69.241.035
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

COTA CACCIATO DALLA REGIONE PIEMONTE PER MEZZO DI UNA SENTENZA DEL TAR. (''GIUDICI DI SINISTRA'' SECONDO SALVINI)

venerdì 10 gennaio 2014

TORINO - Le Elezioni Regionali in Piemonte che nel 2010 hanno visto la vittoria di misura del leghista Roberto Cota sono da rifare. Lo ha deciso il Tar regionale che ha accolto il ricorso presentato da Mercedes Bresso, candidata del centrosinistra, dopo che erano state accertate le irregolarità della lista Pensionati per Cota. La Regione dovrà dunque tornare alle urne.

LA VICENDA

Lo scorso mese di novembre la Cassazione ha emesso la sentenza definitiva di condanna nei confronti di Michele Giovine, che aveva presentato la lista Pensionati per Cota, accertando il falso elettorale nella raccolta delle firme. La lista ottenne in tutto 27mila preferenze. Giovine, eletto consigliere regionale nel 2010, è stato condannato a due anni e 8 mesi di reclusione. 

La coalizione di centrodestra si era imposta con appena 10mila voti di scarto. Le preferenze raccolte dalla lista irregolare si erano dunque rivelate decisive.  A questo punto l'ultima parola spetta al Consiglio di Stato, che verrà chiamato in causa dal probabile ricorso della Regione, la quale ha 45 giorni di tempo per presentarlo. In caso di conferma della sentenza del Tar, verranno ufficialmente indette nuove Elezioni Regionali, che verranno probabilmente accorpate alle Europee in programma a fine maggio.

GLI SVILUPPI ELETTORALI

Tra i candidati papabili c'è Sergio Chiamparino, ex sindaco di Torino per il centrosinistra, oggi numero 1 della Compagnia di San Paolo, finito indagato lo scorso ottobre con l'accusa di abuso d'ufficio per la vicenda dei Murazzi, risalente agli anni in cui guidava il Comune capoluogo di regione. In casa centrodestra meno certezze, ma è probabile che venga fuori un altro candidato proveniente dalla Lega. Ma non sarà Cota, che viene dato in lizza per un seggio al Parlamento Europeo. 

LE REAZIONI

"Seppure in ritardo è stata fatta giustizia. La sentenza è immediatamente esecutiva, anche se ci sarà il ricorso, riusciremo ad andare al voto insieme alle amministrative e alle europee. Sono contenta soprattutto per il Piemonte, perché gira pagina" il commento della Bresso dopo la notizia della sentenza. 

Matteo Salvini su facebook: "Annullate le Elezioni Regionali del PIEMONTE. Giudici e sinistra, anche quando perdono, riescono a vincere... Un ATTACCO alla DEMOCRAZIA, ecco di cosa si tratta. Altro che mutande! Forse a qualcuno hanno dato fastidio i 30 MILIONI DI EURO di risparmio secco, all'anno, dei COSTI della Politica in Regione. Forza Piemont, forza Lega, CONTINUIAMO A LAVORARE". (maiuscole nel testo originale) 

Fonte notizia:  ibtimes.com

 


COTA CACCIATO DALLA REGIONE PIEMONTE PER MEZZO DI UNA SENTENZA DEL TAR. (''GIUDICI DI SINISTRA'' SECONDO SALVINI)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Cota   Lega   Tar   Piemonte   elezioni   Bresso   Salvini   democrazia    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ALLARME ROSSO: DEUTSCHE BANK HA UN ''PROBLEMA SERIO'' DA 50 MILIARDI DI EURO DI DERIVATI E TENTA DI CREARE UNA BAD BANK

ALLARME ROSSO: DEUTSCHE BANK HA UN ''PROBLEMA SERIO'' DA 50 MILIARDI DI EURO DI DERIVATI E TENTA DI

lunedì 17 giugno 2019
Se una notizia del genere avesse riguardato una banca italiana, dalla Bce sarebbe arrivato un allarme rosso con commissariamento dell'istituto di credito, ma trattandosi di una banca tedesca, la Bce
Continua
 
INCHIESTA / MALAFEDE DELLA COMMISSIONE UE: ATTACCA L'ITALIA E TACE SU GERMANIA FRANCIA SPAGNA  PORTOGALLO (ECCO I DATI)

INCHIESTA / MALAFEDE DELLA COMMISSIONE UE: ATTACCA L'ITALIA E TACE SU GERMANIA FRANCIA SPAGNA

lunedì 17 giugno 2019
L’ormai rantolante commissione ue capitanata da mister “gin” Claude Junker (a proposito, c’è ancora qualche sinistrino che crede davvero che il lussemburghese non abbia
Continua
LA VERITA' PUBBLICA LE INTERCETTAZIONI SU DEPUTATI DEL PD E VERTICI DEL CSM NELLE ''CENETTE RISERVATE'': E' UNA NUOVA P2

LA VERITA' PUBBLICA LE INTERCETTAZIONI SU DEPUTATI DEL PD E VERTICI DEL CSM NELLE ''CENETTE

giovedì 13 giugno 2019
Luca Lotti voleva silurare il pm che indagava sulla famiglia Renzi. E' l'elemento che emerge dall'inchiesta di Perugia, contenuto in un servizio pubblicato dalla 'Verità', da cui risulta che
Continua
 

GIULIO CENTEMERO REPLICA PUNTO PER PUNTO A REPORT: ''RICOSTRUZIONE TANTO LONTANA DALLA REALTA' E'

martedì 11 giugno 2019
"Nella serata di ieri, in una breve pausa dai lavori sul ddl Crescita, ho avuto la riprova che alcune cose in Italia non cambieranno mai. I primi a non riuscire a cambiare, a crescere direi, sono i
Continua
INCHIESTA MINIBOT / COSA SONO, COSA SERVONO E LE FALSE ACCUSE CONTRO QUESTO STRUMENTO DI PAGAMENTO DEL DEBITO PUBBLICO

INCHIESTA MINIBOT / COSA SONO, COSA SERVONO E LE FALSE ACCUSE CONTRO QUESTO STRUMENTO DI PAGAMENTO

lunedì 10 giugno 2019
Negli scorsi giorni, la Camera dei deputati all’unanimità ha approvato i cosiddetti minibot. Una volta tanto i sinistrati del piddì ne hanno fatto una giusta, salvo poi rendersi
Continua
 
FOLLIA E DELIRIO DELLA COMMISSIONE UE: VUOLE DENUNCIARE TUTTI I PAESI UE PER NON AVERE ''LIBERALIZZATO'' I SERVIZI

FOLLIA E DELIRIO DELLA COMMISSIONE UE: VUOLE DENUNCIARE TUTTI I PAESI UE PER NON AVERE

lunedì 10 giugno 2019
LONDRA - I burocrati della commissione europea che nessuno ha eletto amano spesso intraprendere azioni legali contro governi democraticamente eletti e questo spiega il crescente euroscetticismo da
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
GIORNALI INDIANI SCRIVONO CHE LA TORRE E GIRONE SARANNO CONDANNATI IN OGNI CASO A MORTE. E LA MINISTRA BONINO? TACE!

GIORNALI INDIANI SCRIVONO CHE LA TORRE E GIRONE SARANNO CONDANNATI IN OGNI CASO A MORTE. E LA
Continua

 
CATASTROFE IMMOBILIARE IN ITALIA: CROLLANO I PREZZI DELLE CASE (NEL 2013 -5,7%) CON PUNTE DI -8,1% SU STIME GIA' BASSE

CATASTROFE IMMOBILIARE IN ITALIA: CROLLANO I PREZZI DELLE CASE (NEL 2013 -5,7%) CON PUNTE DI -8,1%
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!