47.461.282
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

DANIMARCA: IL GOVERNO DI SINISTRA SVENDE SOCIETA' STATALE DELL'ENERGIA A GOLDMAN SACHS! (PEZZO DELLA MAGGIORANZA VA VIA)

giovedì 30 gennaio 2014

COPENAGHEN - In un giorno solo Goldman Sachs diventa la protagonista di una crisi di governo in Danimarca e di una denuncia depositata a Londra dal fondo sovrano della Libia. Sul primo fronte, la commissione finanziaria del Parlamento di Copenaghen ha approvato la vendita del 19% nell'utility Dong Energy a fondi controllati dalla banca americana. La decisione e' stata presa nonostante grida pubbliche di protesta che hanno portato il partito socialista (Socialistisk Folkeparti, SF) a dimettersi dalla coalizione tripartitica di governo. La dipartita di SF lascia la coalizione di sinistra guidata dai social-democratici del primo ministro Helle Thorning-Schmidt (la prima donna a ricoprire questo posto nel Paese e diventata famosa di recente grazie al "selfie" con Obama e il premier inglese Cameron durante le esequie di Nelson Mandela) in una posizione delicata in quanto i due partiti rimasti hanno vinto solo un terzo dei seggi alle elezioni del 2011. Le critiche vertono sul fatto che a Goldman Sachs siano stati attribuiti poteri di veto a cui nessun altro azionista ha diritto. In pratica Dong potra' cambiare amministratore delegato o direttore finanziario, compiere un'ampia acquisizione o emettere nuovi titoli solo con il via libera della banca. 

Per quanto riguarda la Libia, il fondo sovrano accusa la banca di avere "sfruttato" la limitata esperienza finanziaria dei dipendenti del fondo stesso, abbindolati talvolta con "piccoli doni come dopobarba e cioccolato", per portarlo ad assumere rischi che hanno trasformato gli investimenti eseguiti in perdite ma in guadagni per Goldman. Nella denuncia, depositata all'High Court britannica la settimana scorsa dalla Libyan Investment Authority (Lia) ma emersa solo oggi, si sostiene che Goldman Sachs si sia avvantaggiata della relazione che aveva sin dal 2007 con il fondo guadagnandosi la "fiducia" dei suoi gestori. Nell'ottica di creare "legami personali e professionali forti", la banca ha assunto come stagista nei suoi offici di Londra e Dubai il fratello di Mustafa Mohamed Zarti, il vicedirettore esecutivo di Lia. Il risultato: grandi investimenti e operazioni di trading da 1 miliardo di dollari "non documentate" che hanno garantito al gruppo americano profitti stimati in 350 milioni. Si tratta di trading di derivati legati all'azionario che Goldman ha effettuato per conto del fondo nel 2008 e che sono scaduti nel 2011 causando a Lia una perdita. "Quando Lia ha ricevuto [in ritardo le debite informazioni sulle operazioni di trading] e ha iniziato a comprendere la vera natura dei trade incriminati, e' diventato chiaro che la fiducia in Goldman Sachs e' stata abusata", ha dichiarato in una nota il fondo libico. "Mentre Goldman Sachs stava orchestrando queste transazioni ingiustamente sfruttatrici, ha ripetutamente detto a Lia che puntava a una relazione di lungo termine con il fondo stesso, considerato come un partner strategico piuttosto che opportunita' di profitto di breve termine. Questo non era vero". Il gruppo americano ha risposto alle accuse sostenendo che "sono senza merito" e che "si difendera' con forza". 

Fonte: agenzie stampa. 


DANIMARCA: IL GOVERNO DI SINISTRA SVENDE SOCIETA' STATALE DELL'ENERGIA A GOLDMAN SACHS! (PEZZO DELLA MAGGIORANZA VA VIA)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Danimarca   Copenaghen   Obama   Goldman Sachs   società energia   sinistra al caviale.  


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA' L'INVASIONE DELL'ITALIA

LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA'

lunedì 22 maggio 2017
LONDRA - Tutto coloro che sono nauseati dall'arrivo di finti rifugiati sulle coste italiane trasportati dalla LIbia da una sorta di "agenzia viaggi" per metà formata dalla mafie islamiche sul
Continua
 
IL PREMIO PULITZER SEYMOUR M.HERSH PUBBLICO' UN'INCHIESTA BOMBA: NON ASSAD, MA I JIHADISTI USANO I GAS AVUTI DA ERDOGAN

IL PREMIO PULITZER SEYMOUR M.HERSH PUBBLICO' UN'INCHIESTA BOMBA: NON ASSAD, MA I JIHADISTI USANO I

martedì 11 aprile 2017
Pubblichiamo uno straordinario reportage-inchiesta scritto dal  premio Pulitzer Seymour M.Hersh per London Review of Books (http:// www. lrb. co. uk) pubblicato da ‘La
Continua
SEI STATI UE VIETANO ALL'ITALIA PER LA RICOSTRUZIONE DELLE ZONE TERREMOTATE I FONDI DELL'UNIONE EUROPEA (VERGOGNA!)

SEI STATI UE VIETANO ALL'ITALIA PER LA RICOSTRUZIONE DELLE ZONE TERREMOTATE I FONDI DELL'UNIONE

giovedì 30 marzo 2017
Solidarieta' e unita': parole che sono risuonate vuote alla riunione degli ambasciatori dell'Ue, dove sei Paesi - Germania, Finlandia, Danimarca, Austria, Olanda e Svezia - nel giorno della Brexit,
Continua
 
CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA ELETTORALE

CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA

giovedì 23 marzo 2017
WASHINGTON - Le agenzie di intelligence statunitensi hanno davvero intercettato figure della campagna elettorale di Donald Trump e del suo team di transizione presidenziale. Lo ha dichiarato ieri,
Continua
WALL STREET JOURNAL: ''IL GOVERNO ITALIANO INVECE DI COMBATTERE IL TERRORISMO ISLAMICO, CONDANNA I PATRIOTI CHE LO FANNO''

WALL STREET JOURNAL: ''IL GOVERNO ITALIANO INVECE DI COMBATTERE IL TERRORISMO ISLAMICO, CONDANNA I

giovedì 2 marzo 2017
WASHINGTON -  Passata in silenzio in Italia, la notizia invece campeggia sulla prima pagina del Wall Street Journal di oggi. "L'Italia ha ritirato la richiesta di estradizione a carico dell'ex
Continua
 
LA CIA SPIO' MARINE LE PEN SARKOZY HOLLANDE INTROMETTENDOSI NELLE ELEZIONI PRESIDENZIALI DEL 2012 SU ORDINE DI OBAMA

LA CIA SPIO' MARINE LE PEN SARKOZY HOLLANDE INTROMETTENDOSI NELLE ELEZIONI PRESIDENZIALI DEL 2012

venerdì 17 febbraio 2017
WASHINGTON - Tutti i principali partiti politici francesi sono stati spiati dalla Cia durante l'amministrazione Obama, nei sette mesi che hanno portato alle elezioni presidenziali del 2012. Lo ha
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL PENSIERO DI PUTIN: ''LA NUOVA MISSIONE DELL'ITALIA: LIBERARE L'EUROPA'' (TITOLO D'APERTURA DE ''LA VOCE DELLA RUSSIA'')

IL PENSIERO DI PUTIN: ''LA NUOVA MISSIONE DELL'ITALIA: LIBERARE L'EUROPA'' (TITOLO D'APERTURA DE
Continua

 
L'AUTOREVOLE WALL STREET JOURNAL METTE IL DITO NELLA PIAGA: E' LA GERMANIA CHE DEVE FARE LE RIFORME, NON SOLO GLI ALTRI.

L'AUTOREVOLE WALL STREET JOURNAL METTE IL DITO NELLA PIAGA: E' LA GERMANIA CHE DEVE FARE LE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!