46.474.243
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL FINANCIAL TIMES DERIDE SACCOMANNI E DESCRIVE UN'ITALIA CHE ''NON HA FATTO PRATICAMENTE NULLA PER SALVARSI''.

giovedì 9 gennaio 2014

LONDRA - Recovery claims met with derision in Rome, ovvero Roma accoglie con derisione le dichiarazioni secondo cui l'economia attraverserebbe una fase di ripresa. E' questo il titolo più che eloquente dell'articolo del Financial Times, che affronta la questione italiana. 

Anche la stampa internazionale è consapevole di come le dichiarazioni del ministro dell'economia Fabrizio Saccomanni vengano considerate, praticamente, ridicole dalla maggior parte degli italiani. 

L'Italia non ha "fatto praticamente nulla", lo scorso anno, per affrontare e risolvere i principali problemi strutturali di lunga data, come la bassa produttività e il "malfunzionamento" della pubblica amministrazione. E’ questo il pensiero di Nicola Acocella, professore di economia in pensione intervistato dal Financial Times, secondo cui l'Italia potrebbe riuscire a evitare una ristrutturazione del debito, ma ha bisogno di politiche interne ""credibili e affidabili".

A quanto pare non è solo il docente a pensarla in questo modo, anzi i dati riportati ieri dall’Istat parlano chiaro. Il tasso di disoccupazione in Italia, infatti, è salito al 12,7% nel mese di novembre, il più alto da almeno 36 anni. In un anno sono stati persi quasi mezzo milione di posti di lavoro, mentre la disoccupazione giovanile è salita toccando il livello record del 41,6%. 

La carrellata di dati non è altro che la riprova del fatto che "sebbene la recessione potesse sembrare ufficialmente finita, nel 2013, la ripresa sarà tuttavia lenta e ci vorrà del tempo prima che" la situazione in termini di lavoro inizi a migliorare. Lo dice chiaramente l’economista della società di consulenza Nomisma, Sergio De Nardis. 

Eppure, scrive il Financial Times, il ministro dell’economia Fabrizio Saccomanni, un "tecnocrate" della Banca d'Italia, prevede con ottimismo che il 2014 sarà stato l'anno della ripresa economica, e promette perfino minori imposte agli italiani grazie a un risparmio generato da tagli alla spesa pubblica pari a 32 miliardi di euro – il 2 per cento del Pil - entro il 2016; tra le altre promesse, il ritorno di capitali dai conti detenuti in Svizzera, tramite un giro di vite sull'evasione fiscale .

Alla luce dei dati macro economici a dir poco negativi, i commenti del ministro si sono scontrati con un coro di scetticismo, che vede l’Italia intrappolata in un contesto di instabilità politica. Il senso di caos in cui versa il governo si è accentuato dopo il pasticcio amministrativo innescato dalla nota con cui inizialmente è stato imposto a 80.000 insegnanti di restituire 150 euro. Poi, il tutto è stato annullato, come ricorda il quotidiano britannico.

Detto questo, il Financial Times riporta la dichiarazione di un alto funzionario europeo, che afferma che i paesi periferici dell'Europa si stanno dividendo in due categorie; una formata da Spagna, Irlanda e Portogallo, paesi che stanno riuscendo a farcela.  La seconda formata dalla Grecia e dall'Italia, che stanno peggiorando e che "richiedono aiuti esterni". D'altronde, sul mercato dei titoli di stato, i tassi spagnoli stanno scendendo più velocemente di quelli italiani. E il merito è del "governo spagnolo, più stabile, che opera in un orizzonte di lungo periodo".

De Nardis afferma che "dopo aver brindato alla riduzione dello spread (tra rendimenti tedeschi e italiani), i dati relativi al mercato del lavoro ci hanno riportati con i piedi per terra".  

Financial Times - Londra


IL FINANCIAL TIMES DERIDE SACCOMANNI E DESCRIVE UN'ITALIA CHE ''NON HA FATTO PRATICAMENTE NULLA PER SALVARSI''.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Financial Times   Londra   governo   Saccomanni   Letta   Grecia   Italia   Spagna Portogallo   Irlanda    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA RIVOLUZIONE FISCALE DI TRUMP CHE ANDREBBE BENISSIMO ANCHE ALL'ITALIA (SOLO SE ESCE DALLA PRIGIONE DELL'EURO)

LA RIVOLUZIONE FISCALE DI TRUMP CHE ANDREBBE BENISSIMO ANCHE ALL'ITALIA (SOLO SE ESCE DALLA

giovedì 27 aprile 2017
WASHINGTON - Donald Trump l'ha definita "grandiosa". Il suo consigliere economico la considera "un'opportunità che capita una volta per generazione". Il segretario al Tesoro Mnuchin crede che
Continua
 
DATI UFFICIALI DEI FALLIMENTI IN ITALIA NEL 1° TRIMESTRE 2017: SONO TERRIFICANTI, 2 FALLIMENTI OGNI ORA, +36% DAL 2009

DATI UFFICIALI DEI FALLIMENTI IN ITALIA NEL 1° TRIMESTRE 2017: SONO TERRIFICANTI, 2 FALLIMENTI

mercoledì 26 aprile 2017
Fallimenti delle imprese italiane, numeri da spavento. Nei primi tre mesi del 2017 sono state infatti 2.998 le aziende italiane che hanno portato i libri in tribunale, il 16,8% in meno rispetto ad un
Continua
IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN COMBUTTA CON LE ONG

IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN

mercoledì 26 aprile 2017
I giornali e l'informazione in Italia ignorano la notizia, ma è di una estrema gravità. Così, ecco che per apprenderla bisogna leggere i quotidiani tedeschi, benchè
Continua
 
PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI DETENZIONE IN FRONTIERA

PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI

lunedì 24 aprile 2017
LONDRA - Nei mesi scorsi l'Ungheria e' stata fortemente criticata per aver creato campi in cui tenere immigrati e richiedenti asilo ma il governo ungherese non si e' fatto intimidire e ha continuato
Continua
E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E PIANI CRIMINALI

E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E

venerdì 21 aprile 2017
Le principali ONG impegnate nel traffico di africani verso l'Italia sono: Moas, Jugend Rettet, Stichting Bootvluchting, Médecins sans frontières, Save the children, Proactiva Open Arms,
Continua
 
L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI TEMPORANEI (EUROPEI)

L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI

giovedì 20 aprile 2017
Al contrario dell'Italia l'Australia fa di tutto per proteggere i propri confini tant'e' che e' uno dei pochi se non l'unico paese ad essere riuscito a fermare l'arrivo di barconi carichi di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL GOVERNO AUMENTA BRUTALMENTE LE TASSE SUGLI IMMOBILI E LO FA DI NOTTE. STANOTTE. COME I LADRI.

IL GOVERNO AUMENTA BRUTALMENTE LE TASSE SUGLI IMMOBILI E LO FA DI NOTTE. STANOTTE. COME I LADRI.

 
ITALIA A ROTOLI E LA MINISTRA BONINO REGALA 45 MILIONI DI EURO AL SENEGAL! (PER PROMUOVERE L'EGUAGLIANZA UOMO DONNA)

ITALIA A ROTOLI E LA MINISTRA BONINO REGALA 45 MILIONI DI EURO AL SENEGAL! (PER PROMUOVERE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!