89.440.099
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

INCHIESTA ECONOMICA / 10 DISASTRI COMPIUTI DALL'EURO IN ITALIA - 6 PREMI NOBEL PER L'ECONOMIA INDICANO: USCITE DALL'EURO

lunedì 30 dicembre 2013

L'euro è una moneta incredibilmente forte per l'economia italiana. L'errore più comune è ritenere che danneggi solo le esportazioni. Non è così. La sua azione è molto più devastante.

Nel 2002, quando entrò in vigore, un euro valeva 1,04 dollari. Oggi al cambio ne vale 1,38: si è rivalutato del 38%. Nel luglio del 2008 l'euro è arrivato a toccare quota 1,60 sul dollaro, contemporaneamente si è rivalutato del 30% sulla sterlina e addirittura del 70% sullo yen. Successivamente, l'euro si è attestato su valori inferiori, ma di poco. 

Questo cambio così alto ha danneggiato molto le nostre esportazioni, sono stati colpi durissimi per il turismo e il comparto agroalimentare, i due settori più importanti della nostra economia. Ma gravi ripercussioni si sono avute ovunque, in ogni settore, a ogni livello, in ogni individuo e in ogni famiglia. L'euro ha infatti innescato un meccanismo di detonazioni a catena. 

PRIMO: l'Italia ha importato sempre di più beni meno costosi per via della moneta forte, inducendo ad appesantire la bilancia dei pagamenti, già in passivo.

SECONDO: per conseguenza si sono indebolite le vendite delle nostre aziende, che hanno iniziato a non investire, a licenziare o a non assumere

TERZO: le nostre aziende non hanno altra scelta che ridurre i prezzi agendo sul costo del lavoro. Come? diminuendo i salari, indebolendo indirettamente il potere d'acquisto del mercato. E' così che si è fermata la crescita. 

QUARTO: Le banche, già restie a concedere prestiti dopo l'emergere dei propri eccessi speculativi, si sono chiuse ancora di più, accanendosi contro la piccola e media impresa, ritenuta comunque ad alto rischio 

QUINTO: E' innescata la spirale mancato investimento-licenziamenti-meno salari-più disoccupazione,che ancora oggi non si è fermata, né si fermerà.  Così si è giunti alla disoccupazione di massa, giovanile e non. 

SESTO: Con la moneta "alta", non tutti i settori svantaggiati sono stimolati dalla concorrenza con l'estero, alcuni sono sfavoriti in partenza. Per questo produttività e innovazione sono in calo. Così è iniziato il declino industriale del più importante brand del mondo: il Made in Italy. 

SETTIMO: Lo Stato ha sempre meno entrate, peggiorano deficit e debito pubblico, che gradualmente diventa impagabile, vanificando il valore della moneta "alta".

OTTAVO: Nemmeno i Paesi dell'Eurozona a proprio agio con l'euro "alto" investono in Italia. La Germania, per esempio, preferisce di gran lunga investire nel Bric.

NONO: con la moneta "alta" in pratica non sarà più possibile agganciarsi alle riprese dei Paesi "forti" quali Usa e Giappone, se non in misura minima.

DECIMO: Quello che la gente non vuole sentirsi dire è che l'euro è fallito,  che l'Ue stessa è un semi fallimento, che è in mano a una supecasta continentale ormai più potente delle stesse caste nazionali, così potente da avere annullato la democrazia di fatto. Purtroppo, tutto questo avviene con il consenso della sinistra europea, italiana compresa. 

MA NON BASTA!

Il ritorno alle monete nazionali è la sola soluzione. Ormai lo consigliano tutti e sei i premi Nobel dell'economia: 

- Mirrlees: "L’Italia starebbe meglio fuori dall’Euro"

- Krugman: "E' un totale disastro"

- Friedman: "L’Euro è delle élite"

- Stiglitz: "Senza Euro non sarebbe la fine del mondo"

- Sen: "Che idea orribile l’Euro"

- Pissarides: "Prendere seriamente l’idea di smantellare l'Euro. Abbiamo perso una generazione di giovani".

Autore: Roberto Schena per ilNord.it


INCHIESTA ECONOMICA / 10 DISASTRI COMPIUTI DALL'EURO IN ITALIA - 6 PREMI NOBEL PER L'ECONOMIA INDICANO: USCITE DALL'EURO


Cerca tra gli articoli che parlano di:

euro   europa   importazioni   materie prime   premi Nobel   economa   UE   Italia    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
INCHIESTA / SEGRETATI DALLA UE CONTRATTI D'ACQUISTO DEI VACCINI E NIENTE CLAUSOLE DI RESPONSABILITA' LEGALE PER I DANNI

INCHIESTA / SEGRETATI DALLA UE CONTRATTI D'ACQUISTO DEI VACCINI E NIENTE CLAUSOLE DI

martedì 19 gennaio 2021
Il mistero sui vaccini, o meglio, sul loro prezzo, sui contratti firmati dalla Ue per acquistarli, sulla responsabilità legale in caso di effetti collaterali avversi, anzichè
Continua
 
LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE HA NASCOSTO L'EPIDEMIA

LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE

martedì 29 dicembre 2020
Alla fine, le menzogne del regime comunista cinese vengono a galla.  A Wuhan, la città cinese in cui ha avuto origine l'epidemia di coronavirus lo scorso dicembre, i casi di covid
Continua
SONDAGGI CHE IN ITALIA VENGONO CENSURATI: IL 67% DEGLI ITALIANI VALUTA LA UE NEGATIVA E DANNOSA PER L'ITALIA

SONDAGGI CHE IN ITALIA VENGONO CENSURATI: IL 67% DEGLI ITALIANI VALUTA LA UE NEGATIVA E DANNOSA PER

martedì 22 settembre 2020
LONDRA - La nostra classe politica non smette mai di tessere le lodi della UE e di accusare tutti coloro che si oppongono a questa istituzione malefica di essere razzisti e ignoranti ma cosa pensano
Continua
 
GRAN BRETAGNA GRAZIE ALLA BREXIT FIRMA ACCORDO DI LIBERO SCAMBIO MERCI COL GIAPPONE 99% SENZA DOGANA (NOTIZIA CENSURATA)

GRAN BRETAGNA GRAZIE ALLA BREXIT FIRMA ACCORDO DI LIBERO SCAMBIO MERCI COL GIAPPONE 99% SENZA

lunedì 14 settembre 2020
LONDRA - Dalla fine di Gennaio 2020 la Gran Bretagna e' un paese indipendente dalla Ue e quindi ha la liberta' di concludere accordi di libero scambio con chi vuole senza dover tenere conto del
Continua
AZIENDA DI MERATE - LA ALLUM SRL - HA INVENTATO TAMPONE SALIVARE PER IL COVID: RISULTATO IN 3 MINUTI INIZIATA PRODUZIONE

AZIENDA DI MERATE - LA ALLUM SRL - HA INVENTATO TAMPONE SALIVARE PER IL COVID: RISULTATO IN 3

mercoledì 9 settembre 2020
E' un tampone 'express'' made in Italy, per rilevare la positività o meno al coronavirus Sars-CoV-2. Si esegue su un campione di saliva e dà il risultato in tre minuti. Arriva da
Continua
 
PARLA DRAGHI: ''ARRIVA IL MOMENTO DI FARE SCELTE DIFFICILI, DATO CHE MOLTE ATTIVITA' NON RIAPRIRANNO'' (MAREA DISOCCUPATI)

PARLA DRAGHI: ''ARRIVA IL MOMENTO DI FARE SCELTE DIFFICILI, DATO CHE MOLTE ATTIVITA' NON

giovedì 3 settembre 2020
 "Il Foglio" pubblica l'intervento di Mario Draghi, ex presidente della Bce, intervistato dal professor Filippo Crea, cardiologo della Cattolica e del Gemelli e direttore dell'European Heart
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CORO UNANIME DALL'UNIVERSITA' LUISS FINO A GRANDI BANCHE INTERNAZIONALI COME HSBC: IL 2014 PER L'ITALIA UGUALE AL 2013.

CORO UNANIME DALL'UNIVERSITA' LUISS FINO A GRANDI BANCHE INTERNAZIONALI COME HSBC: IL 2014 PER
Continua

 
IL GRANDE ECONOMISTA ANTONIO MARIA RINALDI SVELA TUTTE LE MENZOGNE DELLA PRESUNTA ''INFLAZIONE'' DA USCITA DALL'EURO

IL GRANDE ECONOMISTA ANTONIO MARIA RINALDI SVELA TUTTE LE MENZOGNE DELLA PRESUNTA ''INFLAZIONE'' DA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

CIAMPOLILLO, LA TRAGEDIA DI UN SENATORE RIDICOLO

20 gennaio - ''Altro che Conte ter, benvenuti nel governo Ciampolillo I. Ammesso al
Continua

LA RUSSIA CHIEDE ALLA UE LA REGISTRAZIONE DEL VACCINO ANTI COVID

20 gennaio - MOSCA - Il Fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif) ha presentato
Continua

E' UFFICIALE: L'EUROZONA E' IN DEFLAZIONE, LE NAZIONI UE SENZA EURO

20 gennaio - A dicembre 2020, il tasso di inflazione annuo dell'eurozona si e'
Continua

CONFCOMMERCIO: PIL GENNAIO 2021 -0,8% E -10,7% DA GENNAIO 2020

19 gennaio - Confcommercio stima per gennaio un calo congiunturale del Pil, al netto
Continua

UDC: NO UNANIME ALLA FIDUCIA A CONTE AL SENATO

18 gennaio - ''La segreteria nazionale Udc, che si e' riunita nel pomeriggio, alla
Continua

AL CENTRODESTRA NON FU PERMESSO DA MATTARELLA FORMARE UN GOVERNO DI

18 gennaio - “Governo di minoranza accettabile? No, nel 2018 non fu permesso a
Continua

VERTICE DEL CENTRODESTRA ALLA CAMERA

18 gennaio - E' in corso a Montecitorio, il vertice del centrodestra per fare il
Continua

MATTEO SALVINI: ''CREDONO DI RISOLVERE QUESTA CRISI AFFIDANDOSI A

18 gennaio - Matteo Salvini: ''Renzi l'ha fatto nascere questo governo e adesso dopo
Continua

NEL 2020 ITALIA IN DEFLAZIONE E' LA TERZA VOLTA DAL 1954 (ALTRE DUE

18 gennaio - ''Nel 2020, la diminuzione dei prezzi al consumo in media d'anno (-0,2%)
Continua

TOTI: SE INVECE DEL CSX FOSSE STATO IL CDX A COMPORTARSI COSI' COME

18 gennaio - ''Vorrei capire cosa sarebbe successo se il centrodestra avesse dato
Continua

ARRIVA SAVIANO E PIERLUIGI BATTISTA LASCIA IL CORRIERE DELLA SERA

18 gennaio - ''Qui cane Enzo sta cercando le parole per dirci che si, dal 31 gennaio
Continua

SALVINI: SE CONTE NON HA IN NUMERI, DUE STRADE: VOTO O GOVERNO DI

18 gennaio - ''Oggi il problema per molte famiglie e' la salute con i vaccini che
Continua

FRANCESCHINI: ''NON BISOGNA VERGOGNARSI DI CERCARE VOTI IN AULA''

14 gennaio - ''In questa legislatura sono nati due governi tra avversari alle
Continua

CENTRODESTRA UNITO: CONTE VENGA IN PARLAMENTO E PRENDA ATTO DELLA

14 gennaio - ''Non c'e' piu' tempo per tatticismi o giochi di potere: il centrodestra
Continua

BERLUSCONI IN OSPEDALE NEL PRINCIPATO DI MONACO, CONDIZIONI SERIE.

14 gennaio - MILANO - E' stato Alberto Zangrillo, medico di fiducia di Silvio
Continua

NUOVO ESSESSORE ALLO SVILUPPO ECONOMICO, GUIDO GUIDESI: RILANCIAMO

14 gennaio - MILANO - ''Dalla prossima settimana mi confronterò con tutti i
Continua

ZINGARETTI: ''IMPOSSIBILE QUALSIASI GOVERNO CON ITALIA VIVA,

14 gennaio - ''C'è un dato che non può essere cancellato dalle nostre analisi. Ed
Continua

IL PD HA DECISO CONTE DEVE VENIRE IN PARLAMENTO: VOTO DI FIDUCIA O

14 gennaio - MONTECITORIO - ''Come gruppo dei democratici vogliamo che la crisi venga
Continua

PD: ''I COSIDDETTI RESPONSABILI NON CI SONO, RISCHIO CONCRETO

14 gennaio - ''I cosiddetti responsabili non ci sono, la maggioranza dopo lo strappo
Continua

MATTEO SALVINI: ''L'UNICA STRADA SONO LE ELEZIONI''

14 gennaio - ''O trovano una nuova maggioranza, affidandosi ai Mastella, oppure la
Continua
Precedenti »