67.644.278
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SALE IL FASTIDIO IN SVIZZERA PER L'ESODO DELLE AZIENDE ITALIANE IN FUGA. IL ''RACCONTO'' DI UNA TELEFONATA NE DA' L'IDEA

mercoledì 15 gennaio 2014

LUGANO - Dopo qualche mese di tregua, in coincidenza con la presenza quotidiana sui giornali ticinesi (e di riflesso anche su quelli della fascia di confine) della questione dei “padroncini” italiani, da un paio di mesi le ditte italiane sono tornate all’attacco, tempestando di telefonate gli studi professionali del Ticino.

Con la premessa che Ticinolive (il quotidiano che pubblica questo articolo - ndr)  rispetta ogni persona e ogni ditta alla ricerca di lavoro e che – dunque – questa non è una presa in giro, né un voler giudicare.

Si tratta della fedele trasposizione di una telefonata giunta ieri in uno studio professionale ticinese (con l’aggiunta di alcune note semi-serie), volta a mostrare lo stato della situazione.

Ditta italiana : “Buongiorno, sono la dottoressa YX della ditta Z di Milano, Italia.”

(nota: malgrado la crisi e i tempi bui, non cala il piacere tutto italiano di far sapere che si è “dottori” e “dottoresse” a noi “ticinesi” che nemmeno sappiamo dove si trova Milano, dato che viene precisato che è in Italia. In un’altra occasione, a telefonare era stata una ditta che si era presentata come “una ditta italiana forte di una partnership ticinese e con uffici espositivi a Lugano, Svizzera.” E ovviamente la precisazione di dove sta Lugano era necessaria.)

Tornando alla telefonata della dottoressa milanese, questa aveva proseguito dicendo : “Oggi pomeriggio un nostro rappresentante si trova nella vostra zona e vuole passare da voi per un colloquio conoscitivo, alfine di esporre la nostra paletta merceologica per l’eventuale instaurazione di un rapporto di tipo collaborativo.

(nota : non cala nemmeno l’abitudine molto italiana di farcire ogni frase con una serie di parole inutili.)

Il collaboratore dello studio professionale ticinese ha ringraziato dell’offerta di collaborazione e ha spiegato che lo studio lavora unicamente con ditte ticinesi.

La dottoressa milanese ha risposto : “Capisco, ma noi collaboriamo con la ditta X e la ditta Y (due ditte ticinesi) e pensiamo che sarete interessati a far parte di questo gruppo che fa capo alla nostra azienda. I nostri prezzi sono concorrenziali…"

Il collaboratore dello studio professionale ticinese ha approfittato della “pausa ad effetto” della dottoressa milanese per ribadire che lo studio non fa capo a ditte estere. Ha poi ringraziato nuovamente e detto che malgrado abbiano un buon prodotto e prezzi concorrenziali non c’è interesse per una collaborazione.

Dottoressa milanese : “Allora non volete pagare di meno?”

Dall’altro capo del telefono è stato spiegato che non è una questione di prezzo ma che – come detto e ripetuto – lo studio lavora unicamente con ditte ticinesi.

A questo punto dovrebbe prevalere il buon senso, ma la dottoressa milanese insiste : “Capisco. Ma non vi prenderemo molto tempo. Un colloquio per conoscerci, pochi minuti e potrete valutare la nostra offerta, che riterrete sicuramente conveniente...”

E qui il collaboratore dello studio professionale ticinese ha ritenuto che si fosse andati oltre il limite del buonsenso e aveva chiuso la telefonata dicendo : “Vi ringraziamo ma non siamo interessati. Buona giornata.”

A questo studio, come a molti altri in tutto il cantone, da circa due anni telefonate simili ne arrivano in media 2 al giorno, dal lunedì al venerdì. In alcuni studi si era notata una pausa fra agosto e novembre del 2013, ma poi queste telefonate sono ricominciate e sembra non accenneranno a smettere.

TICINOLIVE.CH.


SALE IL FASTIDIO IN SVIZZERA PER L'ESODO DELLE AZIENDE ITALIANE IN FUGA. IL ''RACCONTO'' DI UNA TELEFONATA NE DA' L'IDEA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Canton Ticino   Svizzera   fuga   aziende   Lugano   Milano    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DICHIARAZIONE BOMBA / PROFUMO: ''SE SALTA L'AUMENTO DI CAPITALE DI MPS, SALTA L'INTERO SISTEMA BANCARIO ITALIANO''.

DICHIARAZIONE BOMBA / PROFUMO: ''SE SALTA L'AUMENTO DI CAPITALE DI MPS, SALTA L'INTERO SISTEMA
Continua

 
ALLA CAMERA VANNO AL VOTO LE MOZIONI PER LA ''REVISIONE DEL FISCAL COMPACT'' (VOTATO DA TUTTO IL PRECEDENTE PARLAMENTO!)

ALLA CAMERA VANNO AL VOTO LE MOZIONI PER LA ''REVISIONE DEL FISCAL COMPACT'' (VOTATO DA TUTTO IL
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »