67.639.840
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

INCHIESTA / TANGENTOPOLI TEDESCA: LA GERMANIA GIOCA SPORCO, GRANDI AZIENDE CORROMPONO STATI INTERI (E LI FANNO FALLIRE)

mercoledì 8 gennaio 2014

BERLINO -  I politici tedeschi non perdono mai l'occasione di usare termini offensivi contro gli italiani ma sono davvero cosi' onesti ed efficienti?

Ovviamente no, e un recente studio di German Foreign Policy, un centro studio tedesco, dimostra come le aziende tedesche regolarmente pagano tangenti per aggiudicarsi appalti all'estero con la benedizione della classe politica tedesca.

L'articolo in questione si concentra sulle mazzette pagate ai politici greci per vendere armi e vincere appalti in Grecia, una tattica che ha contribuito all'esplosione del debito pubblico greco e quindi ha in parte causato la crisi economica che sta impoverendo il popolo greco.

Alcuni impiegati del ministero della difesa greco accusati di corruzione hanno rivelato come aziende quali Krauss-Maffei Wegmann, Rheinmetall e Atlas abbiano pagato mazzette per vendere armi alle forze armate greche e il funzionario responsabile per gli acquisti ha ammesso di aver ricevuto da queste imprese tedesche una mazzetta di 3.2 milioni di euro allo scopo di facilitare una commessa di 1miliardo e 700 milioni di euro.

Pero' questa tangente e' molto bassa se paragonata ai 55 milioni di euro ricevuti in mazzette dall'ex ministro greco della difesa Akis Tsochatzopoulos allo scopo di facilitare l'acquisto di missili anti-aerei russi e sottomarini tedeschi costruiti da HDW, un'azienda con sede a Kiel.

Le tangenti sono passate attraverso Ferrostaal, un'azienda dell'Essen e il contratto aveva un valore di 2 miliardi e 85 milioni di euro.

Ma in questa storia di tangenti non ci sono solo aziende di armamenti e infatti un altro protagonista e' la Siemens la quale ha vinto gli appalti per digitalizzare la rete telefonica greca, formire sistemi di comunicazione alle forze armate greche e i sistemi di sorveglianza usati per le olimpiadi del 2004.

Al momento non e' chiaro l'ammontare delle tangenti pagate ma c'e' chi dice che possano ammontare a 5 milioni di euro all'anno, tutti pagati dai contribuenti grechi visto che tali costi sono serviti per gonfiare il valore di questi appalti.

La cosa interessante e' che i manager della Siemens che hanno pagato tangenti quando sapevano di essere indagati sono  tornati in Germania dove hanno ricevuto una sentenza in sospeso e pagato una multa e sono riusciti ad evitare di essere processati in Grecia perche' il tribunale tedesco non ha concesso l'estradizione.

Inoltre occorre aggiungere che Deutsche Bahn AG ha ammesso di aver pagato tangenti per vincere l'appalto della metropolitana ad Atene mentre la Securities and Exchange Commission deli Stati Uniti ha accudato la Daimler di pagare mazzette per vincere appalti e ottenere commesse.

Come e' possibile vedere anche in Germania c'e' del marcio ma cio che e' piu' grave e' che la Germania si sente in dovere di imporre misure di austerita' per distruggere le imprese italiane al fine di dominare tutta l'Europa.

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra.


INCHIESTA / TANGENTOPOLI TEDESCA: LA GERMANIA GIOCA SPORCO, GRANDI AZIENDE CORROMPONO STATI INTERI (E LI FANNO FALLIRE)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Germania   Siemens   corruzione   Grecia   armamenti   Berlino    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
GRECIA / 25 EURO PER ESSERE RICOVERATI IN OSPEDALI PUBBLICI, OPPURE MORIRE SUL MARCIAPIEDE (350 EURO ''NUOVI'' STIPENDI)

GRECIA / 25 EURO PER ESSERE RICOVERATI IN OSPEDALI PUBBLICI, OPPURE MORIRE SUL MARCIAPIEDE (350
Continua

 
Rémy Prud’homme del MIT di Boston: ''La tratta Torino-Lione costa come il Tunnel della Manica e non serve a niente''

Rémy Prud’homme del MIT di Boston: ''La tratta Torino-Lione costa come il Tunnel della Manica e
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »