46.434.181
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LETTA IN CONFERENZA STAMPA ''ACCOLTELLA RENZI'': ''IO NON ME NE VADO. PROVA A CACCIARMI SE CI RIESCI, TANTI HANNO FALLITO''

mercoledì 12 febbraio 2014

"Se qualcuno ha perso tempo, quello non sono io". Lo dice il premier Enrico Letta motivando il 'ritardo' con cui ha presentato "Impegno Italia" e ricordando che e' dovuto allo slittamento della Direzione Pd che "coerentemente ho atteso come e' giusto che si faccia" perche' "considero fondamentale che Impegno Italia si faccia insieme". Comincia così l'annunciata conferenza stampa di Enrico Letta a Palazzo Chigi, e comincia con uno vero e proprio schiaffone politico al suo segretario, Matteo Renzi. In pratica, Letta accusa Renzi dei "ritardi del governo".

Ed è solo l'antipasto. Ecco cosa ha detto subito dopo: "Il mio governo e' nato in Parlamento e ognuno si deve esprimere e pronunciare nelle sedi appropriate, cioe' i partiti che esprimono i gruppi che votano la fiducia. Ognuno, io e il mio partito con il suo segretario, dobbiamo assumerci le nostre responsabilita'. Chiedo chiarezza. Lo dobbiamo ai cittadini italiani. Ieri mi hanno chiesto se mi dimettevo: le dimissioni non si danno per dicerie o manovre del palazzo, per un retroscena. Il rispetto delle istituzioni merita chiarezza. Chi vuole venire qui al posto mio deve dire cosa vuole fare"

Letta parla ancora di Renza, senza nominarlo in perfetto stile democristiano, minacciandolo: prova a butatrmi giù in Parlamento, se ti riesce. Questa la sostanza politica delle sue parole.

Parole pesanti, di sfida, che Letta prosegue a pronunciare aggiungendo: "Sono orgoglio perche' abbiamo realizzato molto alle condizioni date, rammaricato perche' quelle condizioni difficilissime non ci hanno permesso di realizzare tutto quello che avremmo voluto. Io ho vissuto ogni giorno come se fosse l'ultimo, perche' sono talmente tanti quelli che hanno cercato di cacciarmi da qui che ho lavorato come se ogni giorno fosse l'ultimo". 

Quindi, caro Renzi, accomodati, sembra dire Letta: mettiti in coda con gli altri che ci hanno provato a buttarmi giù dalla torre di palazzo Chigi.  E via subito con un altra stoccata a Renzi: "Ognuno deve assumersi le proprie responsabilita'. Il Pd e il suo segretario devono assumersi le proprie responsabilita'". 

Dopo di che, Letta non riesce a non dire una serie di menzogne clamorose. Eccole: "Abbiamo preso il timone di questo paese quando il paese aveva il segno meno. Domani l'altro l'Istat dara' i dati sulla crescita: oggi il Paese ha il segno piu'. E' una crescita piccola e io penso che sia poco, ma e' fondamentale. Lo spread scende sotto i 200 punti, e per la prima volta dopo anni il debito scende".  Il che, riferito allo spread è falso. La chiusura di oggi: 204,0397 + 2.14% mentre affermare che il debito pubblico stia scendendo è un'affermazione delirante: nel 2012 era al 126,3% del Pil, oggi è al 133,3%. In valore assoluto è arrivato a 2.095,03 miliardi di euro, record storico di ogni tempo. 

Letta con questa conferenza stampa ha eliminato ogni possibilità di un passaggio non traumatico a un nuovo governo a guida Pd. L'altro dato politico è che dopo le parole di questa sera di Letta, appare sempre più probabile una scissione interna al Partito Democratico. le posizioni di Letta e di Renzi sono con ogni evdenza inconciliabili. 

E senza attendere che il "suo partito" gli dica che fare, Letta ha aggiunto: "Credo che la data del termine di 'Impegno Italia' è legata al completamento delle riforme. Quando saremo in grado di fare una legge elettorale, riformati il Senato e il titolo V della Costituzione, allora sarà terminato il lavoro".  Campa cavallo. Anzi, crepa. Renzi a questo punto è stato sfidato in campo aperto, alle votazioni di fiducia di Camera e Senato.

max parisi

 

 


LETTA IN CONFERENZA STAMPA ''ACCOLTELLA RENZI'': ''IO NON ME NE VADO. PROVA A CACCIARMI SE CI RIESCI, TANTI HANNO FALLITO''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Renzi   Letta   governo   programma   Pd   schianto   Senato   Camera    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA RIVOLUZIONE FISCALE DI TRUMP CHE ANDREBBE BENISSIMO ANCHE ALL'ITALIA (SOLO SE ESCE DALLA PRIGIONE DELL'EURO)

LA RIVOLUZIONE FISCALE DI TRUMP CHE ANDREBBE BENISSIMO ANCHE ALL'ITALIA (SOLO SE ESCE DALLA

giovedì 27 aprile 2017
WASHINGTON - Donald Trump l'ha definita "grandiosa". Il suo consigliere economico la considera "un'opportunità che capita una volta per generazione". Il segretario al Tesoro Mnuchin crede che
Continua
 
FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG: ''174.000 MIGRANTI CRIMINALI: STUPRI DI GRUPPO +106% OMICIDI +14% 193.000 REATI VIOLENTI''

FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG: ''174.000 MIGRANTI CRIMINALI: STUPRI DI GRUPPO +106% OMICIDI +14%

giovedì 27 aprile 2017
BERLINO - La relazione sui crimini commessi in Germania nel 2016, presentata lunedi' scorso dal ministro dell'Interno Thomas de Maizière, non conteneva di fatto alcuna buona notizia, giusto
Continua
DATI UFFICIALI DEI FALLIMENTI IN ITALIA NEL 1° TRIMESTRE 2017: SONO TERRIFICANTI, 2 FALLIMENTI OGNI ORA, +36% DAL 2009

DATI UFFICIALI DEI FALLIMENTI IN ITALIA NEL 1° TRIMESTRE 2017: SONO TERRIFICANTI, 2 FALLIMENTI

mercoledì 26 aprile 2017
Fallimenti delle imprese italiane, numeri da spavento. Nei primi tre mesi del 2017 sono state infatti 2.998 le aziende italiane che hanno portato i libri in tribunale, il 16,8% in meno rispetto ad un
Continua
 
IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN COMBUTTA CON LE ONG

IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN

mercoledì 26 aprile 2017
I giornali e l'informazione in Italia ignorano la notizia, ma è di una estrema gravità. Così, ecco che per apprenderla bisogna leggere i quotidiani tedeschi, benchè
Continua
PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI DETENZIONE IN FRONTIERA

PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI

lunedì 24 aprile 2017
LONDRA - Nei mesi scorsi l'Ungheria e' stata fortemente criticata per aver creato campi in cui tenere immigrati e richiedenti asilo ma il governo ungherese non si e' fatto intimidire e ha continuato
Continua
 
E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E PIANI CRIMINALI

E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E

venerdì 21 aprile 2017
Le principali ONG impegnate nel traffico di africani verso l'Italia sono: Moas, Jugend Rettet, Stichting Bootvluchting, Médecins sans frontières, Save the children, Proactiva Open Arms,
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
MICIDIALE ELENCO DI ITALICHE NEFANDEZZE DECLAMATO DA BEPPE GRILLO. (DAVVERO STRAORDINARIO)

MICIDIALE ELENCO DI ITALICHE NEFANDEZZE DECLAMATO DA BEPPE GRILLO. (DAVVERO STRAORDINARIO)

 
''LA COMMISSIONE EUROPEA E' PURO AUTORITARISMO NEO-FEUDALE. QUESTA DITTATURA VA ABBATTUTA'' (NOAM CHOMSKY)

''LA COMMISSIONE EUROPEA E' PURO AUTORITARISMO NEO-FEUDALE. QUESTA DITTATURA VA ABBATTUTA'' (NOAM
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!