45.076.782
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

TSUNAMI DI CLANDESTINI SULL'EUROPA: 330.000 NEL 2013 (HANNO AVUTO ASILO) PIU' 100.000 IN ATTESA (GIA' MIGLIAIA NEL 2014)

martedì 7 gennaio 2014

PARIGI - L’immigrazione e l’asilo dovrebbero condurre l’Europa a parlare con una voce sola. Difficile però immaginare più discordia e confusione. Tre mesi dopo l’annegamento di 366 eritrei a Lampedusa – naufragio che il Papa aveva definito una vergogna per l’Unione europea – i 28 Stati membri dell’UE tardano a trovare una risposta, mentre aumenta il timore di un arrivo in massa di rifugiati dalla Siria.

Malgrado le tempeste invernali, nel canale di Sicilia il dramma continua. Nelle ultime 48 ore i soccorsi hanno salvato più di un migliaio di migranti, provenienti dall’Egitto, dall’Irak, dal Mali, dal Niger, oltre a pachistani, somali e tunisini.

Le pattuglie sono condotte dalla marina italiana. La vasta sorveglianza “europea” non è ancora operativa. Il summit europeo che si è svolto in dicembre si è concluso con niente di concreto, né sui mezzi navali da dispiegare né per quanto riguarda il dossier politicamente avvelenato sull’asilo.

La paralisi si annuncia e un fossato viene scavato fra l’Europa mediterranea, in prima linea nei salvataggi, e l’Europa del Nord, che sostiene di accogliere la maggior parte dei rifugiati giunti nell’UE. L’Europa devastata dalla crisi economica e dalla disoccupazione teme un afflusso di migranti e di rifugiati e il tema avrà un certo peso nelle elezioni europee del prossimo maggio.

“A quattro mesi dal voto nessuno intende fare troppo rumore – confida uno dei 28 capi di Stato europei – Se l’immigrazione selvaggia s’impone nella campagna elettorale, tutti i partiti di governo in Europa perderanno dei voti.”

In Francia, nel Regno Unito o nei Paesi Bassi l’estrema destra e una parte della destra già sfruttano il filone. “E’ una bomba politica – commenta un diplomatico britannico – Per difendere il diritto all’asilo si deve innanzitutto mantenere il consenso sociale, cioè reprimere gli abusi.”

L’attuazione di un sistema d’asilo e di ritorni forzati dovrà aspettare l’estate, dopo le elezioni europee. Cipro, Spagna, Grecia, Italia e Malta chiedono che venga cambiata la regola che rende il paese di sbarco unico competente per esaminare le domande d’asilo nell’UE.

Angela Merkel e François Hollande rispondono che non se ne parla nemmeno. Anche i paesi del nord sono confrontati a un marcato arrivo di migranti, anche se è meno visibile che sul Mediterraneo. I migranti arrivano come turisti su aerei, treni o autobus. La Germania, la Francia, la Svezia, il Belgio e il Regno Unito hanno assorbito nel 2013 il 70% di 330’000 richieste d’asilo.

Secondo Eurostat il movimento migratorio accelera: più di 100’000, le richieste in attesa, sono esplose di circa il 50% nel secondo trimestre 2013.

Articolo pubblciato da Le Figaro.fr - oggi. 


TSUNAMI DI CLANDESTINI SULL'EUROPA: 330.000 NEL 2013 (HANNO AVUTO ASILO) PIU' 100.000 IN ATTESA (GIA' MIGLIAIA NEL 2014)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Francia   Italia   Egitto   Siria   clandestini   Europa   richiesta   di asilo   UE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA' L'ACQUISTO DI BTP E BOT''

L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA'

venerdì 24 marzo 2017
LONDRA - "L'Unione Europea - osserva il settimanale britannico "The Economist" nella rubrica Charlemagne, dedicata agli affari europei - puo' anche essere una costruzione franco-tedesca, ma quando il
Continua
 
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO

lunedì 20 marzo 2017
ROMA - Dire NO alla Ue non basta, va spiegato chiaramente, perchè non è un "atto di fede politica", è la precisa constatazione che la Ue è una minaccia gravissima al
Continua
 
TERREMOTO POLITICO IN FINLANDIA: AI VERTICI DI UN PARTITO AL GOVERNO SALGONO LEADER NO-UE (INTANTO SCATTA LA BREXIT!)

TERREMOTO POLITICO IN FINLANDIA: AI VERTICI DI UN PARTITO AL GOVERNO SALGONO LEADER NO-UE (INTANTO

lunedì 20 marzo 2017
LONDRA - Nella giornata in cui - oggi - la Gran Bretagna comunica ufficialmente alla Ue la data della Brexit vera e propria, che scatterà il prossimo 29 marzo, giorno in cui il Regno Unito
Continua
SITUAZIONE MPS: TITOLO SOSPESO, VORAGINE DI CREDITI MARCI, UE IMPONE 5.000 LICENZIAMENTI E BANCA A UN PASSO DAL DEFAULT

SITUAZIONE MPS: TITOLO SOSPESO, VORAGINE DI CREDITI MARCI, UE IMPONE 5.000 LICENZIAMENTI E BANCA A

venerdì 17 marzo 2017
Le ultime notizie sul Monte dei Paschi di Siena, la più antica banca del mondo portata sull’orlo del baratro per opera di manager da sempre vicini al principale partito della sinistra
Continua
 
IL MINISTRO DELL'INTERNO TURCO: ''FACCIAMO SALTARE IN ARIA L'EUROPA, VI MANDIAMO 15.000 MIGRANTI AL MESE''

IL MINISTRO DELL'INTERNO TURCO: ''FACCIAMO SALTARE IN ARIA L'EUROPA, VI MANDIAMO 15.000 MIGRANTI AL

venerdì 17 marzo 2017
ISTANBUL - Il ministro degli Interni turco Suleyman Soylu ha minacciato di "far saltare in aria" l'Europa aprendo le porte della Turchia e inviando 15.000 migranti al mese nel Vecchio continente
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CUPERLO AVVISA LETTA (CIOE' RENZI) CHE IL GOVERNO STA PER CADERE. LA QUESTIONE FASSINA HA SGANGHERATO IL PD

CUPERLO AVVISA LETTA (CIOE' RENZI) CHE IL GOVERNO STA PER CADERE. LA QUESTIONE FASSINA HA
Continua

 
IL GOVERNO LETTA PRONTO A CANCELLARE LA TASSA SULLE AUTO DI LUSSO (MESSA DAL DEVASTATORE DELL'ITALIA MARIO MONTI)

IL GOVERNO LETTA PRONTO A CANCELLARE LA TASSA SULLE AUTO DI LUSSO (MESSA DAL DEVASTATORE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!