48.414.852
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SALVINI HA INCONTRATO RENZI E SVELA: ''NOI SIAMO PER LA FINE DI EURO E UE. LUI HA DETTO CHE E' SULLA POSIZIONE OPPOSTA''

martedì 18 febbraio 2014

Roma  - "Abbiamo parlato anche più del previsto, siamo andati lunghi...", ma l'esito dele consultazioni tra Matteo Renzi e la Lega nord è negativo: "Non siamo d'accordo su nulla, e "se devo trarre delle conclusioni devo dire che ne esco preoccupato", dice il segretario leghista Matteo Salvini.

 Eppure "ci siamo confrontati sui temi più a cuore, vogliamo giocarci la partita fino in fondo", assicura Salvini. Tuttavia l'elenco dei "motivi di scontro" è lungo: "Siamo partiti dall'Europa e dall'euro, gli ho regalato una copia de 'Il tramonto dell'euro'. Per noi non c'è rilancio dell'economia e del lavoro con l'euro e i vincoli folli della Ue. Renzi ci ha detto che la sua posizione è totalmente diversa dalla nostra, e questo ci rammarica da un certo punto di vista perchè Bruxelles non capisce le mediazioni ma solo la voce forte e solo la minaccia di un'uscita possibile dall'euro può far ripartire la nostra economia".

 Per Salvini, "l'Italia e il Nord sono occupati manu militari da potenze straniere e chi non ha la forza di ridiscutere l'euro, moneta criminale, è complice dell'occupazione del nostro territorio. Non rimettere in discussione questi vincoli è una colpa gravissima".

 Si è passati poi alle riforme: "Non staremo a vedere ma proporremo, su Titolo V e federalismo sfidiamo a completare processo autonomia e li sfidiamo sui costi standard in sanità.

 Quello che temiamo è che invece ci sia la voglia di riaccentrare competenze e soldi. Se Renzi arriverà in Aula per riportare a Roma competenze e soldi non ci siamo e la Lega è dall'altra parte della barricata con più di 500 comuni e le due Regioni che da sole mantengono l'Italia e più di mezza Europa. Su questo la guerra sarà totale".

 Ancora, l'immigrazione: "Renzi ci ha confermato che si va verso uno ius soli temperato ma per noi l'integrazione non si regala e la cittadinanza non si svende ma arriva a fine di un percorso. Se i presupposti sono quelli di oggi, la Lega ne dirà e ne farà delle belle".

 Dal punto di vista fiscale "abbiamo chiesto l'esenzione fiscale totale per tutte le zone colpite da alluvioni e frane. Molti del Pd ci dicono di sì, li sfidiamo ad averlo nero su bianco entro una settimana. Se ci sarà potremo ragionare, se non ci sarà faremo il diavolo a quattro".

 Legge elettorale: "Non ne abbiamo parlato ma abbiamo parlato di abolizione dei prefetti che è uno dei quesiti che presenteremo a marzo. Chiedete a Renzi qual è la sua posizione, avrete belle sorprese dal nostro punto di vista".

 Tirando le somme, "mai abbiamo pensato di dare un voto della Lega a un governo che nasce dal palazzo, men che meno a un governo di sinistra. Se oggi ci avessero stupiti con gli effetti speciali, se avessero detto che l'euro è una stronzata, che vogliono andare avanti sul federalismo, che sull'immigrazione bisogna procedere in maniera diversa, saremmo usciti col sorriso. Ma visto che è il contrario, non ci abbiamo mai pensato. Ma a differenza di M5S abbiamo portato le nostre proposte: siamo pagati per dire cosa fare, non per dire solo dei no. Ma se si va in senso contrario allora rimane la via della battaglia paese per paese".


SALVINI HA INCONTRATO RENZI E SVELA: ''NOI SIAMO PER LA FINE DI EURO E UE. LUI HA DETTO CHE E' SULLA POSIZIONE OPPOSTA''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Salvini   Rezi   euro   UE   incontro   Roma   Pd   Lega.  


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI DANNI) A STATO E CLIENTI

SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI

giovedì 22 giugno 2017
Tanto tuonò che… non piovve, o meglio, piovve sostanza organica sulla testa degli obbligazionisti ed azionisti di Popolare di Vicenza e Venetobanca. In un comunicato ufficiale, si
Continua
 
IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI, QUINDI NON FARA' NULLA)

IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI,

mercoledì 21 giugno 2017
ROMA - L'aula della Camera ha approvato in via definitiva, dopo il precedente sì del Senato, la proposta di legge per l'istituzione di una commissione parlamentare bicamerale d'inchiesta sul
Continua
INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI FUGGITI: FALLIMENTI A BREVE

INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI

lunedì 19 giugno 2017
I tempi stringono attorno al futuro di Popolare Vicenza e Venetobanca, i due istituti di credito che necessitano di circa 1,2 miliardi di euro di risorse per evitare il bail in. Il ministro delle
Continua
 
SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE... (COSTO 480 MILIONI)

SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE...

lunedì 19 giugno 2017
LONDRA - I parassiti di Bruxelles sono bravissimi a sprecare il denaro da loro estorto ai contribuenti Ue per progetti faraonici e quindi non deve sorprendere se adesso vogliono demolire il palazzo
Continua
MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E APPROPRIAZIONE INDEBITA

MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E

giovedì 15 giugno 2017
PARIGI - Si fa difficile in Francia la posizione del ministro della Giustizia, il centrista Francois Bayrou: su questo sono ormai concordi tutti i principali giornali francesi, con i conservatore "Le
Continua
 
LA UE SI SPACCA SUI MIGRANTI: POLONIA, UNGHERIA, SLOVACCHIA E REPUBBLICA CECA SI ALLEANO CONTRO LE MINACCE DI BRUXELLES

LA UE SI SPACCA SUI MIGRANTI: POLONIA, UNGHERIA, SLOVACCHIA E REPUBBLICA CECA SI ALLEANO CONTRO LE

lunedì 12 giugno 2017
Il ministro dell'Interno polacco, Mariusz Blaszczak, ha annunciato che i governi di Polonia, repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria, hanno rifiutato qualsiasi sanzione imposta da Bruxelles ai Paesi
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
PER I MERCATI FINANZIARI GLOBALI IL CAMBIO DI LEADERSHIP IN ITALIA ''VA IGNORATO, NON PRODURRA' SIGNIFICATIVE MODIFICHE''

PER I MERCATI FINANZIARI GLOBALI IL CAMBIO DI LEADERSHIP IN ITALIA ''VA IGNORATO, NON PRODURRA'
Continua

 
DIBATTITI / L'ILLUSTRE ECONOMISTA ALBERTO BAGNAI SMONTA LE MENZOGNE SULL'EURO: ''NON E' RIFORMABILE BISOGNA FARLO MORIRE''

DIBATTITI / L'ILLUSTRE ECONOMISTA ALBERTO BAGNAI SMONTA LE MENZOGNE SULL'EURO: ''NON E' RIFORMABILE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!