47.314.823
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

DIBATTITI / ALTRO CHE NUOVA LEGGE ELETTORALE: SONO LE ELEZIONI EUROPEE DI MAGGIO CHE DEVONO INTERESSARE GLI ITALIANI

martedì 28 gennaio 2014

Il popolo italiano è quanto di più strano al mondo: è esperto di tutto, in ogni settore dello scibile umano.  Tutti coloro che abitualmente erano commissari tecnici della nazionale di calcio durante i mondiali, divennero esperti skipper durante l’epopea del Moro di Venezia e successivamente di Luna Rossa, parlando di strambate, bompressi e boline come avessero un dodici metri ormeggiato sotto casa da usare abitualmente per andare al lavoro.

Oggi, dopo il patto Renzi Berlusconi sulla legge elettorale e l’abolizione del bicameralismo perfetto, con la proposta di un doppio turno di coalizione con sbarramento differenziato per i partiti aggregati o meno, tutti gli italiani sono divenuti fini costituzionalisti, discutendo accanitamente davanti ad un caffè piuttosto che ad una tastiera di legittimità delle liste bloccate, di adeguatezza o meno del premio di maggioranza o della quota decisa per lo sbarramento. Non intendo affrontare il tema della validità o meno della soluzione proposta dai leader dei due maggiori partiti nazionali, ma soffermarmi su una conseguenza assai più importante, ovvero le prossime elezioni europee.

Con il patto Renzi Berlusconi, gli italiani si sono ripolarizzati tra pro e contro Berlusconi, dimenticandosi di tutto il resto. Contrariamente a quanto avviene all’estero gli italiani non hanno ancora consapevolezza che le elezioni europee rivestono un’importanza  ben maggiore rispetto a quelle nazionali, poiché è a Strasburgo che vengono sempre più retti i fili delle leve economiche e politiche.

Da sempre il parlamento europeo è stato visto dai partiti italiani come il cimitero degli elefanti o il parcheggio per i trombati, ma oggi diviene fondamentale eleggere persone dotate, con solida preparazione tecnica e possibilmente con una ottima conoscenza della lingua inglese e francese, cosa che fino ad ora si è visto ben raramente. Non possiamo permetterci il lusso di mandare a Strasburgo persone che necessitino di interpreti e traduzioni per capire i testi di legge, commentarli e modificarli, fare questo significherebbe semplicemente essere in balia degli altri stati.

Del pari sarebbe auspicabile si superasse la contrapposizione “destra-sinistra” e si aprisse un serio dibattito tra chi è a favore di questo modello di UE e dell’euro e chi vuole tornare alla sovranità monetaria e desidera un’Europa dei popoli e non degli eurocrati. Questi sono i due autentici blocchi ideologici attuali: tutto il resto è retaggio di un passato lontano.

Gli italiani devono informarsi, capire quali movimenti vogliano riacquisire la sovranità monetaria e politica, svincolandosi dalla morsa mortale della troika ue-bce-fmi e chi invece, come Monti e Letta ad esempio, ritengono che cedere tutti i poteri a Strasburgo e massacrare i cittadini di tasse e tagli al sistema del benessere sia la cura di tutti i mali.

Su queste tematiche occorre che vi sia un dibattito serio, approfondito e che ognuno sia in grado di farsi la propria idea ed opinione.

Noi abbiamo più volte ribadito che l’unica via di salvezza per questo paese sia il ritorno alla sovranità monetaria ed un fortissimo ridimensionamento dei poteri degli eurocrati di Strasburgo e Bruxelles, con la reintroduzione di tutta una serie di dazi per neutralizzare la concorrenza sleale di paesi dove i diritti umani e dell’ambiente sono tutt’altro che rispettati ed evitare che il metodo “elettrolux” possa diventare paradigma di riferimento per tutti.

Gli italiani devono decidere se vogliono ritrovare il benessere perduto o scivolare verso una povertà senza via di uscita. I paesi dell’ex blocco sovietico, Ungheria in testa, hanno una visione chiara: hanno sconfitto la dittatura comunista e non hanno la minima intenzione di cadere in quella degli eurocrati. 

Le elezioni europee di maggio sono l’ultima chiamata per la libertà e su questo gli italiani devono riflettere: tutte le altre discussioni, in questo momento, sono assolutamente secondarie.

Luca Campolongo

www.sosimprese.info

consulenza@sosimprese.info

 


DIBATTITI / ALTRO CHE NUOVA LEGGE ELETTORALE: SONO LE ELEZIONI EUROPEE DI MAGGIO CHE DEVONO INTERESSARE GLI ITALIANI




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
GOVERNO UNGHERESE TAGLIA LE TASSE E AUMENTA GLI AIUTI A FAMIGLIE, SCUOLA E SICUREZZA (CON RAPPORTO DEBITO-PIL AL 2,4%)

GOVERNO UNGHERESE TAGLIA LE TASSE E AUMENTA GLI AIUTI A FAMIGLIE, SCUOLA E SICUREZZA (CON RAPPORTO

mercoledì 24 maggio 2017
LONDRA - In diverse occasioni abbiamo parlato di miracolo economico ungherese perche', al contrario delle nazioni dell'area euro, l'Ungheria ha ridotto le tasse e le bollette di luce, acqua, gas e
Continua
 
VI SIETE SCORDATI DI MPS, POPOLARE DI VICENZA E VENETO BANCA? LA UE-BCE NO: LA PRIMA FORSE SI SALVA LE ALTRE DUE KAPUTT

VI SIETE SCORDATI DI MPS, POPOLARE DI VICENZA E VENETO BANCA? LA UE-BCE NO: LA PRIMA FORSE SI SALVA

mercoledì 24 maggio 2017
La vicenda delle tre banche italiane da salvare, MPS, BPVI e VenetoBanca sembra assumere sempre più i contorni della farsa se non della tragedia. Mentre i tedeschi hanno sistemato le loro
Continua
LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA' L'INVASIONE DELL'ITALIA

LA DANIMARCA SBARRA LE FORNTIERE AI ''MIGRANTI'': BLOCCO SARA' ATTIVO FINCHE' LA UE NON FERMERA'

lunedì 22 maggio 2017
LONDRA - Tutto coloro che sono nauseati dall'arrivo di finti rifugiati sulle coste italiane trasportati dalla LIbia da una sorta di "agenzia viaggi" per metà formata dalla mafie islamiche sul
Continua
 
SONDAGGIO IN GRAN BRETAGNA: IL 68% DEI CITTADINI ORA E' FAVOREVOLE ALLA BREXIT! SOLO IL 22% E' RIMASTO CONTRARIO

SONDAGGIO IN GRAN BRETAGNA: IL 68% DEI CITTADINI ORA E' FAVOREVOLE ALLA BREXIT! SOLO IL 22% E'

giovedì 18 maggio 2017
LONDRA - E' passato quasi un anno da quando il 52% dei cittadini britannici ha votato per far uscire la Gran Bretagna dalla UE, ma sarebbe un grave errore pensare che molti si siano pentiti di aver
Continua
ITALIA PROSSIMA ALLA BANCAROTTA: PIL AFFONDA (+0,6% NEL 2017) DEBITO PUBBLICO ESPLODE AL +137,6% (+44,4 MLD IN 12 MESI)

ITALIA PROSSIMA ALLA BANCAROTTA: PIL AFFONDA (+0,6% NEL 2017) DEBITO PUBBLICO ESPLODE AL +137,6%

martedì 16 maggio 2017
Il Pil italiano ristagna allo 0,2% nel primo timetre 2017 con una proiezione annua da incubo, allo 0,6%. L'eurozona nel medesimo trimestre ha segnato +0,5%. Nella classifica degli Stati membri
Continua
 
ABBIAMO LETTO IL PROGRAMMA DI MACRON, SEMBRA QUELLA FAMOSA GAG DEI ''DUE LOCALI A MILANO...VISTA MARE!'' (MEGA BUFALA)

ABBIAMO LETTO IL PROGRAMMA DI MACRON, SEMBRA QUELLA FAMOSA GAG DEI ''DUE LOCALI A MILANO...VISTA

martedì 16 maggio 2017
In Francia sembra essersi affermato un nuovo tipo di elettore: il menopeggista. Guardando i flussi elettorali, infatti, possiamo notare come il neo presidente Macron abbia vinto portando alle urne un
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ELECTROLUX VUOLE LA RIDUZIONE DEGLI STIPENDI DEI LAVORATORI IN ITALIA PER CONTINUARE A STARE QUI: -40% PER TUTTI!

ELECTROLUX VUOLE LA RIDUZIONE DEGLI STIPENDI DEI LAVORATORI IN ITALIA PER CONTINUARE A STARE QUI:
Continua

 
ELECTROLUX / GLI OPERAI NON CI STANNO: BLOCCHI STRADALI, SCIOPERO IN TUTTI GLI STABILIMENTI E ASSEMBLEE

ELECTROLUX / GLI OPERAI NON CI STANNO: BLOCCHI STRADALI, SCIOPERO IN TUTTI GLI STABILIMENTI E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!