45.136.687
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ACCORDO DI GOVERNO TRA RUSSIA E UCRAINA: INGENTI INVESTIMENTI, OCCUPAZIONE E SCAMBI COMMERCIALI. ADDIO, UNIONE EUROPEA.

mercoledì 18 dicembre 2013

MOSCA - La Russia investirà 15 miliardi dollari del Fondo di previdenza nazionale, nel quale si accumulano i proventi derivanti dai prezzi alti del petrolio, in titoli di Stato ucraini. Lo ha dichiarato il presidente russo Vladimir Putin. Tale importo è paragonabile alla quantità di fondi stanziati dal governo russo per i progetti delle infrastrutture.

La Russia userà 15 miliardi di dollari del Fondo nazionale di previdenza per comprare i titoli di Stato dell'Ucraina già in questa fine del 2013 e per tutto il 2014, ha dichiarato il ministro delle Finanze Anton Siluanov. "Una parte delle obbligazioni sarà acquistata quest'anno, l'altra il prossimo anno. Naturalmente, quest'anno l'esborso sarà minore," - ha detto Siluanov. In precedenza, nella giornata,  era stato riferito che nel corso dell'incontro tra i presidenti della Russia e dell'Ucraina, Vladimir Putin e Viktor Yanukovych, era stato raggiunto un accordo in base in base al quale la Russia avrebbe investito 15 miliardi di dollari in buoni del Tesoro di Kiev. Inoltre si era concordato di abbassare il prezzo del gas russo per l'Ucraina di un terzo, fino a 268,5 dollari per mille metri cubi.

Inoltre, nei primi mesi del 2014 la Russia riprenderà le forniture di petrolio attraverso l'oleodotto che porta alla raffineria di Odessa. E' stato riportato dalla Reuters, citando fonti anonime. La Reuters collega la ripresa delle forniture verso la raffineria di Odessa, dopo oltre 3 anni di stop, grazie alla rinuncia dell'Ucraina di firmare l'accordo di integrazione con la UE ed ai negoziati tra i presidenti dei due Paesi, Vladimir Putin e Viktor Yanukovych, avvenuti oggi a Mosca. In precedenza era stato riferito che a seguito di quest'incontro Kiev contava di ottenere da Mosca un prestito di 15 miliardi di dollari ed un notevole sconto sul prezzo del gas. Puntualmente, è accaduto.

L'Unione Europea è stata sconfitta. L'aggressione all'Ucraina dell'oligarchia bancaria UE è stata sbriciolata.

Fonte notizie: La Voce della Russia


ACCORDO DI GOVERNO TRA RUSSIA E UCRAINA: INGENTI INVESTIMENTI, OCCUPAZIONE E SCAMBI COMMERCIALI. ADDIO, UNIONE EUROPEA.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Ucraina   UE   finanziamenti   scambi commerciali   accordo   Russia   Putin   oligarchi   UE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
 
TERREMOTO POLITICO IN FINLANDIA: AI VERTICI DI UN PARTITO AL GOVERNO SALGONO LEADER NO-UE (INTANTO SCATTA LA BREXIT!)

TERREMOTO POLITICO IN FINLANDIA: AI VERTICI DI UN PARTITO AL GOVERNO SALGONO LEADER NO-UE (INTANTO

lunedì 20 marzo 2017
LONDRA - Nella giornata in cui - oggi - la Gran Bretagna comunica ufficialmente alla Ue la data della Brexit vera e propria, che scatterà il prossimo 29 marzo, giorno in cui il Regno Unito
Continua
SITUAZIONE MPS: TITOLO SOSPESO, VORAGINE DI CREDITI MARCI, UE IMPONE 5.000 LICENZIAMENTI E BANCA A UN PASSO DAL DEFAULT

SITUAZIONE MPS: TITOLO SOSPESO, VORAGINE DI CREDITI MARCI, UE IMPONE 5.000 LICENZIAMENTI E BANCA A

venerdì 17 marzo 2017
Le ultime notizie sul Monte dei Paschi di Siena, la più antica banca del mondo portata sull’orlo del baratro per opera di manager da sempre vicini al principale partito della sinistra
Continua
 
LES ECHOS: ''IL 50% DEGLI ITALIANI PRONTO A VOTARE PARTITI NO-UE NO-EURO E L'80% DEGLI IMPRENDITORI E' CONTRO L'UNIONE''

LES ECHOS: ''IL 50% DEGLI ITALIANI PRONTO A VOTARE PARTITI NO-UE NO-EURO E L'80% DEGLI IMPRENDITORI

martedì 14 marzo 2017
PARIGI - Il tema del rifiuto sempre più vasto e profondo da parte degli italiani nei confronti della Ue è assente dalla stampa nazionale, come fosse una questione marginale.
Continua
VISTO DA VICINO / GEERT WILDERS, L'UOMO CHE DOMANI POTREBBE SFERRARE IL COLPO DEL KO ALL'UNIONE EUROPEA

VISTO DA VICINO / GEERT WILDERS, L'UOMO CHE DOMANI POTREBBE SFERRARE IL COLPO DEL KO ALL'UNIONE

martedì 14 marzo 2017
AMSTERDAM - "Il mio idolo - ha detto in un'occasione - è Oriana Fallaci: capì il pericolo musulmano". Classe 1963, cattolico di formazione, nemico dell'immigrazione selvaggia, degli
Continua
 
SE VINCE MARINE LE PEN... CAMBIERA' L'ITALIA (OLTRE LA FRANCIA): BENEFICO RITORNO ALLA LIRA (ANALISTI FINAZIARI GLOBALI)

SE VINCE MARINE LE PEN... CAMBIERA' L'ITALIA (OLTRE LA FRANCIA): BENEFICO RITORNO ALLA LIRA

lunedì 13 marzo 2017
Se Marine Le Pen dovesse vincere le elezioni presidenziali francesi di aprile e maggio, i mercati reagirebbero con un picco di volatilità per gli asset francesi dovuto all'incertezza e un
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
OGGI LA MARCIA SU ROMA: MIGLIAIA GIA' PARTITI IN TRENO AUTO, CON OGNI MEZZO. IL MOVIMENTO DEI FORCONI: SAREMO TANTISSIMI

OGGI LA MARCIA SU ROMA: MIGLIAIA GIA' PARTITI IN TRENO AUTO, CON OGNI MEZZO. IL MOVIMENTO DEI
Continua

 
PER SCREDITARE LE PROTESTE POPOLARI CONTRO GOVERNO EURO E UE VALE TUTTO, A PARTIRE DA UN FUMOSO SCALDALO DEL CALCIO.

PER SCREDITARE LE PROTESTE POPOLARI CONTRO GOVERNO EURO E UE VALE TUTTO, A PARTIRE DA UN FUMOSO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!