54.027.593
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL FINANCIAL TIMES DERIDE SACCOMANNI E DESCRIVE UN'ITALIA CHE ''NON HA FATTO PRATICAMENTE NULLA PER SALVARSI''.

giovedì 9 gennaio 2014

LONDRA - Recovery claims met with derision in Rome, ovvero Roma accoglie con derisione le dichiarazioni secondo cui l'economia attraverserebbe una fase di ripresa. E' questo il titolo più che eloquente dell'articolo del Financial Times, che affronta la questione italiana. 

Anche la stampa internazionale è consapevole di come le dichiarazioni del ministro dell'economia Fabrizio Saccomanni vengano considerate, praticamente, ridicole dalla maggior parte degli italiani. 

L'Italia non ha "fatto praticamente nulla", lo scorso anno, per affrontare e risolvere i principali problemi strutturali di lunga data, come la bassa produttività e il "malfunzionamento" della pubblica amministrazione. E’ questo il pensiero di Nicola Acocella, professore di economia in pensione intervistato dal Financial Times, secondo cui l'Italia potrebbe riuscire a evitare una ristrutturazione del debito, ma ha bisogno di politiche interne ""credibili e affidabili".

A quanto pare non è solo il docente a pensarla in questo modo, anzi i dati riportati ieri dall’Istat parlano chiaro. Il tasso di disoccupazione in Italia, infatti, è salito al 12,7% nel mese di novembre, il più alto da almeno 36 anni. In un anno sono stati persi quasi mezzo milione di posti di lavoro, mentre la disoccupazione giovanile è salita toccando il livello record del 41,6%. 

La carrellata di dati non è altro che la riprova del fatto che "sebbene la recessione potesse sembrare ufficialmente finita, nel 2013, la ripresa sarà tuttavia lenta e ci vorrà del tempo prima che" la situazione in termini di lavoro inizi a migliorare. Lo dice chiaramente l’economista della società di consulenza Nomisma, Sergio De Nardis. 

Eppure, scrive il Financial Times, il ministro dell’economia Fabrizio Saccomanni, un "tecnocrate" della Banca d'Italia, prevede con ottimismo che il 2014 sarà stato l'anno della ripresa economica, e promette perfino minori imposte agli italiani grazie a un risparmio generato da tagli alla spesa pubblica pari a 32 miliardi di euro – il 2 per cento del Pil - entro il 2016; tra le altre promesse, il ritorno di capitali dai conti detenuti in Svizzera, tramite un giro di vite sull'evasione fiscale .

Alla luce dei dati macro economici a dir poco negativi, i commenti del ministro si sono scontrati con un coro di scetticismo, che vede l’Italia intrappolata in un contesto di instabilità politica. Il senso di caos in cui versa il governo si è accentuato dopo il pasticcio amministrativo innescato dalla nota con cui inizialmente è stato imposto a 80.000 insegnanti di restituire 150 euro. Poi, il tutto è stato annullato, come ricorda il quotidiano britannico.

Detto questo, il Financial Times riporta la dichiarazione di un alto funzionario europeo, che afferma che i paesi periferici dell'Europa si stanno dividendo in due categorie; una formata da Spagna, Irlanda e Portogallo, paesi che stanno riuscendo a farcela.  La seconda formata dalla Grecia e dall'Italia, che stanno peggiorando e che "richiedono aiuti esterni". D'altronde, sul mercato dei titoli di stato, i tassi spagnoli stanno scendendo più velocemente di quelli italiani. E il merito è del "governo spagnolo, più stabile, che opera in un orizzonte di lungo periodo".

De Nardis afferma che "dopo aver brindato alla riduzione dello spread (tra rendimenti tedeschi e italiani), i dati relativi al mercato del lavoro ci hanno riportati con i piedi per terra".  

Financial Times - Londra


IL FINANCIAL TIMES DERIDE SACCOMANNI E DESCRIVE UN'ITALIA CHE ''NON HA FATTO PRATICAMENTE NULLA PER SALVARSI''.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Financial Times   Londra   governo   Saccomanni   Letta   Grecia   Italia   Spagna Portogallo   Irlanda    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA FINLANDIA DI KATAINEN BUCO NERO DELL'EUROZONA PER DISOCCUPAZIONE, CROLLO DEL PIL, TAGLIO STIPENDI, AUMENTO TASSE

LA FINLANDIA DI KATAINEN BUCO NERO DELL'EUROZONA PER DISOCCUPAZIONE, CROLLO DEL PIL, TAGLIO

sabato 18 novembre 2017
Il “mitico” commissario della UE Katainen ha alzato per l’ennesima volta il ditino contro l’Italia colpevole di “non fare abbastanza” per abbattere il debito
Continua
 
MICIDIALE STRONCATURA DEI GOVERNI PD E DI RENZI DA PARTE DELLA STAMPA TEDESCA: HANNO SBAGLIATO TUTTO, IN QUESTI ANNI

MICIDIALE STRONCATURA DEI GOVERNI PD E DI RENZI DA PARTE DELLA STAMPA TEDESCA: HANNO SBAGLIATO

mercoledì 15 novembre 2017
BERLINO - L'Italia, vista dai quotidiani tedeschi, è un coacervo di questioni economiche e finanziarie incancrenite e minacciata da elezioni il cui risultato quasi certamente andrà di
Continua
DUE MILIONI DI ITALIANI FUGGITI ALL'ESTERO PER CERCARE LAVORO E I GOVERNI PD HANNO PORTATO QUI MEZZO MILIONE DI AFRICANI

DUE MILIONI DI ITALIANI FUGGITI ALL'ESTERO PER CERCARE LAVORO E I GOVERNI PD HANNO PORTATO QUI

venerdì 10 novembre 2017
Altro che sola fuga di cervelli. C'è un nuovo ciclo di emigrazione italiana in corso, in larga misura frutto della crisi economica, che ha portato all'estero MILIONI di italiani di diverse
Continua
 
400.000 RISPARMIATORI HANNO PERSO TUTTO PER COLPA DELLE BANCHE DI AREA PD E RENZI FA IL PALADINO DEI ROVINATI (DA LUI!)

400.000 RISPARMIATORI HANNO PERSO TUTTO PER COLPA DELLE BANCHE DI AREA PD E RENZI FA IL PALADINO

giovedì 9 novembre 2017
Il fallimento elettorale del pd in Sicilia, del quale il “bomba” fiorentino ha incolpato tutti tranne che l’unico responsabile, ovvero sé stesso, è lo specchio del
Continua
IL PROSSIMO MINISTRO DEGLI ESTERI AUSTRIACO SARA' NORBERT HOFER! DESIGNAZIONE FATTA DAL VINCITORE DELLE ELEZIONI: KURZ

IL PROSSIMO MINISTRO DEGLI ESTERI AUSTRIACO SARA' NORBERT HOFER! DESIGNAZIONE FATTA DAL VINCITORE

mercoledì 8 novembre 2017
LONDRA - Continuano senza soste le trattative tra il People's Party di Sebastian Kurz e il Freedom Party di Heinz-Christian Strache per formare una coalizione di governo entro il prossimo mese di
Continua
 
IN AUSTRIA SI SALDA L'ALLEANZA DI PROGRAMMA DI GOVERNO TRA KURZ E STRACHE. LA DESTRA ANDRA' AL POTERE A VIENNA

IN AUSTRIA SI SALDA L'ALLEANZA DI PROGRAMMA DI GOVERNO TRA KURZ E STRACHE. LA DESTRA ANDRA' AL

lunedì 6 novembre 2017
LONDRA - In Austria continuano le trattative tra il People's Party di Sebastian Kurz e il Freedom Party di Heinz-Christian Strache per creare un programma politico unitario, ed è notizia di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL GOVERNO AUMENTA BRUTALMENTE LE TASSE SUGLI IMMOBILI E LO FA DI NOTTE. STANOTTE. COME I LADRI.

IL GOVERNO AUMENTA BRUTALMENTE LE TASSE SUGLI IMMOBILI E LO FA DI NOTTE. STANOTTE. COME I LADRI.

 
ITALIA A ROTOLI E LA MINISTRA BONINO REGALA 45 MILIONI DI EURO AL SENEGAL! (PER PROMUOVERE L'EGUAGLIANZA UOMO DONNA)

ITALIA A ROTOLI E LA MINISTRA BONINO REGALA 45 MILIONI DI EURO AL SENEGAL! (PER PROMUOVERE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!