72.398.490
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LE PRIME VITTIME DELLA GERMANIA SONO STATI GLI STESSI TEDESCHI DELL'EST. LA MERKEL HA MACELLATO IL SUO POPOLO.

lunedì 30 dicembre 2013

BERLINO - Leggendo il saggio dell’economista Vladimiro Giacchè “Anschluss L’unificazione della Germania ed il futuro dell’Europa”, edito da Imprimatur Editore si ha la sensazione di assistere non all’unificazione di un popolo diviso per motivi geo politici alla fine della seconda guerra mondiale, ma alla colonizzazione dell’ex Germania dell’est da parte di quella occidentale.

I metodi usati, infatti, ricalcano quelli impiegati dalle nazioni occidentali ai tempi del colonialismo: esproprio delle ricchezze locali, estromissione delle classi politiche e culturali con sostituzione di proconsoli inviati dai “paesi civilizzati” e mantenimento di condizioni di sussistenza e dipendenza della popolazione locale. Tutto questo si è verificato con l’unificazione della Germania a danno dei territori dell’est ed a favore dei potenti lander occidentali.

L’arma con cui si è attuata questa politica è stata l’unificazione monetaria, con la “gentile concessione” di Bonn ad usare il Marco occidentale nei territori ex socialisti della RDT. Il problema fu che il cambio praticato, irragionevolmente alto, provocò il tracollo dell’economia dell’est con un crollo del Pil del 67% e l’esplosione della disoccupazione a livelli mai visti in nessuna nazione durante un periodo di pace in soli due anni. D’altra parte, con una rivalutazione della moneta del 440%, non poteva essere diversamente: le imprese locali si trovarono immediatamente spiazzate, mentre quelle della Germania Ovest poterono conquistare fette di mercato a costo zero.

Non solo: le privatizzazioni dell’ex apparato industriale dell’est attraverso la Treuhandanstalt avvennero con metodi degni della peggiore Italia. La maggior parte delle aziende sane venne letteralmente regalata ai grandi gruppi industriali dell’ovest oppure smantellata sempre per favorire le aziende della RFT. Vediamo alcuni esempi: la compagnia di bandiera della ex RDT venne fatta fallire nonostante la disponibilità di diverse compagnie aeree a rilevarla; in tal modo l’importantissima concessione degli hub dell’aeroporto di Berlino passarono senza colpo ferire e senza costi alla Lufthansa. Basf potè rilevare a bassissimo costo le miniere di potassio nei nuovi territori unificati, che provvide tempestivamente a chiudere. Il motivo? Non certo l’antieconomicità, anzi: il potassio lì estratto era migliore di quello dell’ovest, ma l’ex monopolista socialista provvedeva a venderlo anche ad aziende concorrenti della Basf sui mercati internazionali. Una vola chiuse le miniere dell’est, Basf divenne monopolista della produzione del potassio, pur essendo di qualità inferiore. L’elenco potrebbe andare avanti all’infinito, ma di questo scempio nessuno pagò il conto in quanto i dirigenti della Treuhandanstalt ottennero una manleva per tutte le azioni compiute, compreso dolo e colpa grave!

Del pari, vene decapitata la classe dirigente politica, economica e culturale della rx RDT, arrivando a negare la validità dei titoli di studio conseguiti nelle sue università. La stragrande maggioranza di professori e dirigenti venne sostituita da personale proveniente dall’ovest, mentre quasi tutti i politici, compresi i leader dell’opposizione al regime socialista vennero spazzati via con accuse di collaborazionismo il più delle volte rivelatesi costruite ad arte. Una rara eccezione a questa epurazione fu Angela Merkel, nonostante avesse fatto parte del regime socialista. Pur di eliminare la classe politica precedente, si arrivò ad allungare i termini di prescrizione dei reati a più di 40 anni, in modo da poter accusare alcuni esponenti di reati compiuti contro il regime nazista!

A distanza di oltre 20 anni dalla colonizzazione (sono gli stessi economisti tedeschi ad usare questo termine) dei territori dell’ex RDT, le conseguenze sono ancora drammatiche: reddito pro capite sensibilmente più basso rispetto ai territori ex RFT, una desertificazione industriale da cui i lander orientali non riescono a risollevarsi, una totale dipendenza dagli aiuti statali che, nonostante le ingenti somme versate, non hanno ancora raggiunto l’entità del flusso di ricchezza prodotto ad ovest mediante le “privatizzazioni in salsa tedesca” dell’apparato socialista.

Uno degli artefici di questo scempio sociale ed economico è ben conosciuto alle cronache economiche contemporanee: Wolfgang Shauble, ministro delle finanze del secondo cancellierato Merkel (guarda che coincidenza), grande fautore del rigore economico e dell’applicazione del metodo Bonn anche al resto d’Europa. Sua, ad esempio, la proposta di creare istituzioni simili alla Treuhandanstalt in Grecia, Spagna e Italia per privatizzarne il patrimonio, sotto l’egida di enti sovranazionali come la Troika BCE, UE, FMI, da sempre benevola nei confronti dei tedeschi.

La realtà, ormai visibile sotto gli occhi di tutti, è che la Germania intende applicare la colonizzazione all’intera Europa. Non è un caso se essa sia l’unica nazione, in questo momento, ad aver tratto vantaggio dall’euro, mentre tutti gli altri paesi stanno soffrendo un processo di deindustrializzazione più o meno o marcato. Sembra di assistere, con termini lessicali diversi, all’applicazione del concetto di “spazio vitale” di hitleriana memoria. Il tutto nella più assoluta inazione delle classi politiche degli altri stati europei.

Luca Campolongo

Resp. Marketing e sviluppo nuovi prodotti

www.sosimprese.info

consulenza@sosimprese.info


LE PRIME VITTIME DELLA GERMANIA SONO STATI GLI STESSI TEDESCHI DELL'EST. LA MERKEL HA MACELLATO IL SUO POPOLO.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Merkel   Germania   Europa    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
CASI PSICHIATRICI: 1.776 EMENDAMENTI ALLA FINANZIARIA PRESENTATI DAI PARTITI CHE HANNO SCRITTO LA FINANZIARIA...

CASI PSICHIATRICI: 1.776 EMENDAMENTI ALLA FINANZIARIA PRESENTATI DAI PARTITI CHE HANNO SCRITTO LA

mercoledì 20 novembre 2019
Chi propone la reintroduzione dello scudo penale per l'Ilva, chi chiede l'abolizione di Quota 100, chi sollecita interventi per il recupero di Venezia e chi misure per il sostegno dei neonati e della
Continua
 
DER SPIEGEL SCHIANTA IL GOVERNO CONTE: FA MORIRE L'INDUSTRIA ITALIANA MINISTRI INCAPACI E NON C'E' CERTEZZA DEL DIRITTO

DER SPIEGEL SCHIANTA IL GOVERNO CONTE: FA MORIRE L'INDUSTRIA ITALIANA MINISTRI INCAPACI E NON C'E'

lunedì 18 novembre 2019
BERLINO - Terza economia dell'Eurozona, l'Italia vede la propria industria "morire in bellezza". E' quanto afferma il settimanale tedesco "Der Spiegel", commentando la decisione del gruppo
Continua
VIKTOR ORBAN: ''NEL 1989 I CITTADINI DELL'EUROPA CENTRALE FURONO COSI' FORTI DA CAMBIARE IL FUTURO DEL CONTINENTE''

VIKTOR ORBAN: ''NEL 1989 I CITTADINI DELL'EUROPA CENTRALE FURONO COSI' FORTI DA CAMBIARE IL FUTURO

lunedì 18 novembre 2019
PRAGA - Nel 1989, i cittadini dell'Europa centrale "furono cosi' forti da cambiare il futuro del continente". Lo ha dichiarato il primo ministro ungherese Viktor Orban, in occasione della
Continua
 
AFFOLLATISSIMO COMIZIO A BOLOGNA DI PRESENTAZIONE UFFICIALE DELLA CANDIDATURA DI LUCIA BORGONZONI

AFFOLLATISSIMO COMIZIO A BOLOGNA DI PRESENTAZIONE UFFICIALE DELLA CANDIDATURA DI LUCIA BORGONZONI

venerdì 15 novembre 2019
 Matteo Salvini ha iniziato il suo intervento al PalaDozza di Bologna criticando la stampa. "Fatemi ringraziare i giornalisti: di voi qui riuniti non c'e' una foto sulle homepage dei due
Continua
IN FINLANDIA TRIONFA NEI CONSENSI IL PARTITO SOVRANISTA ANTI IMMIGRAZIONE SELVAGGIA: TRUE FINNS PRIMO NEI SONDAGGI

IN FINLANDIA TRIONFA NEI CONSENSI IL PARTITO SOVRANISTA ANTI IMMIGRAZIONE SELVAGGIA: TRUE FINNS

lunedì 11 novembre 2019
LONDRA - Ogni mese in Finlandia viene fatto un sondaggio sulla popolarita' dei suoi  partiti politici e anche questo mese il partito anti-immigrati dei True Finns ha visto la sua popolarita'
Continua
 
INTERVISTA A MATTEO SALVINI: ''IN EMILIA ROMAGNA POSSIANO FAR CADERE IL SECONDO MURO DI BERLINO, ANCHE IN TOSCANA CADRA'''

INTERVISTA A MATTEO SALVINI: ''IN EMILIA ROMAGNA POSSIANO FAR CADERE IL SECONDO MURO DI BERLINO,

lunedì 11 novembre 2019
In Emilia Romagna, dice il leader leghista Matteo Salvini in una intervista a "La Stampa" pubblicata oggi - "possiamo far cadere il secondo Muro di Berlino. Poi porto il caffe' corretto in ufficio a
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
RIVOLTA ARMATA IN GRECIA: STAMATTINA UN COMMANDO DI 4 INSORTI HA ATTACCATO LA CASA DELL'AMBASCIATORE TEDESCO AD ATENE.

RIVOLTA ARMATA IN GRECIA: STAMATTINA UN COMMANDO DI 4 INSORTI HA ATTACCATO LA CASA
Continua

 
LE OLIGARCHIE FINANZIARIE DELL'UNIONE EUROPEA BUTTANO 58 MILIONI DI EURO IN BOSNIA E SE NE FREGANO DEI POVERI D'EUROPA.

LE OLIGARCHIE FINANZIARIE DELL'UNIONE EUROPEA BUTTANO 58 MILIONI DI EURO IN BOSNIA E SE NE FREGANO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

PD-M5S-LEU CANCELLANO ESENZIONE TASSA IMU SU CASE COLPITE DA

20 novembre - ''Incomprensibile la bocciatura dell'attuale maggioranza all'emendamento
Continua

R.LOMBARDIA TICKET SANITARI A ZERO PER FORZE DELL'ORDINE VV.FF. E

20 novembre - Via libera della commissione lombarda Sanita' al bilancio di previsione
Continua

MATTEO SALVINI: NON AVEVO PAURA DEI CASAMONICA, FIGURIAMOCI DELLE

20 novembre - Paura delle 'sardine'? ''Non avevo paura dei Casamonica figuriamoci se
Continua

FDI: CONTE VENGA SUBITO IN PARLAMENTO A RIFERIRE CHE HA COMBINATO

20 novembre - ''Insieme al capogruppo alla Camera di Fratelli d'Italia, Lollobrigida,
Continua

ZAIA: BASTA INSULTI AI VENETI, QUERELIAMO.

20 novembre - ''Basta insulti ai Veneti, mio compito è difendereli, quereliamo'' ''Ne
Continua

ARRESTATO UNO DEI MANDANTI DELL'OMICIDIO DELLA GIORNALISTA CARUANA

20 novembre - LA VALLETTA - Poche ore dopo la promessa di grazia garantita dal premier
Continua

SALVINI: SCUDO ARCELORMITTAL NOI AL GOVERNO L'AVEVAMO RIMESSO,

19 novembre - La questione dello 'scudo' per ArcelorMittal ''era uno dei motivi delle
Continua

M5S SI RIBELLA A CONTE E INTIMA A DI MAIO DI CONVOCARE VERTICE DI

19 novembre - ''Il Parlamento aveva dato un preciso mandato al Presidente del
Continua

IN ARRIVO ALTA MAREA ECCEZIONALE A VENEZIA: 160 CENTIMETRI ALLARME

15 novembre - VENEZIA - L'ultimo bollettino (ore 8:15) del Centro maree di Venezia ha
Continua

DI MAIO HA PAURA E MINACCIA I SUOI: ''CHI FA POLEMICHE SE NE VADA''

14 novembre - Il capo politico dell'M5s sente odore di scissione e attacca: ''Chi fa
Continua

GOVERNATORE FONTANA: BRUTTO EPISODIO CHE NON RAPPRESENTA LA REALTA'

14 novembre - MILANO - ''Non sono preoccupato, perche' non credo che esista questo
Continua

SONDAGGI/ SUPERMEDIA YOUTREND: CENTRODESTRA 50,6% CON LEGA 33,5%

14 novembre - Buona la performance di Fratelli d'Italia che sfiora il 10%, salendo al
Continua

PIL TERZO TRIMESTRE 2019 EUROZONA: GERMANIA E ITALIA APPAIATE NEL

14 novembre - BRUXELLES - Nel terzo trimestre 2019 il Pil e' salito dello 0,2%
Continua

LAURA COMI E PAOLO ORRIGONI AI DOMICILIARI, ZINGALE IN CARCERE

14 novembre - VARESE - I finanzieri del Nucleo Polizia economico-finanziaria di Milano
Continua

SONDAGGIO: CENTRODESTRA AL 50,2% LEGA AL 33%

14 novembre - Secondo un sondaggio EMG Acqua presentato oggi ad Agora', il programma
Continua

GOOGLE ENTRA NEL SETTORE BANCARIO: OFFRIRA' A BREVE CONTI CORRENTI

13 novembre - Google è pronta a entrare nel settore bancario. Il prossimo anno,
Continua

RENZI LO METTE PER ISCRITTO: IL MIO OBBIETTIVO E' ANNIENTARE IL PD

13 novembre - Lo mette pure per iscritto. Matteo Renzi vuole annientare il Pd.
Continua

IL GOVERNO TEDESCO DI SPACCA SULL'UNIONE BANCARIA: SPD A FAVORE CDU

13 novembre - BERLINO - Il governo tedesco vacilla sempre piu. Raggiunto faticosamente
Continua

GOVERNO SI SPACCA SU EMENDAMENTO PER RIPRISTINO SCUDO LEGALE ALL'EX

13 novembre - ''Lo stop in commissione alla Camera degli emendamenti che ripristinano
Continua

TOTI: GRANDE DOLORE PER CHI HA PERSO LA VITA IN VENETO PER MALTEMPO

13 novembre - GENOVA - ''Grande dolore per chi ha perso la vita in Veneto a causa del
Continua
Precedenti »