48.285.537
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ECONOMISTA RUSSO: ECCO GLI EFFETTI CATASTROFICI DELL'UNIONE EUROPEA NEI PAESI DELL'EUROPA DELL'EST ENTRATI NELLA UE

venerdì 17 gennaio 2014

MOSCA - Sergei Glaziev, consigliere economico del Presidente Putin, ha documentato in numerosi articoli i vantaggi che avrà l'economia ucraina dalla collaborazione con l'Unione Doganale Eurasiatica e la Russia, invece di entrare a far parte dell'Unione Europea. A sostegno della sua tesi ha elencato, in un articolo pubblicato in inglese in Global Affairs, alcuni esempi scioccanti di distruzione dell'economia reale sperimentati dai paesi dell'Europa centro-orientale che sono entrati a far parte dell'UE dal 2000, ed anche dalla Grecia. 

Tra gli esempi Glaziev cita: 

Ungheria. (Finchè era nella UE) È stata praticamente liquidata la produzione degli autobus Ikarus, un tempo popolari. 

Polonia. Sono state chiuse il 90% delle miniere, che occupavano oltre 300.000 dipendenti, da quando la Polonia è entrata a far parte dell'UE nel 2004, e il 75% dei minatori polacchi hanno perso il posto di lavoro. Il cantiere navale di Gdansk, il più grande al mondo negli anni Sessanta e Settanta, è ormai fermo. Quanto al debito estero della Polonia, è salito dai 99 miliardi di dollari del 2004 a 360 miliardi all'inizio del 2013. 

Lettonia. L'industria elettronica ed automobilistica ha chiuso i battenti. 

Lituania. L'allevamento è "sceso del 75%, poiché i residenti hanno smesso di allevare bovini" a seguito delle quote latte dell'UE. Su richiesta di Bruxelles, il paese ha chiuso la centrale nucleare di Ignalina e ora dipende dalle importazioni di energia. 

Estonia. L'allevamento è sceso dell'80%, e l'agricoltura è stata riorientata alla produzione di biocarburante. In ottemperanza alle richieste UE, l'Estonia ha ridotto di quasi due terzi la produzione di energia elettrica, da diciannove milioni a sette milioni di kilowattora, ed è stato chiuso lo stabilimento di macchine utensili di Tallinn. 

Nel 2007, aggiunge Glaziev, la Commissione Europea inflisse una penale a questi tre stati baltici per aver tentato di creare scorte di cibo al fine di ridurre i prezzi. 

Grecia. Sotto le riforme imposte dall'UE la produzione di cotone è crollata della metà, le quote agricole hanno colpito duramente i produttori di vino, la famosa cantieristica ha cessato di esistere e gli armatori greci "hanno acquistato 770 navi all'estero da quando il paese è entrato a far parte dell'UE." 

Questo crollo economico, ammonisce il consigliere presidenziale russo, insegna agli altri sei paesi presi di mira per l'associazione all'UE (Armenia, Azerbaijan, Bielorussia, Georgia, Moldavia, Ucraina) che non ne trarrebbero alcun beneficio. Glaziev suggerisce anche che paesi come Grecia, Cipro e perfino Turchia farebbero meglio ad entrare a far parte dell'Unione Economica Eurasiatica. 

Come alternativa agli ovvi obiettivi politici perseguiti dall'UE, in primo luogo l'indebolimento della Russia, Glaziev propone di depoliticizzare i rapporti tra i paesi sovrani e concentrarsi sui benefici della mutua cooperazione. 

Fonte: Movisol.org


ECONOMISTA RUSSO: ECCO GLI EFFETTI CATASTROFICI DELL'UNIONE EUROPEA NEI PAESI DELL'EUROPA DELL'EST ENTRATI NELLA UE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Ungheria   Estonia   Grecia   Bruxelles   UE   Polonia   Lituania   Lettonia   Putin    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI, QUINDI NON FARA' NULLA)

IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI,

mercoledì 21 giugno 2017
ROMA - L'aula della Camera ha approvato in via definitiva, dopo il precedente sì del Senato, la proposta di legge per l'istituzione di una commissione parlamentare bicamerale d'inchiesta sul
Continua
 
INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI FUGGITI: FALLIMENTI A BREVE

INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI

lunedì 19 giugno 2017
I tempi stringono attorno al futuro di Popolare Vicenza e Venetobanca, i due istituti di credito che necessitano di circa 1,2 miliardi di euro di risorse per evitare il bail in. Il ministro delle
Continua
SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE... (COSTO 480 MILIONI)

SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE...

lunedì 19 giugno 2017
LONDRA - I parassiti di Bruxelles sono bravissimi a sprecare il denaro da loro estorto ai contribuenti Ue per progetti faraonici e quindi non deve sorprendere se adesso vogliono demolire il palazzo
Continua
 
MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E APPROPRIAZIONE INDEBITA

MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E

giovedì 15 giugno 2017
PARIGI - Si fa difficile in Francia la posizione del ministro della Giustizia, il centrista Francois Bayrou: su questo sono ormai concordi tutti i principali giornali francesi, con i conservatore "Le
Continua
DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI, STATO DI INSOLVENZA

DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI,

martedì 13 giugno 2017
NEW YORK - Alitalia ha fatto ricorso presso il tribunale fallimentare di New York, in base alle procedure concorsuali internazionali Usa per il fallimento. Lo riporta il Wall Street Journal,
Continua
 
LA UE SI SPACCA SUI MIGRANTI: POLONIA, UNGHERIA, SLOVACCHIA E REPUBBLICA CECA SI ALLEANO CONTRO LE MINACCE DI BRUXELLES

LA UE SI SPACCA SUI MIGRANTI: POLONIA, UNGHERIA, SLOVACCHIA E REPUBBLICA CECA SI ALLEANO CONTRO LE

lunedì 12 giugno 2017
Il ministro dell'Interno polacco, Mariusz Blaszczak, ha annunciato che i governi di Polonia, repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria, hanno rifiutato qualsiasi sanzione imposta da Bruxelles ai Paesi
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SONO COSI' TERRORIZZATI GLI OLIGARCHI UE CHE HANNO DECISO LA MOSSA DISPERATA: FALSIFICARE I CONTI PER AUMENTARE IL PIL!

SONO COSI' TERRORIZZATI GLI OLIGARCHI UE CHE HANNO DECISO LA MOSSA DISPERATA: FALSIFICARE I CONTI
Continua

 
LA DEUTSCHE BANK COSTRETTA AD AMMETTERE UN MEGA-BUCO NEI CONTI: 1 MLD DI PERDITE NEL 2013 + 2,5 MLD (GIA' ORA NEL 2014)

LA DEUTSCHE BANK COSTRETTA AD AMMETTERE UN MEGA-BUCO NEI CONTI: 1 MLD DI PERDITE NEL 2013 + 2,5 MLD
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!