

18 gennaio - E' in corso a Montecitorio, il vertice del centrodestra per fare il
Continua

MATTEO SALVINI: ''CREDONO DI RISOLVERE QUESTA CRISI AFFIDANDOSI A

18 gennaio - Matteo Salvini: ''Renzi l'ha fatto nascere questo governo e adesso dopo
Continua

NEL 2020 ITALIA IN DEFLAZIONE E' LA TERZA VOLTA DAL 1954 (ALTRE DUE

18 gennaio - ''Nel 2020, la diminuzione dei prezzi al consumo in media d'anno (-0,2%)
Continua

TOTI: SE INVECE DEL CSX FOSSE STATO IL CDX A COMPORTARSI COSI' COME

18 gennaio - ''Vorrei capire cosa sarebbe successo se il centrodestra avesse dato
Continua

ARRIVA SAVIANO E PIERLUIGI BATTISTA LASCIA IL CORRIERE DELLA SERA

18 gennaio - ''Qui cane Enzo sta cercando le parole per dirci che si, dal 31 gennaio
Continua

SALVINI: SE CONTE NON HA IN NUMERI, DUE STRADE: VOTO O GOVERNO DI

18 gennaio - ''Oggi il problema per molte famiglie e' la salute con i vaccini che
Continua

FRANCESCHINI: ''NON BISOGNA VERGOGNARSI DI CERCARE VOTI IN AULA''

14 gennaio - ''In questa legislatura sono nati due governi tra avversari alle
Continua

CENTRODESTRA UNITO: CONTE VENGA IN PARLAMENTO E PRENDA ATTO DELLA

14 gennaio - ''Non c'e' piu' tempo per tatticismi o giochi di potere: il centrodestra
Continua

BERLUSCONI IN OSPEDALE NEL PRINCIPATO DI MONACO, CONDIZIONI SERIE.

14 gennaio - MILANO - E' stato Alberto Zangrillo, medico di fiducia di Silvio
Continua

NUOVO ESSESSORE ALLO SVILUPPO ECONOMICO, GUIDO GUIDESI: RILANCIAMO

14 gennaio - MILANO - ''Dalla prossima settimana mi confronterò con tutti i
Continua
Precedenti »