89.492.287
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

PRONTI CONTRO TERMINE E CONTI DEPOSITO: LO SAPETE CHE POTRESTE PERDERE TUTTO SENZA RIMBORSI?

giovedì 20 febbraio 2014

La cosiddetta “finanza ombra”, ovvero la possibilità da parte delle banche di creare denaro dal nulla attraverso la vendita dei finanziamenti erogati ai propri clienti a società di comodo per concederne di nuovi senza avere materialmente denaro in cassa per poterlo fare, non è un affare riservato agli squali della finanza, per cui basterebbe proibirla per ritornare ad un mercato più sano, anzi.

La finanza ombra, con i suoi prodotti strutturati, è penetrata anche nel salvadanaio dei piccoli risparmiatori tradizionalmente poco inclini ad assumersi rischi di perdita di capitale per avere rendimenti alti. E si sono intrufolati con gli strumenti apparentemente più innocui e sicuri per la classica famiglia risparmiatrice.

Stiamo parlando dei conti deposito e dei pronti contro termine.

Sia chiaro, non vogliamo creare inutili allarmismi, ma far comprendere ai lettori come anche strumenti all’apparenza semplici possano nascondere al loro interno strutture estremamente complicate e come il voler semplicemente cancellare i prodotti derivati con un colpo di penna potrebbe avere implicazioni estremamente gravi sul risparmio reale dei cittadini.

I conti deposito sono considerati dei “parcheggi” per la liquidità delle famiglie che in cambio di un vincolo normalmente breve (dai 6 ai 18 mesi), offrono una remunerazione maggiore rispetto al classico conto corrente. Tale vincolo deriva dal fatto che le somme vengono investite in prodotti finanziari da parte della banca che hanno a loro volta una scadenza e che nel corso della loro durata offrono un tasso d’interesse come contropartita. Una parte del tasso viene trattenuta dalla banca ed una parte erogata al cliente del conto deposito. In molti casi, questi investimenti vengono effettuati su strumenti derivati anche ad alto rischio, normalmente su cartolarizzazioni di debiti “ballerini” o su obbligazioni della stessa banca emittente. In caso di fallimento o azzeramento dei titoli sottostanti, il conto deposito è garantito “teoricamente” fino a 100.000 euro. Diciamo teoricamente perché se dovessimo trovarci in presenza di un fallimento sistemico dei prodotti derivati, il fondo di garanzia ben difficilmente sarebbe in grado di coprire tutte le perdite.

Analogo discorso vale per i pronti contro termine, dove il rischio è ancora più elevato perché non esiste alcuna garanzia di restituzione del capitale.

Normalmente l’operazione funziona in questo modo: la banca cede la proprietà di alcuni titoli che ha in portafoglio ad alcuni investitori per un breve arco di tempo (3, 6, 12 mesi), ed alla scadenza li riacquista ad un tasso prefissato, che rappresenta il guadagno per il risparmiatore.

Per lungo periodo i pronti contro termine utilizzavano come sottostante, titoli di stato considerati sicuri per definizione; poi, nel corso del tempo, le banche hanno iniziato ad usare obbligazioni e prodotti strutturati, specie verso fine anno. Per quale motivo? Semplice, cedendo temporaneamente la proprietà del titolo a ridosso del 31/12, le banche hanno così la possibilità di scaricare sui risparmiatori titoli considerati rischiosi, migliorando i propri parametri di qualità e solvibilità in bilancio, dato che quei titoli “per magia” sono scomparsi dal loro patrimonio, per poi ritornarvi tra gennaio e febbraio.

La cosa ancora più sconcertante è che la maggior parte degli interessi di questi prodotti strutturati non viene riconosciuta all’investitore, che si accolla il rischio, ma non il guadagno, se non in parte limitata.

Naturalmente questi prodotti il più delle volte godono delle famose doppie o triple A delle società di rating, quindi considerati assolutamente sicuri, anche se la realtà ha dimostrato l’esatto contrario.

Ribadiamo, non vogliamo scatenare alcun panico ingiustificato, ma evidenziare che alcuni investimenti considerati “sicuri” in realtà lo sono di meno e vanno considerati con maggiore attenzione.

Del pari, dobbiamo necessariamente segnalare che l’opera di bonifica dell’economia dalla finanza ombra e dai suoi prodotti non può essere condotta con repentine cancellazioni ed azzeramenti di titoli, perché questo comporterebbe l’azzeramento del risparmio di milioni di famiglie che tutto possono essere considerate tranne che speculatori incalliti.

L’operazione di “bonifica” dovrebbe partire con gradualità, ponendo divieti a nuove emissioni di strumenti derivati su determinate tipologie di prodotti, passando successivamente per una “emersione” dei veicoli finanziari utilizzati ed infine con la netta separazione tra banche d’investimento e banche generiche, con chiare limitazioni all’uso di strumenti strutturati da parte di queste ultime.

La cancellazione repentina dei vari strumenti derivati, tutto sommato, farebbe più comodo alle banche che ai risparmiatori, in quanto potrebbero eliminare il rischio di insolvenza scaricando l’azzeramento del valore dei prodotti su milioni di piccoli e medi risparmiatori. Infatti le società che emettono i prodotti derivati, pur essendo emanazione delle banche, non compaiono nei loro bilanci, per cui le banche, in caso di azzeramento in forza di legge degli strumenti derivati, non avrebbero obblighi nei confronti dei risparmiatori e le loro società situate nei paradisi fiscali si limiterebbero a chiudere i battenti. Tuttavia, l’azzeramento dei prodotti provocherebbe l’azzeramento del sottostante di molti pronti contro termine (privi di garanzia per i risparmiatori) e di conti depositi (garantiti teoricamente dal fondo di garanzia fino a 100.000), ovvero di strumenti d’investimento prediletti da milioni di piccoli risparmiatori e non certo dai grandi squali della finanza che preferiscono operare su mercati non regolamentati o con transazioni private.

Come sempre, è necessario prestare la massima attenzione  a non gettare il bambino con l’acqua sporca, perché uno simile shock potrebbe rappresentare la fine del mondo occidentale così come lo conosciamo e milioni di persone ridotte alla povertà più assoluta.

Luca Campolongo 

www.sosimprese.info

consulenza@sosimprese.info


PRONTI CONTRO TERMINE E CONTI DEPOSITO: LO SAPETE CHE POTRESTE PERDERE TUTTO SENZA RIMBORSI?




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO PORTA A PORTA: LEGA IN CRESCITA E AMPIAMENTE PRIMO PARTITO, CENTRODESTRA DI GRAN LUNGA PRIMA FORZA IN ITALIA

SONDAGGIO PORTA A PORTA: LEGA IN CRESCITA E AMPIAMENTE PRIMO PARTITO, CENTRODESTRA DI GRAN LUNGA

venerdì 22 gennaio 2021
Tre ipotesi sul tavolo e in tutti tre i casi il centrodestra sarebbe in vantaggio. E' quanto testato nel sondaggio di Alessandra Ghisleri di Euromedia Research per 'Porta a porta' su tre scenari di
Continua
 
INCHIESTA / SEGRETATI DALLA UE CONTRATTI D'ACQUISTO DEI VACCINI E NIENTE CLAUSOLE DI RESPONSABILITA' LEGALE PER I DANNI

INCHIESTA / SEGRETATI DALLA UE CONTRATTI D'ACQUISTO DEI VACCINI E NIENTE CLAUSOLE DI

martedì 19 gennaio 2021
Il mistero sui vaccini, o meglio, sul loro prezzo, sui contratti firmati dalla Ue per acquistarli, sulla responsabilità legale in caso di effetti collaterali avversi, anzichè
Continua
RICORDATE IL SIGNOR RUTTE, IL PREMIER OLANDESE CHE INSULTO' L'ITALIA? SCANDALO FINANZIARIO LO TRAVOLGE. NUOVE ELEZIONI

RICORDATE IL SIGNOR RUTTE, IL PREMIER OLANDESE CHE INSULTO' L'ITALIA? SCANDALO FINANZIARIO LO

giovedì 14 gennaio 2021
AMSTERDAM - La coalizione di governo guidata dal premier Mark Rutte si riunira' domani per decidere se rassegnare le dimissioni a fronte delle crescenti polemiche riguardanti il caso di oltre 20mila
Continua
 
LE RAGIONI DI RENZI PER MANDARE A QUEL PAESE CONTE

LE RAGIONI DI RENZI PER MANDARE A QUEL PAESE CONTE

martedì 12 gennaio 2021
Il nostro giornale ospita in apertura quanto scrive Matteo Renzi. Alcune delle sue posizioni sono apertamente condivisibili, e non temiamo di dirlo pubblicamente: "Il 22 luglio 2020 Italia Viva
Continua
MATTEO SALVINI SCRIVE AL CORRIERE DELLA SERA: ECCO I PROGETTI PER L'ITALIA. SIAMO PRONTI A GOVERNARE

MATTEO SALVINI SCRIVE AL CORRIERE DELLA SERA: ECCO I PROGETTI PER L'ITALIA. SIAMO PRONTI A GOVERNARE

mercoledì 30 dicembre 2020
''Oltre alle vittime, nel nostro Paese più di 72 mila morti per Covid dall'inizio della pandemia, contiamo 390 mila imprese cancellate e più di 200 mila professionisti che hanno cessato
Continua
 
LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE HA NASCOSTO L'EPIDEMIA

LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE

martedì 29 dicembre 2020
Alla fine, le menzogne del regime comunista cinese vengono a galla.  A Wuhan, la città cinese in cui ha avuto origine l'epidemia di coronavirus lo scorso dicembre, i casi di covid
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
MILTON FRIEDMAN (PREMIO NOBEL PER L'ECONOMIA) SCRIVE ''L'EURO E' UN SOVIET: BRUXELLES E FRANCOFORTE AL POSTO DEL MERCATO''

MILTON FRIEDMAN (PREMIO NOBEL PER L'ECONOMIA) SCRIVE ''L'EURO E' UN SOVIET: BRUXELLES E FRANCOFORTE
Continua

 
DIBATTITI / IL PREMIO NOBEL STIGLITZ ''CON LE ELEZIONI EUROPEE VA RIDATA AUTONOMIA AI POPOLI, LA UE NON FUNZIONA

DIBATTITI / IL PREMIO NOBEL STIGLITZ ''CON LE ELEZIONI EUROPEE VA RIDATA AUTONOMIA AI POPOLI, LA UE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA LOMBARDIA DEVE STARE IN ZONA ARANCIONE, I DATI LO DIMOSTRANO

22 gennaio - ''La Lombardia deve essere collocata in zona arancione. Lo evidenziano i
Continua

SALA PARAGONA LA THUNBERG AD ANNE FRANK DEPORTATA AD AUSCHWITZ, NON

22 gennaio - ''Paragonare Greta Thunberg ad Anne Frank e' un oltraggio alla memoria.
Continua

FDI: COME, I 5S NON VOGLIONO CESA MA SI TENGONO ZINGARETTI, ANCHE

22 gennaio - ''Il ragionamento del Movimento 5 Stelle sia simmetrico: se non si
Continua

131.090 PERSONE HANNO PRESO IL COVID SUL POSTO DI LAVORO (LO SCRIVE

22 gennaio - Le infezioni da nuovo Coronavirus di origine professionale denunciate
Continua

CIAMPOLILLO, LA TRAGEDIA DI UN SENATORE RIDICOLO

20 gennaio - ''Altro che Conte ter, benvenuti nel governo Ciampolillo I. Ammesso al
Continua

LA RUSSIA CHIEDE ALLA UE LA REGISTRAZIONE DEL VACCINO ANTI COVID

20 gennaio - MOSCA - Il Fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif) ha presentato
Continua

E' UFFICIALE: L'EUROZONA E' IN DEFLAZIONE, LE NAZIONI UE SENZA EURO

20 gennaio - A dicembre 2020, il tasso di inflazione annuo dell'eurozona si e'
Continua

CONFCOMMERCIO: PIL GENNAIO 2021 -0,8% E -10,7% DA GENNAIO 2020

19 gennaio - Confcommercio stima per gennaio un calo congiunturale del Pil, al netto
Continua

UDC: NO UNANIME ALLA FIDUCIA A CONTE AL SENATO

18 gennaio - ''La segreteria nazionale Udc, che si e' riunita nel pomeriggio, alla
Continua

AL CENTRODESTRA NON FU PERMESSO DA MATTARELLA FORMARE UN GOVERNO DI

18 gennaio - “Governo di minoranza accettabile? No, nel 2018 non fu permesso a
Continua

VERTICE DEL CENTRODESTRA ALLA CAMERA

18 gennaio - E' in corso a Montecitorio, il vertice del centrodestra per fare il
Continua

MATTEO SALVINI: ''CREDONO DI RISOLVERE QUESTA CRISI AFFIDANDOSI A

18 gennaio - Matteo Salvini: ''Renzi l'ha fatto nascere questo governo e adesso dopo
Continua

NEL 2020 ITALIA IN DEFLAZIONE E' LA TERZA VOLTA DAL 1954 (ALTRE DUE

18 gennaio - ''Nel 2020, la diminuzione dei prezzi al consumo in media d'anno (-0,2%)
Continua

TOTI: SE INVECE DEL CSX FOSSE STATO IL CDX A COMPORTARSI COSI' COME

18 gennaio - ''Vorrei capire cosa sarebbe successo se il centrodestra avesse dato
Continua

ARRIVA SAVIANO E PIERLUIGI BATTISTA LASCIA IL CORRIERE DELLA SERA

18 gennaio - ''Qui cane Enzo sta cercando le parole per dirci che si, dal 31 gennaio
Continua

SALVINI: SE CONTE NON HA IN NUMERI, DUE STRADE: VOTO O GOVERNO DI

18 gennaio - ''Oggi il problema per molte famiglie e' la salute con i vaccini che
Continua

FRANCESCHINI: ''NON BISOGNA VERGOGNARSI DI CERCARE VOTI IN AULA''

14 gennaio - ''In questa legislatura sono nati due governi tra avversari alle
Continua

CENTRODESTRA UNITO: CONTE VENGA IN PARLAMENTO E PRENDA ATTO DELLA

14 gennaio - ''Non c'e' piu' tempo per tatticismi o giochi di potere: il centrodestra
Continua

BERLUSCONI IN OSPEDALE NEL PRINCIPATO DI MONACO, CONDIZIONI SERIE.

14 gennaio - MILANO - E' stato Alberto Zangrillo, medico di fiducia di Silvio
Continua

NUOVO ESSESSORE ALLO SVILUPPO ECONOMICO, GUIDO GUIDESI: RILANCIAMO

14 gennaio - MILANO - ''Dalla prossima settimana mi confronterò con tutti i
Continua
Precedenti »