50.025.218
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ECONOMISTA CANADESE: ''ALL'ORIGINE DELLA MORIA DI BANCHIERI (STRANI SUICIDI, QUATTRO IN UN MESE) GIGANTESCO RICICLAGGIO''.

domenica 2 marzo 2014

TORONTO - CANADA - Un illustre economista anglo canadese Michel Chossudovsky spiega il mistero dei suicidi di banchieri negli ultimi trenta giorni. E la sua, è una scoperta devastante. Leggiamo.

"JPMorgan Chase è architetto segreto di frode, di  corruzione nella più grande truffa finanziaria della storia, seguendo lo Schema Ponzi. Lo scopo è quello di appropriarsi della ricchezza altrui, manipolando il mercato.

Il mese scorso JPMorgan Chase, seguendo il modello Ponzi, ha ammesso di aver facilitato la più grande truffa finanziaria della storia. Sono passate inosservate le attività di Bernie Madoff, che ha sfacciatamente trasformato il suo conto bancario alla JPMorgan Chase in un’operazione di riciclaggio di denaro senza precedenti. Una simile manovra avrebbe fatto scattare l’allarme in qualsiasi altra banca.

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha permesso a JPMorgan Chase di pagare 1,7 miliardi di dollari e di firmare un accordo di impossibilità di procedere, il che significa che nessuno della JPMorgan Chase, anche questa volta, andrà a giudizio. Il grande interrogativo al quale non si può, o non si vuole dare risposta, è quello di sapere come mai gli organi giudiziari, incaricati del rispetto delle regole e della lotta contro il riciclaggio di denaro presso la JPMorgan Chase, abbia potuto ignorare, nel corso degli anni, i passaggi di miliardi di dollari che entravano e uscivano dai conti di Madoff a quelli di Norman Levy.

Anche solo una manovra di questo tipo avrebbe dovuto far partire un’indagine. (Levy è morto, e il fiduciario delle vittime di Madoff ha promosso una causa contro gli eredi.) Per poter portare a termine varie operazioni finanziarie, JPMorgan Chase non solo controlla alcuni politici di alto rango, ma utilizza politici in pensione che esercitano funzioni consultive.

Dopo la carica di Primo Ministro britannico, Tony Blair è stato nominato consigliere di primo piano della JPMorgan Chase. I suoi onorari, benché ricoprisse il ruolo di consulente part-time, sono stati inizialmente fissati alla "modesta" somma di 500.000 sterline l’anno, per poi passare a due milioni di sterline.

Tony Blair è stato criticato per aver sfruttato la sua rete clientelare di relazioni politiche in Gran Bretagna e Medio Oriente per servire gli interessi di JPMorgan Chase. Ha lavorato a stretto contatto con l’amministratore delegato e presidente Jamie Dimon, recentemente oggetto di controversie.

“Noi gestiamo le nostre attività in tutto il mondo”, ha dichiarato Jamie Dimon: “Tony Blair darà ai nostri dirigenti e ai nostri clienti un’unica, inestimabile a prospettiva globale, d’un’importanza cruciale in un periodo difficile come quello attuale. La nostra impresa beneficerà davvero delle sue conoscenze e della sua esperienza”. (Comunicato stampa di JPM, gennaio 2008).

È da notare che nel 2003, dopo l’invasione dell’Irak, con Tony Blair ancora primo ministro, JPMorgan Chase è stata designata a dirigere la Banca commerciale dell’Irak. In breve, Blair è un criminale di guerra che mantiene legami con una rete bancaria fraudolenta.

E ora, i decessi misteriosi di quattro alti dirigenti bancari di Wall Street. Il 28 gennaio scorso, un vicepresidente di JPMorgan Chase nel Regno Unito, Gabriel Magee, “è stato rinvenuto cadavere al nono piano di un palazzo di 33 piani, sede europea della stessa banca, nella sezione Canary Wharf di Londra”.

Il 10 febbraio Ryan Henry Crane, 37 anni, un altro dirigente di primo piano della JPMorgan Chase, è morto in circostanze misteriose. Crane era responsabile della programmazione delle operazioni globali della JPMorgan Chase.

La morte di Crane sopraggiunge dopo “una serie di suicidi”, verificatisi in un lasso di tempo di sei settimane, che coinvolgono tre rinomati bancari, tra cui Gabriel Magee della JPMorgan Chase, l’ex economista della Federal Riserve Mike Dueker, e William Broeksmit, un dirigente senior della Deutsche Bank, trovato “impiccato nella propria abitazione, una morte che apparentemente farebbe pensare ad un suicidio”. Secondo la cronaca, Broeksmit era implicato in un processo sulla manipolazione sul mercato dei cambi.

(Dietro, quindi, vi potrebbe essere questo gigantesco scandalo di riciclaggio internazionale messo in atto dalla JP Morgan Chase).

DI MICHEL CHOSSUDOVSKY - pubblicato da Mondialisation.ca e tradotto da Comedonchisciotte.org - che ringraziamo. 

Nota biografica.

Michel Chossudovsky dopo essersi laureato presso la University of Manchester, in Inghilterra, ottenne un dottorato di ricerca presso la University of North Carolina, negli Stati Uniti; attualmente è professore di economia (emerito) alla University of Ottawa. Chossudovsky è stato visiting professor in molti paesi nell'Europa occidentale, nel sud-est asiatico e in America Latina. Inoltre, è stato membro nel consiglio di diverse organizzazioni internazionali ed è stato consulente per i governi dei paesi in via di sviluppo. Chossudovsky è stato firmatario della dichiarazione di Kuala Lumpur per criminalizzare la guerra. È l'autore di The Globalization of Poverty and The New World Order (2003) and America's "War on Terrorism" (2005). Il suo libro più recente è intitolato Towards a World War III Scenario: The Dangers of Nuclear War (2011).

Il prof. Michel Chossudovsky è presidente e direttore del Centre for Research on Globalization (CRG), un'organizzazione indipendente per la ricerca e l'informazione con sede a Montreal, Canada. CRG gestisce il sito GlobalResearch.ca che promuove un punto di vista critico verso la politica estera degli Stati Uniti e della NATO, così come teorie riguardanti l'attacco dell'11 settembre e la guerra al terrorismo, disinformazione dei media, povertà e diseguaglianza sociale, la crisi economica globale, la politica e la religione. Fa parte del Comitato Scientifico della rivista italiana Geopolitica.


ECONOMISTA CANADESE: ''ALL'ORIGINE DELLA MORIA DI BANCHIERI (STRANI SUICIDI, QUATTRO IN UN MESE) GIGANTESCO RICICLAGGIO''.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

SUICIDI BANCHIERI   JPMORGAN CHASE   SCANDALO   RICICLAGGIO INTERNAZIONALE   TONY BLAIR   USA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA STAMPA TEDESCA E BRITANNICA SOTTOLINEANO IL NAZIONALISMO FRANCESE A DISCAPITO DELL'ITALIA IN LIBIA E GRANDI AFFARI

LA STAMPA TEDESCA E BRITANNICA SOTTOLINEANO IL NAZIONALISMO FRANCESE A DISCAPITO DELL'ITALIA IN

venerdì 28 luglio 2017
Il presidente della Francia, Emmanuel Macron, riferiscono i quotidiani britannici "Financial Times", "The Guardian" e "The Telegraph", e' intervenuto per la prima volta nell'industria nazionalizzando
Continua
 
ANNUNCIO-BOMBA DI MACRON: ''ENTRO L'ESTATE LA FRANCIA CREERA' IN LIBIA HOTSPOT PER SELEZIONARE PROFUGHI DA MIGRANTI''

ANNUNCIO-BOMBA DI MACRON: ''ENTRO L'ESTATE LA FRANCIA CREERA' IN LIBIA HOTSPOT PER SELEZIONARE

giovedì 27 luglio 2017
PARIGI -  Certamente possiede una insospettata capacità diplomatica e lo ha dimostrato con il vertice di Parigi con il premier libico Fayez Serraj e il generale Khalifa Haftar, e
Continua
DER SPIEGEL: ''IL GOVERNO ITALIANO HA RINUNCIATO A PORRE IL VETO AL PROLUNGAMENTO DELLA MISSIONE SOPHIA AL 31.12.2018''

DER SPIEGEL: ''IL GOVERNO ITALIANO HA RINUNCIATO A PORRE IL VETO AL PROLUNGAMENTO DELLA MISSIONE

mercoledì 26 luglio 2017
BERLINO - La missione navale europea Sophia al largo della Libia continuera' fino alla fine del 2018. Lo hanno riferito al settimanale tedesco Der Spiegel fonti diplomatiche, secondo quali l'Italia
Continua
 
DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA CATASTROFE SENZA FINE.

DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA

martedì 25 luglio 2017
Nel secondo trimestre del 2017 sono state 3.190 le aziende che hanno portato i libri in tribunale (facendo così salire a 6.188 il numero nei primi sei mesi dell'anno). Una cifra che, dopo il
Continua
''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PROFONDA FRUSTRAZIONE'' (NEW YORK TIMES)

''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PROFONDA FRUSTRAZIONE''

martedì 25 luglio 2017
NEW YORK - La decisione del governo francese di organizzare oggi a Parigi un incontro tra il premier libico sostenuto dall'Onu, Fayez al Serraj, e il generale Khalifa Haftar, "uomo forte" della Libia
Continua
 
NIENTE ACCOGLIENZA: I CLANDESTINI VENGONO ARRESTATI ED ESPULSI, NEGLI STATI ISLAMICI. ECCO COSA ACCADE IN MALESIA

NIENTE ACCOGLIENZA: I CLANDESTINI VENGONO ARRESTATI ED ESPULSI, NEGLI STATI ISLAMICI. ECCO COSA

lunedì 24 luglio 2017
I mass media non fanno che ripetere fino alla nausea che l'Italia deve accogliere tutti gli immigrati che arrivano e convenientemente ignorano il fatto che altri paesi usano la mano dura per cacciare
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SIAMO A 5: IL NUMERO DI BANCHIERI MORTI IN UN MESE SALE ANCORA E' SCOMPARSO JAMES STUART JR. N°1 DELLA BANK OF COMMERCE

SIAMO A 5: IL NUMERO DI BANCHIERI MORTI IN UN MESE SALE ANCORA E' SCOMPARSO JAMES STUART JR. N°1
Continua

 
AEREO CADUTO MALAYSIA AIRLINE: 4 PASSEGGERI CON PASSAPORTO FALSO, FORSE DUE AEREI COINVOLTI, MISTERO FITTISSIMO.

AEREO CADUTO MALAYSIA AIRLINE: 4 PASSEGGERI CON PASSAPORTO FALSO, FORSE DUE AEREI COINVOLTI,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!