45.090.932
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

DRAGHI FESTEGGIA 437 MILIONI DI EURO LUCRATI SUI BOND DELLA GRECIA, OXFORD E CAMBRIDGE DENUNCIANO CATASTROFE SANITARIA

venerdì 21 febbraio 2014

"In Grecia si assiste a un peggioramento della profonda crisi sanitaria del sistema pubblico di assistenza e cura, causato dai continui tagli al bilancio sanitario: tra il 2009 e il 2011 il budget per gli ospedali pubblici e' stato ridotto del 25%". E' quanto evidenzia un nuovo studio pubblicato su 'Lancet' firmato da studiosi dell'Universita' di Oxford, Cambridge e dalla London School of Hygiene and Tropical Medicine. Secondo i ricercatori all'origine del fenomeno ci "sono gli effetti nocivi dell'austerita' che sta vivendo il Paese - avverte la ricerca - una situazione che ha acuito l'incapacita' dei pazienti di accedere al sistema sanitario e ha inciso pericolosamente sull'aumento dell'incidenza di malattie infettive. Ma a preoccupare e' anche il deterioramento globale della salute mentale della popolazione". Un dato molto significativo e tragico - ricorda lo studio - e' l'impennata dei suicidi, aumentati del 45% tra il 2007 e il 2011.

Gli autori hanno scoperto che la Grecia e' il Paese Ue che ha tagliato di piu' in sanita' e oggi la sua spesa pubblica in servizi per la salute e' inferiore a tutti gli altri membri dell'Unione Europea prima del 2004. Il rapido aumento della disoccupazione verificatosi nel 2009 ha avuto effetti disastrosi - stima la ricerca - su circa 800 mila cittadini, che non hanno piu' avuto la possibilita' della copertura sanitaria e la possibilita' cosi' di accedere ai servizi sanitari. Lo studio evidenzia come l'incidenza di alcune malattie infettive "sia aumenta negli anni 'caldi' della crisi: l'infezione da Hiv tra i tossicodipendenti e' cresciuta di 10 volte tra il 2009 e il 2012 - riporta l'analisi - la tubercolosi, sempre tra questi soggetti, e' raddoppiata nel 2013; il tasso di depressi nella popolazione e' aumentato di 2,5 volte tra il 2008 e il 2011. Infine, la mortalita' infantile ha avuto un picco (+43%) tra il 2008 e il 2010".

Secondo David Stuckler, co-autore del lavoro, "il costo dell'austerita' imposta alla Grecia per non uscire dall'Ue e' stato sostenuto principalmente dai cittadini, che sono stati colpiti in maniera devastante dai tagli al settore sanitario. La speranza e' che questo lavoro possa suggerire scelte diverse alla politica e aiutare a dare risposte immediate alla popolazione. Ci sono altri Paesi che hanno superato gravi crisi finanziarie, come l'Islanda e la Finlandia - conclude l'esperto - e questi Stati hanno puntato sul welfare per ripartire. Una possibilita' che anche la Grecia dovrebbe iniziare a valutare".


DRAGHI FESTEGGIA 437 MILIONI DI EURO LUCRATI SUI BOND DELLA GRECIA, OXFORD E CAMBRIDGE DENUNCIANO CATASTROFE SANITARIA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Oxford   Cambridge   inchiesta   indagine   salute   Grecia   Draghi   BCE   povertà   malattie   criminali   disperazione  


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA' L'ACQUISTO DI BTP E BOT''

L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA'

venerdì 24 marzo 2017
LONDRA - "L'Unione Europea - osserva il settimanale britannico "The Economist" nella rubrica Charlemagne, dedicata agli affari europei - puo' anche essere una costruzione franco-tedesca, ma quando il
Continua
 
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO

lunedì 20 marzo 2017
ROMA - Dire NO alla Ue non basta, va spiegato chiaramente, perchè non è un "atto di fede politica", è la precisa constatazione che la Ue è una minaccia gravissima al
Continua
 
SITUAZIONE MPS: TITOLO SOSPESO, VORAGINE DI CREDITI MARCI, UE IMPONE 5.000 LICENZIAMENTI E BANCA A UN PASSO DAL DEFAULT

SITUAZIONE MPS: TITOLO SOSPESO, VORAGINE DI CREDITI MARCI, UE IMPONE 5.000 LICENZIAMENTI E BANCA A

venerdì 17 marzo 2017
Le ultime notizie sul Monte dei Paschi di Siena, la più antica banca del mondo portata sull’orlo del baratro per opera di manager da sempre vicini al principale partito della sinistra
Continua
IL MINISTRO DELL'INTERNO TURCO: ''FACCIAMO SALTARE IN ARIA L'EUROPA, VI MANDIAMO 15.000 MIGRANTI AL MESE''

IL MINISTRO DELL'INTERNO TURCO: ''FACCIAMO SALTARE IN ARIA L'EUROPA, VI MANDIAMO 15.000 MIGRANTI AL

venerdì 17 marzo 2017
ISTANBUL - Il ministro degli Interni turco Suleyman Soylu ha minacciato di "far saltare in aria" l'Europa aprendo le porte della Turchia e inviando 15.000 migranti al mese nel Vecchio continente
Continua
 
SE VINCE MARINE LE PEN... CAMBIERA' L'ITALIA (OLTRE LA FRANCIA): BENEFICO RITORNO ALLA LIRA (ANALISTI FINAZIARI GLOBALI)

SE VINCE MARINE LE PEN... CAMBIERA' L'ITALIA (OLTRE LA FRANCIA): BENEFICO RITORNO ALLA LIRA

lunedì 13 marzo 2017
Se Marine Le Pen dovesse vincere le elezioni presidenziali francesi di aprile e maggio, i mercati reagirebbero con un picco di volatilità per gli asset francesi dovuto all'incertezza e un
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
FUCILATA DELLA ''VOCE DELLA RUSSIA'' / MATTEO RENZI: SE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO, LA SERA UN TRAMONTO DA INCUBO.

FUCILATA DELLA ''VOCE DELLA RUSSIA'' / MATTEO RENZI: SE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO, LA SERA
Continua

 
E' UFFICIALE: LA FRANCIA E' IN DEFLAZIONE. UN SECONDO ''GRANDE MALATO'' DELL'EUROPA DELL'EURO SI AFFIANCA ALL'ITALIA.

E' UFFICIALE: LA FRANCIA E' IN DEFLAZIONE. UN SECONDO ''GRANDE MALATO'' DELL'EUROPA DELL'EURO SI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!