42.228.285
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

CORO UNANIME DALL'UNIVERSITA' LUISS FINO A GRANDI BANCHE INTERNAZIONALI COME HSBC: IL 2014 PER L'ITALIA UGUALE AL 2013.

lunedì 30 dicembre 2013

MILANO - Per l'Italia, l'annus horribilis del 2013 potrebbe ripetersi e il 2014 potrebbe confermarsi non l'anno della svolta, come vanno dicendo da mesi il governo Letta & company, ma un anno altrettanto buio. 

Analisti e esperti internazionali avvertono che per il paese il peggio potrebbe non essere passato, in un contesto in cui l'economia non riparte, messa in ginocchio anche dal persistente fenomeno del credit crunch, ovvero della contrazione del credito. 

C'è poi la solita questione dell'instabilità politica: in mancanza di un governo stabile, rimarrà impossibile per l'Italia riuscire a portare avanti le riforme strutturali di cui ha disperatamente bisogno.

"Il piano di Letta - e anche quello del presidente Giorgio Napolitano, è di far durare il suo esecutivo fino alla primavera del 2015. L'Italia deterrà la presidenza dell'Unione europea a partire dal luglio del 2014 e il presidente desidera un governo stabile - o almeno un governo che esista -, almeno per quei sei mesi. (Ma il problema) è che fino a quando non ci sarà un quadro politico stabile, il paese non sarà in grado di risolvere i propri problemi economici - ha commentato Roberto D'Alimonte, professore di politica italiana presso l'università Luiss Guido Carli di Roma, in un'intervista rilasciata alla Cnbc - Noi abbiamo bisogno di riforme economiche che solo un governo stabile e forte può garantire. Ma il punto è che (il 2014) sarà un anno (l'ennesimo) in cui l'Italia arrancherà".

Per D'Alimonte, "la base parlamentare del governo rimarrà fragile e ci sarà poi la questione della rivalità tra Renzi e Letta che, se non gestita bene, potrebbe aprire di nuovo la porta alla resurrezione di Berlusconi, "genio politico" che non deve essere affatto ignorato. 

A fronte dei problemi e tensioni che continueranno a caratterizzare la politica, l'altro dato di fatto sarà la crescita economica latitante. 

Matteo Cominetta, economista di HSBC, afferma che la banca "prevede una crescita che non andrà oltre +0,4% e +0,6%, rispettivamente per il 2014 e il 2015". La "situazione potrebbe cambiare se Renzi diventasse primo ministro e rendesse esecutiva la propria agenda di riforme, ma è troppo presto al momento valutare una tale possibilità". 

Nicholas Spiro, responsabile della divisione di strategia sul debito sovrano, afferma poi che il fatto che nel corso del terzo trimestre l'Italia sia uscita dalla recessione apparentemente senza fine, "sebbene sia importante da un punto di vista simbolico, non ha alcun significato per l'italiano medio".

La "domanda domestica è ancora in fase di contrazione, mentre il credit crunch prosegue". Per non parlare della questione del debito. "L'economia italiana dovrebbe rimanere fiacca nel 2014, con poche prospettive di crescita, per non parlare delle riforme strutturali", ha commentato Shapiro.

Di conseguenza, come titola Cnbc nel suo articolo, non ci sarà alcun "Happy New Year", ovvero "Felice anno nuovo" per l'Italia, nel 2014. (WSI)


CORO UNANIME DALL'UNIVERSITA' LUISS FINO A GRANDI BANCHE INTERNAZIONALI COME HSBC: IL 2014 PER L'ITALIA UGUALE AL 2013.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Luiss   HSBC   previsioni   2014   Italia   crisi   recessione   Europa   euro    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
CONTINUA IL BOOM ECONOMICO BRITANNICO, INDICI DELLO SVILUPPO DELLE IMPRESE SALGONO COME MAI PRIMA D'ORA. E' BREXIT BOOM

CONTINUA IL BOOM ECONOMICO BRITANNICO, INDICI DELLO SVILUPPO DELLE IMPRESE SALGONO COME MAI PRIMA

mercoledì 7 dicembre 2016
LONDRA - La verità detta con tre parole è: mai così bene. A sentire i sostenitori della UE la vittoria del Brexit avrebbe causato alla Gran Bretagna poverta' e recessione ma
Continua
 
NAZIONALIZZARE, SALVARE E RIVENDERE MPS, CARIGE, BANCHE VENETE, BANCA ETRURIA & SORELLE E' UN GRANDE AFFARE PER L'ITALIA

NAZIONALIZZARE, SALVARE E RIVENDERE MPS, CARIGE, BANCHE VENETE, BANCA ETRURIA & SORELLE E' UN

martedì 6 dicembre 2016
Ricordate le previsioni degli analisti “qualificati” prima del referendum qualora avesse vinto  il NO? Crollo della borsa, spread alle stelle, siccità, carestia, morte dei
Continua
L'INTERVISTA / ROBERTO MARONI: PERSONALMENTE, VORREI TORNASSE IL MATTARELLUM, UN'OTTIMA LEGGE ELETTORALE MAGGIORITARIA

L'INTERVISTA / ROBERTO MARONI: PERSONALMENTE, VORREI TORNASSE IL MATTARELLUM, UN'OTTIMA LEGGE

lunedì 5 dicembre 2016
Abbiamo cercato al telefono Roberto Maroni, Governatore della Lombardia e figura di primissimo piano della Lega, per chiedergli qual è la sua idea, la sua proposta, per la nuova legge
Continua
 
DOMENICA LE ELEZIONI PRESIDENZIALI IN AUSTRIA POSSONO CAMBIARE RADICALMENTE L'EUROPA: NORBERT HOFER E' IN TESTA

DOMENICA LE ELEZIONI PRESIDENZIALI IN AUSTRIA POSSONO CAMBIARE RADICALMENTE L'EUROPA: NORBERT HOFER

giovedì 1 dicembre 2016
VIENNA - Mentre in Italia si voterà su una controversa riforma della Costituzione, che è la Carta di tutti gli italiani ed è grottesco sia "riformata" da una sola parte come
Continua
LEGNATA DELL'OCSE ALLA UE: LA GRAN BRETAGNA CRESCERA' MOLTO DI PIU' DELL'EUROZONA (ENORME SUCCESSO DEL BREXIT)

LEGNATA DELL'OCSE ALLA UE: LA GRAN BRETAGNA CRESCERA' MOLTO DI PIU' DELL'EUROZONA (ENORME SUCCESSO

mercoledì 30 novembre 2016
LONDRA - Negli ultimi giorni tutte le previsioni pessimistiche fatte sui presunti effetti negativi del Brexit sono state smentite dai fatti e adesso anche l'OCSE in un recente rapporto non solo
Continua
 
PUTIN PARLA ALL'EUROPA (E AGLI STATI UNITI): ''IL NEMICO E' IL TERRORISIMO ISLAMICO, INVECE V'INVENTATE SIA LA RUSSIA''

PUTIN PARLA ALL'EUROPA (E AGLI STATI UNITI): ''IL NEMICO E' IL TERRORISIMO ISLAMICO, INVECE

domenica 27 novembre 2016
MOSCA - Straordinario intervento di Vladimir Putin che parla all'Europa e dice con estrema chiarezza che la Russia è sua alleata, non un sua nemica e che il nemico c'è: è il
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
HOLLANDE VARA LA TASSA DEL 75% SUGLI STIPENDI SUPERIORI A 1 MILIONE DI EURO (MARINE LE PEN TRIONFERA' ALLE EUROPEE)

HOLLANDE VARA LA TASSA DEL 75% SUGLI STIPENDI SUPERIORI A 1 MILIONE DI EURO (MARINE LE PEN
Continua

 
INCHIESTA ECONOMICA / 10 DISASTRI COMPIUTI DALL'EURO IN ITALIA - 6 PREMI NOBEL PER L'ECONOMIA INDICANO: USCITE DALL'EURO

INCHIESTA ECONOMICA / 10 DISASTRI COMPIUTI DALL'EURO IN ITALIA - 6 PREMI NOBEL PER L'ECONOMIA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SARDEGNA, LA GIUNTA REGIONALE VA IN PEZZI, TRAVOLTA DAL COLOSSALE

7 dicembre - CAGLIARI - Il Pd si sgretola in Sardegna. ''L'assessora regionale
Continua

IL TESORO SBUGIARDA (BUFALA) DELLA STAMPA DI TORINO: NIENTE FONDO

7 dicembre - ''Smentiamo che sia in preparazione una richiesta di prestiti al Fondo
Continua

LA LEGA CHIEDE UFFICIALMENTE CHE LA CORTE COSTITUZIONALE ANTICIPI

6 dicembre - ROMA - PARLAMENTO - La Lega - riunita con il segretario Matteo Salvini -
Continua

RENZI HA NOMINATO LA COMANDANTE DEI VIGILI DI FIRENZE ''CONSIGLIERE

6 dicembre - Nonostante il crollo del governo, ha una sorta di assicurazione a vita
Continua

CORTE COSTITUZIONALE: UDIENZA SU ITALICUM IL 24 GENNAIO (ADDIO

6 dicembre - La Corte costituzionale ha fissato per l'udienza del 24 gennaio 2017 la
Continua

SALVINI: ANDIAMO A COSTRUIRE UNA GRANDE ALLEANZA PER SCONFIGGERE

6 dicembre - ''Con Forza Italia ci sono stati contatti positivi. Noi andiamo a
Continua

''EFFETTO SCHIANTO RENZI'' COME ''EFFETTO BREXIT'': LA BORSA VOLA,

6 dicembre - MILANO - BORSA - Ora si può parlare apertamente di ''effetto Renzi''
Continua

LO SPREAD NON CRESCE, AL CONTRARIO CROLLA: OGGI A 158 PUNTI (1,92%)

6 dicembre - Altro sbugiardamento delle ''fosche previsioni'' dei soliti ''analisti''
Continua

LA MERKEL: ANCHE IN PROFUGHI VERRANNO RISPEDITI A CASA LORO (IN

6 dicembre - BERLINO - ''Non tutti'' i profughi entrati in Germania potranno
Continua

PROPOSTA M5S: APPLICHIAMO L'ITALICUM ANCHE AL SENATO E POI SUBITO

5 dicembre - ''Ora ci troviamo con due leggi elettorali tra Camera e Senato molto
Continua
Precedenti »