56.269.522
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LETTA IN CONFERENZA STAMPA ''ACCOLTELLA RENZI'': ''IO NON ME NE VADO. PROVA A CACCIARMI SE CI RIESCI, TANTI HANNO FALLITO''

mercoledì 12 febbraio 2014

"Se qualcuno ha perso tempo, quello non sono io". Lo dice il premier Enrico Letta motivando il 'ritardo' con cui ha presentato "Impegno Italia" e ricordando che e' dovuto allo slittamento della Direzione Pd che "coerentemente ho atteso come e' giusto che si faccia" perche' "considero fondamentale che Impegno Italia si faccia insieme". Comincia così l'annunciata conferenza stampa di Enrico Letta a Palazzo Chigi, e comincia con uno vero e proprio schiaffone politico al suo segretario, Matteo Renzi. In pratica, Letta accusa Renzi dei "ritardi del governo".

Ed è solo l'antipasto. Ecco cosa ha detto subito dopo: "Il mio governo e' nato in Parlamento e ognuno si deve esprimere e pronunciare nelle sedi appropriate, cioe' i partiti che esprimono i gruppi che votano la fiducia. Ognuno, io e il mio partito con il suo segretario, dobbiamo assumerci le nostre responsabilita'. Chiedo chiarezza. Lo dobbiamo ai cittadini italiani. Ieri mi hanno chiesto se mi dimettevo: le dimissioni non si danno per dicerie o manovre del palazzo, per un retroscena. Il rispetto delle istituzioni merita chiarezza. Chi vuole venire qui al posto mio deve dire cosa vuole fare"

Letta parla ancora di Renza, senza nominarlo in perfetto stile democristiano, minacciandolo: prova a butatrmi giù in Parlamento, se ti riesce. Questa la sostanza politica delle sue parole.

Parole pesanti, di sfida, che Letta prosegue a pronunciare aggiungendo: "Sono orgoglio perche' abbiamo realizzato molto alle condizioni date, rammaricato perche' quelle condizioni difficilissime non ci hanno permesso di realizzare tutto quello che avremmo voluto. Io ho vissuto ogni giorno come se fosse l'ultimo, perche' sono talmente tanti quelli che hanno cercato di cacciarmi da qui che ho lavorato come se ogni giorno fosse l'ultimo". 

Quindi, caro Renzi, accomodati, sembra dire Letta: mettiti in coda con gli altri che ci hanno provato a buttarmi giù dalla torre di palazzo Chigi.  E via subito con un altra stoccata a Renzi: "Ognuno deve assumersi le proprie responsabilita'. Il Pd e il suo segretario devono assumersi le proprie responsabilita'". 

Dopo di che, Letta non riesce a non dire una serie di menzogne clamorose. Eccole: "Abbiamo preso il timone di questo paese quando il paese aveva il segno meno. Domani l'altro l'Istat dara' i dati sulla crescita: oggi il Paese ha il segno piu'. E' una crescita piccola e io penso che sia poco, ma e' fondamentale. Lo spread scende sotto i 200 punti, e per la prima volta dopo anni il debito scende".  Il che, riferito allo spread è falso. La chiusura di oggi: 204,0397 + 2.14% mentre affermare che il debito pubblico stia scendendo è un'affermazione delirante: nel 2012 era al 126,3% del Pil, oggi è al 133,3%. In valore assoluto è arrivato a 2.095,03 miliardi di euro, record storico di ogni tempo. 

Letta con questa conferenza stampa ha eliminato ogni possibilità di un passaggio non traumatico a un nuovo governo a guida Pd. L'altro dato politico è che dopo le parole di questa sera di Letta, appare sempre più probabile una scissione interna al Partito Democratico. le posizioni di Letta e di Renzi sono con ogni evdenza inconciliabili. 

E senza attendere che il "suo partito" gli dica che fare, Letta ha aggiunto: "Credo che la data del termine di 'Impegno Italia' è legata al completamento delle riforme. Quando saremo in grado di fare una legge elettorale, riformati il Senato e il titolo V della Costituzione, allora sarà terminato il lavoro".  Campa cavallo. Anzi, crepa. Renzi a questo punto è stato sfidato in campo aperto, alle votazioni di fiducia di Camera e Senato.

max parisi

 

 


LETTA IN CONFERENZA STAMPA ''ACCOLTELLA RENZI'': ''IO NON ME NE VADO. PROVA A CACCIARMI SE CI RIESCI, TANTI HANNO FALLITO''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Renzi   Letta   governo   programma   Pd   schianto   Senato   Camera    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD ALL'SPD, TUTTA UNA RAPINA

LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD

giovedì 11 gennaio 2018
BERLINO - Il possibile aumento dell'aliquota fiscale massima da parte di una nuova grande coalizione - preteso dal socialdemocratico SPD  per formare il nuovo governo - preoccupa molto i
Continua
 
CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA EUROPA CRESCONO (+2,4%)

CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA

mercoledì 10 gennaio 2018
La ripresa in Italia non c'è, anzi il Paese continua la discesa verso la povertà di massa. La prova sta nel continuo e inarrestabile calo del valore degi immobili, in assoluta contro
Continua
CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR. L'ALZHEIMER NON E' IMBATTIBILE

CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR.

martedì 9 gennaio 2018
Le patologie neurodegenerative riguardano in Italia 1 milione 200 mila persone, di cui circa 800 mila hanno l'Alzheimer. "L'opinione diffusa che non ci siano speranze se ci si ammala e' vera, ma solo
Continua
 
CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA (O SALTANO UE E EURO)

CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA

lunedì 8 gennaio 2018
"Il centrodestra vincerà le elezioni. Lo dicono tutti i sondaggi: uniti siamo tra il 37 e il 40%; il Movimento 5 stelle è staccato al 26-28%; quel che resta del Pd di Renzi sprofonda al
Continua
IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN DURO DEL FPOE!

IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN

sabato 16 dicembre 2017
VIENNA - I nazionalisti vanno al governo in Austria, finalmente. E non solo, Vienna batte Berlino sul tempo, dato che in Germania un qualsiasi nuovo governo è ancora ben al di là
Continua
 
POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE IMPORCI. PUNTO E BASTA

POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE

giovedì 14 dicembre 2017
BRUXELLES - Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria (noti anche come "Paesi Vysegrad") sono pronti a dare tutto il contributo economico possibile all'Italia, ma non accetteranno mai
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
MICIDIALE ELENCO DI ITALICHE NEFANDEZZE DECLAMATO DA BEPPE GRILLO. (DAVVERO STRAORDINARIO)

MICIDIALE ELENCO DI ITALICHE NEFANDEZZE DECLAMATO DA BEPPE GRILLO. (DAVVERO STRAORDINARIO)

 
''LA COMMISSIONE EUROPEA E' PURO AUTORITARISMO NEO-FEUDALE. QUESTA DITTATURA VA ABBATTUTA'' (NOAM CHOMSKY)

''LA COMMISSIONE EUROPEA E' PURO AUTORITARISMO NEO-FEUDALE. QUESTA DITTATURA VA ABBATTUTA'' (NOAM
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

CALDEROLI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO ESPELLEREMO TUTTI I CLANDESTINI

12 gennaio - ''Due immigrati clandestini, un nigeriano e un marocchino, martedi'
Continua

FACEBOOK CENSURA LE NOTIZIE, LE SINISTRE GLOBALI NON RIESCONO A

12 gennaio - Facebook ha introdotto cambiamenti radicali all'algoritmo che ci fa
Continua

TUTTO IL CENTRODESTRA SOSTIENE ATTILIO FONTANA: CONFERENZA STAMPA A

11 gennaio - MILANO - 'Al lavoro!Piu' Lombardia. Fontana presidente' e' la scritta in
Continua

BRUNETTA: ''PRONTO IL PROGRAMMA DEL CENTRODESTRA. LO PRESENTEREMO

11 gennaio - ''Nella giornata di oggi chiuderemo il lavoro, positivo e proficuo, del
Continua

MACRON STA PER PRESENTARE LEGGE SULL'IMMIGRAZIONE DI STAMPO

11 gennaio - PARIGI - Il presidente francese Emmanuel Macron si prepara alla prova
Continua

MATTEO SALVINI: ''AVREI PREFERITO CHE MARONI SI RICANDIDASSE, MA HA

11 gennaio - MILANO - ''MARONI mi ha detto di avere fatto in Lombardia tutto quello
Continua

BERLUSCONI: ATTILIO FONTANA CANDIDATO PRESIDENTE IN LOMBARDIA VA

10 gennaio - MILANO - ''Non c'è nulla che ci allontana da Salvini che ha indicato un
Continua

LE SOFFERENZE DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO CONTINUANO INESORABILI

10 gennaio - A novembre 2017 - ultimo dato disponibile - le sofferenze nette sui
Continua

BERLUSCONI: ''MAI UN GOVERNO DI LARGHE INTESE COL PD. MAI''

9 gennaio - ''Non c'e' mai stata e non ci sara' neanche in futuro'' la possibilita'
Continua

CLAUDIO BORGHI: ''APPENA LA LEGA AL GOVERNO, PREPARERA' LA

9 gennaio - ''Un secondo dopo che la Lega siederà al Governo, metterà in atto
Continua
Precedenti »