43.242.945
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

QUATTRO FUCILATE ALLA SCHIENA DI RENZI: DEPUTATI RIBELLI DEL PD ATTACCANO LA ''RIFORMA DEL LAVORO'' DEL NUOVO SEGRETARIO.

venerdì 27 dicembre 2013

Il cosiddetto "piano per il lavoro" che Matteo Renzi da segretario del Pd ha presentato (titolandolo in inglese, che fa fino, "job act") è stato subito schiantato dalle feroci opposizioni. Sì, ma non di centrodestra, Lega. M5S o Forza Italia. No, dalle feroci opposizioni del Pd!  Quattro deputati, Fausto Raciti, Valentina Paris, Chiara Gribaudo e Matteo Orfini che è anche stato membro della segreteria di Pierluigi Bersani, hanno scritto un articolo velenoso sulla rivista Left Wing con il quale massacrano la proposta del loro nuovo segretario. «Il Job Act - scrivono - rischia di cadere nello stesso errore commesso con la legge Fornero, camminare sulla testa dei meccanismi che regolano il mercato del lavoro, anziché sulle gambe della crescita e così di essere, nella migliore delle ipotesi, inutile».

E ancora:  «La maggior flessibilità introdotta già con diversi provvedimenti nel corso degli ultimi decenni, alla lunga non ha prodotto maggiore occupazione e lo svantaggio relativo dei giovani rispetto agli adulti in termini di tasso di disoccupazione, invece di diminuire, è addirittura aumentato».

E' finita qui? Ma neanche per idea: «La tesi tuttora in voga secondo cui un lavoro precario sarebbe meglio di nessun lavoro, perché una volta dentro il mercato diventa più facile passare a impieghi più stabili è smentita da quasi tutte le ricerche più recenti: quanto più si passa da un lavoro atipico all’altro, tanto maggiori diventano le probabilità che scatti la cosiddetta “trappola della precarietà”, ovvero la permanenza in uno stato di discontinuità lavorativa».

«Per cominciare a restituire dignità al lavoro - aggiungono i parlamentari ribelli - occorrerebbe stabilire che ogni tipologia contrattuale preveda la copertura per malattia e maternità, a prescindere da durata e retribuzione prevista. Nella situazione drammatica del Paese, un “job act” che non potesse rivendicare un impatto positivo sul tasso di occupazione rischierebbe di essere un boomerang. Ma per creare lavoro occorre superare i tabù che in questo ventennio hanno impedito di considerare gli investimenti pubblici diretti a generare occupazione una opzione possibile».

In massima sintesi, l'attacco frontale e Renzi portato dall'interno del suo partito si può riassumere così: «Invece di parlare di risanamento-crescita-occupazione, va messo il lavoro davanti a tutto e affidando ad esso il compito di guidare la crescita e di conseguenza il risanamento. Farlo - concludono parafrasando proprio lo slogan utilizzato da Renzi nella campagna per le primarie - vorrebbe dire “cambiare verso”. Ma per davvero».

E tanti saluti al nuovo Segretario del Pd Matteo Renzi. Che si credeva? Di avere a che fare con un partito che avrebbe seguito senza attaccarlo la sua nuova dottrina di destra applicata alla sinistra? 

Poveraccio. 

max parisi


QUATTRO FUCILATE ALLA SCHIENA DI RENZI: DEPUTATI RIBELLI DEL PD ATTACCANO LA ''RIFORMA DEL LAVORO'' DEL NUOVO SEGRETARIO.




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA RISPARMIATO 240 MILIARDI!

SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA

lunedì 16 gennaio 2017
BERLINO - Volendo usare una pittoresca espressione napoletana, si potrebbe dire che la Germania che continua a lamentarsi dei tassi di interesse portati a zero dalla Bce perchè questo
Continua
 
L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI DELLA COSTITUZIONE

L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI

lunedì 16 gennaio 2017
Il Fondo Monetario Internazionale taglia di nuovo le stime di crescita del Pil italiano e prevede che quest'anno verra' registrata una crescita dello 0,7% anziche' dello 0,9%, che era la proiezione
Continua
RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN SALUTE (LEGGERE)

RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN

lunedì 16 gennaio 2017
L'epicentro della catastrofe delle banche italiane resta sempre Siena, dove l'intervento dello Stato, seppure ha arrestato lo spettro del bail, in e' peraltro ancora da svolgersi, ma le situazioni
Continua
 
LO HA GIA' FATTO CON FMI E BCE, ADESSO VIKTOR ORBAN CACCIA DALL'UNGHERIA ANCHE LE ONG FINANZIATE DAL PESCECANE SOROS

LO HA GIA' FATTO CON FMI E BCE, ADESSO VIKTOR ORBAN CACCIA DALL'UNGHERIA ANCHE LE ONG FINANZIATE

lunedì 16 gennaio 2017
Mentre gli ultimi giorni della presidenza Obama consegneranno alla storia il peggior presidente che gli U.S.A. abbiano mai avuto, essendo impegnato allo spasimo a creare tensioni in mezzo mondo e
Continua
WALL STREET JOURNAL: ''LA POLITICA DEI DEMOCRATICI E' VECCHIA, DEBOLE E SI RIFA' A UN PASSATO IMMAGINARIO MAI ESISTITO''

WALL STREET JOURNAL: ''LA POLITICA DEI DEMOCRATICI E' VECCHIA, DEBOLE E SI RIFA' A UN PASSATO

lunedì 16 gennaio 2017
WASHINGTON - "Le elezioni presidenziali statunitensi coincidono assai di rado con una svolta permanente dell'ordine politico in quel paese - scrive l'editorialista John Steel Gordon sul Wall Street
Continua
 
DONALD TRUMP RACCONTA AI QUOTIDIANI TEDESCHI E INGLESI COSA' FARA' APPENA INSEDIATO ALLA CASA BIANCA (TENETEVI FORTE)

DONALD TRUMP RACCONTA AI QUOTIDIANI TEDESCHI E INGLESI COSA' FARA' APPENA INSEDIATO ALLA CASA

lunedì 16 gennaio 2017
La Brexit "una gran cosa" e con la Gran Bretagna Donald Trump vuole firmare un accordo commerciale vantaggioso per entrambi i Paesi, mentre l'Ue perderà altri pezzi e questo principalmente a
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
NATALE DISASTROSO PER IL COMMERCIO: 600 MILIONI IN MENO DEL 2012 E 7,7 MILIARDI IN MENO DI QUANTO SI SPENDEVA NEL 2007

NATALE DISASTROSO PER IL COMMERCIO: 600 MILIONI IN MENO DEL 2012 E 7,7 MILIARDI IN MENO DI QUANTO
Continua

 
L'ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA TIRA UNA CANNONATA ALLE BANCHE TEDESCHE: ''EFFICIENTISSIME E SOLIDISSIME? NON E' VERO''.

L'ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA TIRA UNA CANNONATA ALLE BANCHE TEDESCHE: ''EFFICIENTISSIME E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!