72.420.848
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA SVOLTA / CON I CONTI ATTUALI LA GRECIA PUO' ABBANDONARE L'EURO SENZA FALLIRE IL MINUTO DOPO (SE CI RESTA MUORE)

mercoledì 8 gennaio 2014

Dopo sei anni di depressione economica, la Grecia non sembra voler guarire. Le prospettive di crescita per questo nuovo anno sono tutte pessimiste e negative, mentre il Pil del 2013 è stato del 4% inferiore a quello del 2012.

Di fatto, rispetto al’inizio della crisi l’economia greca si trova oggi amputata di almeno il 25% delle sue ricchezze e delle sue risorse. A titolo comparativo, l’economia americana aveva perso il 30% durante la Grande Depressione, alla fine degli anni 1920.

La Grecia subisce dunque un’autentica depressione dalla portata terrificante, con un tasso di disoccupazione ufficiale del 27%, di cui il 55% fra i giovani. La realtà però è ancora più drammatica, perchè per un greco che lavora, due greci sono disoccupati.

Per raddrizzare la sua crescita, la Grecia non potrà puntare sull’esportazione, malgrado gli intensi sforzi di produzione e malgrado salari in caduta libera. Il 2014 assomiglierà agli anni precedenti, malgrado le previsioni del governo di Atene, dell’Unione europea e del Fondo monetario internazionale – che si sbagliano sistematicamente da diversi anni prevedendo l’imminenza della ripresa greca.

Eppure negli ultimi due anni l’economia della Grecia è cambiata.

Il paese mostra un’eccedenza commerciale principalmente grazie al settore del turismo, in progressione del 12% nel 2013 e per una disoccupazione massiccia e una contrazione economica che logicamente si sono tradotti con un sensibile calo delle importazioni.

Oggi la Grecia non ha più bisogno di chiedere prestiti sui mercati, così come non ha più bisogno dell’aiuto europeo per finanziare le sue nuove spese. Inoltre, dopo aver realizzato circa 110 miliardi di euro di economie nel 2012 e 2013, il bilancio greco sarà in eccedenza a partire da quest’anno.

Il paese non dispone evidentemente dei redditi sufficienti per liberarsi dagli interessi del suo gigantesco debito, ma si può dire che è in grado di pagare da sè le spese correnti. Le numerose previsioni che davano la Grecia fuori dalla Zona euro nel 2011 e poi nel 2012 si sono rivelate tutte sbagliate. Per la Grecia, nel 2012 e nel 2013 era letteralmente impossibile abbandonare la moneta unica, perchè il paese non aveva modo di assicurare la propria sussistenza.

Invece, l’eccedenza commerciale del 2013 e l’eccedenza di bilancio prevista quest’anno permetterebbero al governo greco di decidere di uscire dalla Zona euro, se volesse farlo. Di fatto oggi la Grecia sarebbe capace di lasciare unilateralmente la moneta unica senza essere ridotta a dover ancora chiedere l’assistenza dell’Unione europea e del Fondo monetario internazionale.

L’eccedenza commerciale le permetterebbe di ritrovare una dracma solida, che inoltre potrebbe essere svalutata per rilanciare le esportazioni. Il governo e l’ordine pubblico non sarebbero minacciati perchè il paese avrebbe a disposizione fondi sufficienti per pagare le fatture.

La Grecia non farebbe default perchè il suo debito verrebbe rimborsato gradualmente con una dracma che, nel caso di estrema urgenza, potrebbe essere stampata secondo le necessità. L’uscita della Grecia dalla Zona euro non sarebbe dunque una catastrofe, soprattutto non per la Grecia.

Autore: Michel Santi, conomiste franco-suisse, conseille des banques centrales de pays émergents. Il est membre du World Economic Forum 


LA SVOLTA / CON I CONTI ATTUALI LA GRECIA PUO' ABBANDONARE L'EURO SENZA FALLIRE IL MINUTO DOPO (SE CI RESTA MUORE)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Grecia   zona euro   debito   dracma   Michel   Santi   World   Economic   Forum   Pil   crisi   recessione    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
IL QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT ACCUSA LA COMMISSIONE UE: APPOGGIA IL GOVERNO PD-M5S NONOSTANTE I CONTI CATASTROFICI

IL QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT ACCUSA LA COMMISSIONE UE: APPOGGIA IL GOVERNO PD-M5S NONOSTANTE I

giovedì 21 novembre 2019
Due pesi e due misure con l'Italia, a seconda di chi c'è al governo. A scriverlo non è la stampa "sovranista" ma un quotidiano autorevole e ferreo conservatore tedesco.  "Nei
Continua
 
CASI PSICHIATRICI: 1.776 EMENDAMENTI ALLA FINANZIARIA PRESENTATI DAI PARTITI CHE HANNO SCRITTO LA FINANZIARIA...

CASI PSICHIATRICI: 1.776 EMENDAMENTI ALLA FINANZIARIA PRESENTATI DAI PARTITI CHE HANNO SCRITTO LA

mercoledì 20 novembre 2019
Chi propone la reintroduzione dello scudo penale per l'Ilva, chi chiede l'abolizione di Quota 100, chi sollecita interventi per il recupero di Venezia e chi misure per il sostegno dei neonati e della
Continua
DER SPIEGEL SCHIANTA IL GOVERNO CONTE: FA MORIRE L'INDUSTRIA ITALIANA MINISTRI INCAPACI E NON C'E' CERTEZZA DEL DIRITTO

DER SPIEGEL SCHIANTA IL GOVERNO CONTE: FA MORIRE L'INDUSTRIA ITALIANA MINISTRI INCAPACI E NON C'E'

lunedì 18 novembre 2019
BERLINO - Terza economia dell'Eurozona, l'Italia vede la propria industria "morire in bellezza". E' quanto afferma il settimanale tedesco "Der Spiegel", commentando la decisione del gruppo
Continua
 
VIKTOR ORBAN: ''NEL 1989 I CITTADINI DELL'EUROPA CENTRALE FURONO COSI' FORTI DA CAMBIARE IL FUTURO DEL CONTINENTE''

VIKTOR ORBAN: ''NEL 1989 I CITTADINI DELL'EUROPA CENTRALE FURONO COSI' FORTI DA CAMBIARE IL FUTURO

lunedì 18 novembre 2019
PRAGA - Nel 1989, i cittadini dell'Europa centrale "furono cosi' forti da cambiare il futuro del continente". Lo ha dichiarato il primo ministro ungherese Viktor Orban, in occasione della
Continua
AFFOLLATISSIMO COMIZIO A BOLOGNA DI PRESENTAZIONE UFFICIALE DELLA CANDIDATURA DI LUCIA BORGONZONI

AFFOLLATISSIMO COMIZIO A BOLOGNA DI PRESENTAZIONE UFFICIALE DELLA CANDIDATURA DI LUCIA BORGONZONI

venerdì 15 novembre 2019
 Matteo Salvini ha iniziato il suo intervento al PalaDozza di Bologna criticando la stampa. "Fatemi ringraziare i giornalisti: di voi qui riuniti non c'e' una foto sulle homepage dei due
Continua
 
IN FINLANDIA TRIONFA NEI CONSENSI IL PARTITO SOVRANISTA ANTI IMMIGRAZIONE SELVAGGIA: TRUE FINNS PRIMO NEI SONDAGGI

IN FINLANDIA TRIONFA NEI CONSENSI IL PARTITO SOVRANISTA ANTI IMMIGRAZIONE SELVAGGIA: TRUE FINNS

lunedì 11 novembre 2019
LONDRA - Ogni mese in Finlandia viene fatto un sondaggio sulla popolarita' dei suoi  partiti politici e anche questo mese il partito anti-immigrati dei True Finns ha visto la sua popolarita'
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ECCO COME IL SOCIALISMO - O UN GOVERNO STATALISTA - FA DIVENTARE TUTTI POVERI (LEZIONE DI POLITICA PER SINISTRI)

ECCO COME IL SOCIALISMO - O UN GOVERNO STATALISTA - FA DIVENTARE TUTTI POVERI (LEZIONE DI POLITICA
Continua

 
SPIETATA QUANTO VERITIERA ANALISI DEI DATI ECONOMICI EUROPEI FATTA DA OLTRE OCEANO (LA RIPRESA? MA CERTO...)

SPIETATA QUANTO VERITIERA ANALISI DEI DATI ECONOMICI EUROPEI FATTA DA OLTRE OCEANO (LA RIPRESA? MA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

BERLUSCONI: L'ESERCITO E' L'UNICO DETERRENTE CONTRO L'INVASIONE DI

21 novembre - Occorre ''avere una capacita' di potenza militare anche per difenderci
Continua

LA CASSAZIONE DA' IL VIA LIBERA AL REFERENDUM SUL MAGGIORITARIO

21 novembre - Con ordinanza depositata ieri l'ufficio centrale della Cassazione ha
Continua

CONSIGLIERI M5S DI REGIONE EMILIA ROMAGNA IN RIVOLTA: SONDAGGIO

21 novembre - BOLOGNA - ''Tutta questa operazione e' una presa in giro inaccettabile
Continua

PD-M5S-LEU CANCELLANO ESENZIONE TASSA IMU SU CASE COLPITE DA

20 novembre - ''Incomprensibile la bocciatura dell'attuale maggioranza all'emendamento
Continua

R.LOMBARDIA TICKET SANITARI A ZERO PER FORZE DELL'ORDINE VV.FF. E

20 novembre - Via libera della commissione lombarda Sanita' al bilancio di previsione
Continua

MATTEO SALVINI: NON AVEVO PAURA DEI CASAMONICA, FIGURIAMOCI DELLE

20 novembre - Paura delle 'sardine'? ''Non avevo paura dei Casamonica figuriamoci se
Continua

FDI: CONTE VENGA SUBITO IN PARLAMENTO A RIFERIRE CHE HA COMBINATO

20 novembre - ''Insieme al capogruppo alla Camera di Fratelli d'Italia, Lollobrigida,
Continua

ZAIA: BASTA INSULTI AI VENETI, QUERELIAMO.

20 novembre - ''Basta insulti ai Veneti, mio compito è difendereli, quereliamo'' ''Ne
Continua

ARRESTATO UNO DEI MANDANTI DELL'OMICIDIO DELLA GIORNALISTA CARUANA

20 novembre - LA VALLETTA - Poche ore dopo la promessa di grazia garantita dal premier
Continua

SALVINI: SCUDO ARCELORMITTAL NOI AL GOVERNO L'AVEVAMO RIMESSO,

19 novembre - La questione dello 'scudo' per ArcelorMittal ''era uno dei motivi delle
Continua

M5S SI RIBELLA A CONTE E INTIMA A DI MAIO DI CONVOCARE VERTICE DI

19 novembre - ''Il Parlamento aveva dato un preciso mandato al Presidente del
Continua

IN ARRIVO ALTA MAREA ECCEZIONALE A VENEZIA: 160 CENTIMETRI ALLARME

15 novembre - VENEZIA - L'ultimo bollettino (ore 8:15) del Centro maree di Venezia ha
Continua

DI MAIO HA PAURA E MINACCIA I SUOI: ''CHI FA POLEMICHE SE NE VADA''

14 novembre - Il capo politico dell'M5s sente odore di scissione e attacca: ''Chi fa
Continua

GOVERNATORE FONTANA: BRUTTO EPISODIO CHE NON RAPPRESENTA LA REALTA'

14 novembre - MILANO - ''Non sono preoccupato, perche' non credo che esista questo
Continua

SONDAGGI/ SUPERMEDIA YOUTREND: CENTRODESTRA 50,6% CON LEGA 33,5%

14 novembre - Buona la performance di Fratelli d'Italia che sfiora il 10%, salendo al
Continua

PIL TERZO TRIMESTRE 2019 EUROZONA: GERMANIA E ITALIA APPAIATE NEL

14 novembre - BRUXELLES - Nel terzo trimestre 2019 il Pil e' salito dello 0,2%
Continua

LAURA COMI E PAOLO ORRIGONI AI DOMICILIARI, ZINGALE IN CARCERE

14 novembre - VARESE - I finanzieri del Nucleo Polizia economico-finanziaria di Milano
Continua

SONDAGGIO: CENTRODESTRA AL 50,2% LEGA AL 33%

14 novembre - Secondo un sondaggio EMG Acqua presentato oggi ad Agora', il programma
Continua

GOOGLE ENTRA NEL SETTORE BANCARIO: OFFRIRA' A BREVE CONTI CORRENTI

13 novembre - Google è pronta a entrare nel settore bancario. Il prossimo anno,
Continua

RENZI LO METTE PER ISCRITTO: IL MIO OBBIETTIVO E' ANNIENTARE IL PD

13 novembre - Lo mette pure per iscritto. Matteo Renzi vuole annientare il Pd.
Continua
Precedenti »