49.911.273
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

DOVE VA, VA, LA MINISTRA DELL'INTEGRAZIONE KYENGE SCATENA MANIFESTAZIONI DI PROTESTA E DISORDINI. OGGI, A BRESCIA

sabato 11 gennaio 2014

BRESCIA - Tensione e spintoni all’esterno dell’auditorium San Barnaba, a Brescia, dove stamattina si è tenuto un convegno sull’immigrazione con il Ministro Cécile Kyenge. Sono infatti arrivati a contatto militanti dei centri sociali e manifestanti di centro destra. Erano circa duecento le persone giunte davanti alla sede dell’incontro organizzato dall’amministrazione comunale per protestare contro le sue politiche per i migranti.  

 Sono stati coinvolti anche l’assessore regionale lombardo Viviana Beccalossi e il consigliere della Lega Fabio Rolfi, spintonati e insultati. La polizia ha allontanato i militanti di destra che non erano stati autorizzati ad arrivare davanti all’auditorium dove era in corso il convegno con il Ministro Kyenge. In mattinata la Questura di Brescia aveva infatti autorizzato una manifestazione di Fratelli d’Italia, Forza Nuova e Lega Nord esclusivamente in piazzale Arnaldo, a qualche centinaia di metri di distanza da dove era in corso il convegno sull’immigrazione.  

La tensione è scattata quando alcuni persone di nazionalità straniera hanno esposto uno striscione, che secondo Beccalossi e Rolfi non doveva essere fatto esporre perché non autorizzato. «Siamo stati insultati solo perché stavamo aspettando l’uscita del Ministro» ha detto la Beccalossi. «Quando a Brescia è arrivato Berlusconi - ha aggiunto Beccalossi- sono stati fatti entrare in piazza manifestanti che si sono permessi di sputare a Ministri della Repubblica. Rispetto l’operato delle forze dell’ordine, ma - ha concluso l’assessore regionale- a pochi mesi di distanza sono stati usati due pesi e due misure».

Questa mattina alle 10 Beccalossi e Rolfi avevano partecipato a una manifestazione insieme anche a rappresentanti di Forza Nuova, poco lontano dal luogo dove si trova il ministro Kyenge, contestando le idee del ministro dell’Integrazione e ribadendo che su questo tema «Brescia ha già dato». 

«Siamo qui per difendere i diritti degli italiani che in una città come Brescia che ha la più alta presenza di stranieri rischiano di subire un razzismo al contrario» ha detto l’assessore Beccalossi. Per il consigliere regionale della Lega Fabio Rolfi «il Ministro Kyenge è un pericolo per le sue idee di apertura indiscriminata agli stranieri». L’assessore Beccalossi che portava una bandiera del suo partito, insieme agli altri manifestanti del centrodestra, è stata allontanata dalla polizia.  

Articolo pubblicat dalla Stampa di Torino - che ringraziamo.

Nota.

Invece di andare a Brescia, VADA IN CONGO A RISOLVERE LA TREMENDA QUESTIONE DELLE ADOZIONI! Tante famiglie italiane hanno dovuto abbandonare là i loro bambini adottati. Si vergogni, ministro!

max parisi


DOVE VA, VA, LA MINISTRA DELL'INTEGRAZIONE KYENGE SCATENA MANIFESTAZIONI DI PROTESTA E DISORDINI. OGGI, A BRESCIA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Kyenge   Brescia   protesta   Forza Nuova   Lega   Forza Italia    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA CATASTROFE SENZA FINE.

DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA

martedì 25 luglio 2017
Nel secondo trimestre del 2017 sono state 3.190 le aziende che hanno portato i libri in tribunale (facendo così salire a 6.188 il numero nei primi sei mesi dell'anno). Una cifra che, dopo il
Continua
 
''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PRONDA FRUSTRAZIONE'' (NEW YORK TIMES)

''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PRONDA FRUSTRAZIONE'' (NEW

martedì 25 luglio 2017
NEW YORK - La decisione del governo francese di organizzare oggi a Parigi un incontro tra il premier libico sostenuto dall'Onu, Fayez al Serraj, e il generale Khalifa Haftar, "uomo forte" della Libia
Continua
NIENTE ACCOGLIENZA: I CLANDESTINI VENGONO ARRESTATI ED ESPULSI, NEGLI STATI ISLAMICI. ECCO COSA ACCADE IN MALESIA

NIENTE ACCOGLIENZA: I CLANDESTINI VENGONO ARRESTATI ED ESPULSI, NEGLI STATI ISLAMICI. ECCO COSA

lunedì 24 luglio 2017
I mass media non fanno che ripetere fino alla nausea che l'Italia deve accogliere tutti gli immigrati che arrivano e convenientemente ignorano il fatto che altri paesi usano la mano dura per cacciare
Continua
 
A OTTOBRE IL PD DI RENZI DOVRA' VARARE UNA ''MANOVRA'' DA 48 MILIARDI IMPOSTA DALLA UE (IMU RADDOPPIATA, IVA 25%)

A OTTOBRE IL PD DI RENZI DOVRA' VARARE UNA ''MANOVRA'' DA 48 MILIARDI IMPOSTA DALLA UE (IMU

venerdì 21 luglio 2017
In queste settimane, l’ex sindaco di firenze e mai rimpianto premier, si muove sottotraccia per far star sereno Gentiloni, alla stessa maniera in cui fece star sereno Letta, ovvero trovare
Continua
SINDACATI DI POLIZIA: LIBERO L'AFRICANO ACCOLTELLATORE DI MILANO, STATO NON MERITA I QUOTIDIANI SACRIFI DEI POLIZIOTTI

SINDACATI DI POLIZIA: LIBERO L'AFRICANO ACCOLTELLATORE DI MILANO, STATO NON MERITA I QUOTIDIANI

giovedì 20 luglio 2017
"Un sistema in cui la vita di un Servitore dello Stato vale poco o nulla, in cui chi si aggira armato in mezzo alla strada menando fendenti e aggredendo un poliziotto torna tranquillamente in
Continua
 
LA COMMISSIONE UE AGGREDISCE LA POLONIA E MINACCIA (A VANVERA) SANZIONI! LA ''COLPA''? RIFORMA AMERICANA DELLA GIUSTIZIA

LA COMMISSIONE UE AGGREDISCE LA POLONIA E MINACCIA (A VANVERA) SANZIONI! LA ''COLPA''? RIFORMA

mercoledì 19 luglio 2017
"Di fronte al grave attacco contro l'indipendenza della giustizia in Polonia" la Commissione europea oggi ha minacciato di fare un passo senza precedenti verso sanzioni contro il governo nazionalista
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SONDAGGIO / CENTRODESTRA NETTAMENTE AVANTI, SALE L'M5S, GOVERNO LETTA PRECIPITA, SCELTA CIVICA AL LUMICINO, LEGA IN CALO

SONDAGGIO / CENTRODESTRA NETTAMENTE AVANTI, SALE L'M5S, GOVERNO LETTA PRECIPITA, SCELTA CIVICA AL
Continua

 
BENZINA E GASOLIO: CALI NELLE VENDITE FINO AL 30%, TASSE ANCORA IN AUMENTO: 2014 INFERNALE PER TRASPORTATORI E PRIVATI.

BENZINA E GASOLIO: CALI NELLE VENDITE FINO AL 30%, TASSE ANCORA IN AUMENTO: 2014 INFERNALE PER
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!