44.203.728
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

CATASTROFE: TRE BANCHE SENZA PIU' PATRIMONIO, MANGIATO DAI CREDITI DETERIORATI: BPM, CARIGE E BANCO POPOLARE (E ADESSO?)

lunedì 16 dicembre 2013

Elio Lannutti e Rosario Trefiletti, rispettivamente presidenti di Adusbef e Federconsumatori, mettono in evidenza in un comunicato congiunto che, secondo "un recente studio di UBS (Unione Banche Svizzere) l’Italia rappresenta uno dei maggiori mercati europei di crediti erogati dalle banche e non più pagati (sofferenze), con una dimensione di 243 miliardi di euro e con uno dei peggiori rapporti di copertura del rischio, pari ad una media del 38,4%".

Questa  è la migliore prova provata che i banchieri italiani, adusi ad erogare finanziamenti clientelari a gruppi amicali e combriccole di potere, negano i prestiti ai meritevoli.

Il comunicato di Lannutti e Trefilati continua a esaminare il rapporto di Ubs, da cui risulta che: 

UNICREDIT e' LA BANCA PIU’ INCAGLIATA

La massa di 243 miliardi di crediti scaduti, ristrutturati, incagliati o girati a sofferenza è così divisa secondo lo studio UBS: 55,9 miliardi di euro (pari al 23%) sono appannaggio di Unicredit; seguita da Banca Intesa con 48,6 miliardi (20%); al terzo posto Mps con 29,3 miliardi ed il 12%; al quarto Banco Popolare con 17 miliardi ed il 7%; al quinto Ubi Banca con 12,2 miliardi ed il 5%; al sesto Banco Popolare Emilia Romagna con 7,3 miliardi ed il 3% con il restante 30% spalmato tra le altre banche minori.

Il risultato – scrive UBS- è un impatto negativo sulla percezione del rischio ed i livelli di valutazione, con le banche che hanno il maggior stock di crediti deteriorati, destinati ad aumentare significativamente nel 2013,

Nel rapporto tra crediti deteriorati sui prestiti totali alla clientela (Npl netti) che misura la capacità dei banchieri di valutare la meritorietà del credito, la più virtuosa è Mediobanca con lo 0,6%; la più allegra è Unipol con il 6,3%, seguita da MPS (5%); Bnl (4,5%); Unicredit (3,5% uguale alla media); Intesa San Paolo al 3%. 

"Altro dato che dimostra la pessima gestione creditizia dei signori banchieri è il rapporto tra crediti Npl e Core Tier 1, principale indicatore patrimoniale delle banche. Banco Popolare ha il record negativo con l’87,7% seguito da BPM con l’82,6% e da Carige, che si piazza al terzo posto con il 72,6%: i crediti deteriorati di queste 3 banche hanno mangiato l’intero patrimonio. Seguono Bper con il 61,7%; Unicredit con il 44,3%; Ubi banca col 43%; Intesa San Paolo con il 37,8%". 

"A fronte di questa disastrosa gestione del credito e del risparmio, che non lascia margini a dubbi e giustificazioni e che dovrebbe indurre Banca d’Italia a chiedere conto ai banchieri perché utilizzano i sudati risparmi degli italiani per finanziare le aziende decotte fatte di amici e compari come Zalesky, Zunino, Ligresti invece di offrire credito ad imprenditori meritevoli, Adusbef e Federconsumatori chiedono al Governo, sempre più a braccetto con le banche amiche nell’assecondare i loro desiderata, come la rivalutazione delle quote di Bankitalia ed il regalo fiscale di 19,4 miliardi di euro inserito nella legge di stabilità, di sanzionare una gestione imprudente che danneggia le Pmi e le famiglie, nuocendo gravemente all’economia italiana". (Comunicato Adusbef - Federconsumatori) 


CATASTROFE: TRE BANCHE SENZA PIU' PATRIMONIO, MANGIATO DAI CREDITI DETERIORATI: BPM, CARIGE E BANCO POPOLARE (E ADESSO?)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

Adusbef   Federconsumatori   patrimonio   banche   Carige   BPM   Banco Popolare    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
COMMISSIONE EUROPEA: L'ITALIA E' UNA MINACCIA PER LA STABILITA' DELLA ZONA EURO (E ANNUNCIA LA TROIKA IN ITALIA)

COMMISSIONE EUROPEA: L'ITALIA E' UNA MINACCIA PER LA STABILITA' DELLA ZONA EURO (E ANNUNCIA LA

mercoledì 22 febbraio 2017
BRUXELLES - La Commissione europea oggi ha deciso nuovamente di avviare un monitoraggio approfondito nei confronti dell'Italia per i suoi squilibri macroeconomici eccessivi che potrebbero avere - a
Continua
 
MILLE MILIARDI DI EURO DI CREDITI MARCI GRAVANO SULL'EUROZONA CHE E' FINITA IN UN VICOLO CIECO (STAMPA TEDESCA)

MILLE MILIARDI DI EURO DI CREDITI MARCI GRAVANO SULL'EUROZONA CHE E' FINITA IN UN VICOLO CIECO

martedì 14 febbraio 2017
BERLINO - E' un numero gigantesco, un numero con 12 zeri, ovvero mille miliardi. Otto anni dopo lo scoppio della crisi finanziaria, che deflagrò nella Ue nel 2009, le banche europee hanno in
Continua
LA DEREGULATION DELLE BANCHE AMERICANE CHE FARA' TRUMP E' UN'OCCASIONE D'ORO PER LASCIARE L'EURO (ALTERNATIVA? DEFAULT)

LA DEREGULATION DELLE BANCHE AMERICANE CHE FARA' TRUMP E' UN'OCCASIONE D'ORO PER LASCIARE L'EURO

giovedì 9 febbraio 2017
L’annunciata abolizione, se non totale, almeno parziale della normativa bancaria americana voluta da Obama a seguito della crisi dei subprima del 2008 non va visto come un ritorno alla
Continua
 
PRESIDENTE DEL PIU' IMPORTANTE CENTRO STUDI ECONOMICI DELLA GERMANIA: ''POSSIBILE CRISI DELL'EURO. LA UE INTRODUCA DAZI''

PRESIDENTE DEL PIU' IMPORTANTE CENTRO STUDI ECONOMICI DELLA GERMANIA: ''POSSIBILE CRISI DELL'EURO.

martedì 7 febbraio 2017
MONACO DI BAVIERA - Clemens Fuest, 48 anni, e' presidente dell'autorevole Istituto Ifo di Monaco di Baviera da dieci mesi. In questo breve lasso di tempo, l'economista docente di Oxford e' riuscito
Continua
BLOOMBERG AVVISA: ''LA CANCELLAZIONE DI RESTRIZIONI E VINCOLI ALLE BANCHE USA METTERA' NEI GUAI QUELLE DELL'EUROZONA''

BLOOMBERG AVVISA: ''LA CANCELLAZIONE DI RESTRIZIONI E VINCOLI ALLE BANCHE USA METTERA' NEI GUAI

martedì 7 febbraio 2017
"Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha ribadito la promessa di sgravare il settore bancario Usa dall'onere dei regolamenti e delle norme varate a seguito della crisi finanziaria del 2008.
Continua
 
LA GERMANIA ORA PER IL SUO ENORME SURPLUS DI BILANCIO ACCUSA LA BCE: ''TUTTA COLPA DI DRAGHI (SE NAVIGHIAMO NELL'ORO)''

LA GERMANIA ORA PER IL SUO ENORME SURPLUS DI BILANCIO ACCUSA LA BCE: ''TUTTA COLPA DI DRAGHI (SE

lunedì 6 febbraio 2017
BERLINO - Scaricabarile sulla Bce e su Mario Draghi da parte del ministro delle Finanze della Germania, Wolfgang Schaeuble, rispetto alle accuse lanciate dall'amministrazione Trump contro l'euro e
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
PRITCHARD DEL DAILY TELEGRAPH: ''L'ITALIA RISCHIA IL COLLASSO NEL 2014. HO INCONTRATO LETTA: ASSOLUTAMENTE DELUDENTE''

PRITCHARD DEL DAILY TELEGRAPH: ''L'ITALIA RISCHIA IL COLLASSO NEL 2014. HO INCONTRATO LETTA:
Continua

 
COLOSSO FINANZIARIO SAXO BANK STILA 10 PREVISIONI SENSAZIONALI PER IL 2014: DALLA VITTORIA ANTIEURO ALLA...(DA LEGGERE!)

COLOSSO FINANZIARIO SAXO BANK STILA 10 PREVISIONI SENSAZIONALI PER IL 2014: DALLA VITTORIA ANTIEURO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!