50.801.074
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

''TASSI DI INTERESSE BASSI GRAZIE ALL'EURO? E' FALSO.'' IL GRANDE ECONOMISTA FRANCESE JACQUES SAPIR SMASCHERA L'EURO.

venerdì 20 dicembre 2013

Jacques Sapir smaschera le bugie dei politici francesi: nell’eurozona NON va tutto bene, e se i tassi di interesse sul debito nominali sono stabili, quelli reali sono in rapida salita a causa della disinflazione in atto. Ma ormai i politici al governo si comportano come sommi sacerdoti, incapaci di mettere in discussione il culto dell’euro.

Scrive Jacques Sapir: "I nostri ministri e, in particolare, l'esilarante Pierre Moscovici, non smettono mai di ripeterci che la situazione nell’eurozona è buona, e che i timori non sono ragionevoli. Per fare questo, essi presentano, come per ammaestrarci, la curva dei tassi di interesse sul debito francese a 10 anni. Ah, certo, questi tassi scendono. Ma se guardiamo agli anni recenti, si vedrà che scende anche l'inflazione.

All'Università insegnano che, per il debitore, il tasso nominale conta meno del tasso reale. Ovviamente, il Presidente Moscovici non ha studiato la stessa economia dei comuni mortali. Perché, se così fosse, si sarebbe accorto del fatto che dal 2 agosto 2012, quando la BCE ha annunciato il suo programma OMT, ossia le transazioni monetarie sui titoli di stato messe in atto dalla Banca Centrale Europea per alleviare le tensioni della crisi del debito nell’eurozona, il tasso d’interesse reale sui titoli del tesoro a 10 anni continua ad aumentare.

Naturalmente – visto che il tasso di interesse sui titoli del tesoro a 10 anni è il tasso “guida" per il rimborso del debito pubblico - questo significa che il valore reale degli interessi continua a crescere. Questo ha ovvie implicazioni dirette per la Francia (e per la Spagna e l'Italia che sono nella stessa situazione). Ma il signor Pierre Moscovici di questo non parla.

Qui è necessaria una piccola precisazione, perché non possiamo immaginare per un solo secondo che  il signor Pierre Moscovici, Ministro delle Finanze della Repubblica, possa mentire. Sarebbe gravissimo. Quindi, l'unica spiegazione è l’ignoranza. Non che questo sia meno preoccupante. Come si spiega questa ignoranza, dal momento che è circondato da economisti di ottima reputazione? Stiamo forse vedendo l’effetto di qualche ideologia, che rende queste persone cieche all'evidenza? Dovremmo dunque credere che, in questo campo,  vige un atteggiamento fideistico e che il Ministro sia divenuto un sommo sacerdote del culto dell’euro? Ma, come ha detto Jacques Brel nella canzone 'Ces gens là' in un versetto: “queste persone non pensano, Signore, pregano”.

Straordinario. Davvero.

max parisi

L'articolo in francese:

Nos ministres, et en particulier l’inénarrable Pierre Moscovici, ne cessent de nous répéter que la situation est bonne en zone Euro, et que les craintes ne sont pas rationnellement fondées. Pour ce faire, ils exhibent, tels des montreurs d’ours, la courbe des taux d’intérêts sur les bons du Trésor français à 10 ans. Ah, certes, ces taux baissent. Mais, si l’on regarde ces dernières années, on constatera que l’inflation baisse, elle aussi.

On enseigne à l’université que ce qui compte, pour un emprunteur, est moins le taux nominal que le taux réel. Visiblement, Monsieur Moscovici n’a pas étudié la même économie que le commun des mortels. Car, si c’était le cas, il s’apercevrait que depuis que la BCE a annoncé le 2 août 2012 son programme d’Outright Monetary Transactions, ou « OMT », soit les Opérations Monétaires sur Titres dont le nom qui désigne l’action mise en place par la Banque centrale européenne pour alléger les tensions dans le cadre de la crise de la dette dans la zone euro, le taux réel des bons du Trésor à 10 ans ne cesse d’augmenter.

Bien entendu, cela signifie – les taux d’intérêts des bons du Trésor à 10 ans étant ce que l’on appelle des taux « directeurs » en ce qui concerne le remboursement de la dette publique – que le montant réel des intérêts ne cesse d’augmenter. Ceci a des implications très directes pour la France (et pour l’Espagne et l’Italie qui sont dans le même cas). Mais, Monsieur Pierre Moscovici ne dit rien.

Voilà donc qui nécessiterait une petite remise à niveau, car nous n’imaginons pas une seule seconde que M. Pierre Moscovici, Ministre des Finances de la République, puisse mentir. Ce serait une forfaiture. Donc, la seule explication est son ignorance. Ce n’est cependant pour nous pas moins préoccupant. Car, comment expliquer cette ignorance, alors qu’il est entouré d’économiste que l’on dit réputés ? Faudrait-il donc y voir quelque idéologie, poussant alors ces gens à s’aveugler sur des évidences ? Nous faut-il donc croire que la pensée religieuse a, sur ce terrain, triomphé et qu’au culte de l’Euro monsieur le Ministre fait figure de grand prêtre ? Il est vrai que dans la chanson « Ces gens là », Jacques Brel disait autour d’un couplet « on ne pense pas Monsieur, on prie"

Jacques Sapir


''TASSI DI INTERESSE BASSI GRAZIE ALL'EURO? E' FALSO.'' IL GRANDE ECONOMISTA FRANCESE JACQUES SAPIR SMASCHERA L'EURO.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Sapir   euro   economia   interessi    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DEBITO PUBBLICO ALLE STELLE OGNI FAMIGLIA DOVRA' RISPONDERNE PER 144.900 EURO E LO ''CHIEDERA' AGLI ITALIANI'' L'AMATA UE

DEBITO PUBBLICO ALLE STELLE OGNI FAMIGLIA DOVRA' RISPONDERNE PER 144.900 EURO E LO ''CHIEDERA' AGLI

domenica 20 agosto 2017
Siete ancora in vacanza o siete già tornati? Non ci siete andati? Tutto ciò è irrilevante, perchè c'è un gigantesco debito che vi aspetta a settembre sull'uscio di
Continua
 
STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO NORDADRICANO.

STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO

giovedì 17 agosto 2017
BARCELLONA - La polizia catalana ha identificato il terrorista o uno dei terroristi che alla guida di un furgone ha investito e ucciso numerosi passanti sulla Rambla prima di darsi alla fuga a piedi.
Continua
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
 
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
 
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CENTRO STUDI TEDESCO ANNUNCIA: 2014 PER LA GERMANIA SARA' DI BUONA CRESCITA, PER L'ITALIA SARA' CATASTROFICO (TESTUALE)

CENTRO STUDI TEDESCO ANNUNCIA: 2014 PER LA GERMANIA SARA' DI BUONA CRESCITA, PER L'ITALIA SARA'
Continua

 
CENSURATA IN ITALIA / IL PARLAMENTO EUROPEO APPROVA LA CHIUSURA DELLA SEDE DI STRASBURGO! (POI LA COMMISSIONE DICE NO!)

CENSURATA IN ITALIA / IL PARLAMENTO EUROPEO APPROVA LA CHIUSURA DELLA SEDE DI STRASBURGO! (POI LA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!