74.282.606
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

INCHIESTA ECONOMICA / 10 DISASTRI COMPIUTI DALL'EURO IN ITALIA - 6 PREMI NOBEL PER L'ECONOMIA INDICANO: USCITE DALL'EURO

lunedì 30 dicembre 2013

L'euro è una moneta incredibilmente forte per l'economia italiana. L'errore più comune è ritenere che danneggi solo le esportazioni. Non è così. La sua azione è molto più devastante.

Nel 2002, quando entrò in vigore, un euro valeva 1,04 dollari. Oggi al cambio ne vale 1,38: si è rivalutato del 38%. Nel luglio del 2008 l'euro è arrivato a toccare quota 1,60 sul dollaro, contemporaneamente si è rivalutato del 30% sulla sterlina e addirittura del 70% sullo yen. Successivamente, l'euro si è attestato su valori inferiori, ma di poco. 

Questo cambio così alto ha danneggiato molto le nostre esportazioni, sono stati colpi durissimi per il turismo e il comparto agroalimentare, i due settori più importanti della nostra economia. Ma gravi ripercussioni si sono avute ovunque, in ogni settore, a ogni livello, in ogni individuo e in ogni famiglia. L'euro ha infatti innescato un meccanismo di detonazioni a catena. 

PRIMO: l'Italia ha importato sempre di più beni meno costosi per via della moneta forte, inducendo ad appesantire la bilancia dei pagamenti, già in passivo.

SECONDO: per conseguenza si sono indebolite le vendite delle nostre aziende, che hanno iniziato a non investire, a licenziare o a non assumere

TERZO: le nostre aziende non hanno altra scelta che ridurre i prezzi agendo sul costo del lavoro. Come? diminuendo i salari, indebolendo indirettamente il potere d'acquisto del mercato. E' così che si è fermata la crescita. 

QUARTO: Le banche, già restie a concedere prestiti dopo l'emergere dei propri eccessi speculativi, si sono chiuse ancora di più, accanendosi contro la piccola e media impresa, ritenuta comunque ad alto rischio 

QUINTO: E' innescata la spirale mancato investimento-licenziamenti-meno salari-più disoccupazione,che ancora oggi non si è fermata, né si fermerà.  Così si è giunti alla disoccupazione di massa, giovanile e non. 

SESTO: Con la moneta "alta", non tutti i settori svantaggiati sono stimolati dalla concorrenza con l'estero, alcuni sono sfavoriti in partenza. Per questo produttività e innovazione sono in calo. Così è iniziato il declino industriale del più importante brand del mondo: il Made in Italy. 

SETTIMO: Lo Stato ha sempre meno entrate, peggiorano deficit e debito pubblico, che gradualmente diventa impagabile, vanificando il valore della moneta "alta".

OTTAVO: Nemmeno i Paesi dell'Eurozona a proprio agio con l'euro "alto" investono in Italia. La Germania, per esempio, preferisce di gran lunga investire nel Bric.

NONO: con la moneta "alta" in pratica non sarà più possibile agganciarsi alle riprese dei Paesi "forti" quali Usa e Giappone, se non in misura minima.

DECIMO: Quello che la gente non vuole sentirsi dire è che l'euro è fallito,  che l'Ue stessa è un semi fallimento, che è in mano a una supecasta continentale ormai più potente delle stesse caste nazionali, così potente da avere annullato la democrazia di fatto. Purtroppo, tutto questo avviene con il consenso della sinistra europea, italiana compresa. 

MA NON BASTA!

Il ritorno alle monete nazionali è la sola soluzione. Ormai lo consigliano tutti e sei i premi Nobel dell'economia: 

- Mirrlees: "L’Italia starebbe meglio fuori dall’Euro"

- Krugman: "E' un totale disastro"

- Friedman: "L’Euro è delle élite"

- Stiglitz: "Senza Euro non sarebbe la fine del mondo"

- Sen: "Che idea orribile l’Euro"

- Pissarides: "Prendere seriamente l’idea di smantellare l'Euro. Abbiamo perso una generazione di giovani".

Autore: Roberto Schena per ilNord.it


INCHIESTA ECONOMICA / 10 DISASTRI COMPIUTI DALL'EURO IN ITALIA - 6 PREMI NOBEL PER L'ECONOMIA INDICANO: USCITE DALL'EURO


Cerca tra gli articoli che parlano di:

euro   europa   importazioni   materie prime   premi Nobel   economa   UE   Italia    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
IL TURISMO E' ALLA CATASTROFE, LA PSICOSI GLOBALE DEL CORONAVIRUS FA DELL'ITALIA OGGI IL SECONDO BERSAGLIO DOPO AL CINA

IL TURISMO E' ALLA CATASTROFE, LA PSICOSI GLOBALE DEL CORONAVIRUS FA DELL'ITALIA OGGI IL SECONDO

lunedì 24 febbraio 2020
Quando noi, di questo giornale online, lanciamo l'allarme "panico" per dire che questo sì è il virus che può ammazzare il nostro Paese, magari qualcuno pensa che sbagliamo.
Continua
 
UN VELISTA ITALIANO ''PRIGIONIERO'' DENTRO L'EPICENTRO DELL'EPIDEMIA DI CORONAVIRUS RACCONTA L'INFERNO CHE HA ATTORNO

UN VELISTA ITALIANO ''PRIGIONIERO'' DENTRO L'EPICENTRO DELL'EPIDEMIA DI CORONAVIRUS RACCONTA

martedì 18 febbraio 2020
Il racconto di un "prigioniero" italiano che ri trova dentro l'epicentro dell'epidemia di coronavirus Uscite di sicurezza dell'hotel sbarrate con catena e lucchetto e ingresso unico, mascherina
Continua
LA SITUAZIONE DELLA CINA E' MOLTO PIU' GRAVE DI QUANTO VENGA RACCONTATO DAI MEDIA IL VIRUS STA UCCIDENDO L'ECONOMIA

LA SITUAZIONE DELLA CINA E' MOLTO PIU' GRAVE DI QUANTO VENGA RACCONTATO DAI MEDIA IL VIRUS STA

martedì 18 febbraio 2020
L'epidemia causata dal nuovo ceppo di coronavirus Covid-19, originata nella Cina centrale e poi diffusasi a livello internazionale, ha posto la diplomazia di Pechino in una situazione di stress senza
Continua
 
INCHIESTA / L'ALTRA FACCIA DELL'EPIDEMIA DI CORONAVIRUS: IL TRACOLLO DELL'ECONOMIA A LIVELLO PLANETARIO

INCHIESTA / L'ALTRA FACCIA DELL'EPIDEMIA DI CORONAVIRUS: IL TRACOLLO DELL'ECONOMIA A LIVELLO

mercoledì 29 gennaio 2020
La Cina e la comunita' internazionale osservano con crescente preoccupazione le ricadute della propagazione del nuovo ceppo di coronavirus sull'economia del paese asiatico, che potrebbe rallentare
Continua
UE VORREBBE INCASSARE DIRETTAMENTE UNA PLASTIC TAX PAGATA DA TUTTI I CITTADINI PER COPRIRE IL BUCO-BREXIT DI 15 MLD/ANNO

UE VORREBBE INCASSARE DIRETTAMENTE UNA PLASTIC TAX PAGATA DA TUTTI I CITTADINI PER COPRIRE IL

lunedì 13 gennaio 2020
LONDRA - Pochi giorni fa, il parlamento britannico ha approvato a larga maggioranza la legge che stabilisce che la Gran Bretagna lascera' definitivamente l'Unione Europea il 31 Gennaio del 2020. Al
Continua
 
CROAZIA ACCUSA LA UE DI NON FARE NULLA PER AIUTARE I GIOVANI A TROVARE LAVORO NELLE PROPRIE NAZIONI E FORMARE FAMIGLIE

CROAZIA ACCUSA LA UE DI NON FARE NULLA PER AIUTARE I GIOVANI A TROVARE LAVORO NELLE PROPRIE NAZIONI

martedì 7 gennaio 2020
LONDRA - Negli ultimi anni, in diversi Paesi e' aumentato il numero di coloro che sono contrari al libero movimento delle persone all'interno della UE in quanto questa politica ha visto le nazioni
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CORO UNANIME DALL'UNIVERSITA' LUISS FINO A GRANDI BANCHE INTERNAZIONALI COME HSBC: IL 2014 PER L'ITALIA UGUALE AL 2013.

CORO UNANIME DALL'UNIVERSITA' LUISS FINO A GRANDI BANCHE INTERNAZIONALI COME HSBC: IL 2014 PER
Continua

 
IL GRANDE ECONOMISTA ANTONIO MARIA RINALDI SVELA TUTTE LE MENZOGNE DELLA PRESUNTA ''INFLAZIONE'' DA USCITA DALL'EURO

IL GRANDE ECONOMISTA ANTONIO MARIA RINALDI SVELA TUTTE LE MENZOGNE DELLA PRESUNTA ''INFLAZIONE'' DA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

NONOSTANTE IL MISERABILE INCAPACE SEDUTO A PALAZZO CHIGI, CE LA

25 febbraio - ''Un grande abbraccio di solidarieta' e tutto il nostro sostegno a
Continua

QUARANTENA PER CHI ARRIVA IN GRAN BRETAGNA DAL NORD ITALIA.

25 febbraio - LONDRA - La Gran Bretagna impone da oggi ''l'auto-isolamento'' per 14
Continua

GALLERA NON LE MANDA A DIRE A CONTE CHE SPARA ALLE SPALLE DI CHI

25 febbraio - MILANO - ''Ormai sta emergendo la totale incapacita' del Governo di
Continua

REGIONE LOMBARDIA COMPRA - DA SOLA - 100.000 TAMPONI PER

25 febbraio - MILANO - ''Oggi arrivano 100 mila tamponi, e ne abbiamo ordinato ancora
Continua

LA BREXIT HA AVUTO UN EFFETTO PEGGIORE DEL CORONAVIRUS SULLA BORSA

24 febbraio - Il crollo di oggi di Piazza Affari, con il Ftse Mib che ha perso il
Continua

LEGA: SUBITO TAX FREE PER FAMIGLIE ED IMPRESE PER ZONE COLPITE DA

24 febbraio - ''L'emergenza Coronavirus sta producendo anche danni alla nostra
Continua

BORSA DI MILANO IN PROFONDO ROSSO: -6% MALISSIMO WALL STREET -3,2%

24 febbraio - MILANO - Piazza Affari peggiora ancora e tocca un ribasso del 6% mentre
Continua

SETTIMA VITTIMA CON CORONAVIRUS: OTTANTENNE COLPITO DA INFARTO

24 febbraio - MILANO - E' morto all'ospedale Sacco di Milano un ottantenne di
Continua

FRIULI VENEZIA GIULIA: MIGRANTI IRREGOLARI SARANNO MESSI IN

24 febbraio - ''I migranti irregolari che venissero rintracciati sul territorio del
Continua

GOVERNATORE FONTANA: QUANDO SARA' FINITO TUTTO, DIRO' QUEL CHE

24 febbraio - MILANO - ''In questi giorni lasciatemi fuori dalle discussioni
Continua

MORTALITA' CORONAVIRUS FUORI DALLA CINA E' DELLO 0,8%

24 febbraio - ''La disputa tra virologi? I numeri parlano chiaro, non li ho inventati
Continua

GALLERA: 167 CASI IN LOMBARDIA, 16 CRITICI, 80 SENZA ALCUN SINTOMO.

24 febbraio - MILANO - ''Al momento ci sono 167 casi positivi in Lombardia. La
Continua

LA BORSA DI MILANO PRECIPITA: -4,45% ALLE 11.30

24 febbraio - MILANO - Piazza Affari continua in netto calo a meta' mattina, con il
Continua

VIROLOGO PALU': ORMAI E' TARDI SERVIVANO CONTROLLI RIGIDI

24 febbraio - ''E' un virus altamente contagioso. E' inutile che cerchiamo il paziente
Continua

PIRELLI: DUE DEI TRE STABILIMENTI IN CINA SONO CHIUSI, IL TERZO

19 febbraio - MILANO - L'impatto previsto del Coronavirus sui conti di Pirelli ''al
Continua

LA RUSSIA CHIUDE LE FRONTIERE AI CITTADINI CINESI, NON UNO ESCLUSO.

19 febbraio - PECHINO - ''Non e' un bando totale agli scambi tra persone dei due
Continua

BOLLETTINO DI GUERRA CORONAVIRUS: AD OGGI, 2004 MORTI E 74.000

19 febbraio - Sale a quota 2.004 il bilancio totale dei morti per malattia da nuovo
Continua

INCHIODATA DEL PIL DELLA CINA, FABBRICHE APERTE SONO SOLO IL

19 febbraio - La crescita del Pil in Cina potrebbe frenare a +3,5% nel primo
Continua

LA RUSSIA PREPARA UN PIANO PER RIDURRE DANNI DA BLOCCO FORNITURE

18 febbraio - MOSCA - La Russia sta preparando un piano d'azione per ridurre al minimo
Continua

ANCHE CHANEL CANCELLA LE SFILATE DEL PROSSIMO 21 MAGGIO A PECHINO

18 febbraio - Il CORONAVIRUS non risparmia l'industria della moda. Oltre a Prada, che
Continua
Precedenti »