67.692.368
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ANALISTI AMERICANI E RUSSI CONCORDANO: L'EUROPA DELL'EURO POTREBBE CROLLARE NEL 2014. (INDIPENDENTEMENTE DALLE ELEZIONI)

giovedì 30 gennaio 2014

MOSCA - Nel 2014 l’Europa potrebbe crollare. Chi lo sostiene e’ il professor Barry Eichengreen, docente di economia e politologia presso l’Universita’ della Califronia, Berkley, che e’ stato intervistato dal settimanale tedesco Der Spiegel. Eichengreen non e’ un professore qualsiasi: nel passato ha lavorato come consigliere del direttore del Fondo Monetario Internazionale.

La sua previsione si basa su dati oggettivi dell’analisi comparativa dell’economia americana e di quella europea. Per ora, infatti, i risultati di questa analisi non incutono ottimismo. Scrive il nostro osservatore Piotr Iskenderov (giornalista de La Voce della Russia)

L’economia statunitense ha gia’ superato le conseguenze degli anni passati e comincia a crescere, mentre di quella europea non si puo’ dire lo stesso. Tale e’ la tesi centrale di Barry Eichengreen. Inoltre, in Europa si mantiene il pericolo di nuove “bolle” finanziarie – causa principale della crisi globale del 2008-2009. Il professore americano ha fatto presente anche che l’Unione Europea non riesce ancora a lanciare in pieno il meccanismo di vigilanza bancaria, le perturbazioni nel settore bancario continuano, mentre la crescita e’ assai insignificante e tra l’altro non riguarda tutti i paesi.

L’instabilita’ finanziaria e le conseguenti speculazioni continuano a determinare le tendenze economiche in Europa. Non a caso negli ultimi giorni i mercati europei sono stati “positivamente scioccati” dalla decisione della Banca di Turchia che ha aumentato i tassi d’interesse.

Secondo alcuni esperti, le azioni della banca turca potrebbbero portare alla stabilizzazione della situazione in Europa. Tuttavia cio’ non risolvera’ i problemi dell’eurozona, ci ha detto il direttore del Centro di studi europei dell’Istituto IMEMO dell’Accademia delle scienze russa, Aleksej Kuznetsov.

I paesi dell’euro continuano ad avere dei seri problemi, per tanto gli speculatori continueranno a sfruttare le oscillazioni dei titoli. L’Unione Europea e l’eurozona certamente sopravviveranno all’anno in corso, perche’ nel settore bancario rimane comunque notevole il ruolo dello Stato che si assume obblighi di stabilizzazione.

Il professor Boris Rubtsov dell’Accademia finanziaria russa ha ricordato che cio’ e’ gia’ accaduto in Spagna.

I problemi riguardano le banche medie e piccole che certamente compongono una determinata parte del sistema bancario nazionale, ma non sono comunque i giocatori principali. Questi ultimi, di solito, vengono aiutati dallo Stato.

Le azioni intraprese dalla Banca di Turchia, paese gia’ diventato 16ma o forse anche 10ma economia del mondo, sono importanti. Tuttavia il fatto che le sue decisioni abbiano tanta influenza sui mercati europei (ricordiamo che la Turchia non fa parte dell’UE e dell’eurozona) dimostra che l’economia europea continua a seguire la strada delle speculazioni piuttosto che quella dello sviluppo dell’economia reale sulla base della produzione.

Articolo scritto da Petr Iskenderov per La Voce della Russia - che ringraziamo. 


ANALISTI AMERICANI E RUSSI CONCORDANO: L'EUROPA DELL'EURO POTREBBE CROLLARE NEL 2014. (INDIPENDENTEMENTE DALLE ELEZIONI)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Russia   Mosca   Voce della Russia   UE   euro   Turchia   banche   Spagna   Stato   BCE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL TELEGRAPH SVELA LA PERICOLOSITA' PER LA DEMOCRAZIA IN EUROPA DELLA ''POLIZIA SEGRETA UE'' (VEDI TRATTATO DI LISBONA)

IL TELEGRAPH SVELA LA PERICOLOSITA' PER LA DEMOCRAZIA IN EUROPA DELLA ''POLIZIA SEGRETA UE'' (VEDI
Continua

 
IL PENSIERO DI PUTIN: ''LA NUOVA MISSIONE DELL'ITALIA: LIBERARE L'EUROPA'' (TITOLO D'APERTURA DE ''LA VOCE DELLA RUSSIA'')

IL PENSIERO DI PUTIN: ''LA NUOVA MISSIONE DELL'ITALIA: LIBERARE L'EUROPA'' (TITOLO D'APERTURA DE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »