44.357.189
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LETTA IN CONFERENZA STAMPA ''ACCOLTELLA RENZI'': ''IO NON ME NE VADO. PROVA A CACCIARMI SE CI RIESCI, TANTI HANNO FALLITO''

mercoledì 12 febbraio 2014

"Se qualcuno ha perso tempo, quello non sono io". Lo dice il premier Enrico Letta motivando il 'ritardo' con cui ha presentato "Impegno Italia" e ricordando che e' dovuto allo slittamento della Direzione Pd che "coerentemente ho atteso come e' giusto che si faccia" perche' "considero fondamentale che Impegno Italia si faccia insieme". Comincia così l'annunciata conferenza stampa di Enrico Letta a Palazzo Chigi, e comincia con uno vero e proprio schiaffone politico al suo segretario, Matteo Renzi. In pratica, Letta accusa Renzi dei "ritardi del governo".

Ed è solo l'antipasto. Ecco cosa ha detto subito dopo: "Il mio governo e' nato in Parlamento e ognuno si deve esprimere e pronunciare nelle sedi appropriate, cioe' i partiti che esprimono i gruppi che votano la fiducia. Ognuno, io e il mio partito con il suo segretario, dobbiamo assumerci le nostre responsabilita'. Chiedo chiarezza. Lo dobbiamo ai cittadini italiani. Ieri mi hanno chiesto se mi dimettevo: le dimissioni non si danno per dicerie o manovre del palazzo, per un retroscena. Il rispetto delle istituzioni merita chiarezza. Chi vuole venire qui al posto mio deve dire cosa vuole fare"

Letta parla ancora di Renza, senza nominarlo in perfetto stile democristiano, minacciandolo: prova a butatrmi giù in Parlamento, se ti riesce. Questa la sostanza politica delle sue parole.

Parole pesanti, di sfida, che Letta prosegue a pronunciare aggiungendo: "Sono orgoglio perche' abbiamo realizzato molto alle condizioni date, rammaricato perche' quelle condizioni difficilissime non ci hanno permesso di realizzare tutto quello che avremmo voluto. Io ho vissuto ogni giorno come se fosse l'ultimo, perche' sono talmente tanti quelli che hanno cercato di cacciarmi da qui che ho lavorato come se ogni giorno fosse l'ultimo". 

Quindi, caro Renzi, accomodati, sembra dire Letta: mettiti in coda con gli altri che ci hanno provato a buttarmi giù dalla torre di palazzo Chigi.  E via subito con un altra stoccata a Renzi: "Ognuno deve assumersi le proprie responsabilita'. Il Pd e il suo segretario devono assumersi le proprie responsabilita'". 

Dopo di che, Letta non riesce a non dire una serie di menzogne clamorose. Eccole: "Abbiamo preso il timone di questo paese quando il paese aveva il segno meno. Domani l'altro l'Istat dara' i dati sulla crescita: oggi il Paese ha il segno piu'. E' una crescita piccola e io penso che sia poco, ma e' fondamentale. Lo spread scende sotto i 200 punti, e per la prima volta dopo anni il debito scende".  Il che, riferito allo spread è falso. La chiusura di oggi: 204,0397 + 2.14% mentre affermare che il debito pubblico stia scendendo è un'affermazione delirante: nel 2012 era al 126,3% del Pil, oggi è al 133,3%. In valore assoluto è arrivato a 2.095,03 miliardi di euro, record storico di ogni tempo. 

Letta con questa conferenza stampa ha eliminato ogni possibilità di un passaggio non traumatico a un nuovo governo a guida Pd. L'altro dato politico è che dopo le parole di questa sera di Letta, appare sempre più probabile una scissione interna al Partito Democratico. le posizioni di Letta e di Renzi sono con ogni evdenza inconciliabili. 

E senza attendere che il "suo partito" gli dica che fare, Letta ha aggiunto: "Credo che la data del termine di 'Impegno Italia' è legata al completamento delle riforme. Quando saremo in grado di fare una legge elettorale, riformati il Senato e il titolo V della Costituzione, allora sarà terminato il lavoro".  Campa cavallo. Anzi, crepa. Renzi a questo punto è stato sfidato in campo aperto, alle votazioni di fiducia di Camera e Senato.

max parisi

 

 


LETTA IN CONFERENZA STAMPA ''ACCOLTELLA RENZI'': ''IO NON ME NE VADO. PROVA A CACCIARMI SE CI RIESCI, TANTI HANNO FALLITO''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Renzi   Letta   governo   programma   Pd   schianto   Senato   Camera    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DJ FABO E' MORTO IN SVIZZERA. AVEVA DECISO DI FARLO, MA IN ITALIA IL SUICIDIO ASSISTITO E' VIETATO

DJ FABO E' MORTO IN SVIZZERA. AVEVA DECISO DI FARLO, MA IN ITALIA IL SUICIDIO ASSISTITO E' VIETATO

lunedì 27 febbraio 2017
Sono 232 le persone che, dal 2015, si sono rivolte all'Associazione Luca Coscioni per chiedere informazioni su come ottenere l'eutanasia all'estero: di queste, 115 si sono poi effettivamente rivolte
Continua
 
GOVERNO SOCIALDEMOCRATICO AUSTRIACO VARA LA LEGGE CHE DA' IL LAVORO PRIMA AI CITTADINI AUSTRIACI, POI AGLI STRANIERI

GOVERNO SOCIALDEMOCRATICO AUSTRIACO VARA LA LEGGE CHE DA' IL LAVORO PRIMA AI CITTADINI AUSTRIACI,

lunedì 27 febbraio 2017
LONDRA - Alcuni mesi fa, il candidato del Freedom Party ha perso le elezioni presidenziali per un soffio ma se qualcuno crede che questo partito abbia perso influenza si sbaglia di grosso visto che
Continua
FRONTEX DENUNCIA: PIU' DI 300.000 AFRICANI GIA' IN LIBIA PRONTI AD ARRIVARE IN ITALIA CON LA COMPLICITA' DELLE ONLUS

FRONTEX DENUNCIA: PIU' DI 300.000 AFRICANI GIA' IN LIBIA PRONTI AD ARRIVARE IN ITALIA CON LA

lunedì 27 febbraio 2017
BRUXELLES - L'agenzia europea Frontex ha avvertito che centinaia di migliaia di migranti, provenienti perlopiu' dall'Africa Occidentale, sono in attesa di imbarcarsi verso l'Italia dalle coste della
Continua
 
FINITO IL PROCESSO A VERDINI (PIU' ALTRI 45 IMPUTATI) CON LE RICHIESTE DI CONDANNA: PER ''L'AMICO DI RENZI'' 11 ANNI

FINITO IL PROCESSO A VERDINI (PIU' ALTRI 45 IMPUTATI) CON LE RICHIESTE DI CONDANNA: PER ''L'AMICO

venerdì 24 febbraio 2017
Quarantacinque imputati, di cui 43 persone e 2 societa', 70 udienze e oltre 3.600 pagine processuali di impianto accusatorio. Sono alcuni dei numeri del processo per il crac dell'ex Credito
Continua
CHE SIATE NAZIONALISTI ECONOMICI, POPULISTI, CONSERVATORI, LIBERTARI, VOGLIAMO POTER CONTARE SU DI VOI (STEPHEN BANNON)

CHE SIATE NAZIONALISTI ECONOMICI, POPULISTI, CONSERVATORI, LIBERTARI, VOGLIAMO POTER CONTARE SU DI

venerdì 24 febbraio 2017
Stephen K. Bannon, capo della strategia della Casa Bianca ed esponente della "Destra alternativa" statunitense ("Alt-Right"), ritenuto il vero ispiratore di molte posizioni espresse dal presidente
Continua
 
TRUMP AFFERMA IL PRIMATO DELLA POLITICA - DEL POPOLO - SULLA BUROCRAZIA E I BANCHIERI. PER QUESTO FA TANTA PAURA ALLA UE

TRUMP AFFERMA IL PRIMATO DELLA POLITICA - DEL POPOLO - SULLA BUROCRAZIA E I BANCHIERI. PER QUESTO

giovedì 23 febbraio 2017
"Il presidente Trump riafferma il primato della politica sulla finanza". A dirlo in un'intervista con Labitalia Maurizio Primanni, ceo di Excellence Consulting, società di consulenza nel
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
MICIDIALE ELENCO DI ITALICHE NEFANDEZZE DECLAMATO DA BEPPE GRILLO. (DAVVERO STRAORDINARIO)

MICIDIALE ELENCO DI ITALICHE NEFANDEZZE DECLAMATO DA BEPPE GRILLO. (DAVVERO STRAORDINARIO)

 
''LA COMMISSIONE EUROPEA E' PURO AUTORITARISMO NEO-FEUDALE. QUESTA DITTATURA VA ABBATTUTA'' (NOAM CHOMSKY)

''LA COMMISSIONE EUROPEA E' PURO AUTORITARISMO NEO-FEUDALE. QUESTA DITTATURA VA ABBATTUTA'' (NOAM
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!