72.426.631
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL GRANDE ECONOMISTA FRANCESE JACQUES SAPIR SCHIANTA L'ITALIA NELL'EURO E PROPONE ''PROTEZIONI CONTRO LA GLOBALIZZAZIONE''

mercoledì 22 gennaio 2014

PARIGI - Nel suo blog Russeurope Jacques Sapir riporta la lunga intervista concessa al quotidiano argentino PAGINA-12 . Di particolare interesse soprattutto l'ultima parte in cui l'economista francese mostra come le performances economiche dei paesi dell'Unione europea sono molto diversi tra loro: certi hanno buoni indicatori, come la Gran Bretagna e la Svezia, che, “sorpresa", non sono parti della zona euro. Al contrario Grecia, Portogallo ed anche l'Italia sono in recessione: la divergenza dei risultati è impressionante, sottolinea Sapir, ma è chiaro che l'euro ha pesato in modo diverso a seconda dei paesi.

Nel caso della Grecia l'origine della crisi ha riguardato un crollo delle entrate fiscali a causa della caduta delle esportazioni per un apprezzamento eccessivo rispetto al dollaro; in Spagna ed Irlanda, grazie ad i tassi d'interesse molto bassi si è sviluppata invece una bolla immobiliare legata ad un rapido aumento del deficit commerciale. L'Italia ha, invece, sofferto d'una crescita molto lenta per l'effetto freno che l'euro ha avuto ed ha sulla sua economia e questo freno sarebbe stato anche peggiore se il governo non avesse avuto dal 2009 una politica fiscale parzialmente espansiva. L'euro ha avuto i suoi effetti perversi differenti sulle modalità di sviluppo dei paesi membri.

 La crisi dell'euro dimostra secondo Sapir come non si possa pensare di realizzare un'Unione monetaria sempre, ma debbano esistere condizioni convergenti delle economie dei paesi che vogliono aderire - cosa che chiaramente nel caso europeo manca - e un budget federale che assicuri trasferimenti tra i paesi membri. L'idea che l'euro è un'unione monetaria, in generale possa portare ad un aumento dei flussi commerciali, come ha scritto ad esempio Andrew K. Rose utilizzando il modello gravitazionale di economia internazionale – effetto Rose – e l'idea che le monete nazionali siano un ostacolo al commercio sono stati ampiamente smentiti dalla letteratura economica recente.

Il funzionamento di una zona monetaria unica implica poi la costruzione di un ampio budget al fine di poter effettuare i trasferimenti necessari per compensare l'eterogeneità tra i paesi della zona euro. Non devono essere rilevanti però queste differenze: nel caso della zona euro, è chiaro come l'ampiezza del budget necessario per assicurare il trasferimento è ad un livello non sostenibile per i paesi che dovrebbero farlo. La Germania semplicemente non può fornire lo sforzo necessario senza compromettere il suo modello economico e si può chiedere a Berlino di prendere questa decisione. Se la costruzione di una zona monetaria non è resa correttamente in serio, avrà delle conseguenze disastrose per i paesi in questione, ma inoltre avrà anche gli effetti negativi sugli altri paesi. Nel caso della zona euro, resta fare un bilancio degli effetti negativi, la sua esistenza e gestione sull'economia mondiale.

 Nella parte finale dell'intervista Sapir affronta la questione più generale della globalizzazione, sostenendo come sia ormai pacifico in letteratura che la libera circolazione dei capitali ha effetti negativi superiori a quelli positivi. La globalizzazione delle merci è più accettabile, ma a condizione che si adatti ad uno smantellamento progressivo dei vantaggi sociali e che non impedisca lo sviluppo dei paesi emrgenti. Per farlo, bisogna pensare a dei sistemi di diritti di dogana che considerino le situazioni sociali ed ecologiche, ma proteggano anche le industrie nascenti. Le istituzioni attuali, in particolare l'Omc, con la priorità data al libero scambio, non sono più adattabili. Non è affatto certo che nel lungo periodo il libero scambio conduca ad uno sviluppo equilibrato del commercio mondiale. 

 Una situazione di protezione moderata potrebbe essere molto utile. Sulla globalizzazione finanziaria, bisogna, conclude Sapir, al contrario regolamentare o interdire una parte delle operazioni e limitare strettamente la circolazione dei capitali trane quelli concernenti gli investimenti diretti. Queste prospettive sono realiste se un gruppo di paesi, decisi ad imporli arrivano a costituirsi e, da questo punto di vista, un'alleanza potrebbe essere possibile tra alcuni paesi europei – Francia ed Italia con i paesi dell'America Latina, Africa ed Asia. 

Fonte: L'Antidiplomatico.it 

IL GRANDE ECONOMISTA FRANCESE JACQUES SAPIR SCHIANTA L'ITALIA NELL'EURO E PROPONE ''PROTEZIONI CONTRO LA GLOBALIZZAZIONE''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Jacques Sapir   protezioni   globalizzazione   euro   Europa   Italia   Francia   America Latina   Africa   Asia    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
IL QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT ACCUSA LA COMMISSIONE UE: APPOGGIA IL GOVERNO PD-M5S NONOSTANTE I CONTI CATASTROFICI

IL QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT ACCUSA LA COMMISSIONE UE: APPOGGIA IL GOVERNO PD-M5S NONOSTANTE I

giovedì 21 novembre 2019
Due pesi e due misure con l'Italia, a seconda di chi c'è al governo. A scriverlo non è la stampa "sovranista" ma un quotidiano autorevole e ferreo conservatore tedesco.  "Nei
Continua
 
CASI PSICHIATRICI: 1.776 EMENDAMENTI ALLA FINANZIARIA PRESENTATI DAI PARTITI CHE HANNO SCRITTO LA FINANZIARIA...

CASI PSICHIATRICI: 1.776 EMENDAMENTI ALLA FINANZIARIA PRESENTATI DAI PARTITI CHE HANNO SCRITTO LA

mercoledì 20 novembre 2019
Chi propone la reintroduzione dello scudo penale per l'Ilva, chi chiede l'abolizione di Quota 100, chi sollecita interventi per il recupero di Venezia e chi misure per il sostegno dei neonati e della
Continua
DER SPIEGEL SCHIANTA IL GOVERNO CONTE: FA MORIRE L'INDUSTRIA ITALIANA MINISTRI INCAPACI E NON C'E' CERTEZZA DEL DIRITTO

DER SPIEGEL SCHIANTA IL GOVERNO CONTE: FA MORIRE L'INDUSTRIA ITALIANA MINISTRI INCAPACI E NON C'E'

lunedì 18 novembre 2019
BERLINO - Terza economia dell'Eurozona, l'Italia vede la propria industria "morire in bellezza". E' quanto afferma il settimanale tedesco "Der Spiegel", commentando la decisione del gruppo
Continua
 
VIKTOR ORBAN: ''NEL 1989 I CITTADINI DELL'EUROPA CENTRALE FURONO COSI' FORTI DA CAMBIARE IL FUTURO DEL CONTINENTE''

VIKTOR ORBAN: ''NEL 1989 I CITTADINI DELL'EUROPA CENTRALE FURONO COSI' FORTI DA CAMBIARE IL FUTURO

lunedì 18 novembre 2019
PRAGA - Nel 1989, i cittadini dell'Europa centrale "furono cosi' forti da cambiare il futuro del continente". Lo ha dichiarato il primo ministro ungherese Viktor Orban, in occasione della
Continua
AFFOLLATISSIMO COMIZIO A BOLOGNA DI PRESENTAZIONE UFFICIALE DELLA CANDIDATURA DI LUCIA BORGONZONI

AFFOLLATISSIMO COMIZIO A BOLOGNA DI PRESENTAZIONE UFFICIALE DELLA CANDIDATURA DI LUCIA BORGONZONI

venerdì 15 novembre 2019
 Matteo Salvini ha iniziato il suo intervento al PalaDozza di Bologna criticando la stampa. "Fatemi ringraziare i giornalisti: di voi qui riuniti non c'e' una foto sulle homepage dei due
Continua
 
IN FINLANDIA TRIONFA NEI CONSENSI IL PARTITO SOVRANISTA ANTI IMMIGRAZIONE SELVAGGIA: TRUE FINNS PRIMO NEI SONDAGGI

IN FINLANDIA TRIONFA NEI CONSENSI IL PARTITO SOVRANISTA ANTI IMMIGRAZIONE SELVAGGIA: TRUE FINNS

lunedì 11 novembre 2019
LONDRA - Ogni mese in Finlandia viene fatto un sondaggio sulla popolarita' dei suoi  partiti politici e anche questo mese il partito anti-immigrati dei True Finns ha visto la sua popolarita'
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'FMI SBUGIARDA IL GOVERNO LETTA: LA ''CRESCITA'' NEL 2014 NON SARA' DELL'1% MA DELLO 0,6% (CON ENORME BUCO NEI CONTI)

L'FMI SBUGIARDA IL GOVERNO LETTA: LA ''CRESCITA'' NEL 2014 NON SARA' DELL'1% MA DELLO 0,6% (CON
Continua

 
KRUGMAN: ''HOLLANDE E' IL SIMBOLO DELLA SVENTURA DEL CENTROSINISTRA EUROPEO, PEGGIO DELLA GRANDE DEPRESSIONE DEL 1929''

KRUGMAN: ''HOLLANDE E' IL SIMBOLO DELLA SVENTURA DEL CENTROSINISTRA EUROPEO, PEGGIO DELLA GRANDE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

GIUDICE CAFIERO DE RAHO: ROMA CENTRO INVESTIMENTI DELLA MAFIA DA

22 novembre - ''La mafia a Roma e' presente da decenni. Roma e' il centro del
Continua

SALVINI: IL MES E' UN TRATTATO PER FAR SALTARE I RISPARMI DEGLI

22 novembre - Il Mes è ''un trattato che rischia di far saltare i risparmi degli
Continua

BERLUSCONI: L'ESERCITO E' L'UNICO DETERRENTE CONTRO L'INVASIONE DI

21 novembre - Occorre ''avere una capacita' di potenza militare anche per difenderci
Continua

LA CASSAZIONE DA' IL VIA LIBERA AL REFERENDUM SUL MAGGIORITARIO

21 novembre - Con ordinanza depositata ieri l'ufficio centrale della Cassazione ha
Continua

CONSIGLIERI M5S DI REGIONE EMILIA ROMAGNA IN RIVOLTA: SONDAGGIO

21 novembre - BOLOGNA - ''Tutta questa operazione e' una presa in giro inaccettabile
Continua

PD-M5S-LEU CANCELLANO ESENZIONE TASSA IMU SU CASE COLPITE DA

20 novembre - ''Incomprensibile la bocciatura dell'attuale maggioranza all'emendamento
Continua

R.LOMBARDIA TICKET SANITARI A ZERO PER FORZE DELL'ORDINE VV.FF. E

20 novembre - Via libera della commissione lombarda Sanita' al bilancio di previsione
Continua

MATTEO SALVINI: NON AVEVO PAURA DEI CASAMONICA, FIGURIAMOCI DELLE

20 novembre - Paura delle 'sardine'? ''Non avevo paura dei Casamonica figuriamoci se
Continua

FDI: CONTE VENGA SUBITO IN PARLAMENTO A RIFERIRE CHE HA COMBINATO

20 novembre - ''Insieme al capogruppo alla Camera di Fratelli d'Italia, Lollobrigida,
Continua

ZAIA: BASTA INSULTI AI VENETI, QUERELIAMO.

20 novembre - ''Basta insulti ai Veneti, mio compito è difendereli, quereliamo'' ''Ne
Continua

ARRESTATO UNO DEI MANDANTI DELL'OMICIDIO DELLA GIORNALISTA CARUANA

20 novembre - LA VALLETTA - Poche ore dopo la promessa di grazia garantita dal premier
Continua

SALVINI: SCUDO ARCELORMITTAL NOI AL GOVERNO L'AVEVAMO RIMESSO,

19 novembre - La questione dello 'scudo' per ArcelorMittal ''era uno dei motivi delle
Continua

M5S SI RIBELLA A CONTE E INTIMA A DI MAIO DI CONVOCARE VERTICE DI

19 novembre - ''Il Parlamento aveva dato un preciso mandato al Presidente del
Continua

IN ARRIVO ALTA MAREA ECCEZIONALE A VENEZIA: 160 CENTIMETRI ALLARME

15 novembre - VENEZIA - L'ultimo bollettino (ore 8:15) del Centro maree di Venezia ha
Continua

DI MAIO HA PAURA E MINACCIA I SUOI: ''CHI FA POLEMICHE SE NE VADA''

14 novembre - Il capo politico dell'M5s sente odore di scissione e attacca: ''Chi fa
Continua

GOVERNATORE FONTANA: BRUTTO EPISODIO CHE NON RAPPRESENTA LA REALTA'

14 novembre - MILANO - ''Non sono preoccupato, perche' non credo che esista questo
Continua

SONDAGGI/ SUPERMEDIA YOUTREND: CENTRODESTRA 50,6% CON LEGA 33,5%

14 novembre - Buona la performance di Fratelli d'Italia che sfiora il 10%, salendo al
Continua

PIL TERZO TRIMESTRE 2019 EUROZONA: GERMANIA E ITALIA APPAIATE NEL

14 novembre - BRUXELLES - Nel terzo trimestre 2019 il Pil e' salito dello 0,2%
Continua

LAURA COMI E PAOLO ORRIGONI AI DOMICILIARI, ZINGALE IN CARCERE

14 novembre - VARESE - I finanzieri del Nucleo Polizia economico-finanziaria di Milano
Continua

SONDAGGIO: CENTRODESTRA AL 50,2% LEGA AL 33%

14 novembre - Secondo un sondaggio EMG Acqua presentato oggi ad Agora', il programma
Continua
Precedenti »