91.843.836
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

''IL BENESSERE CHE L'UNIONE EUROPEA AVREBBE DOVUTO PRODURRE, E' SEMPLICEMENTE SCOMPARSO'' (LA VANGUARDIA, BARCELLONA)

giovedì 19 dicembre 2013

BERLINO - Con quell’assenza di sfarzo che è diventata una delle qualità della politica del paese, i ministri della GroKo – acronimo di “grande coalizione”, la parola dell’anno – hanno prestato giuramento uno per uno davanti al presidente del Bundestag. Poco prima Angela Merkel aveva ricevuto il placet ufficiale del presidente dello stato federale, Joachim Gauck, in occasione di una breve udienza riservata.

L’inizio del terzo mandato di Merkel elude qualsiasi forma di ostentazione. Con due mandati in più dei suoi predecessori Konrad Adenauer e Helmut Kohl e uno in più di Gerhardt Schröder, sta quasi per raggiungere Helmut Schmidt.

Questa signora venuta dall’est è destinata dunque a entrare nella lista dei grandi cancellieri? Tutto dipenderà da ciò che accadrà in Europa e in questa Unione europea che usurpa il titolo di continente. Merkel è entrata in carica nel 2005, quando l’Ue rispondeva ancora all’appeal narcisistico che associava il suo nome al benessere e alla pace. La pace europea ha trascurato le numerose guerre che i membri delle nuova Europa, nazioni coloniali, hanno portato avanti all’estero dopo la loro adesione e che si trascinano ancora oggi, senza dimenticare il conflitto dei Balcani che si è combattuto all’interno dei suoi confini. Quanto al benessere, è semplicemente scomparso.

E così, l’Europa che Angela Merkel ha conosciuto all’inizio del suo primo mandato si è vista privare dei suoi due grandi miti risalenti alla fondazione, sostituiti da una frattura, sempre esistita ma oggi ancora più evidente: l’Europa è composta da molteplici gruppi. Il primo è formato dai beneficiari netti dell’euro, con la Germania al centro, che difendono l’austerità e il pagamento integrale dei debiti contratti dalle banche. Il secondo, dubbioso e traballante, è rappresentato dalla Francia. Un altro gruppo è formato da paesi con gradi diversi di crisi e di sfiducia, dal Portogallo all’Italia passando per la Spagna e dalla Slovenia a Cipro passando per l’Irlanda. E poi c’è il gruppo degli ultimi, alla periferia d’Europa, accusato di decadenza: dalla Grecia alla Bulgaria passando per Romania e Albania.

I venti cambiano Ed è proprio questa Europa divisa che Merkel dovrà affrontare in occasione del suo terzo mandato, che inizia con un governo di coalizione di cui è l’incontrastata dominatrice, con un appoggio schiacciante del Parlamento, un’opposizione pressoché inesistente e una situazione socioeconomica nazionale ambigua ma stabile, soprattutto rispetto alla maggioranza degli altri stati europei.

In un contesto così instabile, sarebbe una vera imprudenza non attendersi qualche sorpresa. Certo, questo è quanto suggerisce l’accordo di coalizione di 185 pagine firmato dai socialdemocratici, i cui dirigenti hanno subito un forte shock dopo le elezioni del settembre scorso, anche se sono molto contenti delle loro nuove funzioni ministeriali. Malgrado tutto, la realtà non è dettata dai documenti. Governare significa saper reagire agli imprevisti, soprattutto in tempi di crisi. Angela Merkel intende navigare in una direzione precisa, ma i venti cambiano e potrebbero portarla altrove.

L’Europa non sta attraversando soltanto una crisi riconducibile alla sua identità occidentale. A est pare covare al momento qualcosa di simile a una guerra fredda con la Russia. L’Ue, con la Germania in testa, sembra considerare l’Ucraina il cortile di casa propria. Complica la vita alle esportazioni energetiche russe e insieme alla Nato stuzzica l’orso moscovita con tutta una sorta di provocazioni militari, tra le quali uno scudo antimissile contro l’Iran che non sarà cancellato malgrado le trattative con Teheran.

La Russia ha già iniziato a dispiegare i suoi missili sul Mar Baltico e l’accordo tedesco di coalizione non fa più riferimento alla vecchia proposta di eliminare le bombe nord-americane che si trovano nel suo territorio.

Autore: Rafael Poch, corrispondente da Berlino de La Vanguardia, Barcellona. 


''IL BENESSERE CHE L'UNIONE EUROPEA AVREBBE DOVUTO PRODURRE, E' SEMPLICEMENTE SCOMPARSO'' (LA VANGUARDIA, BARCELLONA)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Europa   Barcellona   Spagna   Italia   Slovenia   Cipro   Francia   Berlino   Germania   Merkel   Russia   Rafael Poch   La Vanguardia    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
IL DISCORSO DI MARIO DRAGHI AL SENATO: ''NON CONTA LA DURATA DEL GOVERNO, MA LA QUALITA' DELLE DECISIONI E IL CORAGGIO''

IL DISCORSO DI MARIO DRAGHI AL SENATO: ''NON CONTA LA DURATA DEL GOVERNO, MA LA QUALITA' DELLE

mercoledì 17 febbraio 2021
"Il primo pensiero che vorrei condividere, nel chiedere la vostra fiducia, riguarda la nostra responsabilita' nazionale. Il principale dovere cui siamo chiamati, tutti, io per primo come presidente
Continua
 
WALTER RICCIARDI, QUELLO CHE ''LE MASCHERINE NON SERVONO A NIENTE'' E ''I TAMPONI SI FANNO SOLO AI SINTOMATICI''

WALTER RICCIARDI, QUELLO CHE ''LE MASCHERINE NON SERVONO A NIENTE'' E ''I TAMPONI SI FANNO SOLO AI

lunedì 15 febbraio 2021
  Walter Ricciardi, scienziato abituato a stare davanti alle telecamere, ha collezionato in questo anno iniziato ai primi di febbraio cel 2020, una serie di scivoloni scientifici che dovrebbero
Continua
MATTEO SALVINI: ''A NOI INTERESSA DIFENDERE GLI INTERESSI DEGLI ITALIANI IN EUROPA E PENSIAMO DI POTERLO FARE''

MATTEO SALVINI: ''A NOI INTERESSA DIFENDERE GLI INTERESSI DEGLI ITALIANI IN EUROPA E PENSIAMO DI

mercoledì 10 febbraio 2021
Il leader della Lega, Matteo Salvini, in una intervista ad "Avvenire" dice che "a noi interessa difendere l'interesse degli italiani in Europa e pensiamo di poterlo fare. Ci sono le condizioni. Come
Continua
 
SALVINI E DRAGHI, RAPPORTO DI STIMA E CONSIDERAZIONE. DIPENDERA' TUTTO DAL PROGRAMMA E DAI TEMPI DI ATTUAZIONE

SALVINI E DRAGHI, RAPPORTO DI STIMA E CONSIDERAZIONE. DIPENDERA' TUTTO DAL PROGRAMMA E DAI TEMPI DI

mercoledì 3 febbraio 2021
"Il problema, non è il nome della persona. E io l'ho anche detto a questa persona. II punto è che cosa vuole fare e con chi". Si attesta su questa posizione il leader della Lega,
Continua
SONDAGGIO PORTA A PORTA: LEGA IN CRESCITA E AMPIAMENTE PRIMO PARTITO, CENTRODESTRA DI GRAN LUNGA PRIMA FORZA IN ITALIA

SONDAGGIO PORTA A PORTA: LEGA IN CRESCITA E AMPIAMENTE PRIMO PARTITO, CENTRODESTRA DI GRAN LUNGA

venerdì 22 gennaio 2021
Tre ipotesi sul tavolo e in tutti tre i casi il centrodestra sarebbe in vantaggio. E' quanto testato nel sondaggio di Alessandra Ghisleri di Euromedia Research per 'Porta a porta' su tre scenari di
Continua
 
LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE HA NASCOSTO L'EPIDEMIA

LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE

martedì 29 dicembre 2020
Alla fine, le menzogne del regime comunista cinese vengono a galla.  A Wuhan, la città cinese in cui ha avuto origine l'epidemia di coronavirus lo scorso dicembre, i casi di covid
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
PER SCREDITARE LE PROTESTE POPOLARI CONTRO GOVERNO EURO E UE VALE TUTTO, A PARTIRE DA UN FUMOSO SCALDALO DEL CALCIO.

PER SCREDITARE LE PROTESTE POPOLARI CONTRO GOVERNO EURO E UE VALE TUTTO, A PARTIRE DA UN FUMOSO
Continua

 
UN GIUDICE FEDERALE USA METTE IN DISCUSSIONE LA ''COSTITUZIONALITA' DELL'OPERATO DELLA NSA'' (IMPEACHMENT PER OBAMA)

UN GIUDICE FEDERALE USA METTE IN DISCUSSIONE LA ''COSTITUZIONALITA' DELL'OPERATO DELLA NSA''
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SALVINI: LA LEGA SARA' LA FORZA CON CUI DRAGHI LAVORERA' MEGLIO

25 febbraio - ''Io sono convinto di una cosa: la forza con cui il premier Draghi si
Continua

LETIZIA MORATTI CONFERMA FINE VACCINAZIONI A GIUGNO, SE ARRIVANO

24 febbraio - MILANO - In Lombardia si potrebbe ancora finire a giugno la vaccinazione
Continua

GOVERNATORE FONTANA: PRODURRE VACCINI IN ITALIA, GIORGETTI STA

24 febbraio - ''Non possiamo dipendere esclusivamente da vaccinazioni che vengono
Continua

SALVINI: ASSURDO RIATTIVARE L'AREA C A MILANO IN UN MOMENTO COSI'

23 febbraio - ''Assurdo riattivare Area C e tassare chi vuole lavorare a Milano, in un
Continua

ZAIA: DA MINISTERO NESSUNO STOP AD ACQUISTO VACCINI ANTI COVID

22 febbraio - VENEZIA - ''A me non risulta che ci sia stata una lettera ufficiale del
Continua

FARMINDUSTRIA: CONTATTATI DA GIORGETTI, PIANO PER PRODURRE VACCINI

22 febbraio - ''Siamo stati contattati ieri dal ministro dello sviluppo economico
Continua

SALVINI: ''CORDOGLIO AI FAMIGLIARI DELL'AMBASCIATORE ATTANASIO E

22 febbraio - ''Un pensiero e una preghiera alle famiglie dei due italiani. E' inutile
Continua

TERRORISTI ATTACCANO IN CONGO AUTO CON AMBASCIATORE ITALIANO: E'

22 febbraio - Poco fa a Goma, nella Repubblica Democratica del Congo, si e' verificato
Continua

GRAN BRETAGNA ACCELERA: ENTRO FINE LUGLIO TUTTI OVER 18 SARANNO

22 febbraio - LONDRA - Il governo britannico con alla guida il primo ministro Boris
Continua

GERMANIA: TAGLIATI STIPENDI AI PARLAMENTARI, ANCORATI AI SALARI CHE

18 febbraio - BERLINO - Per la prima volta nella storia i deputati del Bundestag si
Continua

DIMOSTRATA EFFICACIA DEL 100% DEL VACCINO ASTRAZENECA PER EVITARE

18 febbraio - ''Efficacia al 100% del vaccino per Astrazeneca/Oxford Irbm nell'evitare
Continua

PROF.BASSETTI, SAN MARTINO DI GENOVA: CON VARIANTE INGLESE

18 febbraio - ''Ho appena finito di vedere tutti i pazienti ricoverati qui nel mio
Continua

SALVINI: A BREVE NUOVI INGRESSI NELLA LEGA DI SINDACI E PARLAMENTARI

18 febbraio - ''Io auguro buona fortuna a tutti, per me viene prima l'interesse
Continua

IN ITALIA E' ARRIVATO FINORA SOLO IL 30% DELLE DOSI DI VACCINO

18 febbraio - Le vaccinazioni contro il Covid in Italia sono ''ostaggio di forniture
Continua

LA STERLINA VOLA NEI CAMBI CONTRO L'EURO GRAZIE ALLE VACCINAZIONI

18 febbraio - La sterlina vola, sulla scia delle vaccinazioni, che in Gran Bretagna
Continua

FIOM: IL MINISTRO GIORGETTI INTENDE PROROGARE IL BLOCCO

18 febbraio - Il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti intende
Continua

INPS: PERSI NEL 2020 664.000 POSTI DI LAVORO IN ITALIA, 295.000 A

18 febbraio - Il saldo annualizzato dei rapporti di lavoro a novembre 2020, ovvero la
Continua

MINISTRO GIORGETTI SUBITO AL LAVORO: STAMATTINA AFFRONTA IL GRAVE

18 febbraio - ROMA - A meno di 12 ore dalla fiducia ottenuta al Senato dal governo
Continua

ZAIA: 5 REGIONI CON NOI PER ACQUISTO VACCINI ANTI COVID

17 febbraio - Sull'acquisto di vaccini ''abbiamo la collaborazione dei colleghi di
Continua

LOMBADIA: PIU' RICOVERI, MA NESSUNA PRESSIONE SUGLI OSPEDALI

17 febbraio - ''Ad oggi in Lombardia non c'e' una situazione di pressione dal punto di
Continua
Precedenti »