45.126.950
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA SINISTRA TEDESCA A DIFFERENZA DI QUELLA ITALIANA VENDUTA ALL'OLIGARCHIA UE E' PER LA FINE DELL'EURO. INTERVISTA BOMBA

martedì 25 febbraio 2014

In un'intervista a Ziet Online, Sahra Wagenknecht, vicepresidente e portavoce economico di Die Linke ha detto che "L'euro divide l'Europa" e non porta nessun beneficio all'UE. Deve finire. 

ZEIT ONLINE: Signora Wagenknecht, qual'è il maggiore vantaggio dell'Unione Europea, secondo lei?

Sahra Wagenknecht:  Dopo la seconda guerra mondiale, l'Europa unita ha portato pace. Ma fin dal Trattato di Maastricht e dal Trattato di Lisbona, l'Unione Europea si è evoluta verso una direzione che è funzionale soprattutto agli interessi delle grandi imprese e delle banche. (...) L'integrazione riduce il welfare per la maggioranza delle persone in Europa e contemporaneamente fa crescere sentimenti anti-europei. Abbiamo 19 milioni di disoccupati nel sud dell'Europa e una politica di austerità disastrosa, della quale la Commissione Europea è responsabile in quanto parte della troika. Interi paesi sono messi nelle condizioni di non poter reagire e gettati in un abisso sociale.

ZEIT ONLINE: È d'accordo col suo compagno di vita, Oskar Lafontaine, che la Germania dovrebbe ritirarsi dall'euro?

Wagenknecht:  Lui non ha suggerito che la Germania lasci l'euro, ma che si crei un sistema monetario con tassi di cambio stabili e controlli di capitali al posto dell'euro. L'euro così com'è non funziona, ma divide l'Europa.

ZEIT ONLINE: Qual'è l'alternativa? Il ritorno al marco tedesco?

Wagenknecht:  È chiaro che uno scioglimento della moneta unica non deve permettere la speculazione sui tassi di cambio. Ci devono essere delle istituzioni che mantengano stabile il mercato valutario. E servono controlli sui capitali.

ZEIT ONLINE:  Lei argomenta allo stesso modo di Alternative fur Deutschland.

Wagenknecht:  Mi permetto di dissentire. Il leader di AfD è un lobbista neoliberista che per tutta la sua vita ha cercato di abbassare i salari e tagliare il welfare. AfD non è per l'Europa sociale.

ZEIT ONLINE: Die Linke è quindi l'AfD dei poveri?

Wagenknecht:  Questo è un nonsenso. Anche la classe media beneficerebbe di un maggiore Stato sociale e da migliori salari.

ZEIT ONLINE: La fine dell'UE è l'unico messaggio di Die Linke prima del Congresso Europeo?

Wagenknecht:  Questo non è il nostro messaggio. Noi vogliamo un'Europa che sia sociale e democratica e che affronti, per esempio, l'evasione fiscale dei ricchi e delle grandi aziende con imposizioni fiscali uniformi ad alto livello. Speriamo che ci sia presto una resistenza attiva molto più forte da parte dei popoli d'Europa, e che la frustrazione non si scarichi nell'elezione di partiti populisti di destra.

ZEIT ONLINE: Il vostro partito discuterà come gestire le operazioni militari?

Wagenknecht:  Certamente. Trovo che l'attuale dibattito su un maggiore impegno militare da parte della Germania sia inquietante. Abbiamo visto che le operazioni militari a cui abbiamo partecipato, come quella in Afghanistan, non hanno portato alcun beneficio alla gente. Al contrario, hanno finito per causare la morte di migliaia di civili. Gli attivisti umanitari non hanno bisogno delle bombe. I soldati tedeschi non hanno motivo di stare all'estero.

ZEIT ONLINE: Cosa accadrebbe se ci fosse una nuova Srebrenica [genocidio in Bosnia]? I caschi verdi se ne starebbero semplicemente a guardare?

Wagenknecht:  Le guerre non vengono mai fatte per ragioni umanitarie. Guardate come nascono i conflitti, ad esempio in Congo o altrove; i paesi europei hanno fornito armi e fomentato guerre civili. Alcune di esse sono guerre per delega. E poi ci sono i piromani. Questo è ipocrita, ha solo a che vedere con l'accaparramento di materie prime e posizioni geostrategiche.

ZEIT ONLINE:  Tra Die Linke, i Verdi e l'SPD c'è distensione. I leader della Linke e i Verdi si sono incontrati. Il segretario generale dell'SPD, Yasmin Fahimi era aperta ad una coalizione. Una coalizione rosso-rosso-verde è forse prossima?

Wagenknecht:  È una buona cosa che finalmente ci siano degli inviti. Tuttavia rimangono delle distanze politiche significative. Quando guardo alle politiche fatte dall'SPD nella grande coalizione, vedo che si tratta di qualcosa di molto diverso da ciò che noi vogliamo politicamente.

Fonte - Articolo originale: http://www.zeit.de/politik/deutschland/2014-02/europa-wahlkampf-wagenknecht-linke-linkspartei-interview.  - tradotto da Vci dall'Estero - che ringraziamo.


LA SINISTRA TEDESCA A DIFFERENZA DI QUELLA ITALIANA VENDUTA ALL'OLIGARCHIA UE E' PER LA FINE DELL'EURO. INTERVISTA BOMBA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Die Linke   sinistra tedesca   via dall'euro   fine dell'euro   UE   Germania via dall'euro    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA' L'ACQUISTO DI BTP E BOT''

L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA'

venerdì 24 marzo 2017
LONDRA - "L'Unione Europea - osserva il settimanale britannico "The Economist" nella rubrica Charlemagne, dedicata agli affari europei - puo' anche essere una costruzione franco-tedesca, ma quando il
Continua
 
CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA ELETTORALE

CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA

giovedì 23 marzo 2017
WASHINGTON - Le agenzie di intelligence statunitensi hanno davvero intercettato figure della campagna elettorale di Donald Trump e del suo team di transizione presidenziale. Lo ha dichiarato ieri,
Continua
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
 
L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN SEGRETO)

L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN

mercoledì 22 marzo 2017
LONDRA - Il parlamento europeo da sempre e' sotto accusa per il fatto che spreca i soldi dei contribuenti dei Paesi che malauguratamente hanno aderito alla Ue, tuttavia se qualcuno pensa che adesso
Continua
ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO PROCESSO PER USURA!

ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO

mercoledì 22 marzo 2017
Alessandro Profumo finisce sotto processo per usura bancaria, reato molto grave. Il gup del Tribunale di Lagonegro, in provincia di Potenza, ha rinviato a giudizio l'ex presidente di Mps insieme a
Continua
 
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO

lunedì 20 marzo 2017
ROMA - Dire NO alla Ue non basta, va spiegato chiaramente, perchè non è un "atto di fede politica", è la precisa constatazione che la Ue è una minaccia gravissima al
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SANITA' GRECIA / 2.000 PERSONE OGNI GIORNO PERDONO IL DIRITTO AI SERVIZI SANITARI DELLO STATO (DIVENTATI A PAGAMENTO)

SANITA' GRECIA / 2.000 PERSONE OGNI GIORNO PERDONO IL DIRITTO AI SERVIZI SANITARI DELLO STATO
Continua

 
IL GUARDIAN DA' SPAZIO AGLI EUROSCETTICI ITALIANI: ''PIANO B DELL'ITALIA SE FALLISCE IL GOVERNO RENZI USCIRE DALL'EURO''.

IL GUARDIAN DA' SPAZIO AGLI EUROSCETTICI ITALIANI: ''PIANO B DELL'ITALIA SE FALLISCE IL GOVERNO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!